Caro Beppe Grillo, altro che marziani!

(Roberta Lombardi – Huffpost) – In questi giorni Beppe Grillo, riferendosi al voto di fiducia al Governo Draghi, ha detto che non siamo più “marziani”, quasi a voler riportare alla memoria l’immagine di un MoVimento 5stelle le cui battaglie e le cui istanze volavano troppo alto rispetto alla “dura realtà” che volevamo migliorare e con cui ci siamo dovuti confrontare anche in seguito alla crisi di Governo.

Beh, vedi caro Beppe, secondo me la prospettiva va capovolta. E’ esattamente l’opposto. In tutti questi anni, quando abbiamo lottato insieme per il taglio dei privilegi della politica, contro la corruzione, per il reddito di cittadinanza, io non mi sono mai sentita una “marziana”. Ero, e sono, convinta che la maggior parte di questo Paese è costituito da persone perbene, che nella loro vita personale e professionale si comportano in maniera corretta, e che si aspettano dalla politica soluzioni concrete, e non giochetti o subdoli tatticismi, ma che invece per anni hanno avuto come riferimento “furbetti” senza scrupoli, pronti a passarti avanti con ogni mezzo.

Con il MoVimento 5 Stelle i cittadini italiani hanno invece come riferimento una classe politica di persone normali, perbene, umane, con i loro limiti e le loro virtù che cercano di seguire sempre il bene collettivo anche a scapito del proprio interesse personale e di partito.

Altro che marziani! Siamo stati gli unici che sin dall’inizio, dando vita al progetto del MoVimento 5 Stelle, ci siamo dati come obiettivo proprio quello di riportare la politica con i piedi per terra, nel mondo reale, mettendola faccia a faccia davanti ai bisogni fondamentali dei cittadini e alla ragione del Bene Comune, al di sopra di personalismi e istanze particolaristiche. 

Siamo stati noi a catapultare sul Pianeta Terra la politica costringendola ad uscire dai Palazzi dorati e dalla torre d’avorio in cui si era rinchiusa: è stata questa sin dall’inizio la nostra missione. 

Prima di noi, c’è stato qualcuno che aveva posto il tema della cosiddetta “questione morale” in politica, centrando esattamente il nocciolo della questione. Quel qualcuno era Enrico Berlinguer ed era il 1981 quando, parlando di come i partiti governativi avessero occupato lo Stato e si fossero ripiegati su stessi nella loro “guerra per bande”, affermava: “Quel che deve interessare veramente è la sorte del Paese. Se si continua in questo modo, in Italia la democrazia rischia di restringersi, non di allargarsi e svilupparsi; rischia di soffocare in una palude”. 

Pertanto i veri “marziani”, in fondo, sono proprio quanti si sono disconnessi dal Paese reale, creando la grave scissione tra politica e cittadini che è stata poi alla base di quella crisi di rappresentanza che ha aperto la strada al MoVimento 5 Stelle, che, entrando nei Palazzi delle Istituzioni, ha finalmente aperto una finestra sul Pianeta Terra.

Categorie:Cronaca, Interno, Politica

Tagged as: , ,

28 replies

  1. “Siamo stati noi a catapultare sul Pianeta Terra la politica costringendola ad uscire dai Palazzi”

    infatti ci siete entrati voi. e ci state benissimo.

    "Mi piace"

  2. Eloquente la foto di Grillo con la sig.ra Roberta Lombardi. Con la sua propensione per la ” sinistra” ha fatto perdere al M5S i voti necessari per arrivare alla presidenza della Regione Lazio. Adesso, la giunta PD di Zingaretti, che non ha la maggioranza, governa grazie al benevolo appoggio, volta per volta , della suddetta signora. Forte di ciò, l’ottimo Zingaretti bastona ogni volta possibile V.Raggi e la Città.

    Piace a 1 persona

    • Ce l avevano” nel core” la propensione a sinistra! In fondo tutto è nato dalla sfida di Fassino!! Ottenuta la soddisfazione personale ,il messer Grillo poteva buttare tutto a mare … una bella fola iniziata e finita con l Eletto primo cittadino di Marte!

