Stefano Patuanelli: “Lo Statuto di Conte è la svolta. Ora il M5S è nel centrosinistra”

(di Luca De Carolis – Il Fatto Quotidiano) – Il discorso di giovedì di Giuseppe Conte voleva preparare il M5S alla rifondazione. Ma per il ministro all’Agricoltura Stefano Patuanelli, 5Stelle vicino all’ex premier, la novità c’è già: “Conte ha spiegato che nel nuovo Statuto ci sarà un riferimento chiaro al perimetro politico del M5S, la sua collocazione nel campo del centrosinistra, e per i 5Stelle rappresenta una grande innovazione”.
*** Partiamo dai temi di governo. Magistrati e forze dell’ordine ricordano che le mafie sono pronte a dare l’assalto ai fondi del Pnrr.
È un rischio evidente, ed è per questo che bisogna prevenire con meccanismi di controllo. Parlando dell’ambito del mio ministero, mi auguro che il Parlamento approvi in fretta la legge Caselli contro le agromafie. Lavoriamo anche a un’autorità di regolazione dell’agricoltura, necessaria per regolare un settore che a causa delle variazioni di prezzi obbliga spesso i produttori a lavorare sottocosto e provoca situazioni difficili per i braccianti agricoli.
*** Come vi trovate nel governo Draghi? State stretti, con tutti questi partiti?
Siamo ancora nella fase in cui si cercano gli equilibri, sia con le altre forze politiche che con i ministri tecnici. Anche col premier stiamo imparando a conoscerci. Per questo il dl sostegni ha ripreso la struttura del decreto rilancio fatto dal governo precedente. Ora bisognerebbe pensare a un decreto liquidità bis. L’interesse generale per il bene del Paese prevale sempre, al di là di qualche incursione che arriva dall’esterno.
*** Allude a Salvini? Invocava le aperture, ma lei e altri ministri avete fatto muro.
Direi che il problema sulle aperture non è con la Lega, ma dentro la Lega. I nostri colleghi di governo hanno sempre mostrato di comprendere la situazione. Quanto a me, mi baso semplicemente sui dati. Abbiamo le terapie intensive piene al 41 per cento e tanti morti, ogni giorno. Non era possibile un meccanismo automatico per riaprire. Le frasi di ieri di Salvini sul sequestro di persona sono inaccettabili. In modo irresponsabile sta dicendo ai cittadini di non rispettare le norme.
*** A suo dire, il discorso di Conte rappresenta un’innovazione.
Certamente. I precedenti statuti facevano riferimento alla gestione, invece il testo di cui ha parlato Conte collocherà il M5S in un preciso ambito, e quindi rappresenterà anche un vincolo alla nostra azione politica. Non a caso ha messo le persone e i loro diritti e bisogni come prima stella del Movimento.
*** L’ex premier ha parlato di una struttura ramificata sui territori. Ma una struttura complessa richiede soldi, no?
Bisognerà capire nel dettaglio come verrà costruita. Averla comporterà dei costi e il trovare una sede. Ma il fatto di aver già aperto un conto corrente a nome del M5S mi sembra fondamentale.
*** Dagli Stati generali era emersa l’indicazione di riflettere sull’utilizzo del finanziamento pubblico, almeno del 2 per mille. È il caso di parlarne tra voi?
Non sono sicuro di avere una risposta. Il confine tra ciò che funziona in teoria e quanto dimostrato dalla pratica è sempre labile. Sulle donazioni non vedo una grande risposta da parte dei cittadini. Come M5S abbiamo dimostrato di poter fare politica e di avere grande consenso anche con un utilizzo molto limitato di fondi. Ma non saprei dire quale sia il modello migliore.
*** Conte è stato duro verso correnti e associazioni.
La penso come lui. Sono certo che c’era una volontà positiva nel costruirle, ma le stesse iniziative si possono portare avanti con il simbolo del M5S.
*** Le correnti sono la via per liste con cui superare il vincolo dei due mandati, no?
Gli interessati hanno smentito.
*** Il diktat di Grillo (“i due mandati sono un pilastro”) ha fatto infuriare molti.
Tutti noi eletti siamo in potenziale conflitto d’interessi su questo. Per il Movimento ha già parlato Beppe, spiegando però anche che l’esperienza di chi ha maturato due mandati non può essere perduta. E in questo senso sarà importante la nuova struttura.
*** Con Rousseau finirete davvero in tribunale?
Se c’è la volontà, si può trovare una soluzione a questo surreale confronto tra il M5S e Rousseau. Ma serve buonsenso.

