Una mossa che fa ridere il mondo

(Gaetano Pedullà – lanotiziagiornale.it) – Al punto in cui siamo arrivati, meglio un governo pure con la madre di tutti gli Scillipoti, o anche le elezioni, piuttosto che andare avanti con Renzi, Boschi e Bellanova. Troppo ampio il solco con Conte e il resto della maggioranza, e troppo differente il senso dello Stato dimostrato da Italia Viva rispetto agli alleati, con poche eccezioni rimaste ben nascoste nel Pd. Se oggi faranno fuori l’Esecutivo nel punto più acuto di una pandemia, mentre c’è da sostenere un’imponente e complicata campagna vaccinale, non perdere i soldi stanziati in Europa, approvare uno scostamento di bilancio e il nuovo decreto ristori da 25 miliardi per le imprese messe in ginocchio dalle chiusure, non meravigliamoci quando nel mondo rideranno di un Paese tanto ridicolo.

Nella stessa situazione una comunità nazionale si stringe attorno all’interesse dei suoi cittadini, e se ne fotte dei vantaggi politici e personali di chicchessia. Ma qui abbiamo “statisti” che preferiscono regolare conti personali, peraltro senza mai dirci che caspita avrebbe fatto un Presidente del Consiglio misurato e apprezzato in Italia e fuori come Conte per meritare di essere decapitato dal partitello di un leader riuscito nella non facile impresa di precipitare in pochi anni dal quaranta al due per cento dei consensi. Un leader in confusione, ha detto l’ex compagno dem Goffredo Bettini, che nel suo cupio dissolvi non ha remore nel trascinare una nazione prostata nello stesso baratro del proprio inglorioso epilogo politico. La facciano finita allora le signore Bonetti e Bellanova, e lascino sul serio un Governo in cui hanno dedicato più tempo a criticare che a lavorare.

E vediamo se in Parlamento c’è ancora gente che vuole più bene al Paese che ai giochetti di Palazzo, comprese le avventure di maggioranze tecniche in cui i poteri forti non hanno mai smesso di sperare per spartirsi il bottino del Recovery Fund. Il Centrodestra e ancor di più il sistema ne diranno peste e corna, e il percorso parlamentare sarà un Vietnam quotidiano, con nuovi prezzi elettorali da pagare, ma è in queste circostanze che si misura chi pensa a se stesso e chi serve il Paese.

15 replies

  1. che anche questa “mossa” faccia “ridere” il mondo…è parte integrante del suo “essere” di politicante: dalle “risse” per i rolex in Arabia…dal “Devid” in Israele….alle poesie….e tanto altro ancora…..nostro malgrado…!!

    "Mi piace"

  2. “E vediamo se in Parlamento c’è ancora gente che vuole più bene al Paese che ai giochetti di Palazzo”.

    No tranquillo, non abbiamo questa fortuna. Ma lo stipendio pieno fino al 2023 saprà fare miracoli.

    Piace a 2 people

    • @paolapci
      Gentile Paola, basta fare due somme:
      – 12 .000 euro mese= retribuzione media di un parlamentare “peon”( che non ha incarichi)
      – elezioni ad aprile: 12 x 3 mesi=36.000 €
      – elezioni ad aprile 2023 : 12 x 27mesi = 324.000€ sicuri
      – perdita secca: 288.000 euro
      La metà dei deputati e dei senatori non sarà rieletta ( causa tagli dei seggi), anche tra chi vincerà le elezioni non c’è sicurezza di riavere lo scranno.
      Chi rinuncerà a cuor leggero a 288.000 € per seguire, gratis, Salvini, Meloni o Renzi? Non parlo di B. perché è, purtroppo, il più furbo di tutti e non si lascerà ” squagliare” il partito in mano per fare una cortesia a Renzi, che l’ ha bidonato. Nel segreto della cabina elettorale Dio ti vede e Stalin no, diceva una celebre pubblicità D.C. del 1948
      Saluti

      Piace a 1 persona

      • Paolo Diamante Roma,
        e lei calcola solo lo stipendio. Si aggiunga l’indennità, circa 3000€ al mese e per chi non risiede a Roma una diaria. E poi i contributi. Quindi parliamo di cifre ancora più alte.

