Guerra in Ucraina, Tajani: “Nessuna frenata sulla consegna dello scudo anti-aereo a Kiev”

(Anton Filippo Ferrari – tpi.it) – “Non ci sono freni sulla consegna dello scudo per la difesa aerea in Ucraina, abbiamo votato il rinnovo dell’autorizzazione a inviare armi a Kiev in un contesto europeo e della Nato, previa informazione del Parlamento”. Lo ha detto il ministro degli Esteri Antonio Tajani a Radio anch’io.

“Il progetto dello scudo è italo-francese, stiamo lavorando intensamente con i francesi, ci sono dei problemi tecnici da risolvere, per gli aspetti militari non burocratici – ha proseguito -, il ministro della Difesa Guido Crosetto sta lavorando, stiamo procedendo e non c’è nessuna frenata. Gli stati maggiori sono all’opera ma ci vuole tempo”.

Intanto nelle ultime 24 ore in Ucraina, secondo lo Stato maggiore ucraino, sono stati uccisi 710 soldati russi. Con il bilancio dei militari russi morti dall’inizio della guerra che sale a 112.470.

L’AGGIORNAMENTO DI ZELENSKY

“La battaglia per il Donbass continua e sebbene gli occupanti abbiano ora concentrato i loro maggiori sforzi su Soledar, il risultato di questa difficile e prolungata battaglia sarà la liberazione di tutto il nostro Donbass”. Lo ha detto il premier ucraino Volodomyr Zelensky, spiegando che i soldati ucraini resistono agli attacchi russi sempre più intensi a Bakhmut e Soledar, Kreminna e Svatov.

“Ringrazio tutti i nostri soldati che proteggono il nostro Bakhmut e mostrano la massima resilienza. Grazie a tutti i soldati di Soledar, che stanno resistendo a nuovi e ancora più duri assalti degli invasori. È estremamente difficile: non sono rimasti quasi muri interi… Grazie alla resilienza dei nostri soldati lì, a Soledar, abbiamo guadagnato tempo aggiuntivo e forze aggiuntive per l’Ucraina”. In quei luoghi, ha aggiunto, “tutto è completamente distrutto, non c’è quasi più vita” e “l’intera terra sotto Soledar è ricoperta dai cadaveri”.

Categorie:Cronaca, Interno, Politica

Tagged as: , ,

12 replies

    • Il pagliaccio ci ha presi per un bancomat. La vispa teresa von der leien e il compare stolt(emberg) insistono che dobbiamo riempire gli arsenali vuoti. Tutto mentre ci sono le file alla Caritas, negli ospedali per avere cure si aspettano mesi, andare in pensione decentemente non se ne parla, ecc. ecc…. Però negli USA la disoccupazione è ai minimi da un sacco di tempo. Francamente ne ho piene le OO dell’Ucraina dei nazisti di m.

      Piace a 3 people

    • Adesso basta, siamo stufi di svenarci per far guadagnare lo Zio Sam seguendolo in mezzo mondo, con la scusa di esportare la democrazia.
      Bisogna scendere in piazza coi forconi!

      Piace a 1 persona

  1. Non c’è mai stato alcun Governo, in Italia, che non si sia comportato da servo e non abbia ubbidito agli US.
    E non tiriamo fuori la ridicola scaramuccia di Sigonella. Ricordiamo piuttosto il Cernis, se vogliamo fare del ” colore”.

    Piace a 1 persona

  2. Il grugno da porco non gli manca a questo soggetto ‘atlantista’.

    Ma sentite questa:

    Intanto nelle ultime 24 ore in Ucraina, secondo lo Stato maggiore ucraino, sono stati uccisi 710 soldati russi. Con il bilancio dei militari russi morti dall’inizio della guerra che sale a 112.470.

    SECONDO LO STATO MAGGIORE UCRAINO, ovvero quelli che dichiarano di avere 14.000 morti (qualche mese fa), mentre la Von der Lein si era lasciata scappare che avevano 100.000.

    Ora, secondo voi, come potranno mai i russi avere avuto il 50% dei morti tra tutti i soldati dispiegati in Donbass? E il resto feriti gravi, ovviamente.

    Queste cifre se le possono permettere solo i soliti ucronazi, ma solo perché non hanno nient’altro da mandare che i disgraziati che arruolano in massa prendendoli persino da lungo le strade.

    Piace a 2 people

  3. A proposito: hanno appena preso SOLEDAR.

    On 10 January 2022, in the late afternoon, official media sources of the Russian Wagner PMC stated that the cirty of Soledar had been captured by Russian units.

    Soledar was one of the key points of defence of the AFU in the East of Ukraine. The city is home to Europe’s largest salt production facility.

    Evgeny Prigoggin, head of the Wagner PMC, announced:
    “Wagner PMC units have taken control of the entire territory of Soledar. A cauldron has been formed in the centre of the city, where urban fighting is taking place. The number of prisoners will be announced tomorrow.
    I should like to stress once again that no units other than those of the Wagner Cheka were involved in the storming of Soledar.”

    Piace a 1 persona