Napoli: al Vomero finalmente sostituiti gli alberi eliminati in via Cilea

Restano ancora tante strade e piazze da ripiantumare

            “ Tanto tuonò che piovve! – esordisce Gennaro Capodanno, presidente del Comitato Valori collinari, già presidente della circoscrizione Vomero, il quale, da tempo e ripetutamente, ha sollecitato gli uffici competenti dell’amministrazione comunale, segnalando lo stato di degrado nel quale versa il poco verde urbano a disposizione degli abitanti della collina partenopea, segnatamente con riferimento alle molte alberature stradali che, negli ultimi tempi, sono scomparse, lasciando le relative fonti vuote o con la sola ceppaia -. Finalmente sono in corso i lavori per piantare le nuove alberature stradali lungo via Cilea, a partire dall’incrocio con via Scarlatti “.

            “ Rimane insoluto un vero e proprio giallo sul quale in passato si era chiesto di fare piena luce – ricorda Capodanno che, per ultimo, nel settembre dell’anno scorso, aveva segnalato l’ennesima scomparsa di un albero, proprio nel tratto dove oggi sono state messe a dimora  le nuove essenze (  https://www.politicamentecorretto.com/2020/09/25/napoli-al-vomero-in-via-cilea-scompare-un-albero/ ) -. Giallo che riguardava appunto la constatazione che nel tratto di via Cilea, posto tra via Scarlatti e via Gemito erano tantissime le alberature originariamente presenti che, in un breve lasso di tempo, erano state tagliate o erano state completamente eliminate “.

            “ Ci auguriamo che questo fenomeno non abbia a ripetersi con le nuove alberature piantate in queste ore – puntualizza Capodanno -. Al riguardo porremo la massima attenzione. Nel contempo invitiamo, sin d’ora, gli uffici competenti a mettere in atto tutte le iniziative per vigilare sulla salvaguardia del verde pubblico e segnatamente delle alberature stradali, specialmente in quelle zone dove vi sono precedenti come quello segnalato, in modo da evitare possibili danneggiamenti al già scarno patrimonio arboreo presente sulla collina vomerese che, notoriamente, è afflitta da tempo dal triste primato di una delle aree con l’indice di verde pubblico, a disposizione dei residenti, tra i più bassi dell’intero territorio cittadino se non del Paese “.

            Capodanno con l’occasione lancia l’ennesimo appello agli uffici preposti affinché anche nelle altre strade e piazze del Vomero, dove molti dei platani secolari, afflitti da malattie quali il cancro colorato o infestati dalla tingide, sono nel tempo scomparsi, lasciando le fonti d’albero vuote o con le sole ceppaie, come, solo per esemplificare, in via Luca Giordano, possano al più presto essere piantate nuove essenze arboree, restituendo al Vomero un poco di  quale verde che, in passato, aveva costituito uno dei principali vanti dell’antico “quartiere dei broccoli”.