26 replies

  1. Che conte fosse un pdiota oramai lo hanno capito anche i sassi,
    Che i poltronari siano poltronari idem.

    "Mi piace"

  2. TRA ESSERE OPPOSIZIONE ED ESSERE PAPPA E CICCIA, QUALCHE DIFFERENZA CI CORRE- Viviana Vivarelli.

    Quello che molti si rifiutano di capire è la profonda differenza tra i due ultimi Governi in cui il M5S era in partito di maggioranza che decideva di fare delle coalizioni obbligato dal Rosatellum ma in cui cercava il più possibile, dalla sua posizione di maggioranza, di realizzare il suo programma, e questo Governo che esce non dal voto degli Italiani ma da un colpo di stato di Mattarella, un Governo ‘ammucchiata’ in cui il M5S non è più il partito di maggioranza che realizza il suo programma ma è diventato solo una piccola parte di una accozzaglia succube a Draghi, per di più maltrattata dalla spartizione delle poltrone e in cui difficilmente potrà fare qualcosa o contare qualcosa, tant’è che non ha potuto fare proprio nulla quando Draghi ha deciso di favorire gli evasori o i mafiosi o di abbassare le pensioni o aumentare le bollette o di rimandare il taglio dei finanziamenti pubblici ai giornali, o di destinare i sostegni alle imprese più grandi e non alle piccole o medie imprese o ai più piccoli, seguendo i dettami neoliberisti.
    E presto, sempre per seguire questi, comincerà a ridurre i posti del pubblico impiego, aumentando via via le decisioni contro il popolo italiano come ha fatto in Grecia.
    E il M5S, indebolito dalla sua resa incondizionata e impoverito dalla cacciata di 50 dei suoi, non potrà fare proprio niente e, mettendosi a pecorina sotto Draghi, ha perso la faccia e non ha nemmeno voluto per sé quella posizione di opposizione che gli avrebbe fatto prendere molti più voti di quel che gli porterà la simpatia e la bravura di Conte.

    "Mi piace"

  3. Si continua a navigare nel buio senza che nessuno si degni di fare chiarezza
    E anche questa intervista a Patuanelli è una serie di non risposte che indica solo l’imbarazzpdi chi non è più in grado di partecipare ma sa che devo solo ubbidire a direttive che veranno dall’alto e storpieranno per sempre quello che il M5S voleva essere e diventare.

    TRA ESSERE OPPOSIZIONE ED ESSERE PAPPA E CICCIA, QUALCHE DIFFERENZA CI CORRE

    Quello che molti si rifiutano di capire è la profonda differenza tra i due ultimi Governi in cui il M5S era in partito di maggioranza che decideva di fare delle coalizioni obbligato dal Rosatellum ma in cui cercava il più possibile, dalla sua posizione di maggioranza, di realizzare il suo programma, e questo Governo che esce non dal voto degli Italiani ma da un colpo di stato di Mattarella, un Governo ‘ammucchiata’ in cui il M5S non è più il partito di maggioranza che realizza il suo programma ma è diventato solo una piccola parte di una accozzaglia succube a Draghi, per di più maltrattata dalla spartizione delle poltrone e in cui difficilmente potrà fare qualcosa o contare qualcosa, tant’è che non ha potuto fare proprio nulla quando Draghi ha deciso di favorire gli evasori o i mafiosi o di abbassare le pensioni o aumentare le bollette o di rimandare il taglio dei finanziamenti pubblici ai giornali, o di destinare i sostegni alle imprese più grandi e non alle piccole o medie imprese o ai più piccoli, seguendo i dettami neoliberisti.
    E presto, sempre per seguire questi, comincerà a ridurre i posti del pubblico impiego, aumentando via via le decisioni contro il popolo italiano come ha fatto in Grecia.
    E il M5S, indebolito dalla sua resa incondizionata e impoverito dalla cacciata di 50 dei suoi, non potrà fare proprio niente e, mettendosi a pecorina sotto Draghi, ha perso la faccia e non ha nemmeno voluto per sé quella posizione di opposizione che gli avrebbe fatto prendere molti più voti di quel che gli porterà la simpatia e la bravura di Conte.

