Con i contratti siglati a oggi possiamo vaccinare il 5% della popolazione entro marzo e meno del 20% entro giugno

(Carlotta Di Leo – il Corriere della Sera) – «La terza ondata rischia di arrivare presto, quando ancora la seconda non ha affatto esaurito la sua forza. Dobbiamo prestare massima attenzione alle prossime due settimane: solo dopo la metà di gennaio capiremo gli effetti del decreto Natale sul contenimento dell’ epidemia».

Nino Cartabellotta è il presidente della Fondazione Gimbe che dall’ inizio dell’ epidemia porta avanti un monitoraggio indipendente sul Coronavirus nel nostro Paese. Nell’ ultimo report è emerso un incremento dei nuovi contagi(saliti a quota 114.132 in sette giorni) dopo cinque settimane di calo costante.

Siamo davanti a una ripresa dell’ epidemia?

«Tecnicamente siamo in una fase di stabilizzazione della curva che ha raggiunto il picco a fine novembre. La discesa prima è rallentata, poi si è fermata e adesso si intravede un trend in rialzo. Stanno crescendo, seppur lentamente, i ricoveri con sintomi, i posti letto occupati in terapia intensiva e gli attualmente positivi sono arrivati a 571 mila. Con questi numeri il rischio è che la terza ondata si innesti nella fase discendente della seconda».

E quali effetti avrebbe?

«È difficile da prevedere anche perché non sappiamo quanto le zone rosse di Natale abbiano funzionato. E poi c’è la grossa incognita della variante inglese. Quel che è certo è che alla fine della prima ondata avevamo 41 persone in terapia intensiva, oggi i posti letto occupati sono 2.587. Siamo riusciti a flettere quasi completamente le curve nella prima ondata, ma non della seconda».

Perché?

«Il Dpcm del 3 novembre con il sistema dei colori assegnati alle Regioni è arrivato troppo tardi. Ha abbassato le curve di circa il 30%, un effetto moderato (e in parte sovrastimato), ma che adesso si è completamente esaurito. Ora serve una strategia diversa, con misure più rigorose soprattutto nel primo trimestre dell’ anno, quando la circolazione del virus è massima e la copertura vaccinale minima. Ci aspettano scelte cruciali: dobbiamo smettere di inseguire il virus con un Dpcm dietro l’ altro ed elaborare un piano strategico di medio-lungo periodo che proceda di pari passo con la campagna vaccinale».

Voi la state monitorando. Come procede?

«Con i contratti che sono stati siglati fino ad oggi possiamo vaccinare circa il 5% della popolazione entro marzo e meno del 20% entro giugno. La situazione potrebbe cambiare con un via libera dell’ Ema ad AstraZeneca in tempi brevi, ma è difficile che le 40 milioni di dosi saranno disponibili nel primo semestre. Altrettanto improbabile che le ulteriori forniture di Pfizer e Moderna contrattate dall’ Europa vengano consegnate in anticipo».

Quando raggiungeremo quindi l’ immunità di gregge?

«Siamo ancora lontani dal tradurre questa straordinaria conquista della scienza in un tangibile risultato di salute pubblica. La comunicazione istituzionale dovrebbe diffondere la massima fiducia nel vaccino, senza sbilanciarsi in previsioni irrealistiche, visto che anche le persone vaccinate devono mantenere tutte le misure di prevenzione».

21 replies

    • “Ohibò, mi son detto. E ho controllato le tabelle…(cit.)”: come mai il silenzio tombale sulla congiunzione dopo il punto di Mrs. Mahatma? Nessun prurito al buchetto come col Giannini che ti ribatteva che nel giornalismo si usa?

      Piace a 1 persona

      • Semplice… non l’ho visto o non l’ho letto. Dov’è? Poi cerco anche di trattenermi: se ho a portata di mano un frutto invece di commentare me lo mangio e morta lì.

        "Mi piace"

      • … Ma, stavo pensando: certo, mangiando un frutto, con una mano occupata diventa un po’ rognoso commentare, però mettere i “Piace a” a commenti, diciamo così, in linea, ci sei riuscito, quindi, verrebbe da pensare che vai a colpo sicuro senza nemmeno leggere l’articolo, tanto il Mahatma è una garanzia, giusto? Eh no, no, non è proprio quel che si dice un procedimento obiettivo: da te non me lo sarei mai aspettato!

