Calenda: “Mastella mi ha offerto l’ok del Pd a Roma per salvare Conte”. La replica: “Sei squallido”

(Luca Serafini – tpi.it) – Polemica tra il leader di Azione Carlo Calenda e il sindaco di Benevento Clemente Mastella, considerato il “regista” dell’operazione responsabili per salvare il Governo di Giuseppe Conte. Calenda, in mattinata, ha pubblicato un post sui social che recitava: “Comunque anche io ho avuto l’onore di una telefonata del simpatico Clemente. Una roba tipo tu appoggi Conte e il Pd appoggia te a Roma. Scarsa capacità di valutare il carattere degli uomini. O quanto meno il mio. #costruttori del nulla”.

Un tweet, insomma, che ironizzava sulle “trame” di Mastella per garantire una sopravvivenza politica all’esecutivo dopo lo strappo di Renzi, dando conto di come il sindaco di Benevento avesse provato un “approccio” politico anche col leader di Azione, offrendogli il sostegno del Pd a Roma in cambio dell’appoggio a Conte.

La risposta di Mastella non si è fatta attendere, ed è stata durissima: “Sei una persona di uno squallore umano incredibile”, ha scritto Mastella definendo Calenda “pariolino”.

“Ti ho telefonato per chiederti cosa facevi e mi hai detto che eri contro Renzi. Allora sei per il Pd? No, mi hai risposto: `Il Pd mi dovrà scegliere per forza come candidato sindaco´. Poi hai aggiunto: `Ne parlo. Quanto a me, non ho alcuna titolarità per parlare a nome del Pd. Sei rimasto quello che conoscevo all’epoca del Cis di Nola, che era il referente per le segnalazioni. Ruolo modesto, perché sei moralmente modesto”, ha concluso il sindaco di Benevento.

Categorie:Cronaca, Interno, Politica

Tagged as: , ,

22 replies

  1. Se davvero Mastella ha chiesto a Calenda, allora non sa proprio valutare le persone. Era più che ovvio che Calenda non sosterrà Conte.

    "Mi piace"

    • Angelo, che Mastella non sappia valutare niente è sicuro.
      Ma Calenda non serve, ha zero senatori: lui e la Bonino si sono uniti in un accrocchio strano, quindi oltre a Richetti, unico parlamentare di Azione, ci sono i 3 di più Europa, ma al senato c’è solo la Bonino. Mastella chiama Calenda per il seggio della Bonino?
      E poi lo chiama per offrirgli Roma? Come se Calenda non avesse amici nel pd, ma per piacere.

      "Mi piace"

      • Paole’, su Wikipedia risulta Richetti + De Falco che pare si sia unito alla combinata Azione/+Europa. Mah.
        Ho sentito che DeFalco vuole prima sentire nel discorso di Conte, l’accenno a non so quale tema(non mi ricordo), prima di dare la fiducia…
        Ari-mah.
        Comunque vedremo se quei due appoggiano Conte.
        (Ho ancora il dubbio, ma se in senato non avesse nessuno, perché non dirlo subito per stroncare la calunnia?)
        Probabilmente Calenda ha fatto lo scandalizzato perché, secondo me, voleva agire sottotraccia, senza dare nell’occhio.
        Intanto Renzi ha già detto che voterebbe Calenda. Bell’endorsment(si scrive così?).
        Occhio Carle’… e, comunque, poveri romani.

        "Mi piace"

      • Di solito De Falco la vota la fiducia, proprio stavolta deve tirarsi indietro? Calenda se va solo potrebbe superare la soglia di sbarramento, ma avranno paura e andranno con Renzi. Sicuro!

        "Mi piace"

      • De Falco vota sì, le sue richieste, non so se esaudite, erano, secondo me, tanto per ottenere qualcosa o almeno farlo credere.

        "Mi piace"

      • Ah, dici ad eventuali votazioni? Mah.. certo che tra Renzi o la Bonino, per come l’ho sentita parlare poco fa, non saprei chi evitare di più ..Non l’ho capita un’europeista che vota contro questo governo.
        Il suo spirito di contraddizione prevale sempre su qualsiasi logica.