      "Mi piace"

    • P.S.
      Preso dalla scarsa simpatia per la sig.ra Lombardi, non ho badato al ” giornale/agenzia” su cui è apparso il suo scritto: l’Huffetc.ra. cioè uno dei peggiori nemici del M5S. Siamo in piena normalizzazione. Un bel cammino, il suo, dai centri sociali a uno dei motori della propaganda liberista.

      "Mi piace"

    • @Paolo Diamante…,
      ma perché zinga e il pd-l sono di sinistra…??? e se si… da quando…??
      o hanno ripristinato l’art. 18, dopo averlo abolito, e non ce ne siamo accorti…???

      ma forse hai solo necessità di fare convergenza ed equilibratura all’apparato visivo…!

      "Mi piace"

  3. ho letto sta specie di articolo della faraona,un articolo completamente senza senso,ma di che parla ?francamente infosannio ce lo poteva risparmiare

    "Mi piace"

  4. Qui non si risparmia! Ben vengano tutte le p.. dei giornalai ! In fondo perche criticare Infosannio , se Non vi piace non leggetelo , potete persino scegliere cosa gradite leggere ! Persone come Lei , Matteo ( già !) vuole negare la democrazia , e imporre cosa si può leggere o riportare , un nuovo assetto dell informazione?

    "Mi piace"

    • io non voglio negare la democrazia,ho solo detto che quest’artico abbastanza banale e inutile della lombardi infossanio poteva evitare di pubblicarlo,tutto qui

      "Mi piace"