    "Mi piace"

  4. il mio voto se lo possono scordare,non voglio un m5s etichettato a priori di centrosinistra,io sono per un m5s forte con Conte,Di Maio,Di Battista,Morra,Raggi,Appendino che vada da solo e poi faccia un contratto in parlamento con chi ci sta

    "Mi piace"

  5. Attendiamo qualche parole riguardo il controllo dell’ immigrazione clandestina. Draghi alla domanda in conferenza stampa si è “dimenticato” di rispondere, Conte… pure lui non si esprime? Lasciamo tutto in mano a Bergoglio, Coop e intrallazzi vari come sempre? L’ estate è in arrivo…

    "Mi piace"

    • Gentile Carolina,
      la informo che la posizione verso l’immigrazione clandestina non cambierà.
      Il gioco che vuole la sostituzione del popolo europeo, va avanti da decenni.
      Un certo culturalismo, che si sta ferocemente battendo per il predominio “morale”, mette a tacere tale realtà con i bollini: raxita e faxista, girando la testa di fronte all’inevitabile scontro culturale e tra poveri, che ne deriverà e da cui sempre a tratto vantaggio.
      Fa parte del dna della sinistra internazionale, che si è legata al capitalismo in un incesto osceno di proporzioni cresceti, dalla 2° guerra mondiale e pare, stia arrivando finalmente al matrimonio.

      "Mi piace"

  6. Sono d’accordo con il Matteo che scrive qui sopra. Se, a proposito di Matteo, come dice Letta, ci sarà il tentativo di fare “un pezzo di strada insieme” con Renzi credo che un’alleanza con un PD dialogante con la peggiore serpe in Parlamento renderà impossibile il mio voto ai 5stelle. Preferisco morire con il Cazzaro verde al Governo ( figuriamoci…) che con una vicinanza minima con quell’ essere immondo e con i suoi degni sodali renziani.

    "Mi piace"

  7. il m5s sta diventando il piddi 2.0. Invotabile.

    Dovevano mantenere una sana distanza, pur chiarendo che questo SCHIFOSO E INGUARDABILE SPORCO piddi è meno peggio del peggior centro destra della storia, quindi era la sola unica possibilità di alleanza in caso di maggioranza da raggiungere.

    Però da 5 stelle avrebbero ANCHE dovuto dire che MAI con il farabutto di rignano e i suoi picciotti. MAI, nel senso di MAI PIU’.

    Ovviamente SILENZIO ASSOLUTO su questo punto centrale, il silenzio piddino, che oramai fa parte di loro… piano piano verso l’omerta piddina, per poi cambiare il senso alle cose e il nome alle parole. Il mandante assassino del crollo del governo di due mesi fa già cancellato da tutte le memorie fisiche. Avanti così, verso le cancellazioni successive, ora tocca ai 43 morti del ponte…

    Solo questa poteva essere la linea percorribile dal m5s che fu. E non lo è più per un solo motivo: vogliono rimanere lì il più possibile fregandosene del concetto di democrazia diretta o semi diretta o concordata con i cittadini, la vecchia base.

    Fateci caso, l’ho ripetuto infinite volte. Quando parlano, il termine “cittadini” non lo usano più. Perchè si sentono casta. E quando sei casta, prima pensi ai cazzi tuoi, poi a cosa fare per riprendere i voti sufficienti e continuare a rifarti i cazzi tuoi.

    Movimento 5 poltrone.

    "Mi piace"

    • Oltretutto, quando parlano di ‘presenza sul territorio’, ma a chi la raccontano?

      Avevano già i MEET UP, non costavano niente ed erano pieni di gente.

      Li hanno lasciati morire, chiudere, seccare.

