Se Draghi viene eletto al Quirinale, Brunetta diventa premier per legge

(Niccolò Di Francesco – tpi.it) – Se Mario Draghi venisse eletto presidente della Repubblica, Renato Brunetta sarebbe premier pro tempore: a rivelare la curiosa dinamica è stato Sabino Cassese, giudice emerito della Corte Costituzionale, nel corso di un intervento alla trasmissione Un giorno da pecora, in onda su Rai Radio 1.

Con il mandato in scadenza di Sergio Mattarella, il quale ha già dichiarato di non volersi ricandidare, è infatti già partito il toto Quirinale.

In molti per la corsa al Colle danno come favorito l’attuale premier Mario Draghi. Se davvero l’ex presidente della Bce dovesse essere eletto Capo dello Stato, però, dovrebbe lasciare il suo incarico per avviare nuove consultazioni al fine di nominare un nuovo presidente del Consiglio.

A quel punto, così come svelato da Cassese, a ricoprire il ruolo di premier pro tempore sarebbe il ministro più anziano, ovvero l’attuale titolare del dicastero della Semplificazione e pubblica amministrazione Renato Brunetta.

“Il presidente del Consiglio dei ministri si dimette dando una lettera al presidente della Repubblica in carica” ha spiegato il giudice nel corso del programma.

“Dopo essersi dimesso dovrebbe comunicare le sue dimissioni al vicepresidente del Cdm. Se questo non c’è, il supplente sarebbe il ministro più anziano di età” ha concluso Cassese.

Categorie:Cronaca, Interno, Politica

Tagged as: , ,

20 replies

    • Dopo aver massacrato il Conte2 senza motivi reali, ora si diverte a prefigurare il peggio che lui stesso ha contribuito a creare.

      "Mi piace"

  1. Renato Brunetta, Ministro della Pubblica Amministrazione e forse futuro Primo Ministro. Pe’ comincia’ sarebbe ora de mantene’ la sua famosa promessa: “Puniremo i fannulloni, premi ai meritevoli”. Ar Parlamento poi non dovrebbe èsse così difficile de’ scovalli.

    CHE PULENTATA…!
    Beh…visto che a magnà sò sempre loro,
    sortanto loro infino a strafogàsse:
    politicanti&affini…che er decòro
    je s’è sdrucìto fino a scancellàsse,

    che più li sto a sentì, più me ciaccòro,
    me viè a le vòrte de penzà ar da fàsse…
    Me viè ‘sta matta idea e me ciàccaloro:
    che er popolo, co quele …vacche grasse

    ce facci ‘n’abbuffata de pulenta!
    Se pìa ‘n paiolo grosso, grosso, grosso…
    se métteno giù drento…e a fiamma lenta,

    se còceno…girànno e riggirànno
    côr mestolone infino a squjà ll’osso…
    Ma…in quanti!… ‘i baffi, stanno già leccànno!!…
    (Armando Bettozzi)

    "Mi piace"

    • Certamente si.
      Ma il fatto di essere “donna” sarà un assist fenomenale che farà dimenticare la sua appartenenza a CL- non proprio il massimo in uno stato laico, tanto varrebbe eleggere un prete.

      Sono sempre più convinta che tutta l’enfasi su “donna è meglio” , quote rosa, … serva ad occupare ulteriori posti e posticini che contano e che senza tutto lo stirytelling del “genere” non si otterrebbero mai.
      Ormai le donne sono dovunque ed in gran numero, ma tutto questo miglioramento non si è visto. Anzi.

      "Mi piace"

      • ” Ormai le donne sono dovunque ed in gran numero, ma tutto questo miglioramento non si è visto. Anzi.”

        Da non dire:

        Si vede che voi donne siete delle latrine.

        Da dire:

        Quelle la’ sono sicuramente delle raccomandate che rovinano la reputazione del mascilismo.

        "Mi piace"

      • Carolina,
        Anche io sono stufa di tutto questo”donnismo” .
        Deve emergere chi merita , punto .
        A prescindere dall’ anagrafe.
        In Inghilterra nei curricula non si specifica il sesso, valutano solo le esperienze di studio e di lavoro, o etnia o religione .
        Solo al colloquio si conosce se si è uomo o donna.
        Li’ Ho visto autisti (uomini) di autobus guidare con i vestiti tipici dei sick :turbante,baffi alla Sandokan, torso nudo e fasce di pelle incrociate sul petto, ma non fregava a nessuno .Bastava saper guidare .

        "Mi piace"

  2. sono elucrabazioni mentali, cioè pugnette alla cassese
    se il PdC è eletto PdR, il PdC si deve dimettere e nominare un eventuale vice, per cui il governo svolgerebbe solo ordinaria amministrazione in attesa del nuovo, quindi il governo sarebbe vacante, il resto sono barzellette cazzose.

    "Mi piace"

  3. @adriano 58, potremmo anche venire sorpresi. Non sarebbe la prima volta.
    In fondo abbiamo persino due Papi: significa che la prima volta lo Spirito Santo si era sbagliato…

    "Mi piace"