No alla fiducia a Draghi

(Tommaso Merlo) – Dalle consultazioni il Movimento è uscito umiliato. Nonostante abbia la principale forza parlamentare, nel nascente governo il Movimento ha ottenuto una rappresentanza del tutto sproporzionata e marginale. Una palese ingiustizia anche democratica. Draghi ha ignorato il peso politico del Movimento in parlamento e di conseguenza di tutti gli elettori che il 4 marzo lo hanno votato. La base del Movimento è furiosa ed ha tutte le ragioni del mondo. Chiede che i portavoce del Movimento non votino la fiducia al governo Draghi in parlamento. I portavoce sono ancora in tempo e non devono sprecare questa ultima occasione. La pancia del Movimento ribolle. Sono furiosi sia quelli che su Rousseau hanno votato “no” all’ammucchiata, sia quelli che hanno votato “sì” magari per disciplina o per fiducia nei grandi capi o perché han creduto alla grande svolta green ed oggi scoprono che il nuovo governo non prevede affatto il super ministero della transizione ecologica così come gli era stato paventato. Per questo molti che hanno votato “sì” si sentono ingannati e chiedono o di rivotare su Rousseau oppure che i portavoce facciano giustizia non votando la fiducia al governo nascente. La base è furiosa ed ha tutte le ragioni del mondo. Hanno votato per una cosa e la realtà è tutt’altra. Frustrazione che si aggiunge a quella dovuta alla perdita di un premier amato che esce tra gli applausi da Palazzo Chigi, un premier accantonato troppo in fretta per allearsi con una accozzaglia con dentro Berlusconi e tutti i traditori e i nemici storici del Movimento. La pancia del Movimento ribolle. Si sente tradita. Si sente abbandonata. Cittadini che al Movimento hanno creduto e han dato tanto. Cittadini che lo vedevano come l’unica speranza. Sono spaesati e non capiscono come sia potuto accadere tutto questo. Da guidare un buon governo, a lanciarsi in un baratro. In molti minacciano di sbattere la porta, altri pretendono che i portavoce tirino fuori gli attributi per una volta e che ascoltino chi li ha votati e non chi li comanda. Lo spettacolo dei vari reggenti e big del Movimento è stato incomprensibile fin dallo scoppio della crisi. Prima “mai con Draghi”, poi l’inspiegabile virata. Balbettii, tentennamenti, supercazzole in politichese. Una gestione del voto online più che discutibile. La base del Movimento è furiosa ed ha tutte le ragioni del mondo. I portavoce hanno un’ultima grande occasione di riscatto e non la devono sprecare. Che votino un deciso “no” alla fiducia ad un governo Draghi che umilia il Movimento e non rispetta i patti. Solo così i portavoce si riscatteranno e salveranno il Movimento dal baratro in cui si è inspiegabilmente lanciato.

51 replies

    • In effetti un’astensione è d’obbligo. Si è dato il via ai giochi ma con l’astensione si metterebbero in guardia: un solo sgarro e si spedfiscono tutti a casa.

      "Mi piace"

    • È sistematico, ogni tanto Grillo viene folgorato da
      visioni mistiche.

      Mo’ me lo ricordo:

      “Napolitano bis” colpo
      di stato di “Morfeo”,
      tutti a Roma, “andrò io al quirinale dal PDR” .
      Appena scende dalle scale, dopo il primo
      incontro col vecchio, rimane estasiato e lo rivaluta al punto da volerlo candidare a premio Nobel come il nonnino più scetato del globo.

      Mo’ è la volta di Rango,
      da distruttore di popoli, in un battibaleno, convertito in un divertente e simpatico
      albor-grillino.
      Il primo termine che questo resoconto mi ispira,
      a voler essere positivo e pensare bene è: “Peracottaro”,
      ma dato che sono pure di animo gentile e tengo conto sempre delle sensibilità altrui,
      ti consiglio di declinare da ogni responsabilità,
      perché quando uno è vicchiariell
      deve andare ai giardinetti a giocare sul Bimbalò.

