Covid, vaccino spray: in arrivo il test

(adnkronos.com) – Ricercatori britannici stanno per iniziare le sperimentazioni di vaccini in spray nasale contro il nuovo coronavirus. Far arrivare le dosi direttamente dal naso ai polmoni potrebbe dare una risposta immunitaria migliore rispetto alle metodiche tradizionali, spiegano i ricercatori sulla Bbc online. Il team dell’Imperial College di Londra utilizzerà due apripista già in fase di sviluppo: quello di Oxford-AstraZeneca e uno dell’Imperial che è entrato nei test sull’uomo a giugno.

Circa 30 volontari sani riceveranno i vaccini sotto forma di nebulizzazione o aerosol, nello stesso modo in cui i farmaci per l’asma vengono somministrati con un nebulizzatore o una mascherina. Anche il vaccino contro l’influenzale stagionale può essere somministrato come spray nasale anziché come iniezione. Il ricercatore capo, Chris Chiu, ha sottolineato che “l’attuale pandemia è causata da un virus respiratorio che infetta principalmente le persone attraverso le cellule che rivestono il naso, la gola e i polmoni. Si tratta di rivestimenti specializzati, che producono una risposta immunitaria diversa al resto del corpo. Quindi è fondamentale capire se bersagliare in modo diretto le vie aeree può fornire una risposta” più efficace “rispetto a un vaccino iniettato nel muscolo”.

Come spiega Robin Shattock, responsabile della ricerca sul vaccino dell’Imperial College, “gruppi in tutto il mondo stanno attualmente lavorando a sperimentazioni cliniche sui vaccini Covid-19. E ci diranno se questi candidati possono produrre una risposta immunitaria sistemica contro il virus”.

“Tuttavia, è improbabile che questi studi ci dicano qualcosa sulla risposta localizzata nel naso, nella gola e nelle vie aeree, dove il virus attacca e invade le cellule. Può darsi – conclude – che un gruppo abbia il vaccino giusto ma il metodo di somministrazione sbagliato. E solo studi come questo potranno dircelo”.

1 reply

  1. Ma la banda di idioti Negazionisti, complottari e sovranari che fino a due settimane fa impestavano con i loro commenti da decerebrati il blog, SONO SPARITI?
    Avevano cercato la pugna con il sottoscritto, ma… Uagliu’, avete sbagliato pesce.
    Con me le vostre stronzate non hanno attecchito e i numeri e la realtà quotidiana vi hanno disintegrato e zimbellato.
    In Italia, nonostante una pesante campagna mediatica contro questo governo, c’è la stiamo cavando egregiamente. Ciò non toglie che il numero dei ricoverati in terapia intensiva e soprattutto dei decessi sia in salita.
    Ricordo a quei bastardi smemorati che le statistiche per fasce anagrafiche attestasero una letalita’ quasi nulla sotto i 40 anni.
    Infatti si sono infettati i giovani discotecari che facevano abbaiare al VIRUS Nullo.
    Ora che gli imbecilli sono ritornati in famiglia contagiando nonni, genitori e zii riemergono le criticità.
    Letalita’ oltre gli 80 anni al 41%.
    Letalita’ oltre i 90 anni al 18%. Praticamente ci arrivano gli highlander. 😄😄😄😄

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.