  5. ABBIAMO SCAMBIATO LA FORMA PER LA SOSTANZA.Viviana Vivarelli.

    Mi auguro che nessuno rispolveri mai più le vecchie categorie obsolete di destra e sinistra, visto che sono sparite le ideologie e ci sono solo interessi di basso livello, visto che questi spesso e purtroppo coincidono anche se provengono da partiti che nacquero opposti, nel totale menefreghismo dei diritti e doveri sanciti dalla Costituzione e nel totale disprezzo per il popolo italiano e il suo futuro, e visto che, pur di mostrare deferenza a Draghi, ogni partito ha buttato al cesso il proprio programma identificativo, il proprio principio e carattere distintivo, pur di partecipare alla mangiatoia comune, che temo si verificherà più grama di quanto sperato, dal momento che Draghi i Ministeri con gli sghei li ha tenuti tutti per sé.
    In questa miserabile corsa all’accaparramento, ogni partito ha rinnegato la propria identità, buttando al cesso i propri sbandierati valori e soprattutto Lega e Pd hanno mostrato tutto il peggio di loro stessi, riducendosi a cricche interscambiabili che non rappresentano più niente e nessuno. Renzi ha partecipato con tutto il suo cinismo a questo suicidio morale, ma tutti hanno contribuito a man bassa ad uno spettacolo pietoso e ributtante: la notte in cui tutte le vacche sono nere.
    Mi chiedo, oggi, di fronte a questa calata generale di braghe, cosa distingua per es. una Lega da un Pd, o una Forza Italia dal M5S.
    Per noi 5 stelle sarebbe stato il momento storico di mostrarci in tutta la nostra originalità e differenza come l’unica forza che dice NO al neoliberismo occidentale e alle sue armi micidiali, fatte di austerità, di tagli allo stato sociale e alla sovranità, di vincoli alla democrazia, di inganni mediatici a favore dei potenti, di voraci bocche da lupo in cui i ricchi diventano più ricchi a spese dei più poveri… noi, come l’unica forza che difende i cittadini, i deboli, i senza potere, l’ambiente e la Terra tutta, nella scomparsa di ogni valore umano e civile divorato dal mondo disumano degli interessi e dei profitti.
    Invece ci siamo persi nelle lotte intestine e nei tentativi falliti come tutti gli altri di contrattare briciole dal mondo della finanza e del capitale che non ci appartiene e che ci fregherà sempre.
    Siamo caduti addirittura in due errori mortali che non avremmo voluto vedere mai:
    -i nostri capi che invece di difenderci ci imbrogliavano con trucchetti meschini
    -i nostri dirigenti che si attaccavano alla forma delle regole per farci ignorare la sostanza dei contenuti.
    E il Movimento, invece di brillare in modo etico come avrebbe dovuto, per valori e ideali, è franato nel caos generale, nella difesa di un formalismo senz’anima, dove l’essenziale è perduto, una torre di Babele dove il cuore è morto nella difesa rigorosa ed esagerata di norme, regolette e simili, nell’intransigenza di un rigorismo arido e senz’anima.
    La lotta doveva essere tra neoliberismo, cioè sostegno alle banche, agli speculatori, agli squali del mercato, alle multinazionali, alle mafie criminali e finanziarie, alle lobbie…
    e difesa dei cittadini, dei loro diritti, della loro libertà, del loro futuro, del loro diritto di vivere in un pianeta rispettato e abitabile.
    Ma tutto questo è stato trascinato via nella melma, come se undici anni di Movimento non avessero prodotto nessuna crescita civile, nessuna pedagogia.
    Perché pedagogia vuol dire avviare l’essere fanciullo alla propria autonoma e matura scelta di vita e questo non è avvenuto, evidentemente, se siamo ancora qui a litigarci per l’osservanza o meno di norme scritte sulla carta, delle parole di uno statuto, il vacuo formalismo di chi identifica l’anima con le regole, mentre in nome delle stesse regole siamo disposti a ignorare la mafia, la distruzione dei diritti del popolo, gli interessi più bassi, il mercimonio assassino di ogni bene e valore.
    Abbiamo scambiato il foglio di carta dello statuto per valore inderogabile, ignorando che ci sono valori ben superiori da difendere che riguardano la nostra vita stessa: la libertà, l’autodeterminazione, la democrazia, il futuro dei nostri figli, la sovranità della Nazione…. valori che Draghi e quelli come lui in tutta la sua vita non hanno fatto che offendere e limitare.
    La giustizia, la libertà, il bene di una Nazione stanno molto più in alto delle regole di uno statuto.
    La forma si è mangiata la sostanza.
    Non sapendo più per cosa ci battevamo, ci siamo battuti per delle parole scritte sulla carta.
    Ma, in ogni specie di diritto si dice che la legge non sta nella parole con cui è scritta bensì nella loro interpretazione. Proprio per questo, nel diritto anglosassone, l’interpretazione che un giudice fa della legge diventa essa stessa, a sua volta legge. La sentenza crea il precedente.
    Qui abbiamo il precedente di un gruppo cospicuo di 5 stelle che si sono rifiutati di sostenere un Governo ultraliberista, cioè per noi nemico pubblico numero 1, che sarà distruttivo per l’Italia, come è sempre stato finora per ogni Nazione europea, un Governo, che non esce da elezioni ma è frutto di un colpo di Stato, guidato da un soggetto che ha partecipato all’assassinio della Grecia. E si chiede che questo gruppo che non ci sta alla nostra svendita sia punito e cacciato perché la sua difesa dei principi e valori del Movimento cozza contro il voto che la maggioranza degli iscriti ha dato a un quesito truffaldino, per ciò stesso invalido, che obbligava a una risposta data.
    Mi spiace, ma di fronte a tanto inganno, mi rifiuto di partecipare alla nostra dissoluzione.
    Troppe cose ‘di sostanza’ cozzano contro la difesa di formule ‘prettamente formali’.
    La legge ‘si interpreta’, non si applica massicciamente alla lettera, perché una buona legge deve tener conto della circostanze e delle persone. Un omicidio per vendetta è molto diverso da un omicidio per legittima difesa. In caso contrario, la giustizia si trasforma in pesante ingiustizia. E nessuno mi convincerà mai che, se un assassino entra nella mia casa, io non devo difendermi con tutte le mie forze perché le regole del Condominio vietano di fare rumore.