      DOUBLE FACE

      Altrimenti detto, qua qua,
      alla Bersani:
      “Non è che se il grilletto della fata turchina diventata obeso, la bacchetta magica lo può far levitare”

      "Mi piace"

  1. Contenuti a parte, solo io trovo lo stile di Merlo pomposo e irritante? Con quelle continue frasi nominali e anfore. Solo io trovo lo stile di Merlo pomposo e irritante?

    (così scriverebbe lui…)

    "Mi piace"

      • No Pirgopolinice ti voglio solo dire che (pure) le tue parole sulla mitica Anna mi stanno solo facendo sanguinare il ‘quor’, ma niente di grave.

        "Mi piace"

      • Sono stata crptica alla unoerre, me ne compiaccio!
        No! Nessun tuo altro discorso, anzi dobbiamo approfondire l’esegesi dei testi di Tiziano Ferro.
        Il “pure” era riferito ai nostri colleghi del blog: la leggiamo in 4 (la mitica Anna intendo) e in 3 non ne amano lo stile. Sarà che io quando ho studiato la consecutio temporum ho capito il senso della vita. E poi Anna è bellissima, non riesco a non amarla.

        "Mi piace"

      • Conoscevo la Gazzelloni proprio da FB. Vederla pure qui mi ha fatto li stesso effetto di quando arrivano le colate di cemento in campagna.

        "Mi piace"

      • Del resto leggerlo, rimane ancora falcoltativo,
        io non ne faccio questione di lana caprina sullo stile di chi scrive

        "Mi piace"

      • Per me è importante anche lo stile: un articolo scritto male mi irrita. Scanzi, ad esempio, ogni tanto ha delle cadute di stile che mi dispiacciono. La Lombroso può anche scrivere qualcosa di degno, ma la trovo illeggibile.
        Merlo lo leggo ogni tanto per vedere se c’è qualche spunto interessante, però, come dicevo, ha uno stile – ripetitivo e prevedibile, sempre uguale in tutti gli articoli – che mi infastidisce.

        "Mi piace"

      • La ripetizione di un concetto è una forma comunicativa elementare,
        dovuta in parte a uno stato di ansia (comprensibile, considerato il momento)
        e in parte, nel volere imporre la sua visione
        (del resto è quello che fanno tutti).
        Il mio rimedio è usare l’elasticità, per quanto possibile (come può notare, il mio difetto mentale è, non chiudere mai con un punto)

        "Mi piace"

  2. ecco quest’altro. Ora il m5s deve dire NO alla fiducia dopo che ha già detto SI. Siamo alle comiche. E’ tempo di carnevale, dimenticavo.

    Ci fosse uno sano di mente in questo paese che dicesse che il m5s dovrà dire NO solo in corso d’opera, cioè a breve, sui contenuti, sui temi, sulle cose reali, cioè i provvedimenti. E nell’ipotesi peggiore togliere la fiducia al governo.

    Quando SEI DENTRO perchè fai parte del governo il tuo peso è molto maggiore che all’opposizione, perchè la tenuta del governo dipende anche da te. Il m5s ha tantissimi parlamentari, può ancora ricattare in senso positivo Draghi.

    E LO DOVRA’ ASSOLUTAMENTE FARE. Ma le cose vanno fatte al momento giusto, NON ORA, a breve, sulla prescrizione, sulle concessioni, sui controlli di come verranno spesi i soldi, per esempio.

    Mi sembrate un esercito di idioti a non capire ste cose elementari.

    "Mi piace"

    • Se 5stelle dirà no alla più piccola cosa proposta da Draghi si andrà ad elezioni attibuendo la responsabilita in un momento terribile per l’Italia solo ai 5stelle;:!e addio 5stelle
      SIAMO STATI FREGATI.DA GRILLO E DA CHI HA VOTATO SI

      "Mi piace"

      • vedrai che non si va comunque a elezioni, e che i partiti apparentemente incompatibili che resteranno nel governo (ovviamente il pd resta, vedremo leu) troveranno per magia un’armonia e un’intesa che ora sembrano impossibili.

        Allo stesso modo il governo sarebbe nato anche col no del movimento (e il pd sarebbe entrato, per il bene del paese ovviamente)..

        Piace a 1 persona

    • Carissimo fabriziocastellana, non sarà per niente così.

