Cara Concita De Gregorio…

(Alessandro Orsini) – Cara Concita De Gregorio, siccome oggi mi attacca frontalmente, le rispondo gentilmente.

Se lei pensa che l’esercito russo si sia ritirato da Kherson perché è “un’armata disastrata”, o perché non ha voglia di combattere, allora non ha capito niente della guerra in Ucraina. Semplicemente non ha capito quale sia l’epicentro strategico del problema a Kherson. Se lei facesse il suo lavoro di giornalista con un minimo di spirito critico, avrebbe prestato attenzione alle dichiarazioni di Zelensky, che teme una “trappola”, o quelle del comandante dell’esercito americano, Mark Milley, che invita alla diplomazia con la Russia.

Gentile De Gregorio, come si concilia la sua tesi dell’esercito russo come esercito di morti di sonno con l’invito alla diplomazia di Milley o con i timori di Zelensky di una trappola? Lei avrebbe paura della trappola di un morto di sonno? Aprirebbe una trattativa diplomatica con un’“armata disastrata”? Le sia noto che il massacro di Kherson potrebbe avvenire più avanti, purtroppo, poiché i russi hanno i cannoni puntati sulla città. Dia tempo al tempo: la sua parte politica è piena di uomini che lavorano per il sangue e potrebbe pentirsi presto della sua sicumera.

Svolta questa premessa, cerchiamo di capire la tecnica che lei utilizza per fare propaganda.

Lei dice: “Cari lettori, guardate quale strabiliante successo l’esercito ucraino ha conseguito a Kherson!”. La conclusione della sua parte politica è di mandare più armi per ulteriori successi e opporsi alla diplomazia.

Questo è quel che dice per creare consensi intorno alle politiche di morte in Ucraina.

Che cosa lei non dica glielo dico io.

Non dice che l’Unione Europea, la Nato e Biden, hanno voluto fare il muro contro muro con la Russia con i seguenti risultati.

L’Ucraina è un lago di sangue, dove sono morti almeno centomila soldati ucraini.

L’Ucraina è un Paese devastato: le sue infrastrutture energetiche sono al collasso e milioni di ucraini sono senza luce, né acqua, al punto che Zelensky ha dovuto mettere a punto un piano per l’evacuazione di tre milioni di persone da Kiev ove la Russia riprenda a bombardare la città. L’Ucraina è un Paese in bancarotta, dipendente dall’Occidente per i soldi, le armi, l’addestramento e pure internet.

L’invasione russa finora è costata all’Ucraina più di 600 miliardi di dollari, intere città rase al suolo e milioni di profughi. C’ha fatto caso?

L’Ucraina è un orfanotrofio a cielo aperto: la morte di centomila soldati ucraini significa un’infinità di orfani. C’ha mai pensato?

L’Ucraina è un infanticidio permanente: almeno 450 bambini ucraini sono stati uccisi finora e circa 850 sono stati feriti. L’ha mai saputo?

L’Ucraina rischia di essere colpita dalle armi nucleari: un pericolo tutt’altro che svanito.

La sua parte politica può scegliere tutti i giorni tra la via della diplomazia e quella della guerra, e tutti i giorni sceglie la seconda, rendendosi in tal modo corresponsabile di un simile massacro.

Infine, a differenza di quel che scrive, la ragione per cui molti seguono ciò che dico sulla guerra in Ucraina, mentre nessuno ascolta lei, è perché tante persone hanno capito che lotto contro tutti i tipi di propaganda, compresa la sua. Capisco la sua difesa del giornalismo “mainstream”: lei ne è un prodotto.

Chi vuole bene all’Ucraina chiede di fermare la guerra subito.

48 replies

  1. “Chi vuole bene all’Ucraina chiede di fermare la guerra subito”

    Visto i tuoi accosti e preferenze con/per Putin, orsini, vai a dirgli di smettere la mattanza infame e di tornare a casa sua. Problem solved.

    Tutte le atrocità che hai elencato per concita le ha fatte l’amico tuo eh, non sussi e biribissi

    "Mi piace"

      • Chi ha amichetti siete voi qui, ne’ russi ne’ ucraini sono amici miei.

        La storia del Donbass che ripetete come un disco rotto conta zero, (hai dimenticato di aggiungere i soliti Siria, Afghanistan, Iraq, etc a proposito), roba ucraina in territorio ucraino che non dava a nessuno il diritto di andare in casa d’altri a distruggere ed ammazzare a destra e a manca.

        Mentalità occhio per occhio dente per dente da primitivi avete. Anzi da animali.

        Comunque è sussi, non sissi.