      Di Maio (sempre maledetto sia il suo nome) andò 2 anni fa a Perugia a sfasciare il meet up cambiando la candidata sindaca con un’altra e senza spiegare ufficialmente la ragione.

      Questi sono proprio dei suini, altro che grilli.

      Hanno fatto di TUTTO per riuscire in quest’intento.

      Tutti i meet up che seguivo si sono seccati, estinti, spariti, inspiegabilmente uno dietro l’altro, come se obbedissero a ordini superiori. E forse non è solo impressione.

      "Mi piace"

  8. ma Patuanelli se si sente di centro sinistra,e io gli credo,perchè non si è iscritto direttamente al pd,invece no vuole trascinare il m5s nel centro sinistra, io non votero’ mai questa coalizione

    "Mi piace"

  9. Il movimento post ideologico che archiviava le vecchie definizioni destra-sinistra si evolve diventando di centrosinistra. Patuanelli ci sei o ci fai? L’utilizzo delle esperienze di coloro che hanno maturato i due mandati,la sede fisica della forza politica, l’utilizzo dei fondi del 2 per mille: ma questo è diventare un partito come tutti gli altri e quindi suona come aver detto per dieci anni un sacco di minghiate. Insomma avevano ragione loro,i pdini,i forzisti, i leghisti i fascisti di Meloni. Gli unici che avevano torto erano gli scappati di casa e adesso se ne vantano pure perchè in questo modo si sono evoluti.Ma si,adesso c’è il sol dell’avvenire del ministero della transazione ecologica 2050 e tutto il resto è solo passato: compagni contrordine negli ultimi dieci anni abbiamo sbagliato tutto ! Su i cuori mi raccomando.

    "Mi piace"

  10. ‘… Ora il M5S è nel centrosinistra”.

    Bravi! Mi sembra che dopo aver sconfitto la poverta’ ed essere nel centrosinistra non resti altro che ultimare la Salerno – Reggio Calabria.

    "Mi piace"

  11. ll M5S nel csx? Senza il mio voto, a prescindere di chi stia nel PD oppure in LeU oppure in IV.
    Ho una pessima opinione di Patuanelli da quando ho scoperto che è l’autore di quell’immane, impossibile CAXXTA che il Bonus 110%.

    Piace a 1 persona

  12. Ancora non capite che chi ha votato il M5S è stato tradito il giorno dopo dei risultati elettorali del marzo 2018, quando di Maio e compagni esultanti e in preda a forte emozione dissero:”adesso devono venire a parlare con noi!”, riferendosi a quei partiti che avevano sempre definito come cloache di corruzione, disonestà e incapacità e con i quali dichiaravano a gran voce nelle piazza che non avrebbero mai aperto un dialogo perché ASSOLUTAMENTE inaffidabili !

    "Mi piace"

    • La poltrona, la poltrona, questi, pur di mantenerla sono disposti a tutto,
      Peggio di cosi non poteva finire,

      "Mi piace"

  13. Vediamo come reagiscono gli alleati di Forzamafia nel governo di larghe intese, a questa denuncia di Fratoianni.
    A destra sono specialisti nel furto di risorse pubbliche indossando giacca e cravatta sulla camicia bianca.
    E ci sono i soliti due commentatori decerebrati, autodichiaratisi grillini, che non vogliono diventare GIUSEPPINI, che fanno ammuina.

    Sempre a disquisire sul nulla.
    La vera DESTRA intanto agisce. E tutti gli alleati nel governo di larghe intese restano MUTI..

    https://www.ilfattoquotidiano.it/2021/04/03/elica-fratoianni-sinistra-italiana-lex-senatore-casoli-delocalizza-in-polonia-dopo-aver-chiesto-la-cig-interrogazione-al-governo/6154593/

    IL PADRONE E’ UN EX SENATORE DI FORZAMAFIA.

    Credo che a breve non ci sarà nemmeno più bisogno di stimolarla. La lotta di classe tornerà ad affacciarsi da sola per la FAME sempre più diffusa.
    E la risposta non potrà MAI essere quella delle destre a difesa dei benestanti.