    "Mi piace"

    • Gentile Viviana
      È proprio questo post ideolgismo che vi sta fregando.
      Contro il liberismo sfrenato, prima di voi, la sinistra (quella vera) ha subito un pestaggio a livello mondiale che in confronto il vostro è una carezza. Deleggittimazioni, false flag, mafie, colpi di stato (quelli veri, col sangue) ed infine questa altra trovata del post ideolgismo in cui siete cascati con tutte le brache.
      Le ideologie, quando vere e quando mosse verso il bene comune, lo stato sociale e la solidarietà sono la passione che guida le persone a determinarsi, le ideologie sono un sentimento culturale ed è proprio di maturazione culturale che c è bisogno se vogliamo sperare che sempre più persone prendano coscienza della lotta di classe, questo non avverrà sotto il megafono del web o sotto il dettato di regole ferree che ne impongano i comportamenti.
      Se oggi ci si vergogna a parlare di sinistra anticapitalista, di conflitto di classe etc relegando questi argomenti nella soffitta polverosa della storia non è perdhe la storia dice che sono sorpassati ma perdhe hanno subito un trattamento da parte del capitale e del potere che voi avete solo iniziato ad assaggiare.
      Qualche alleato ideologizzato a sinistra oggi vi servirebbe eccome, ma voi continuate ad insistere con questo mantra che credete moderno del post ideologico e più lo ripetete più il potere ride di voi. Avete affidato a piattaforme web il vostro megafono credendolo serbatoio di democrazia, ma ignorante che il web è proprietà del più grosso agglomerato di capitale e manipolazione delle masse, il web è uno strozzino che poi vi chiede il conto dei vantaggi avuti. Le persone non devono determinarsi sotto la spinta di algoritmi, disumani per definizione, perché essi sono acritici e rendono le persone demoni senza cuore, spinti solo da impulsi. Le persone devono determinarsi spontaneamente, come esseri umani pensanti, e lo si fa con la cultura, che non è nel web.

      Piace a 2 people

      • Adailton, con molto rispetto, mi permetto di ricordare che il comunismo è fallito, che l’ Urss non esiste più e che in Cina il partito comunista si è trasformato in una feroce dittatura liberista. Se continuiamo ad appoggiarci su vecchi sistemi e vecchie spiegazioni e ricette socioeconomiche ( Marx, Lenin,dx/ sx) non riusciremo a progredire. Per questo il m5s aveva suscitato tante speranze: purtroppo, non aveva fatto i conti con gli uomini e le donne che non hanno saputo resistere alle chimere e al richiamo dei QUATTRINI.

        "Mi piace"

      • Paolo Diamante,
        Non confondere la SINISTRA, col COMUNISMO delle esperienze russa e cinese.
        Perché allora tutta la destra è il NAZIFASCISMO di Italia e Germania?
        Destra e sinistra esisteranno SEMPRE, perché dipingono due opposte visioni della società: potrete chiamarle “conservatori e laburisti”, “repubblicani e democratici”, “tizio e Caio”, saranno sempre là. Questo se le persone hanno abbastanza cultura da poter definire un orizzonte alle proprie idee, un’organicità.
        Inutile pensare di poterci stare a cavallo.
        Le vostre idee, TUTTE, stanno a sinistra, purtroppo non lo sono altrettanto i vostri elettori, convinti proprio dal vostro slogan, tant’è che al primo assaggio di dx del capitone, sono corsi tra le sue braccia… e molti, che ancora sono convinti di stare con voi, rimpiangono quei bei tempi!
        Ha ragione Adailton: quello vi frega.
        Non volervi riconoscere nelle ideologie classiche, come se poteste cancellare il bianco e il nero in un grigio indistinto, pur di distinguervi da tutti gli ALTRI.
        La dura realtà vi ha messo di fronte al confronto, all’accordo con entrambe le categorie da voi aborrite.
        Con una avete dovuto fare un contratto, una SPARTIZIONE di misure che vi vedevano agli antipodi.
        Con l’altra avete governato in accordo, nonostante i mugugni e le continue accuse di “peste nera e tradimento” verso gli alleati, da parte dei 5s orfani di Salvini e leghisti dentro.
        Parlo degli elettori, degli iscritti, non dei politici che hanno lavorato fianco a fianco.
        Io, qualche conclusione sul vostro posizionamento, la trarrei.
        Poi, se volete continuare a pensare di essere assisi al di sopra degli altri, in un limbo che poteva illudervi, agli albori, di essere quelli postideologici e non quelli né carne né pesce, e quindi “raccogliere” per ogni dove, fate pure.
        Ma vi sono state prese le misure, i tempi sono maturati e i vostri politici anche.
        Voi?

