Il ministro degli esteri ucraino, Dmytro Kuleba, torna ad accusare Mosca per il caso del missile caduto in Polonia

KULEBA SENTE BLINKEN, ‘TUTTA RUSSA COLPA MISSILE POLONIA’

(ANSA) – ROMA, 17 NOV – Il ministro degli Esteri dell’Ucraina, Dmytro Kuleba, ha detto di aver avuto stamani una conversazione telefonica con il suo omologo americano, Anthony Blinken, con il quale si è detto d’accordo che è “interamente dei russi la responsabilità del suo terrorismo missilistico e delle sue conseguenze sul territorio di Ucraina, Polonia e Moldavia”. Lo scrive lo stesso Kuleba in un tweet.

KULEBA SENTE BLINKEN, ‘GRAZIE USA, MA ORA SERVONO I PATRIOT’

(ANSA) – ROMA, 17 NOV – In un secondo tweet, il ministro degli Esteri ucraino, Dmytro Kuleba, nella sua conversazione telefonica con il collega americano Antony Blinken dice di aver ringraziato gli Stati Uniti per la loro “assistenza militare cruciale”, sottolineando però il fatto che “la consegna dei sistemi di difesa anti-aerei all’Ucraina debba velocizzarsi”. I sistemi missilistici Nasams “hanno già dato prova della loro efficacia e sono anche convinto che sia giunta l’ora dei (missili di difesa antimissile) Patriot”, ha scritto il ministro degli Esteri ucraino, parlando della sua conversazione telefocnia con Blinken.

POLONIA, POSSIBILE CHE KIEV POSSA ACCEDERE A LUOGO ESPLOSIONE

(ANSA) – ROMA, 17 NOV – L’Ucraina probabilmente otterrà l’accesso al sito nel sud-est della Polonia dove un missile ha ucciso due persone. Lo ha detto il principale consigliere di politica estera del presidente polacco, Jakub Kumoch, parlando all’emittente privata TVN 24, come riporta il Guardian, dopo che Kyiv ha chiesto di poter accedere alla scena dell’esplosione. “Una squadra investigativa polacco-americana – ha detto Kumoch – è sul posto. Gli ucraini hanno chiesto di poter accedere al luogo delle indagini.

Se entrambe le parti sono d’accordo, e per quanto ne so non ci saranno obiezioni da parte americana, tale accesso potrebbe essere ottenuto presto. Esistono effettivamente dei materiali filmati, non vorrei parlare del contenuto dei materiali filmati che ho visto in modalità classificata, ma ovviamente il Primo Ministro ha dato tali informazioni, tali materiali esistono.

Sono le nostre normali foto dal confine, dove si vedono certe cose. Si vedono inquadrature sull’Ucraina, combattimenti sull’Ucraina, e a un certo punto, in un tempo molto breve, si vede una certa sequenza di eventi”. Il capo dell’Ufficio per la sicurezza nazionale polacco, Jacek Siewiera, ha inoltre dichiarato all’emittente privata RMF FM che, a quanto gli risulta, il presidente polacco Duda non si è opposto alla presenza di osservatori ucraini sulla scena.

Categorie:Cronaca, Mondo, Politica

Tagged as: , ,

1 reply

  1. UKRAINE tried to start WW3 yesterday when a UKRAINIAN missile struck a NATO country and killed innocent civilians.

    Ukrainian leaders LIED and BLAMED RUSSIA. The AP wrote it up unquestioningly.

    Ukrainian Leaders LIED to try and initiate full-blown WW3.

    These are the facts.

    — Benny Johnson (@bennyjohnson) November 16, 2022

    "Mi piace"