        Piace a 1 persona

  3. E se iv non ritira la seminova e l’altra cariatide il mv5 * che fa? Continua con questi individui a condividere la gestione governativa? Giusto x farsi ricattare ad ogni respiro?
    Io lo trovo masochistico dal punto di vista politico, mentre dal punto di vista etico lo trovo squallido, e un attaccamento alla poltrona incredibile,
    Ma da giggino o bibitaro c’è da aspettarsi di tutto, intanto si dichiara gia disponibile ad un ulteriore compromesso, sia mai che perda l’uso dell’auto blu.

    "Mi piace"

    • Guarda, io non ho mai amato Di Maio, ma sentirlo chiamare ogni giorno bibitaro e poltronaro me lo ha riabilitato.
      Nel senso che loro (movimento) certamente hanno sparato alto all’inizio, e Di Maio a mio avviso ha sbagliato tantissimo (ma gli errori che gli imputo io non li ho mai letti, qua pare che ha sbagliato perché governa, ma vabbé) e quindi hanno inglobato tali e tanti disadattati che non capiscono la differenza tra opposizione e maggioranza, e ora non riescono a venirne fuori, perché quelli li scontenti anche se il parlamento approva la tav e tu hai votato contro. E alla fine le critiche gli vengono da un elettorato che a mio avviso sarebbe un bene si perdesse per strada.

      Piace a 2 people

      • Secondo me la new entry venuta dal passato è un alias di Tonino b o almeno un parente.
        La dose di odio è quella, magari con meno accenni ai tradimenti, ma siamo lì. Ma poi la fissa col “bibitaro”e con le poltrone, niente, irriducibili… Così funzionano le macchine del fango e della calunnia: avanti come panzer, contro qualsiasi realtà.
        La colpa che imputano a Di Maio è esattamente quella di aver governato, per loro. Di essere passato dalle barricate alla politica vera. Per questo adorano Dibba, i sogni ancora non sono stati resi realtà… sono adolescenti, bisogna capirli.

        "Mi piace"

  4. “…trascinare una nazione prostata nello stesso baratro…”
    Va da sé che la parola “prostata” sia da considerarsi un refuso, da leggere pertanto come “prostRata”… 😅

    "Mi piace"

  5. @paolopci
    Il bibitaro assetato di poltrone,
    1° nel giro di pochi giorni è passato da chiedere la sfiducia del mottarella a divenire il piu strenuo leccapiedi dello stesso,
    2° da capo politico, contravvenendo ai principi del mv, si è autoproclamato vicepremier e ministro di 2 dicasteri pur non capendo una beata minc#ia di economia
    3° nel governo giallo verde ha lasciato che il cazzaro verde si gonfiasse a dismisura
    4°alle europee ha nominato 5 capolita estranee al mv contro la linea critica verso l’eu con piu eu e sommate all’insipienza dimostrata nel governo giallo verde ha perso la bellezza di oltre 6 500 000 voti su 11 milioni
    5° dopo aver giurato e spergiurato mai con il pd di bibbiano, adesso sono tutto culo e camicia, il peggio del peggio,
    6° non contento del disastro che ha arrecato a tutto il mv si è autopromosso a ministro degli esteri, un cialtrone con la gravatta,
    Si è dimesso da capo politico ma continua a fare e disfare pur di conservare la sua poltrona,
    Arrivando persino a scendere a patti col bomba di rignano e accettare di fare il governo pure con berlusconi,
    Definirlo ciarlatano e bibitaro è un offesa ai ciarlatani ed ai bibitari,

    "Mi piace"

    • Io sono invece all’opposto
      Luigi di maio è un super fenomeno
      Alla sua età, dopo l’esperienza Lombardi/Crimi ha voluto tassativamente fare.
      Se paragono matteo salvini, matteo renzi e la meloni con DIMAIO, non li vedo neanche con il binocolo
      La perdita dell’elettorato non dipende da dimaio ma da una voce unica della stampa e tv che ci hanno erudito sulle macerie del padre e dell’appartamento della trenta mentre zero trasmissioni niente articolo sulle dimissioni forzate di GALLERA
      È bellissimo parlare, troppo bello, fare non avendo il 51%, è un po più complesso
      È talmente fenomeno che ha tirato fuori un personaggio come CONTE( stratosferico)
      Non mi dilungo, perché in questi due anni, per me ha fatto moltissimo, in lealtà, in umiltà, in onestà. Senza parlare, cercando sempre di fare.
      Adesso è lo stesso beppe grillo che vuole un compromesso con tutti i partiti
      Voi che parlate, con 600 morti, tutti i giorni, che si fa?
      Andiamo a votare o si pensa al bene comune?
      Certo per le nuove generazioni, i giovani è uno smacco totale.
      Se questi sono i quarantenni che devono gestire il futuro, matteo renzi e matteo salvini, con la ruota meloni,
      Berlusconi vince a tavolino
      Grande Di maio
      Saluti

