Quel maledetto Movimento

(Tommaso Merlo) – Alcuni cittadini detestano il Movimento perché non avrebbe fatto abbastanza. I ricchi e i potenti detestano il Movimento perché ha fatto troppo. Qualcosa non torna. L’Italia è vittima di una gigantesca ipocrisia creata ad arte. Alcuni cittadini detestano il Movimento nonostante abbia mantenuto quasi tutte le promesse elettorali e questo dopo decenni che i partiti promettevano e poi si facevano i fatti propri o non concludevano nulla. I ricchi e i potenti detestano invece il Movimento perché ha mantenuto le sue promesse elettorali e cioè ha approvato leggi che hanno il difetto di dargli fastidio. Come il Reddito che redistribuisce soldi a chi ne ha davvero bisogno invece che a lorsignori come da migliore tradizione della casa. Come la Spazzacorrotti e gli altri provvedimenti sulla giustizia che rendono più rischioso intrallazzare e vanno ad intaccare quello che è stato il privilegio principe di lorsignori e cioè l’impunità. L’Italia non era solo il paese più corrotto d’occidente senza una degna legge anticorruzione, ma era anche il paese dove i ladri in giacca e cravatta la facevano sempre franca mentre ai poveri cristi bastava una caramella per finire nei guai. Ma quel maledetto Movimento ha fatto ancor di peggio. Gli ultimi decenni sono stati un’era d’oro del lobbismo, col potere vero passato dalle mani dei cittadini a quella dei ricchi e dei potenti. Con lobby che finanziavano faraoniche campagne elettorali dei partiti e dei loro ronzini a cui presentavano ovviamente il conto una volta sistemati nei palazzi che contano. Un andazzo da cui derivano tutte le leggi che hanno ad esempio massacrato i diritti dei lavoratori in nome di una crescita che peraltro non è mai arrivata e in compenso ha esasperato le disuguaglianze e fatto dilagare la povertà. Un andazzo da cui derivano indegne spartizioni della torta pubblica di cui il caso Autostrade è solo l’esempio più clamoroso. Un andazzo che spiega perché tutte le leggi scomode per lorsignori non venivano mai approvate. Come quelle anticorruzione e in favore della legalità e della trasparenza, come quelle per tagliare poltrone e previlegi e come quella sui conflitti d’interesse che ancora attende di vedere la luce. Il Movimento ha osato mettere mano a quell’oscuro verminaio e l’era d’oro del lobbismo ha subito un brusco arresto. Per ricchi e potenti quei barbari a 5 stelle non sono reperibili, non sono manipolabili, non sono comprabili. Altro che sodali, pericolose spie. Un grosso problema. Quando il 4 marzo il Movimento è arrivato al potere, invece di prendere atto della fine di un’epoca, invece di sposare il nuovo corso, i vecchi partiti e i loro amici ricchi e potenti si son messi a remare contro per fermare il cambiamento e tornare ai bei tempi che furono. Come? Semplice. Si dà il caso che quei ricchi e quei potenti siano i padroni di giornali e televisioni e paghino lo stipendio a migliaia di presunti giornalisti e intrattenitori televisivi e compagnia bella. Già, in realtà tutto torna. Ecco perché alcuni cittadini detestano il Movimento perché non avrebbe fatto abbastanza mentre ricchi e potenti lo detestano perché ha fatto troppo. L’Italia è vittima di una gigantesca ipocrisia creata ad arte contro quel maledetto Movimento.

8 replies

  1. Si però per favore non meniamola con tv, giornali e poteri forti. Erano tutti contro di noi anche alle politiche del 4 marzo e cmq abbiamo fatto il 33%. Il problema è forse una leadership forte, questi italioti hanno bisogno di un “messia”, prima era Grillo ora ne serve uno altrettanto carismatico o il ritorno di Beppe.

    "Mi piace"

  2. Il trionfo di marzo 2018 probabilmente fu un voto “contro” una classe politica detestata che un voto “per”, anche se certamente il miraggio del reddito di cittadinanza era allettante. Ma purtroppo, tutti gli altri obiettivi del contratto col Cazzaro, coerenti col DNA del M5S, agli Italiani interessano poco, perché il loro fine è migliorare il tessuto civile della società, è come quando si vive in un’aria contaminata ma respirabile, sembra normale e ci vuole tempo per rendersi conto che sta migliorando se qualcuno se ne occupa. Ma non mette soldi in tasca a nessuno, gli effetti positivi sono a lungo termine, e rompe le scatole ai contaminatori. Con le riforme indotte da 5 stelle, succede lo stesso : pochi le valutano come grandi progressi, dopo tutto le masse vivono anche in atmosfera putrefatta, mentre i contaminatori hanno scatenato e scatenano tutta la loro potenza di fuoco, pagando e blandendo come scrive Merlo migliaia di giornalisti, conduttori, tertulianos di infimo ordine stile Sgarbi, Minzolini o Cacciari per impedire che alll’aria più pulita la gente finisca per abituarsi. Non per nulla , l’uomo simbolo da frantumare è il ministro della Giustizia Bonafede. E dietro l’angolo, può apparire lo spauracchio della legge sul conflitto di interessi. Sarebbe la catastrofe, come nella barzelletta i finanzieri, Confindustria, lobby varie di maneggioni mafiosi viscide cozze aderite alla politica vogliono trasmettere un messaggio: ora basta, l’ora d’aria è finita, tutti sotto, nella m***a. Ed il bello è che se questo accadrà, e può accadere per l’incapacità comunicativa dei 5 stelle in merito e l’imponente fuoco di sbarramento dei nostalgici, pochi si renderanno conto di essere ripiombati nel clima tossico dopo aver assaporato un fuggente soffio di aria pura

    Piace a 5 people

  3. Grillo fa solo danni ormai farfuglia cose incomprensibili al 95% degli italiani

    Il problema è che le cose che ha elencato Merlo sono poche.