      La mia più grande paura è che il m5s non faccia il m5s. Allo stato attuale doveva assolutamente entrare nel governo perchè da dentro si può ricattare (eccome se si può), ma la più grande paura è che al dunque abbozzino…OVVIAMENTE questa sarebbe la FiNE del m5s. Io stesso smetterò di votarli.

      Non potrà MAI essere come dici tu perchè lega i piddi insieme non ci possono stare, non perchè non lo vogliano loro, loro lo vogliono eccome, il loro unico interesse è far fuori il m5s, ma il loro elettorato è incompatibile. Chi vota piddi non potrà mai accettare i legaioli, e chi vota lega ancora peggio nei confronti dei piddini.

      Se lega e piddi continuano insieme senza il m5s perdono vagonate di voti. E’ IMPENSABILE questa cosa.

      Ripeto: ora tutto è nelle mani del m5s. E se il m5s NON farà il m5s, cioè abbozzerà, farà finta di digerire qualche porcata, PERCHE’ ora signori le porcate arriveranno a iosa, sarà FINITO. FI NI TO. FI-NI-TO. GAME OVER.

      Ma penso non siano così stupidi da non capire e da non sapere…

      Piace a 1 persona

  3. Mi sa che é troppo tardi. Il ricordo di questa fregatura tra l’altro non potrá servire per le prossime decisioni perché tutto é perduto saranno peli superflui peccato, mi spiace tanto.

    "Mi piace"

    • Adriano è un complotto geniale preparato non solo per prendersi il Recovery, ma anche per distruggere la alleanza,
      Ci stanno riuscendo ,hanno previsto la spaccatura del movimento, ma adesso cominciano sul personale DI MAIO-
      ZINGARETTI. Dai una occhiata al articolo
      Nulla accade per caso Draghi s’è preparato il terreno

      "Mi piace"

  4. Io ho votato sì perchè pensavo che si dovesse entrare e solo dopo rifiutare collusioni se la politica di draghi fosse stata incompatibile con quella del movimento.

    E anche se sono sicuro che sarà incompatibile tocca aspettare la prima incompatibilità, sennò qualcuno dirà che avrebbe eseguito il programma del M5S, ma siccome è uscito non ha potuto e ha dovuto rottamare il paese per colpa loro, che lo hanno abbandonato sull’altare.

    Se sai che appena si mettono a fare qualcosa di brutto che non puoi fermare o attenuare li abbandonerai, puoi anche giurare di fianco a brunetta e tutto il dream team, eventualmente anche sorridendo sotto i baffi, senza nè sentirti in colpa nè sentirti un traditore.

    "Mi piace"

  5. https://www.huffingtonpost.it/entry/mario-draghi-fa-il-pieno-di-auguri-e-punti-esclamativi-dai-leader-ue_it_6027ef78c5b6f88289fc0282

    Ma roba da matti , sul Fuffington e su tanti altri, “sollievo europeo “ per Draghi per come si spenderanno i soldi …ma che credevano che Conte fosse un ladruncolo , un delinquente che avrebbe rubato i soldi per se’??? Io trasecolo!!A vedere i ceffi che li gestiranno , ( Giorgetti e non solo ), ORA sono molto preoccupata!!
    Era tutto preparato da tempo, il Matta invece di prendere per un orecchio L’ egotico disturbato mentale, a dire di non rompere in pandemia, lo accontenta e crea tutta questa giostra!
    Un governo non sfiduciato dalle camere poteva continuare

    Piace a 1 persona

    • L’avrebbero comunque sfiduciato a breve sul voto alla riforma Bonafede.
      Questo paese purtroppo non gliela può fare a risollevarsi con vermi tipo Renzi, Giorgetti, Verdini ecc. a manovrare.