      "Mi piace"

    • Alessandro Cagliostro,
      al netto del fatto che a me di Di Maio poco me ne cale, vado a risponderti punto per punto.

      1) Ha fatto uno strafalcione enorme: i ministri linomina il pdr su proposta del pdc. STOP, non c’è altro da dire. Se li poteva scegliere il vice presidente del consiglio (figura ASSENTE, non costituzionale) la Costituzione lo scriveva a stampatello. Tutto sommato ciuccio ignorante vedi di studiare, ma se lo perdono io che quasi non ho rappresentanza in parlamento (3 seggi in croce) credo che lo possiate perdonare voi. Non c’è il peccato.
      Mi piace notare che per alcuni la bizzarria è che lecchi i piedi a Mattarella. E a chi li dovrebbe leccare? ALle lobby, alle banche? Vi scandalizzate di questo, ma che si stesse ridicolizzando per un leghista della prima ora per voi passa in secondo piano.

      2) Ebbasta con queste regole interne che vi hanno ingabbiato, non dimostrano niente, niente! Che voi vi tagliate lo stipendio non significa nulla. Queste regole vi hanno reso ridicoli e vi hanno fatto perdere 50 parlamentari. Cose da pazzi! Peccati solo per voi, visti dal di fuori non sono peccati,
      Anche qui mi piace fare la seguente domanda retorica: che ministero avrebbe dovuto prendere, dico nel 2018? In che cosa era esperto? Che scuole aveva fatto? C’era qualcosa in cui era esperto? NO. Per lui o questo o quello erano la stessa cosa.

      3) Vero, ma credo che lo abbia fatto per quel senso di lealtà che un neofita della politica che si misura col governo di un paese debba possedere. L’errore è stato non circondarsi del meglio del meglio, anche come suggeritore a bordo campo. Non è un peccato.

      4) Le europee le avete perse per la ragione 3, nonostante aveste lavorato molto più del nullafacente. Il peccato è il vostro, loro hanno lavorato e hanno fatto tante cose e voi li avete puniti!

      5) Ecco i bibitari. E con chi è che volete governare? Con sorema? L’errore è stato dire mai col pd, non essercisi alleato. Altrimenti per me se volete restare all’opposizione e fare come tra il 2013 e il 2018 sono stra stra felice. Non c’è peccato il peccato è sempre degli elettori.

      6) Questo è il peccato che gli imputo io, e che leggo qui per la prima volta. Gravissimo lasciare tutti quei tavoli aperti dopo appena un anno. Certo, meglio Patuanelli, ma comunque non è una cosa seria.

      Ma quando si è accordato col bomba? Ma non fosse altro che il bomba lo schifa come lo schifava Salvini. E lui ha le sue colpe, per carità. Non saper misurare, valutare le persone è molto grave. Ma lui è sempre lui, l’avete eletto voi capo politico.
      L’altro, grande comunicatore. Se resta fuori è meglio, così può aiutare di più, voi da dentro non vi accorgete di quanto siete masochisti.

      Infine, credo che non sia mai stato bibitaro. Ma comunque io mi ricordo una canzoncina di quando ero piccola, non so perché ce l’ho nella testa e non so dove l’ho sentita: Ciarrapico bibbitaro, Ciarrapico Bibbitaro… e mi pare di ricordare che l’offesa fosse Ciarrapico e non bibitaro.

      "Mi piace"

  6. Sarò un malpensante, ma secondo me della cosa che più interessa a Renzi non se n’è mai parlato. Il ritiro delle concessioni ai Benetton. E non mi stupirei se quegli interessi fossero così forti da far cadere il governo ed eventualmente andare alle elezioni fregandosene altamente del Paese.
    Poi al secondo posto viene la riforma della prescrizione che troppi vorrebbero abolire.

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...