        Piace a 1 persona

      • Paolo diamante, Voglio aggiungere e specificare che ho molto rispetto dei 5 stelle, ne condivido quasi ogni idea.
        Li ho difesi in ogni circostanza.
        Li spingo ad averne altrettanto anche per chi non lo è e ma ne condivide molte battaglie

        Piace a 1 persona

      • @ Anail 10:35
        Egregio, non vorrei annoiare nessuno con un dibattito a due. Ciò posto, mi piacerebbe, con simpatia, farle notare che ci sono argomenti, oggi;URGENTI, che non possono rientrare nell’antica divisione Conservatori/Progressisti – dx/ sx – liberali/ dittatori
        Esempi:
        L’inquinamento globale o locale
        La sovrappopolazione
        La mondializzazione della produzione, dei commerci, dei consumi
        La moltiplicazione e velocità dei mezzi di comunicazione, di trasporto di massa
        La diffusione mondiale del consumo, traffico e gestione dei proventi della droga e delle mafie connesse
        Cose che non esistevano ai tempi di A. Smith, di Marx, di L.Blum, di Mussolini, di Mao.
        Ecco, il programma 5stelle sperava di poter controllare/ regolamentare/ contrastare questi fenomeni.
        Per il momento hanno vinto gli avversari.
        C’è chi non abbandona il campo.
        Saluti

        Piace a 1 persona

      • E ci risiamo co sta storia di sinistra destra, bianco e nero ecc.
        Paolo vi ha fatto già notare alcune problematiche non non possono essere collocate in quegli scomparti. Avere la mente aperta significa anche rompere gli schemi, e chi vota 5S ha la mente molto aperta (va beh diciamo la maggioranza).
        Qui si tratta di scalare una parete e non è importante con quali strumenti si faccia, l’importante è arrivare in cima e arrivarci tutti. Sinistra e destra non sono come il bene e il male, facilmente riconoscibili per quella sorta di coscienza che abbiamo, altrimenti sarebbe troppo facile decidere da che parte stare.

        "Mi piace"

      • Paolo diamante,

        Vi stiamo chiedendo di uscire da questa logica di “o con noi o siete parte del problema “, ma non per farci un piacere e noi “ideologici”, io lo dico proprio per voi, avete creato simpatia attorno al vostro movimento, rischiate di eroderla. Dovete avere rispetto per chi crede nella sinistra, non Foss altro per le battaglie fatte ed il sangue versato.
        Inoltre io sostengo che la lotta di classe sia al di sopra di tutte le considerazioni da te fatte sulla mondializzazione, a tal proposito ti invito a leggere il marxista gy debord e la sua “società dello spettacolo” e vedi queste anticaglie comuniste come non avevano già studiato i fenomeni complessi della modernità come tu lo elenchi. Ad ogni modo vi consiglio vivamente di ascoltare di più chi non fa parte del vostro movimento, ognuno ha qualcosa da imparare dagli altri. Siate più flessibili.
        P. S. Ho due domande da farti 1)tu dici che il comunismo etc hanno fallito, la mia domanda è, hanno fallito o hanno perso? Perché sono due verbi diversi. 2)il governo Conte ha fallito o ha perso?
        Dalla risposta a questa domanda e sopratutto dalla motivazione se ne deduce che le vecchie battaglie sono uguali alle nuove e lo slogan “ha fallito”… “La politica ha fallito”… “conte ha fallito”… “il 5 stelle ha fallito” è stato proprio coniato dal potere capitalista e ti consiglio per la vostra dignità politica di non farlo proprio perché il potere, ogni volta che lo pronunci, gongola. Il comunismo, il socialismo, conte, i 5 stelle non hanno fallito, hanno perso, è una differenza sostanzialissima