      "Mi piace"

  6. Tracia la smetta di dire fesserie, cosa aspetta a sapere che 2+2 fa 4
    Complotto geniale ma siete veramente andati
    Quell’altro tal andrea mi sembrate un esercito di idioti a non capire.. Capperino anche Lei uscito dalla Bocconi!! Sai cosa succede?
    Che ti portano al semestre bianco senza che tu te ne accorga poi non si può votare e Adriano 58 contento perché in questi due mesi si saranno messe le basi dei prossimi 10 anni
    Con il ministero dell’agricoltura.. A spasso per la sua regione.. Lui si è preso il ministero dell’economia… Mica la transizione economica..
    C’è chi vive di stipendio fisso e chi invece di partita iva
    Uno sta sui libri
    L’altro alla cassa..
    Entrambi sono felici e vissero felici e contenti…
    Adriano 58 sei uno spettacolo a leggerti in questi giorni e accetta un po di sana rabbia…
    Saluti

    "Mi piace"

    • Fabio
      La tua rabbia e delusione è anche la mia
      io però mi sono speso per il si,
      per cui la mia rabbia è doppia dopo la lista
      anche per il MISE a Giorgetti mister 15%

      "Mi piace"

  7. C’è anche un altro piccolo particolare sul piatto.. Speranza è una gran brava persona però prima aveva dietro una squadra seria adesso è al governo con la Lega: Zaia ha detto che sta’ cercando i vaccini sul mercato nero!! Queste sono persone che non ci stanno con la testa, questi ti iniettano pipì di gatto o feci di topo fritto o chissà cosa altro…vedremo quanta gente non si vorrà far vaccinare in queste condizioni

    "Mi piace"

  8. Merlo, ti dichiaro il rappresentante di una banda di pagliacci.

    Cerchi visibilità soffiando sul fuoco del risentimento e ti fai portavoce di emerite NULLITA’ come la Lezzi e il Dibba. Bravi a puntare il dito ma che non hanno fornito alcun esempio di eccellenza nella loro vita. Si sono ritrovati semplicemente catapultati ad una visibilità e ad un’importanza nazionale per una serie di irripetibili congiunzioni astrali.
    Io NON HO NULLA DA IMPARARE DA LORO.

    Gestire è un film completamente DIVERSO dal puntare il dito. La fuga dalle responsabilità elevato ad esempio.
    Si comportassero tutti come loro saremmo a chiedere la carità.

    Nella vita si nasce con un solo fine:
    INFLUENZARE IL CONTESTO CIRCOSTANTE.
    Il poppante che frigna lo fa per attirare l’attenzione della mamma, che lo calma nutrendolo. Lui ha influenzato il contesto.
    Un esibizionista partecipa ad una festa conciandosi in modo appariscente. Lui ha influenzato il contesto perchè ottiene attenzione.
    Un timido partecipa ad una festa e si rintana in un angolo. Lui ha infuenzato il contesto perchè alla fine ha ottenuto comunque l’attenzione altrui, nel bene o nel male.
    Mi si nota di più se vengo alla festa o se manco? Domanda per capire come si possa meglio influenzare il contesto.
    Grillo, partendo dagli spettacoli da comico, riesce a parlare di eventi e personaggi loschi al vertice dello Stato e dell’establishment. Lui ha influenzato il contesto spingendo a seguirlo milioni di persone.

    La Lezzi strepita di continuo, facendosi carico di tutte le uscite più surreali, sbagliando modi e tempi. Lei influenza il contesto, MA IN NEGATIVO, perchè allontana le persone con il sale in zucca.
    Tap, Alleanza con Emiliano, xylella, chiusura Ilva. Giudizi perennemente tranchant, tassativi, fottendosene delle ragioni altrui e allergica alla ricerca di soluzioni alternative.
    Però un certo pubblico apprezza questo PANCISMO che si oppone alla ragione, ritenendolo un metodo valido ad influenzare il contesto, nella fattispecie il corpo elettorale.
    Se tutti stabilissero delle relazioni impostate sul dito puntato invece che nella ricerca del confronto, partendo dall’ascolto reciproco, vivremmo in un perenne stato di GUERRA.

    Dai che la fine di simili personaggi si sta, per fortuna, avvicinando.

