Berlino, proteste contro il lockdown: auto in fiamme e cittadini in strada

(Nicole Cavazzuti – ilmessaggero.it) – Tra fuochi d’artificio, musica, grida di protesta, Berlino prende fuoco. Letteralmente, con una decina di auto in fiamme nel quartiere di Brandenburg. I tedeschi non ci stanno ad accettare le nuove misure restrittive in tema di Covid e lockdown, varate dal governo. Che sono ancora più severe che in passato. E così in serata Berlino si è animata con oltre mille cittadini scesi in strada per protestare contro le decisioni dell’esecutivo. La manifestazione si è svolta nei quartieri di Brandenburg e Prenzlauer Berg.

«In Germania è stato annunciato il lockdown fino al 18 aprile. È il terzo, non ne possiamo più. Per giunta, diventerà rigidissimo per cinque giorni. In questo periodo saranno chiusi tutti i negozi, compresi gli alimentari. Unica eccezione, i supermercati che potranno aprire sabato 3 aprile. La cosa sconcertante è che la notizia è arrivata all’improvviso da un giorno all’altro. Siamo in molti a pensare che non abbia senso anche perché tutti convergeranno nei supermercati il sabato. La gente è stufa. Ci sentiamo presi in giro», ci racconta un nostro lettore italo-tedesco che vive in Germania. Non è tutto: giovedì è prevista una manifestazione ancora più importante.

https://cdn.jwplayer.com/players/gfRGtfox-xTUu4Kma.html

Categorie:Coronavirus, Cronaca, Mondo

Tagged as: , ,

2 replies

  1. sarebbe interessante sapere la nazionalità dei “protestanti”
    la notizia è arrivata all’improvviso?
    peccato che sia sempre così
    cosa dovevano fare, dare una frase un giorno omeopaticamente?
    fare dei pre annunci?
    “guardate che siamo in procinto di fare un’azione di contenimento”
    “oramai ci siamo, presto faremo l’annuncio per una azione di contenimento”
    “domani diamo l’annuncio che faremo una azione di contenimento”
    “mancano 23 ore all’annuncio che faremo una azione di contenimento”
    evidentemente la mamma degli imbecilli non ha restrizioni da Covid 19

    Piace a 1 persona