        Piace a 1 persona

      • @Adailton 17:40
        Egregio o gentile Adailton ( non lo so, comunque: egregi i signori, gentili le signore), la tua domanda sul “fallire” o “perdere” è appropriata.
        Vocabolario Treccani on line
        Fallire: ” venir meno, deludere, non riuscire, mancare d’effetto”
        Perdere ” nell’uso comune: cessare di possedere qualche cosa, restarne privo per averla smarrita, per colpa d’altri o per qualsiasi altro motivo.”
        Dunque,
        il comunismo è fallito perchè non ha raggiunto i suoi scopi sociali /economici/ politici ( almeno in Russia, Cina e nei Paesi dell’ex- Patto di Varsavia, che si sono “convertiti” ai sistemi capitalistici e anche mafiosi. Non si possono dimenticare le scene di giubilo alla caduta del muro di Berlino, alla guerriglia civile alla vigilia di Natale del 1983 a Bucarest, con le bandiere rumene cui era stato ritagliato lo stemma della falce e martello, allo squagliamento della Repubblica Democratica Tedesca, con incorporazione in blocco della VolksArmee in quella federale)
        Conte ha perso, perchè con una procedura al limite del golpe è stato indotto a dare le dimissioni e gli è stato tolto il potere.
        Saluti

        "Mi piace"

      • Paolo Diamante,

        Cile, Vietnam , Filippine , Haiti , Nicaragua, Cambogia insieme ad una miriade si stati sud americani e asiatici in cui diverse forme di socialismo sono nate spontaneamente in relazioni alle popolazioni contadine o proletari in cui i successi nel creare condizioni di vita migliori sono stati repressi nel sangue ( con tutto il rispetto per il vostro subito golpe bianco,su cui sono daccordo ) .
        Laddove le esperienze socialiste non sono state represse hanno “resistito” ( si fa per dire ) trasformandosi in dittature o forme di capitalismo e non a caso oggi esistono sono quelle che lei ha citato .
        La storia della repressione delle esperienze socialiste , dei movimenti e partiti sorti dal basso , del libero pensiero è una storia che ha avuto solo due sbocchi : la repressione o la “svolta ” in dittatura (che non ha più nulla di socialismo,e che ne denota la sua perversione).
        domanda a voi del 5 stelle , mi farete reprimere come stanno gia facendo o diventerete una “dittatura” ? vorrei farle notare che le epurazioni dei dissidenti , il quesito su Rousseau che di democratico non aveva neanche la grammatica , la filosofia del “o con noi o sei il nemico ” , le regole rigide e senza discussione umanistica , il leader fondatore che a suo arbitrio scende dal cielo e concerta ,la trasparenza degli streamign sparita etc etc non hanno niente di democratico ma assomigliano più all ‘altra faccia della storia.
        Ripeto : le vostre idee sono anche giuste , siate più plurali e tolleranti con chi condivide battaglie simili perchè o evaporate o diventate quello che dicevate di non essere .
        P.s. si riguardi quello che ha detto Giuseppe Conte al festival dell economia civile di Firenze a proposito di capitalismo e liberismo, cosa molto ma molto ideologiche . Conte è gia un perfetto esempio di commistione , non sprecate questa occasione.

        "Mi piace"

    • “…ogni partito ha buttato al cesso il proprio programma identificativo, il proprio principio e carattere distintivo, pur di partecipare alla mangiatoia comune, che temo si verificherà più grama di quanto sperato, dal momento che Draghi i Ministeri con gli sghei li ha tenuti tutti per sé….”!!!

      tranquilla viviana.v cara…, il drago, massacratore di diritti democratici ed economici della parte più povera dei paesi, é persona di mondo (massonico), saprà essere riconoscente…!!! fosse solo per essere stato messo a capo del consiglio… e, prossimamente, pure a capo del colle più alto…!