    Piace a 1 persona

  9. Sono talmente amareggiato e indignato dal modo in cui i gli esponenti del Movimento si sono fatti turlupinare , ed hanno turlupinato noi, che non ho neppur voglia di commentare. Al diavolo tutto e tutti, tranne Conte che ha tutto il mio rispetto

    Piace a 1 persona

  10. Fabrizio Uda M5S
    13 febbraio 2021

    Non è facile.
    Ma ora serve essere coesi e resistere
    Serve Calma e gesso
    La situazione creata a tavolino da Salvini, Renzi e Co che ha usato IV per disintegrarci è fallita.
    Conte e Beppe Grillo ci hanno indicato la via. Perché sapevano benissimo cosa si stava prefigurando: oltre alla uscita di Conte, anche un movimento cacciato dal governo.
    Abbiamo tenuto duro col voto su rousseau. Siamo stati bravi.
    Se iscritti del movimento avessero voltato le spalle a Beppe e a Conte oggi ci massacrerebbero il doppio oltre ad accusarci di aver causato la nascita di un governo peggiore di quello attuale.
    La nuova realtà politica è il danno minore, considerato che al voto non si sarebbe andati anche se noi ne fossimo rimasti fuori.
    Il nuovo super ministero della transizione è stato assegnato ad un tecnico di area (come lo era Conte da sconosciuto) molto vicino al MoVimento. (Ha partecipato anche alla Leopolda di Renzi come ospite, ma col nostro mondo i contatti sono stati costanti, è stato relatore agli eventi Sum organizzati dalla associazione Gianroberto Casaleggio). Parliamo di Roberto Cingolani, colui che guiderà il nuovo super Ministero, fortemente voluto da Beppe Grillo. Un ministero che assorbirà le competenze del ministro dell’ambiente e tutte le competenze in materia energetica attribuite adesso ad altri ministeri. Svuotando di fatto il Mise.
    Inoltre Cingolani presiederà il nascente “Comitato interministeriale per il coordinamento delle attività concernenti la transizione ecologica”, a cui con ogni probabilità parteciperanno Sviluppo economico (Giancarlo Giorgetti), Infrastrutture (Enrico Giovannini), Agricoltura (Stefano Patuanelli) e Transizione digitale (Vittorio Colao).
    il ministero dello sviluppo economico in mano a Giorgetti, come detto sopra, viene svuotato dal nuovo ministero che ne accorperà la maggior parte delle funzioni.
    Nello specifico il Mise è stato svuotato dal commercio estero che passa al ministero Esteri.
    Oggi i settori energetici, fondamentali per la transizione e trasformazione industriale, sono trasferiti al ministero della transizione energetica.
    Parliamo di 10ine di miliardi l’anno.
    Solo sulle bollette e le rinnovabili sono 13 mld e anche il superbonus al 110 e tutte le detrazioni escono dal Mise
    Anche mobilità elettrica del Mit credo finirà al ministero della transizione.
    Al mise resteranno solo crisi aziendali, transizione 4.0 e telecomunicazioni
    Altri aspetti importanti: I tecnici che si occuperanno del recovery hanno già lavorato con Conte al Recovery.
    È stato tenuto fuori Renzi, con un ministero senza portafoglio.
    FI, si ha tre ministeri, ma tutti senza portafoglio. Quindi non toccano palla.
    La luna di miele di Salvini durerà poco, già oggi sta sparando sul governo. Immaginatelo tra un po’ di mesi con le crisi aziendali e gli sbarchi… che farà ? Attaccherà la Lamorgese?
    Oggi io capisco che Si abbia la netta sensazione che i “vincitori” siano loro,
    Ma non è sicuro chi in realtà siano i veri perdenti.
    Renzi è assolutamente ininfluente, Giorgetti è l’antisalvini. Calenda che già si vedeva ministro è fuori come bonino. Praticamente i distruttori rottamatori sono stati elegantemente messi in panchina.
    Vediamo che succede…
    Se il Movimento avesse detto no, un governo si sarebbe costituito comunque, perché c’è una maggioranza anche senza di noi.
    I posti dati oggi al MoVimento sarebbero stati spartiti tra FI, Lega e Renzi e oggi tutti avremo un governo ben peggiore, a trazione CDX, con magari anche l’ingresso di Meloni.
    La colpa di questo sarebbe comunque ricaduta sul MoVimento per non esserci stati, per non aver dato retta a Conte e a Grillo, e tutti quelli che oggi ci attaccano per essere complici di questo governo, ora ci starebbero comunque attaccando per aver votato No e aver consentito la formazione di un governo ad esclusivo uso e consumo di Renzi Berlusconi e Renzi, con un PD marginale.
    Quindi Calma e gesso
    Non è ancora finita.
    Può succedere di tutto.
    Conte ci ha fatto una promessa e Grillo ha sempre una visione molto più lucida di quel che appare, e finora ci ha sempre azzeccato.
    Ora stiamo rimpiangendo Conte, ma bisogna avere visione. Perché se siamo coesi e lungimiranti Conte a Palazzo Chigi lo rivedremo.
    Bene che il MoVimento gli abbia dato ascolto decidendo per il SI all’ingresso in questo governo. Questo favorirà il suo ritorno.
    Conte e Grillo hanno fatto bene a portare il MoVimento al governo dettando la linea. Questo sancisce il proseguimento della coalizione che quando finirà questa legislatura, si presenterà alle elezioni con Conte Premier e batterà a mani basse Salvini o chiunque sarà il candidato dei sovranisti a fasi alterne.
    Il CDX oggi è spaccato, e tra un anno e mezzo sarà logorato dagli attacchi della Meloni, e da tutte le incoerenze che emergeranno anche dalle coalizioni delle elezioni di ambito locale.
    Ora importante che Conte venga candidato alle suppletive in Toscana. Serve averlo in parlamento.

