Solopaca (BN), Galdiero: “Contratto di Fiume Basso Calore Beneventano grande opportunità per la riqualificazione dei nostri territori”

Martedi 23 Febbraio 2021  si è svolta nell’aula Consiliare del Comune di Solopaca ,nel rispetto delle norme di distanziamento sociale previste dai protocolli Anti-COVID L’incontro, promosso da Domenico Francesco Galdiero Componente dell’Assemblea Nazionale del PD nonché ‘ Vicesindaco della piccola cittadina Sannita sul tema Contratto di Fiume Basso Calore Beneventano- opportunità e programmazione negoziata -all’incontro hanno partecipato Legambiente, associazioni locali, pro loco, e studiosi del territorio. Ad aprire i lavori e’ stato Il Vicesindaco sottolineando  che attraverso la partecipazione diffusa ,i Cdf si pongono l’obiettivo di riqualificare i territori di un determinato bacino idrografico tramite interventi multi settoriali e coinvolgendo, su base volontaria,  tutti gli Enti Istituzionali e soggetti privati sul territorio per dare vita ad una visione condivisa per la gestione di un bacino/sottobacino fluviale e per lo sviluppo integrato del territorio. 

Galdiero ha continuato evidenziando il grande lavoro che sta svolgendo l’Ente Parco del Taburno Camposauro soggetto attuatore del Contratto Fiume individuato dall’Assessorato all’Ambiente-   della Regione Campania -A seguire, gli interventi di Legambiente (Valle Telesina) con Grazia Fasano e  Leucio Iacobelli ,i quali hanno marcato l’importanza del documento strategico  e del Piano d’azione  attività fondamentali per la riqualificazione delle nostre aree. Su questi temi è intervenuto anche il Consigliere Comunale di Solopaca delegato all’Ambiente ,Giuseppe Stanzione il quale ha posto l’accento sulle potenzialità che questo strumento ‘CdF’ ha nei confronti degli Agricoltori e di un settore che spesso non viene tutelato dal punto di vista Ambientale e Economico. Successivamente hanno preso la parola le Associazioni,  ed il Presidente della Pro loco Antonio Idonisi che con lo storico Salvatore D’onofrio hanno individuato  nel recupero e nella valorizzazione dei beni paesaggistici ,architettonici e culturali punti di forza per uno sviluppo turistico -ecologico.

A Galdiero le conclusioni, purtroppo le misure anti-Covid hanno  limitato la partecipazione, ma è stata già data la disponibilita’ alle altre associazioni e professionisti di poter dare un contributo nel secondo incontro ,con data fissata per Martedi 2 Marzo .”Si configura in tal modo un processo partecipativo in cui l’interesse collettivo risulta il propellente fondamentale ed il cento d’azione”. 

ufficio stampa