        "Mi piace"

      • Ha fatto i giri del mondo, radicali, csx, cdx, misto, tutto e il suo contrario, mi sono persa. Anzi, l’ho proprio lasciata perdere… e da mo’…

        "Mi piace"

  2. Le cose sono andate come diceva Liana: lui voleva appoggiare il pd in cambio dell’appoggio a Roma. È vero che sono rintronati al pd, ma tanto da non accorgersi che non hai nulla dare in cambio, anche no. Pariolino si, ma di quelli sfigati.

    "Mi piace"

    • Mastella è un disonesto corretto,
      si può dire di tutto ma non è un quaquaraquà,
      contrariamente a Big Jim Space.

      A gentil richiesta, gentil risposta. Ripropongo il “quadro” Calenda

      unoerre
      14 gennaio 2021 alle 20:24
      Cavoli, adessosso che ho letto bene, ti devo fare i complimenti, mandaci la bozza al pariolino
      che quello è talmente COGLIONE che chiama subito Zingaretti, del resto i piddini sono degli utili idioti, sono loro che hanno dato il “la” e premiano i custode dei cigni.

      Il vuoto involucro nasce da montezumolo,
      ma poi viene valorizzato con l’incarico a vice ministro dello sviluppo economico dal nipote dello zio Letta,
      ma la sorte vuole, che arrivi Gira la Ruota,
      che gli dà addirittura l’incarico al MISE e lo abbotta di deleghe aggiuntive,
      e il tutto gli viene salvaguardato
      dal vero Conte Gentilizio,

      mentre lo stuolo dei tacchini va a votare alle primarie con i due euri in bocca,
      per riprorli nella pisside.

      È come dire diamoci una mano a questo piccolo Collodi,
      infatti lui si dirige in Veneto e inizia subito a elargire,
      come ha fatto in tutta la sua carriera,
      (tanto i denari mica sono i suoi)
      ponento come punto fisso sviluppo zero assoluto, quello che lui stesso è ,
      e avendo come tornaconto,
      spalleggiato dagli utili idioti,
      una palata di voti di ritorno,
      per farsi addirittura il partitino delle ZTL.

      Sono certo che il tuo suggerimento lo metterà
      in pratica, e ti riconoscerà pure i diritti d’autore.
      Bye

      Piace a 1 persona

      • Mia Cara, a tutto c’è rimedio,
        se ti posso consigliare un fioretto:
        Il Cammino di Santiago di Compostela, rigorosamente a piedi partendo da Lisbona,
        gli ultimi 10 km in ginocchio,
        e magari ti fai pure accompagnare
        dalla tua Cara Amica,
        Campionessa di fantapolitica!

        "Mi piace"

  3. Una lotta all’ultimo sangue tra titani. Se basta Mastella a smerd re costui allora ,se il pd lo scegliesse come proprio candidato a sindaco della capitale,sarebbe la dimostrazione che in questo partito non è cambiato nulla. Resterebbe cioè un agglomerato di arrivisti senza idee e senza morale

    "Mi piace"

  4. Non è il mio tipo di politico, l’onorevole Mastella, ma sicuramente rispetto, mi scusi onorevole per l’infimo paragone, non vuole essere offensivo per la sua persona, ripeto, rispetto ad un Calenda, Mastella è un grande politico e, pur non conoscendo di persona, un Uomo perbene e sincero. Calenda,(Calenda, chi?), è più simile al Renzi di quanto vuole dimostrare. Perché? Come Renzi prima si è fatto eleggere in Europa, poi si è fatto il “partito” personale lasciando il PD. Si candida a sindaco di Roma ricattando il PD che lasciato. Come Renzi. E come il Renzi presente ovunque in TV a dare lezioni su tutto. Nessun giornalista che gli domandi che cosa ha lasciato di buono nell’esperienza di governo. Signor Mastella, lei come uomo è un grande signore, Calenda pubblicando la sua conversazione ha dimostrato di essere un renzino qualunque. Saluti vivissimi.

    "Mi piace"

  5. Ah, già, Calenda, quello più antipatico del centrosinistra (quindi di destra)… dopo Renzi! Che gente! 🤦🏻‍♂️

    "Mi piace"

  6. Scegliere tra i due ….non saprei. Comunque sig. Calenda faccio una previsione, secondo me lei non si candida a sindaco di Roma, se lo fa lei non vince nemmeno con l’appoggio del PD, 5S e Centro destra messi insieme, la satira insegna.

    "Mi piace"