    Piace a 1 persona

    • Mi piace la tua disamina ed ho votato si facendo una analisi quasi parallela alla tua. Per cambiare qualche cosa bisogna essere “nella stanza dei bottoni”, altrimenti non hai nessuna possibilità. Il tempo per mandare in crisi questo governo o per lo meno informare i cittadini dalle contraddizioni che ci saranno sicuramente, lo potremo fare solo usando con intelligenza l’appoggio o meno di proposte contrarie ai nostri principi in parlamento e nelle commissioni.
      Siamo in 300 in Parlamento non dimentichiamolo mai.

      "Mi piace"

  11. L’M5s ha votato SI.
    Ora sono obbligati a votare qualunque legge.
    E così faranno.
    Si vedranno cancellare in primis la legge sulla prescrizione.
    Poi la spazzacorrotti.
    Ed infine il RdC.
    Saranno felici.
    Avete votato SI?
    Ora siete finiti.
    Morti e sepolti.
    E avete fatto tutto da soli.
    Complimenti vivissimi.

    "Mi piace"

  12. Il fatto di aver votato la fiducia Non obbliga a votare qualunque cosa(il vantaggio dell’assenza del vincolo di mandato).Se sei in una coalizione che non rispecchia più gli accordi, si può sempre uscire.Pienamente d’accordo con Fabrizio Uda.

    "Mi piace"

  13. Se dovessero esserci i presupposti per un cambiamento di leggi in campo della giustizia e di leggi porcate allora si che è il caso di sputtanarli concretamente e uscire votando contro. Certo bisognerà essere vigili più che mai e disposti a tutto, non c è più l’ombrello Conte….

    "Mi piace"

  14. Credo che ormai sarebbe troppo tardi per non votare la fiducia a Draghi. Però sarebbe ora di mandare a casa Grillo. Lui non è un politico e tra di essi si è dimostrato essere un vaso di coccio. Le cose politiche le lasci trattare da altri. Ce ne sono tra i suoi. Il movimento l’ha creato lui ma non può distruggerlo in questo modo. Travaglio dice che si è presentato davanti a Draghi con le braghe calate. Penso sia più realista dire che si presentato davanti a Draghi a novanta gradi. Ho sempre affermato che il M5S è stato creato da lui e solo lui lo può distruggere ma non con tanta leggerezza.

