Il Carroccio lusinga deputati e senatori grillini e li spinge a tradire Conte

Centinaio: “Trattative in corso”.

(di Lorenzo Giarelli – Il Fatto Quotidiano) – La sfacciataggine non è certo mai mancata alla Lega. Se in queste ore in Parlamento domina il tatticismo, dal Carroccio si sbilanciano invece con dichiarazioni e promesse tutt’altro che caute, nel tentativo di scongiurare la formazione di un gruppo di responsabili che sostenga il governo. E così dai big del partito partono continui messaggi a deputati e senatori del Movimento 5 Stelle. Con un solo obiettivo: portare a casa almeno quattro o cinque nuovi parlamentari e indebolire così la maggioranza, anche giurando di aver pronte poltrone da mettere a disposizione per i transfughi.

Trattative senza troppi fronzoli, se è vero che diversi eletti del Movimento hanno girato il testo della proposta a un esponente di peso dei 5Stelle, che ci conferma come “siano in atto delle grosse manovre” da parte della destra. Meglio: “Una vera azione di reclutamento per portare persone da loro”. E non si tratta di pourparler nei corridoi dei Palazzi, chiacchiere che si perdono tra un caffè e l’altro nella buvette del Senato, ma di messaggi espliciti affidati, tra gli altri, alla capacità persuasiva dell’onorevole Claudio Borghi: “Riflettici bene, questa potrebbe essere l’ultima possibilità”, scrive il deputato no euro a un grillino.

Il problema è che le lusinghe non si limitano all’astratto, ma arrivano a immaginare “buon ruoli” (sic) per chi accetterà di cambiare partito, restituendo l’idea di una campagna acquisti degna del calciomercato estivo. Un posto in Parlamento o in qualche Regione, la nomina in qualche azienda partecipata. Le occasioni per accontentare eventuali nuovi ingressi non mancano, almeno nella partita a poker imbastita dai leghisti in queste ore.

I 5Stelle sottolineano come deputati e senatori stiano rispedendo al mittente le proposte con un secco No, ma la Lega, della cui sfacciataggine si è detto, è sicura del contrario: “Stiamo trattando il passaggio di alcuni senatori dal gruppo del Movimento 5 Stelle alla Lega”, ha ammesso Gianmarco Centinaio ad Affaritaliani. Senza specificare, ça va sans dire, la natura delle trattative.

D’altra parte però anche lo stesso Matteo Salvini non ha mai nascosto le sue mire sui 5Stelle, promettendo “porte aperte se qualcuno bussa”. Linfa per le ambizioni dei leghisti, che arrivano a ipotizzare “anche cinque o dieci nuovi arrivi”.

Si vedrà. Dando un’occhiata ai passaggi di gruppo di questa legislatura, si capisce però come la Lega abbia sempre pescato in maniera mirata dai 5Stelle, rinforzando le proprie truppe nelle stanze più delicate del potere parlamentare. Non a caso, l’ultima arrivata dal Movimento è stata Alessandra Riccardi, che l’estate scorsa ha abbracciato il leghismo dopo essersi resa utile alla causa da componente della Giunta per le elezioni del Senato, dove ha votato contro l’autorizzazione a procedere nei confronti di Salvini per il caso Open Arms.

Senza dimenticare che proprio dalla stessa Giunta – nella quale la Lega ha strappato ai 5Stelle anche Francesco Urraro – passano atti e votazioni fondamentali, come quella sul sequestro del computer del leghista Armando Siri di fine 2019.

Tutta benzina per la nuova controffensiva leghista di queste ore condotta da Borghi, Centinaio e colleghi, benedetta peraltro dall’insolito alleato Matteo Renzi: “È più facile che Salvini ne rubi altri tre al Movimento che il contrario”, ha detto qualche giorno fa per esorcizzare l’arrivo dei Responsabili. L’altro Matteo deve averne tratto ispirazione.

Categorie:Cronaca, Interno, Politica

Tagged as: , ,

7 replies

  1. Cinismo per cinismo parlamoci chiaro: io parlamentere cinquestelle ,incline al tradimento facile,mi farei acquistare con promesse degne del gatto e la volpe di collodiana memoria ,sapendo di poter invece restare in parlamento ,al calduccio,per altri due anni senza sputt..n..rmi ? Le tentazioni diaboliche hanno tutt’altro stile (non quello campagnolo grottesco di tal Borghi) per avere successo o vittime celebrolese.

    "Mi piace"

  2. Mi auguro che Beppe Grillo intervenga senza indugio e con determinazione, per evitare un fallimento di un movimento che tenta di dare una raddrizzata a questo scassato paese. Ricordando un precedente fallimento di un partito degli onesti di Di Pietro con i suoi senatori Scilipoti e Razzi, mi vengono i brividi.

    "Mi piace"

  3. Perché chiamarla sfaggiataggine?
    La definizione appropriata è SClACALLAGGl0!!
    Cinico SClACALLAGGl0.

    Gente corrotta, esseri immondi che hanno la delinqenza nel proprio DNA.

    "Mi piace"