        "Mi piace"

      • Quindi Mascaruzzo mi risponde senza sapere (o fa finta?), a chi mi rivolgevo? La paragnosta chiede a chi non sa (o fa finta di non sapere) un caxxo; l’altro mica mi chiede e fa lo gnorri… E avanti di questo passo: ma che bei soggettini i sircini di Infosannio! Comunque: MAHATMA TRABAJO, alias Marco Travaglio, re dei Database e terrore dei “giornalai”.

        "Mi piace"

      • Il problema non era sapere CHI ERA costui per una mente malata, ma conoscerne il genere, sì da far notare che IL Mahatma in questione è maschile, ma Mrs è FEMMINILE.
        Controllare i propri strafalcioni prima di andare a fare la spia sugli errori degli altri, noo?

        "Mi piace"

      • Tu poveretta non ci stai con la testa!!!! Quindi avrei dato della “signora” a Trabajo perché avrei confuso il genere? Ma se tu chiedi: “Angelo, ma chi è Mahatma?”, uno che devrebbe capire, che vuoi conoscerne il genere? Per fortuna che la sinistra ha l’esclusiva dell’ironia… Ma vai a c4g4r3…

        "Mi piace"

      • Vedo che glissi sul fatto di aver scritto MRS Mahatma. Tipico di chi addita al pubblico ludibrio gli errori altrui, quindi non può ammettere i PROPRI.
        Impara a vivere.

        "Mi piace"

      • Allora te la taglio giù fina, fina c0gli0na: ho scritto Mrs. per che il tuo amichetto Trabajo non è (più) un giornalista, ma una prima donna isterica, tale quale sei tu e la tua amichetta che “lovvi” tanto!!! E adesso vai pure a giocare al cruciverba col tuo amichetto unoerre… PS: “Tipico di chi addita al pubblico ludibrio gli errori altrui…”, ecco, sì, la stessa cosa che fai/fate voi con la Gazzelloni: ho tutto da imparare da certi str0nzetti…

        "Mi piace"

    • La gente “sta capita”!
      Ma mo guarda se non si può iniziare un periodo con la congiunzione, e che siamo nell’800? Stiamo scrivendo i promessi sposi? Qua si vuole mettere a confronto la concordanza tra aricolo e nome con lo stile.
      Angelo, ti prego, continua a sottolineare le aberrazioni dei sedicenti giornalisti, quelli che si autointervistano e se la sentono calda. Tanto calda da iniziare un articolo con “e niente”, come farebbe un dodicenne su whatsapp, chiamando a supporto “il presunto gergo giornalistico”.

      Piace a 1 persona

      • Ognuno ha i suoi difetti… anche io il mio. Di solito mi trattengo, ma a volte non resisto e sbotto!

        "Mi piace"

      • La gente “sta capita” sul serio! Ancora questa storia?
        E tutto per difendere l’egregio professore, che scrive trolls, films, sports.
        Chi lo ha mai asseito che non si possa iniziare un periodo con la congiunzione? Angelo, potresti perlamorediddio, disambiguare?
        Che il tuo disappunto era relativo all’espressione adolescenziale “e niente”? Purtroppo l’articolo non è più disponibile avendolo il suddetto professore rimosso, per aver superato la quantità giornaliera di insulti prescritta.

        “E quindi uscimmo a riveder le stelle “,
        Una congiunzione, due congiunzioni, ma sì, abundandis, abundandum!

        Piace a 1 persona

      • Dante è Dante. Lui può.
        Che ci vuoi fare Paola… pazienza. O magari posso rimuovere anch’io il mio. Hai idea di come si fa?
        Anche perché era lì perché il prof. lo leggesse e l’ha letto. Certo, per far contento il felino quando parlerò con Travaglio magari farò presente anche a lui quel che non mi piace del suo stile e lui mi dirà “pazienza, fattene una ragione” o mi manderà…

        Piace a 1 persona

      • “Angelo, ti prego, continua a sottolineare le aberrazioni dei sedicenti giornalisti, quelli che si autointervistano e se la sentono calda. Tanto calda da iniziare un articolo con “e niente”, come farebbe un dodicenne su whatsapp, chiamando a supporto “il presunto gergo giornalistico (cit.)”: di tutto questo patetico teatrino Mrs. Mascaro, stando alle vostre direttive, Mahatma è o non è un “sedicente giornalista”? Sbotti pure, cara, sbotti pure e ci dica, noi attendiamo pazienti…

        "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...