    "Mi piace"

  15. Penso invece che un’alternativa per non spaccare ulteriormente il Mov sia astenersi, gli iscritti sono stati costretti a votare senza sapre la composizione del governo e hanno dato una cambiale in bianco ad un signore in grisaglia.
    ma senz’altro si accappiglieranno e l’unica soluzione che troveranno sarà:
    “chi non vota la fiducia sarà espulso”
    oramai non sanno dire altro

    "Mi piace"

  16. La base ha le sue colpe per aver votato SI, non hanno voluto fiutare il pericolo (creato da Grillo, di Maio ecc.) accortosi del danno vorrebbero rivotare. Lei dice bene votare contro o come qualcuno consiglia astensione (dall’inizio della crisi sono per il NO) ma Lei crede che si possono ravvedere, io no, per il semplice motivo che (Grillo, Di Maio, ecc.) non hanno mai tenuto conto di milioni di cittadini che li hanno votati e che non sono iscritti, si sono fatti abbindolare dalle parole, non hanno ancora fiutato il pericolo che li vogliono far fuori (politicamente) e con questa sciagurata decisione di far parte di questo governo dovranno ingoiare ogni nefandezza e se tenteranno di dire no verranno accusati da tutti i partiti (dall’informazione) che sono irresponsabili.
    Avevano un unico modo per controllare il sistema, portare a conoscenza dei cittadini le schifezze che questi signori faranno nei prossimi mesi, combatterli per recuperare consensi, andare all’opposizione….essere COERENTI.

    "Mi piace"

    • @giovanni23,
      i soggetti che metti in parentesi vogliono essere fatti fuori. ma, ancora non l’hai capito?
      l’ortottero era sul britannia assieme a draghi…!!! cosa serve ancora per capire quello che hanno in mente… lui e il suo servetto tetrapoltronaro destrorso…?
      quando il tetrapoltronaro si é interessato veramente della parte povera del paese (e non venire adire che: ha fatto il reddito di cittadinanza…!)?
      il rdc vale più o meno 7/8 miliardi…!
      con una vera lotta all’evasione, all’elusione e alle truffe fiscali (il mafioso di arcore sarebbe in galera) si sarebbe potuto recuperare una quarantina di miliardi (su 120) l’anno che sono l’equivalente di 4 o 5 redditi di cittadinanza in più l’anno!
      con la legge sul conflitto di interessi si sarebbe potuto far risparmiare ai cittadini una trentina di miliardi l’anno di sovrapprezzo sui beni acquistati (esempio dei risparmio per i cittadini: in svizzera, che non produce petrolio ne lo raffina, la benzina costa il 20% in meno che in italia)!!!
      con una lotta più seria alla criminalità se ne sarebbero potuti recuperare altri 30 o 40 di miliardi (su 150) l’anno…!!
      soldi che si sarebbero potuti utilizzare per innovare e ricostruire unl paese in macerie…!
      altro che spazzacorrotti che non ha spazzato nessun corrotto…!
      e non si venga a dire che col 33% non si ha la maggioranza…! neanche gli altri col 17/18% non avevano la maggioranza e il buffone di rignano, appena determinato il recov fund di 209 miliardi, col suo 2% ha fatto cadere un governo…!!!
      se i destrorsi usurpatori e traditori che hanno preso il potere nel mov avessero voluto veramente fare gli interessi degli italiani avrebbero dovuto andare in parlamento, dopo le elezioni del 2018, e dire agli altri: “questo é il programma che ha votato la parte di popolo italiano onesto (33%), o si fa un governo per approvare le leggi del programma 5* o voi “inciuciari” che avete la maggioranza (66%) avete il diritto di governare, se avete il coraggio di farlo contro la volontà del popolo sovrano che vi ha detto chiaramente che non vuole più essere governato da ladri, corrotti, corruttori, mafiosi arcoriani e “banchieri” massacratori di popoli greci, italici e altri…!
      ma, temo sia tutto vano, allo stato dell’arte…!!!

      "Mi piace"

  17. Caro Tommaso,

    ANCORA RINTRONANO NEGLI ITALIANI PER BENE GLI APPLAUSI SPONTANEI DEL PERSONALE DI SERVIZIO DI PALAZZO CHIGI AL PRESIDENTE CONTE.
    SPERO CHE I DUE CAZZARI, I VARI GIORNALISTI PANNELLA, MERLINO,GILETTI, FORMIGLI, FLORIS, MENTANA, INCLUSI VESPA E ANNUNZIATA ABBIANO VISTO E SENTITO LA VERGOGNA DI ESSERE AL MONDO!!!!!

    "Mi piace"