L’Ingegner Golpe

-(di Marco Travaglio – Il Fatto Quotidiano) – Mentre gli elettori e gli eletti 5Stelle si domandano se il loro movimento abbia ancora un senso, ci ha pensato Carlo De Benedetti, padrone del nuovo giornale senza padroni, a dissipare i loro dubbi. L’ha fatto a Piazzapulita, davanti al conduttore che lo auscultava come l’oracolo di Delfi e a Bersani che lo riduceva in poltiglia. Lì ha intimato a Mattarella di sciogliere subito le Camere perché alle Regionali i partiti hanno avuto risultati diversi da quelli delle Politiche del 2018 e sarebbe assurdo che chi ha perso le Regionali elegga il nuovo presidente della Repubblica. L’idea che le Regionali decidano chi governa le Regioni, le Politiche chi governa il Paese (o meglio, chi ha la maggioranza in Parlamento per governare il Paese) e il Parlamento chi fa il capo dello Stato non sfiora il nostro costituzionalista della mutua. Strano, perché anni fa fondò Libertà e Giustizia per difendere la Costituzione: quell’agile libretto di 139 articoli che separa nettamente l’elezione indiretta del capo dello Stato (per 7 anni) e quelle dirette del Parlamento, dei Consigli regionali e dei Consigli comunali (per 5 anni). La durata sfasata e la maggioranza qualificata del Quirinale sottolineano vieppiù la volontà dei Costituenti di proteggere il capo dello Stato dalle logiche momentanee della politica e dai contingenti rapporti di forza fra governo e opposizione. Infatti neppure un analfabeta costituzionale come il Cazzaro Verde chiede al Quirinale di sciogliere le Camere. E l’unico a congratularsi con CdB è Pietro Senaldi su Libero: sono soddisfazioni.

Chi non conoscesse CdB potrebbe pensare che abbia studiato la Costituzione su Tiramolla. O rinfacciargli l’incoerenza di aver sostenuto in passato presidenti e governi votati da maggioranze parlamentari non indebolite, ma illegittime. Come Napolitano e i governi Letta, Renzi e Gentiloni, figli del premio di maggioranza (anzi di minoranza) del Porcellum dichiarato incostituzionale dalla Consulta. Ma l’Ingegner Golpe, del diritto e della coerenza, se ne infischia. E sa benissimo di aver detto una somarata (una più, una meno). Ma l’ha detta lo stesso, consapevolmente, confessandone pure il movente (a una certa età, si è più portati a confessare): “In Parlamento ci sono più di 300 cinquestelle e saranno decisivi per scegliere il prossimo presidente della Repubblica”. In effetti, avendo preso il 33% dei voti, il M5S ha un terzo dei parlamentari: a pensarci prima si potevano abolire gli elettori, o sterminare quelli intenzionati a disobbedire a CdB, ma ormai è andata così. Purtroppo siamo in democrazia. Lui però è abituato a fare e disfare maggioranze e governi. A dettare liste dei ministri e leggi à la carte.

A creare partiti e leader o pseudotali in laboratorio (ultimi capolavori: l’Innominabile e Pisapia). A pagare mazzette per rifilare telescriventi obsolete alle Poste. A farsi anticipare i decreti per specularci e guadagnarci in Borsa. Dunque non può tollerare l’esistenza di un movimento che non prende ordini da lui, anzi non se lo fila proprio. Né tantomeno di un premier che non fa insider trading e, se gli mandi degli emissari per avvicinarlo, te li rispedisce al mittente. Infatti vuole B. al governo “pur di cacciare Conte”. E votare subito per far vincere Salvini&C. e far scegliere da loro, anziché dagli odiati “grillini”, il nuovo capo dello Stato. Da Tessera Numero Uno del Pd a leader della Sinistra per Salvini. Tanto, con la destra come con la sinistra, lui s’è sempre messo d’accordo. Franza o Spagna purché se magna. L’importante è levarsi dai piedi i 5Stelle perché “hanno truffato gli elettori e non han fatto niente”. Ma, se fosse vero, lui li appoggerebbe e forse li voterebbe pure. Il guaio è che hanno mantenuto un bel po’ di promesse (non con lui, però): hanno smontato un bel pezzo di Jobs Act (“A Renzi il Jobs Act l’ho suggerito io, lui mi è stato sempre molto grato”) col dl Dignità, dato un sacco di soldi ai poveri anziché a lui col Reddito di cittadinanza, varato la legge anticorruzione e antiprescrizione (lui per le sue tangenti fu per metà prescritto), imposto le manette agli evasori (e lui di indagini per elusione, evasione e falsi in bilancio se ne intende) e ora minacciano una legge contro i conflitti d’interessi fra imprese e giornali (un po’ come parlare di corda in casa dell’impiccato).

