Vittorio Feltri: “Non c’è mai pace tra gli stupidi contro i trans”

(Vittorio Feltri – liberoquotidiano.it) – A volte un oscuro episodio di cronaca nera conta di più rispetto ad un trattato sociologico al fine di capire in che Paese viviamo. Quello che è successo nei dintorni di Acerra (Napoli) tra venerdì e sabato è assai istruttivo. Riassumo il fatto. Una ragazza, Maria Paola, si innamora di una donna che è diventata uomo, una o un trans. Le due persone si frequentano stabilmente da un paio d’anni. Chi ragiona in modo normale dice: «Affari loro, ciascuno in campo sentimentale e sessuale si comporta come gli pare». Io in particolare non ho nulla contro le lesbiche considerato che, oltretutto, hanno i miei stessi gusti.

Tuttavia il fratello adulto (sposato) di Maria Paola, Michele, non tollera che la sorella abbia una relazione con il trans, Ciro, e desidera darle una lezione affinché la smetta di avere un rapporto col suddetto. Il giovanotto è talmente arrabbiato con la familiare che decide di inseguirla in moto mentre questa su uno scooter percorre una strada asfaltata, sul sedile posteriore del quale è seduto Ciro. La raggiunge e la sperona facendola cadere e ruzzolare. Ella si ferisce alla gola e in pochi istanti muore. Non pago si accanisce sul trans e lo riempie di botte. Ovviamente Michele finisce in carcere. In un primo momento l’accusa è di omicidio preterintenzionale, vedremo se si trasformerà in omicidio volontario.

Intanto prendiamo atto che si tratta di un delitto tra i più odiosi. Ci domandiamo che cosa importasse all’assassino se la sorella si fosse innamorata in origine del suo stesso sesso. Non erano affari suoi, doveva sapere che ciascuno, congiunti inclusi, ha il diritto di scegliersi il partner che più gli aggrada. Ma in questo caso almeno subentra un problema di mentalità. C’è in giro ancora gente, come Michele, la quale pensa che un parente debba sottostare a regole familiari antiquate, che non ammettono né l’omosessualità né la transessualità.

Maria Paola, secondo costui, doveva subire una punizione destinata a farle cambiare tendenza. Assurdo. Tamponare lo scooter della ragazza è stato un atto di tale violenza che non può essere giustificato nemmeno dal più squallido moralismo. La povera signorina ci ha rimesso le penne, Ciro si è preso dei cazzotti ed ha perso la fanciulla con la quale divideva l’esistenza e ora Michele marcirà in carcere. Il tutto perché Maria Paola amava un individuo che egli disapprovava. Siamo alla follia. Per combattere la quale non basta una nuova legge, bensì servono i vecchi manicomi.

9 replies

  1. E’ sempre bello leggere Feltri che, quando cambia stile, ci conferma l’avvicinarsi di una scadenza elettorale.

    Non mi freghi, genio. So perfettamente che tue sei antidemocratico, fascista, misogeno, sessista. Da questo tuo articolo si evince, banalmente, quanto sia profonda la tua corruzione intellettuale, al servizio della destra, anzi, delle scadenze elettorali di destra.

    Detto questo, analizzerei che ha fatto la fortuna politica dell’odio del diverso e della famiglia “lgbt” e mi vengono in mente due nomi:

    Giorgia Meloni e Matteo Salvini.

    Immagino tu li conosca, dato che li difendi sempre e comunque.

    A bientot.

    Piace a 3 people

    • Timeo Danaos et dona ferentes. Qui gatta ci cova!

      Ero preoccupato: sono dovuto arrivare all’ultimo periodo dell’articolo per trovare qualcosa su cui non sono d’accordo. Eccolo: “Per combattere la quale non basta una nuova legge, bensì servono i vecchi manicomi”

      "Mi piace"

  2. E’ lo stesso Feltrinetti che declamava la libertà di chiamare “froci” gli omosessuali.
    bel tentativo
    ma chi credi di poter prendere per il qlo? “frocio”?

    "Mi piace"

  3. E’ sempre bello leggere Feltri che, quando cambia stile, ci conferma l’avvicinarsi di una scadenza elettorale.

    Non mi freghi, “GENIO” . So perfettamente che tu sei antidemocratico, fascista, misogeno, sessista.
    DA QUESTO TUO ARTICOLO SI EVINCE , BANALMENTE , QUANTO SIA PROFONDA LA TUA CORRUZIONE INTELLETTUALE , AL SERVIZIO DELLA DESTRA , ANZI , DELLE SCADENZE ELETTORALI DI DESTRA .

    "Mi piace"

  4. A busciardoooo, ma chi ti crede?!
    Poi, io avevo capito che La vittima si era innamorata di un uomo in origine, Ciro, che voleva diventare donna. O io non ho capito niente, e ci sta, o lui non si informa nemmeno su quello di cui intende scrivere.

    "Mi piace"

  5. Concetto giusto da condividere ma detto da Feltri non ci convince affatto anzi….. Poi la terapia manicomiale evocata alla fine ricorda molto le deportazioni di un doloroso passato.

    "Mi piace"

  6. “Io in particolare non ho nulla contro le lesbiche considerato che, oltretutto, hanno i miei stessi gusti”
    Io invece non ho nulla contro i gay proprio perché NON HANNO i miei stessi gusti 😉
    Un mio sogno? Immaginarmi giovane ed entrare in una discoteca piena di tante belle ragazze e tantissimi gay. Un luogo dove anche l’etero più timido e impacciato tromba più come una rockstar!!
    :-))
    Che dirvi, la competizione ai miei tempi e nel posto di provincia in cui vivevo era all’ultimo sangue e senza esclusioni di colpi, na faticaccia.
    Non ho mai capito l’avversione degli etero contro i gay.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.