    I tagli ai privilegi sono stati solo una spuntatina , di fatto si fanno chiamare onorevoli.
    E se ci fate caso non dicono più cittadini portavoce.
    Crimi viaggia in auto blu non si sa a che titolo.
    I tagli alle auto blu appunto sono ormai una chimera.
    Dove sarebbero sti tagli agli sprechi?

    Perchè Bonafede non prende l’articolato di legge proposto da Gratteri a Renzi.
    Perchè non fanno loro quello che non ha voluto fare il PD?

    La gente non è stupida se ne è accorta che si sono seduti.

    Piace a 1 persona

  4. pare sia inutile il solo tentare di ragionare coi tifosi…!!!

    per i tifosi 6/7mila attivisti, 7/8milioni di voti persi e un numero imprecisato di onorevoli e senatori che hanno abbandonato “spintaneamente” (di fatto cacciati via dalla cloaca destrorsa che ha preso il potere – usurpando? – nel mov) non sono degne di riflessioni più serie e intelligenti…!

    si riempiono la bocca col reddito di cittadinanza (5 o 6 miliardi di euro all’anno), per carità sempre meglio che niente, e sperando di non essere frainteso, però praticamente briciole che cadono dal tavolo dove continuano indisturbati a gozzovigliare i ladri, i corrotti, i mafiosi, gli evasori, gli esportatori di capitali all’estero etc. (250miliardi l’anno) tutti appassionatamente insieme…!?

    tanto neanche la legge sul conflitto di interessi si vede all’orizzonte…!!!

    quanti ulteriori redditi di cittadinanza, salari e pensioni decenti si potrebbero pagare recuperando solo il 20% di quei 250miliardi???

    si fanno belli con lo “spazzacorrotti” (che ancora non ha spazzato nessun corrotto) e di decreto dignità che non ha restituito né l’art. 18 né men che meno democrazia sui luoghi di lavoro… (i lavoratori sono e restano succubi di un padronato in buona parte sfruttatore e schiavista…! si veda l’ultima lettera “fascioprenditoriale” inviata alle (altre) parti sociali…)!!!

    non danno spiegazioni sul perché a Di Matteo al DAP, il ministro della giustizia bonafede (m5s) ha preferito basentini il cugino di speranza ministro della salute…(una verità che molti hanno capito ma che pochi sono disposti a renderla nota, forse per carenza di pudore…!?!? ciò per indicare l’ennesimo incomprensibile comportamento filo caste oligarchiche…!!!

    la cosa che più meraviglia é che neanche dinanzi alla fuga di eletti, elettori ed attivisti cosi enorme, i tifosi, riescono a cambiare registro…!!!

    e taluni di loro, hanno pure la sfrontatezza di attaccare di battista… l’unico che ha capito perché gli elettori fuggono via da questa nuova casta…!!!

    l’elenco delle promesse fatte e non mantenute, come é noto, é lungo e ricordarlo a chi non vuole sentire, vedere e parlarne seriamente…, pare, occorre prenderne atto, cominci ad essere inutile…!!!

    pazienza, caro Tommaso, ce ne faremo una ragione…!!!

    "Mi piace"

    • Dov’è il problema? Puoi sempre optare per quelli che non solo di promessa non ne hanno mai mantenuta mezza, ma non ne hanno mai avuto nemmeno l’intenzione: la scelta è ampia.
      Se no c’è sempre l’opzione B, quella di fassiniana memoria, ovvero fatti il tuo partito (possibilmente col 10% di coerenza in più) e vediamo quanti voti prendi. Qualcuno disposto a ricordarti solo le cose non fatte dimenticando quelle fatte lo si trova sempre. Buon 51%.

      Piace a 4 people

      • E tu credi che col mantra “allora volete che ritornino quelli di prima?”, possano riconfermare il 30%? F35, TAV, TAP, ILVA, non ultimo lo scandalo delle GPS in cui hanno fatto un favore al mondo accademico precario facendoli lavorare quest’anno al posto dei docenti di decennale esperienza, i 5S avranno delle grosse responsabilità perché consegneranno alle prossime governative l’Italia alla barbarie! Io sonO un ex 5S E non ritornerò sui miei passi! Con il RdC e le GPS hanno dimostrato che per sopravvivere bisogna essere furbi.

        "Mi piace"

      • Io sono pragmatico, e ritengo inutile e/o controproducente stare sempre a lamentarsi della gamba sana. Come ho già esplicitato ad altri, nel mondo reale i cambiamenti sono rari, e per avvenire sono richiesti tempo, sacrifici e fatica; gli unici che fanno sempre tutto e subito sono quelli capaci solo di parlare. Troppo facile, col culo al caldo e senza aver mai affrontato un problema vero nella vita.

        Se pensavi che bastasse dare il 30% all’unica forza politica senza ladri e corrotti per rivoltare l’Italia come un calzino dopo decenni di malaffare, mi dispiace per te ma ti sei comportato come un perfetto illuso, infatti adesso sei incazzato perchè sei disilluso. L’erba voglio non esiste neanche nel giardino del re. Ti consiglio di tornare all’astensionismo (meglio ancora sarebbe l’annullamento della scheda) oppure, se ne hai la possibilità, di trasferirti in un Paese più civilizzato.
        Cordialmente.

        Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.