Non solo: non vogliono il Mes, il prestito europeo ipercondizionato per la sanità che l’accordo Ue sui 209 miliardi di Recovery Fund ha reso ancor più inutile di quanto già non fosse (infatti in Europa non l’ha preso nessuno, perché il primo che si alza confessa di essere in default). Tantopiù che il governo ha già stanziato 10 miliardi in un anno per la sanità, altri ne stanzierà col Recovery e per ora non ha problemi di cassa. Eppure CdB vuole a tutti i costi il Mes, non riesce a farne a meno, ne parla come il Papa del Paradiso. Qualche maligno potrebbe ricordare che la sua famiglia è padrona del gruppo Kos, titolare di 55 fra cliniche private e Rsa (alcune indagate per i contagi da Covid): vedi mai che qualche miliarduccio piova anche da quelle parti. Ma sarebbe un’ingiusta cattiveria. L’impressione che dava l’altra sera l’attempato prenditore, mentre smetteva di colpo la mutria malmostosa di chi sente dei cattivi odori per magnificare estasiato i balsamici effetti del Mes, era quella di un increscioso equivoco dovuto all’anagrafe. Che, cioè, avesse scambiato il Mes per un nuovo tipo di Viagra.

26 replies

  1. Non posso dimenticare, nella sua semplicità e chiarezza, la frase dell’ottimo calciatore Costacurta :” …voterò NO per non vedere le facce trionfanti di Toninelli e Di Maio…”.
    Poi, uno apre i giornali, legge quel che accade ancora una volta nel mondo del calcio e capisce tutto.

    "Mi piace"

    • @paolo diamante Roma
      Devi essere uno che il calcio non lo segue molto per capire solo ora quanto sia putrido.
      Al di là dell’ironia (non rivolta a te, ben inteso), sono vent’anni almeno che ho cancellato
      quell’inverecondo circo equestre dall’orizzonte dei miei interessi… e non sono il solo!🤮
      Ciao Paolo.

      Piace a 1 persona

  2. questo individuo SPREGEVOLE vale come chi vota piddi. Appeno lo vedo mi AMMALO DENTRO. Per questo consiglio a TUTTI di non accendere più la televisione, lo dico per la VOSTRA SALUTE. Ci si AMMALA DENTRO. Guardare un finto tiggi alla mentana maniera vi fa perdere almeno 3 giorni di vita a volta (morte lenta), vermigli almeno 20 (morte più veloce).

    Mettete Marcopolo alle 20:00, canale 222. Ritroverete la vostra anima persa, rubata e stuprata dai farabutti di questo paese MARCIO.

    Non dovevo nemmeno leggere l’articolo, tantomeno scrivere qualcosa, evitando così che il pezzo di merda mi rovinasse la giornata. Ma è troppo tardi. La prossima volta salto pure Travaglio, se l’oggetto è un pezzo di merda.

    Piace a 4 people

  3. dopo giorni il MT è tornato a svolgere il suo solito ruolo in cui eccelle: il fustigatore della tracotanza consortile dell’imprenditoria e la piaggeria vomitevole del giornalismo italiano.

    Così la smette per qualche tempo a ficcare il naso nelle tribolazioni dei 5Stelle, magari si decantano un pò.

    Piace a 3 people

    • Poi, considerato che De Benedetti ha, per usare un eufemismo, un certo ascendente sul pd (e non solo), mi chiedo se MT si faccia o meno qualche domandina sulla solidità di un alleanza a 360° con il movimento.

      Piace a 1 persona

      • Quanto sei belloooo!!!!
        Ti sarebbe piaciuto vedere il bimbo minchia di silvio(Il condannato cacciato dal parlamento)SALVINI a Palazzo Chigi.? VERO? IMPAZZITE ADESSO LECCHINI DELLA MAFIA DI SILVIO DAL 1994.
        PER AIUTARVI A DIRE CAZZATE AGLI ITALIANI ,VI È GIUNTO IN SOCCORSO L’AIUTO DEGLI AGNELLINI CHE HANNO ACQUISTATO REPUBBLICA/L’ESPRESSO PER RITORNARE SUBITO AL POTERE.
        RICCONI PEZZI DI MERDA:
        BERLUSCONI
        AGNELLI
        BENETTON
        💪🌟🌟🌟🌟🌟💪

        "Mi piace"

  4. “….e ora minacciano una legge contro i conflitti d’interessi fra imprese e giornali (un po’ come parlare di corda in casa dell’impiccato)”
    Spero che davvero si faccia, è il grimaldello per scardinare il sistema clientelare e prenditoriale.

    Piace a 2 people

  5. Mi sarei soffermata di più sul conduttore steso sul potente e critico nientedimeno con Bersani, che ha osato difenfere il governo di cui fa parte, perché sta gente si fa intervistare da chi non ha memoria, o da chi ce l’ha intermittemte. Comunque super Travaglio! Mi sa che oggi l’ingegnere necessita di un anti gastrico.