    Piace a 1 persona

  14. A. il Movimento è post ideologico, non è né di destra né di sinistra, sta con chi vuole realizzare il suo programma!
    B: guarda che alle prossime elezioni non tornate il Parlamento.
    A: il Movimento è ideologico ed è di centrosinistra.

    simple.

    Piace a 1 persona

  15. Il Trasformismo della politica italiana di gattopardiana memoria travolge il M5S . Per il resto nulla di nuovo sotto il sole…. Chi vivrà vedrà!

    Piace a 1 persona

  16. @Jerome B.
    Spera nella “lotta di classe” per fame? Povero illuso, non si è accorto che da anni l’ hanno già depotenziata a priori?
    Dia un’ occhiata ai media (tutti, Internet compreso), anallizzi ciò che viene offerto al pubblico in TV, al Cinema, in teatro…
    Nota nulla di diverso da qualche decennio a questa parte? E’ un tutto un mostrare disgrazie. Ma di quelle proprio al limite della sopportazione. Bambini anche piccolissimi morenti di fame o delle malattie più devastanti mostrati in primissimo piano (Garante della Privacy, esisti solo per Fedez?); immigrati (sempre buonissimi, ovvio) che sopportano le fatiche più devastanti ed i lutti più crudeli per la speranza di un tozzo di pane; disabili di ogni tipo; violenze gratuite sempre più sadiche su individui ( donne, bambini,…) fragili… Devo continuare?
    E chi viene mostrato come unica ancora di salvezza di tutte queste disperazioni senza fine? lo stato di diritto? Giammai, la ONLUS “XY”, il volontario “Z”; la suora o il prete “N”… Insomma, come un tempo che speravamo superato, la beneficenza al posto dei diritti. Ed il medesimo, onnipresente lavaggio del cervello che alcuni di noi forse ricordano andava per la maggiore decenni fa “Non mangi la minestra? Pensa a quei poveri bambini che muoiono di fame”!

    Il messaggio è il medesimo: a forza di tenerci a contatto con (vere o presunte) tragedie immani, a forza di mostrarci sempre e solo la disperazione che ha solo la discrezionale “carità” bergogliana come unica ancora di salvezza per così tanti; finchè potremo fare un pasto al giorno senza fare la fila alla Caritas, ci sentiremo “privilegiati” e ci commuoveremo persino per le parole astutamente “accoglienti” di chi, superprotetto, siede su un trono d’ oro ed è a capo di una multinazionale dalle inimmaginizzabili ricchezze. E lo sentiremo persino “uno di noi”, e ce ne staremo buoni buoni. Poi sarà troppo tardi: chi potrà, o oserà, mordere la mano che allungherà anche a noi e ai nostri figli il pane della sopravvivenza?
    Tutto previsto, gentile @Jerome, tutto previsto…

    Piace a 1 persona

    • Carolina, l’attuale condizione della mente collettiva e’ quella che hai descritto, ma quei 13 milioni che votarono M5S nel 2018 fidandosi di avere un sincero e forte difensore del popolo sovrano…..

      "Mi piace"

  17. Più che altro era, penso, la speranza di una terza via, la via del dubbio nei confronti sia del pelosissimo e truffaldino politicamente corretto sia nei confronti del sovranismo becero. Ma i dubbiosi sono più che mai invisi ad ogni tipo di potere, che sempre e solo (di chiunque si tratti, cambiano le forme ma non la sostanza) ci chiede di “credere ed obbedire”. Per ora basta il costante lavaggio del cervello: nel caso qualcuno però osi criticare la globalizzazione abbiamo ben visto però cosa ci può toccare Diaz e Bolzaneto…
    In quanto a repressione del dissenso
    tutto il mondo è Paese.

    "Mi piace"

  18. Questi il PD e Grillo, Di Maio, Fico ecc.contenti di essere incamerati nel centrosinistra, vi hanno distrutto, vi hanno fatto diventare come Loro, ora siete della stessa pasta, ora fate parte dell’èlite anche voi, tutto cambia per non cambiare niente.

    "Mi piace"

  19. e daje cosi’! non siete piu’ post ideologici? mannaja, non sara’ che non avete mai avuto alcun ideale, pagliacci?

    "Mi piace"