Ci mancava il regalo ai mafiosi

(Gaetano Pedullà – lanotiziagiornale.it) – Partito come un venticello, il soffio della restaurazione sta diventando un tornado. Draghi a Palazzo Chigi ne è di per sé il sigillo di garanzia, ma siccome il suo è definito da stampa e poteri forti il “Governo dei migliori”, c’è chi ha deciso di strafare. È responsabilità del premier e dei suoi ministri economici Franco al Mef e Giorgetti al Mise se per le nomine di Stato sono ricicciati fuori boiardi della Prima Repubblica e di tutte le stagioni, come il numero uno dell’Eni già nel 1992 Franco Bernabè, appena indicato per la presidenza dell’ex Ilva.

E bisogna sfogliare l’Antico Testamento per rivedere le sembianze di diversi pretendenti alle oltre 500 poltrone pubbliche da assegnare a breve in novanta società partecipate, tra cui quisquilie come Cassa Depositi e Prestiti e Ferrovie.

In questo clima la Commissione Contenziosa del Senato – che non c’entra nulla con l’Esecutivo ma si inserisce perfettamente in quest’onda di ritorno al passato – non ha avuto remore a resuscitare il privilegio dei vitalizi anche per i condannati, regalando all’ex governatore della Lombardia Formigoni un grosso assegno mensile proprio mentre milioni di italiani sono alla fame e i ristori disponibili assomigliano a un’elemosina.

Al peggio però non c’è fine, e insieme ai vecchi poteri e alle vecchie mangiatoie ecco che festeggiano anche i peggiori delinquenti, quelli condannati all’ergastolo, da ieri decisamente sollevati perché entro un anno sarà abolito pure il carcere a vita. Un regalo alle mafie che oggi brindano con politici condannati e soliti manager. Guarda a volte le coincidenze!

11 replies

  1. Però, quelli incazzati per le conseguenze economiche della pandemia, non vanno sotto casa di tutti questi vigliacchi.
    Sia di chi prende i soldi e di chi deciso di ridarglieli.
    Chissà perché?

    "Mi piace"

  2. Gaetano immenso!!! E’ possibile avere qualche informazione sui 58 cantieri che sono stati avviati giusto per sapere se sono cose giuste o cose indecenti

    "Mi piace"

    • Il titolare delle Infrastrutture e mobilità sostenibili ha firmato il decreto che ufficializza i nomi individuati dal PRECEDENTE GOVERNO

      Si tratta di 16 infrastrutture ferroviarie, 14 stradali, 12 caserme per pubblica sicurezza, 11 opere idriche, 3 infrastrutture portuali e una metropolitana, per 82,7 miliardi di euro (21,6 al Nord, 24,8 al Centro e 36,3 al Sud) finanziate, a legislazione vigente, per circa 33 miliardi. Il finanziamento sarà completato con risorse nazionali ed europee. Le infrastrutture ferroviarie hanno un valore di 60,8 miliardi, quelle stradali 10,9 , i presidi di pubblica sicurezza 528 milioni, le opere idriche 2,8 miliardi, le infrastrutture portuali 1,7 miliardi, la metropolitana 5,9 miliardi. Le ricadute occupazionali, stando alle slide del ministero, saranno forti a partire dal 2022 e in media verranno create di qui al 2030 68.400 unità di lavoro medie annue.

      "Mi piace"

  3. E dove sta il problema?
    Un golpe indecente ha rovesciato un governo legittimo per sostituirlo con un’accozzaglia di
    “clientes” che hanno l’unico scopo di non disturbare il manovratore e che, detto per inciso, ci
    riescono benissimo.
    SantoSubito Draghi sembra il Nerone magistralmente interpretato da Petrolini: qualunque
    stronzata dica o faccia riceve gli applausi entusiastici ” Bene! Bravo! Bis!” di quel popolo bue
    che non capisce nulla della realtà politica in cui è immerso e di cui è vittima.
    Avendo a disposizione un simile sconfinato gregge acefalo, perchè mai i lupi dovrebbero avere
    remore ad usarne a loro piacimento?

    Piace a 1 persona

  4. Tanto Dracula i fischi e pernacchie li prende sempre per applausi, un uomo buono per tutte le stagioni.
    Sempre la stessa faccia, sempre lo stesso ghigno, sempre lo stesso sguardo fisso da serpente.
    Il governo di alto profilo sta delineandosi, gattopardescamente, dovevano cambiare tutto perchè per i ladri che si rifugiano in parlamento non dovesse cambiare niente. Il parlamento è cosa loro.
    E’ arrivato Stai Sereno alla guida del PD ed ha proposto consigliato dallo zio, l’intesa con FI, cos’è un segnale di rinnovamento?
    Di restaurazione?
    Che schifo! Solo a leggere i titoli dei giornali, mi viene il voltastomaco non so voi….

    "Mi piace"

    • @veronica bellisario
      L’operazione di sostituzione Zingaretti/Letta è talmente, sfacciatamente gattopardesca che solo
      gli obnubilati mentali che credono ancora che il PD sia un partito di sinistra possono abboccare.
      Non serve nemmeno fargli un disegnino… tanto non capirebbero lo stesso!

      "Mi piace"

    • Veronica, è un altro Veltroni illuso di creare un partito democratico all’americana, dovrebbe andare sui social elettori PD,
      saranno loro a dirli la prossima volta ” Enrico stai sereno”

      "Mi piace"

  5. Andate su FB, alla pagina di gente tipo Carmelo Musumeci. Se non lo conoscete, fatevi un’idea di chi siano gli infaticabili ‘crociati’ contro l’ergastolo ostativo.

    "Mi piace"