    Piace a 2 people

  6. Stiamo attenti al pd,dentro a quel contenitore vi sono tanti che lo adorano a questo signorino poco raccomandabile. Ancora una volta la distinzione destra sinstra si rivela uno specchietto per le allodole,infatti costui o Berlusconi pari sono come Napolitano Feltri,Santanchè,Violante,Renzi,Senaldi,Salvini,Veltroni etc etc…

    Piace a 2 people

  7. De Benedetti è proprio la faccia giusta per rappresentare quel Sistema di Potere da abbattere, e il problema è la stretta connessione di questo lestofante con il mondo vicino alla Sinistra PD , e poi IV . Ci sono pochi Bersani nel PD, ( che poi è in LeU), la maggior parte dei politici, come dei giornalisti d’area è sempre ossequioso con l’ingegnere. Con De Benedetti appare ancora più chiaro il perché il M5s non può xchierarsi a Sinistra.

    "Mi piace"

    • @Paolo
      Eddaie!
      “… il M5S non può schierarsi a sinistra’”
      Ma il M5S è l’UNICA forza politica, magari insieme a qualcuno, ma non tutti, di LEU, che oggi risponda ai
      requisiti per poter essere definita “di sinistra”… quanto meno a buona parte di tali requisiti.
      Basta continuare a definire quei servi/lecchini del Capitale di Pd e Iv come sinistra o, se non si vuole proprio
      bestemmiare, di centro-sinistra!
      Sono solo una propaggine della più bieca massoneria nazionale e internazionale.

      Piace a 3 people

  8. Acqua, ambiente, trasporti, connettività e sviluppo.
    Sono le 5 stelle.
    Presentarsi alle elezioni senza averne realizzata nessuna, perché affaccendati in altre cose ( importanti sicuramente ) è grave, mancano 2 anni, vediamo di darci una mossa, almeno l’acqua pubblica.. non dico tanto.
    Cdb bada ai suoi interessi, non coincidono con i nostri, lo sappiamo, tempo perso.

    Piace a 1 persona

  9. 🌟🌟🌟🌟🌟Carlo de Benedetti,padrone del quotidiano Repubblica che per 30 anni ha fatto finta di combattere berluscon💉 postandolo sempre in prima pagina per le sue malefatte/bunga bunga. Prendendo in giro i lettori che veramente volevano sconfiggere il nemico di Falc🌟ne & B🌟rsellino❗
    E grazie al doppio gioco di Carlo de Benedetti se ancora rischiamo la MAF💉A DI SILVIO📻🧾📺,colui che ha recluso gli italiani in una bolla di FAKE NEWS,NARCOTRAFFICO,CACCIA AL MIGRANTE,BUNGA BUNGA, CORRUZIONE DEI PARLAMENTARI …….E CHIACCHIERE FONDATE SUL NULLA🤑💉📺🧾📻🤑

    Piace a 2 people

  10. Cdb(renzi) e Silvio, coloro che hanno avvelenato i bambini italiani con 10 vaccini obbligatori (fino al 2017 son sempre stati solo 4 !!!!!!).
    E vorrebbero,se solo GOVERNASSERO ancora loro(E non i 🌟🌟🌟🌟🌟)INTRODURRE SUBITO
    ANTI-INFLUENZALE E
    ANTI-COVID
    OBBLIGATORI🖕🖕🖕🖕🖕🖕🖕🖕renzi🖕🖕🖕🖕🖕silvio🖕🖕🖕🖕🖕carlo de benedetti

    "Mi piace"

  11. Però, Perù e Perì Pierino la musica si ode sempre sul quotidiano affaccendarsi di questi faccendieri olotracotanti che hanno ridotto uno Stato e ripeto Stato a loro zerbino; il Partito aveva delle infrastrutture interne e capillari che forse avevano anche doppi ruoli ( ha saperlo ..) comunque funzionali ad un assetto di sistema conglomerante parte o piccole fette di società civile, referente al suo elettorato che, senza riferimenti a lavori e impieghi statali veri e propri, si era costituito una baraccopoli di archivisti semi nascosti che ingaggiavano persone, associazioni, enti creando legami sia economici che di deleghe civili. Queste strutture, riferenti alle care Botteghe oscure, hanno intessuto trame civili e sociali per quasi mezzo secolo… il Pd, che ha raccolto l’effluvio dei voti a sinistra, ha smantellato quello che era il vecchio partito e su questo la rottamazione renziana è andata a gonfie vele, ma ha anche lasciato dietro di se un vuoto trincerandosi dietro nuove strutture dai costi e dai giri esorbitanti e muovendo altrettante esorbitanti scacchiere su quasi tutto il territorio sotto il suo lume tutelare, creando quello che potremmo definire, l’industria del sociale ed è su questo elemento che si è avvicinato e affratellato con il partito delle libertà che è nato dal un terreno opposto dell’area industriale e confindustriale. quindi conf artigianato che ha ulteriormente stritolato gli artigiani e le partite iva ponendosi come interlocutore assoluto e assorbendo risorse in forme di parassitismo statale ….
    e adesso le formule leggere dei grillini, pur con la loro veracità, sembrano ali di farfalle sopra pachidermi morti..

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.