Lega, s’indaga su chat e mail: “Molte sono state cancellate”

Film Commission verso il giudizio immediato

(di Davide Milosa – Il Fatto Quotidiano) – Capire il passato per decifrare il presente. La Guardia di Finanza di Milano da giorni sta analizzando chat, email e tutta la documentazione informatica sequestrata nel dicembre 2018 dalla Procura di Genova ad Alberto Di Rubba e Andrea Manzoni, i commercialisti vicini alla nuova Lega di Matteo Salvini indagati nell’inchiesta milanese sui presunti fondi neri del partito e sul caso della fondazione regionale Lombardia Film Commission. Le accuse: evasione fiscale, peculato.

I magistrati liguri da tempo inseguono i 49 milioni di rimborsi elettorali scomparsi dalle casse della Lega. Il fascicolo per ora ha un solo indagato: l’assessore regionale lombardo Stefano Bruno Galli accusato di riciclaggio per la gestione dei fondi dell’associazione Maroni Presidente. A ottobre, poi, un vertice tra le due procure ha portato da Genova a Milano diversi documenti. Tra questi le annotazioni sui telefonini sequestrati a Di Rubba e Manzoni nel 2018. Lo studio delle chat e delle email è un elemento nuovo e fondamentale per ricostruire i contatti politici e i flussi finanziari legati al partito, anche al di fuori del recinto tracciato dall’indagine su Lfc. Flussi che potrebbero portare importanti novità non solo sul fronte dei 49 milioni, ma anche sui passaggi di denaro più recenti descritti in oltre cento segnalazioni della Banca d’Italia messe agli atti dell’inchiesta di Milano. La ricerca sui messaggi in chat e su quelli di posta elettronica punta poi a capire i rapporti tra i commercialisti e i vertici politici del partito, come il deputato e tesoriere della Lega Giulio Centemero che al momento non risulta indagato. Ecco allora perché il passato è così importante. Chat, email e documenti informatici appoggiati sui vari server tornano indietro di almeno quattro anni e cioè all’inizio del 2016. Il biennio successivo fino al 2017 è quello che interessa maggiormente visto che proprio nel 2016, a quanto emerge dagli atti dell’inchiesta milanese, sono iniziati i sopralluoghi per l’acquisto del capannone di Cormano da parte di Lfc, la fondazione di Regione Lombardia già all’epoca presieduta da Di Rubba. Nomina – metterà a verbale Manzoni davanti al procuratore aggiunto Eugenio Fusco e al pm Stefano Civardi –, voluta dallo stesso Centemero già nel 2014. Sotto la lente della Procura di Milano ci sono anche le chat tra i commercialisti e l’imprenditore Angelo Lazzari (non indagato) al quale sono riferibili diverse società lussemburghesi collegate, secondo i pm di Genova, agli interessi del duo leghista Di Rubba-Manzoni. E in Lussemburgo sarebbero transitati anche i 49 milioni. Di più: stando alla ricostruzione dei pm alcune fiduciarie di Lazzari, non indagato nel fascicolo milanese, controllavano indirettamente la Taac srl riconducibile a Di Rubba e Manzoni. La Taac, si legge negli atti, risulta coinvolta nelle triangolazioni finanziarie per occultare parte degli 800mila euro frutto della vendita del capannone di Cormano dalla società Andromeda a Lfc.

Lo studio sulle chat prosegue da poco meno di un mese. Centinaia i messaggi analizzati. L’idea degli inquirenti è quella di trovare elementi importanti in un periodo nel quale si presume che gli indagati, non ancora sotto i riflettori, fossero meno attenti nelle comunicazioni. Nonostante questo, già all’epoca diversi messaggi risultano cancellati. In particolare quelli con esponenti politici. In altri ancora leggibili, secondo l’accusa, compare anche Michele Scillieri, il terzo commercialista indagato e interrogato lo scorso sabato. Interrogatorio fiume durante il quale a Scillieri è stata mostrata anche parte della documentazione di Genova. Davanti ai magistrati l’indagato ha aperto quello che intercettato ha definito il suo “cassetto della memoria” sui passaggi di denaro della Lega.

Insomma l’indagine prosegue a ritmi serrati. Il 4 dicembre è fissata l’udienza davanti al Tribunale del Riesame per Francesco Barachetti, l’elettricista di Casnigo legato a doppio filo al partito e finito ai domiciliari il 13 novembre. Prima di questa data la Procura chiuderà il cerchio sulla vicenda Lfc con altri importanti interrogatori. Dopodiché la road map, a quanto risulta al Fatto, veleggia verso una richiesta di giudizio immediato cautelare a carico delle sei persone ancora sottoposte a misure cautelari: Di Rubba, Manzoni, Scillieri, Barachetti, Barbarossa e il presunto prestanome Luca Sostegni. La formula, introdotta nel 2008 dall’allora ministro leghista Bobo Maroni, si può chiedere entro 180 giorni dall’applicazione della misura se non vi sono ulteriori emergenze investigative e se la misura è ancora in essere. Tutti elementi che a oggi ricorrono per i sei indagati. Chiuso questo capitolo, l’inchiesta dovrebbe proseguire sui flussi finanziari e sui rapporti politici. Non va dimenticato, infine, che a Milano s’indaga anche per riciclaggio. Accusa contestata a Roberto Tradati, direttore della fiduciaria Fidirev sui cui conti è passata buona parte del denaro del caso Film Commission.

3 replies

  1. Vuoi vedere che risulterà che il Cazzaro verde, attraverso vari passaggi, (Bossi DOCET) si è intascato parte dei fondi e ha un bel gruzzoletto all’estero? Tipo Fontana,
    Fosse successo ad un 5S avrebbero sganciato un’atomica, per un leghista o destrista è una benemerenza, mai che glielo ricordano sti giornalisti appecorati, invece inseguono la morosa di Conte.

    Piace a 1 persona

    • E certamente che sarebbe giusto sganciare, non una, ma dieci atomiche! Ricordiamo a schiZZo che i 5S sono venuti alla ribalta al grido di “honestà, honestà!” e che sarebbero entrati in Parlamento per porre fine ai magna-magna, ma a quanto pare, si stanno ben attovagliando, caro “GLI”, “LI”, “correttore automatico in avaria” o “DITONE”, che dir si vogghia!

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...