      "Mi piace"

    • @viviana.v,
      alla buonora…!!!
      avrai capito anche tu, finalmente, che il reddito di cittadinanza, la spazza corrotti e altre supercazzole brematurate con scappellamento a destra… (che ci si intenda non vanno demonizzate…) non erano altro che cambiamenti riconducibili al gattopardismo… palesato dalla totale svendita della propria dignità morale e civile – ammesso che ne abbiano mai avuta alcuna da “svendere” – dei tetrapoltronari destrorsi traditori e usurpatori che hanno preso il potere nel mov…!
      in compenso però viene de dire che la menzogna, anche questa volta, ha avuto le gambe corte e per questo lieto motivo si potrà ricostruire da un’altra parte… un mov nuovo…!!!
      un nuovo mov che potrà attingere alle praterie di elettori lasciati liberi dal falso mov fatto in prevalenza di traditori, rinnegati e usurpatori di democrazia, giustizia e libertà…!
      usurpatori la cui capacità fascistoide é tutta dimostrata da come stanno trattando coloro che, col loro sacrosanto no al governo del drago al guinzaglio del sistema naziliberista predatorio…, hanno tenuto fede ai principi costituenti delle 5 stelle… !!!

      "Mi piace"

  6. Una che ha sparato cannonate ad alzo zero contro Virginia Raggi e si mansuetamente sottomessa a Zingaretti cerca di accattivarsi le simpatie del dominus per il dopo Virginia.

    "Mi piace"

  7. Ogni volta che vado a leggere un post di qualuno dei vertici del Movimento vedo che hanno un seguito incredibile…E allora mi chiedo quale cupio dissolvi porta questi esponenti in dissenso con gli attuali vertici a non formare un assembramento, qualcosa che riunisca chell’oltre 40% che alla piattaforma Rousseau si è dichiarata contraria a questo governo?

    "Mi piace"

    • Perché in realtà non c’è nessun dissenso ma solo un modo diverso di portare avanti le proprie convinzioni. Le idee sono e rimangono le stesse e valide per tutti e quindi la scissione ha senso solo per i detrattori del Movimento.

      Piace a 1 persona

  8. Vedo che molti continuano a ripetere le vecchie distinzioni tra destra e sinistra, come fossero intramontabili.
    Purtroppo tra marxismo e neoliberismo ai fini della struttura si potere non c’è molta differenza, in entrambi il potere è in mano a una nomenclatura o a uno solo.
    Il M5S è nato per realizzare la democrazia diretta, che non è la piramide di potere della sinistra né quella della destra, formalmente identiche, ma è il governo del popolo,come in Svizzera. La piramide capovolta.
    Se non si capisce questo, ogni altro commento mi sembra inutile.

    Piace a 1 persona

    • Questa semplificazione del socialismo è molto ingenerosa.
      Nel Cile di Allende il socialismo aveva alzato il tasso di alfabetizzazione, ridotto le diseguaglianze e il divario tra ricchi e poveri, nazionalizzato il rame espropriandolo alle multinazionali usa. Non c era nessuna gerarchia né piramide dittatoriale né vertici. Sono stati cacciati via a colpi di mitra e nel sangue. Tutti i veri esperimenti socialisti non dittatoriali ne militarizzati che in sud America e sud est asiatico hanno ovunque portato benessere sociale e miglioramento delle condizioni di vita sono stati abbattuti col sangue per opera della Cia. Oggi si parla di comunisti solo per descrivere le dittature ma è l ennesima opera di deleggitinazione un cui voi a 5 stelle non fate altro che ripetere i mantra che il capitale ha creato. Gli state facendo un favore grande come una casa ad incubare battaglie sociali in una piattaforma chiusa, irrefimentata da una finta democrazia diretta dove il gerarca o il capo politico è sostituito da un set di regole che ne assoggettano la vita, regole peraltro disattese. Chi sono oggi nei 5 stelle o soggetti che più di altri tengono alta la base valoriale del vostro movimento? Chi ancora scalda le piazze (seppur virtuali)? Di battista, morra, lezzi etc, ovvero, e nin a caso, i più “ideologici” del movimento. State commettendo un grande errore di presunzione, grave e pericoloso, apritevi alla sinistra ed aiutatela a riformarsi nel paese o sarà troppo tardi anche per voi

      Piace a 1 persona