        "Mi piace"

    • Allora ci spieghi perchè dal 2014 il governo di Kiev bombarda l’est dell’Ucraina; ci spieghi perchè da allora ha compiuto una nutrita serie di crimini contro l’umanità quali uccisione indiscriminata di civili, bambini e anziani, torture, negazioni dei diritti fondamentali, fosse comuni per l’occultamento di cadaveri, tutto certificato da fonti esterne Amnesty in testa. Ce lo spieghi, lei la de Gregorio, una buona volta.
      Parliamo di vite umane, chiaro?

      Piace a 2 people

      • X Frankie:

        almeno gli omini senza insegne non si sono messi a sparare a poliziotti e manifestanti a Maidan, né ad incendiare la casa dei sindacati ad Odessa.

        A proposito, quando parti per il Donbass? La terra ucraina aspetta anche la tua carcassa.

        "Mi piace"

      • SM
        in piazza Maidan io ho visto solo un fantoccio uscito da una truffa elettorale cannoneggiare i civili per mesi, e poi scappare in elicottero con la coda fra le gambe dal suo pappone.

        Piuttosto, visto oggi i tuoi eroi del Wagner Group? Hanno spaccato la testa a martellate ad un presunto “traditore” ed hanno postato il video su Telegram.
        Qui siamo addirittura oltre l’ISIS. Complimenti.

        "Mi piace"

    • Brava Raffa, noi siamo dalla parte giusta… avanti con il massacro… per il bene dell’Ucraina naturalmente!

      "Mi piace"

  2. ahahah grande! il prof Orsini mena come un fabbro ferraio e non ha paura di niente, meno che mai di queste mezze calzette addette alla propaganda. Spocchiosa, smorfiosa, “la sua parte politica” è come un abito cucitole addosso, con quell’ideale di una pretesa superiorià di elite che non capisce niente, solo ipocrisia e vanagloria, ma soprattutto belligeranza, loro vogliono e tifano per la vittoria sul campo, vogliono soddisfazione, fino all’ultimo ucraino, si è capito da tempo

    Piace a 4 people

  3. “Infine, a differenza di quel che scrive, la ragione per cui molti seguono ciò che dico sulla guerra in Ucraina, mentre nessuno ascolta lei, è perché tante persone hanno capito che lotto contro tutti i tipi di propaganda, compresa la sua. Capisco la sua difesa del giornalismo “mainstream”: lei ne è un prodotto.”

    Questa me la incornicio.
    Sono soddisfazioni. 🤗

    Piace a 2 people

  4. Certo che Orsini non ne fa passare una di queste comunichescion pro ucraini…e fa bene e lo ritengo un tipo tosto.
    Pensate che è passata la menzogna dei morti lungo la strada … come se i russi ,prima di scappare, avessero pure messo le croci e i nomi sulle tombe.
    Come se nelle centrali nucleari (Cernobil eccc) non avessero , con la loro presenza , salvaguardato l’Ucraina e l’Europa da eventuali sabotaggi ucraini.Gli hanno pure distrutto le centrali elettriche …potevano invece gettare missili sui civili: ma :non lo hanno fatto!Anzi li hanno avvisati di sgombrare!
    Questi cattivoni.

    Piace a 2 people

  5. Il fatto che il prof. Orsini collochi la signora “in una parte politica” è segno evidente di profonda umanità e di atteggiamento longanime.

    "Mi piace"

  6. Professor Orsini, non perda tempo a discutere con questa gentile signora, la lasci dire, ha bisogno di mettersi in mostra per non rimanere senza stipendio. Se ne avesse tempo e voglia, le chiederei di fornirci maggiori informazioni su questo vergognoso momento che l’umanità vsta attraversando, ci dia, per favore, gli strumenti per fermare questi folli capi di stato bcapeggiativda un ottuagenario.

    Piace a 2 people

  7. L’inverno sta arrivando e rimanere infangati nelle steppe ucraine o nelle città disastrate avrebbe poco senso.
    Se ne vanno e, se non si arriva alla pace, poi ritornano.
    Con altri massacri.

    "Mi piace"

  8. “L’Ucraina è un Paese in bancarotta, dipendente dall’Occidente per i soldi, le armi, l’addestramento e pure internet”
    Questo è ciò che interessa di più ai supporter dei guerrafondai della Natk.
    I morti, per loro, sono incidenti di percorso.

    "Mi piace"

  9. “Chi vuole bene all’Ucraina chiede di fermare la guerra subito”. Chi vuole bene a te, spettabile Orsini, dovrebbe consigliarti di andare a zappare, saresti meno imbarazzante.

    "Mi piace"

    • Anton se ti senti imbarazzato da Orsini fa a meno di leggerlo così non avrai più alcun dubbio in testa 😂
      Io lo leggo e seguo perché lo trovo dirimente.
      Pensa un po’!

      Piace a 3 people

      • Eh, Seve… ce ne sono tanti, qui, che dovrebbero evitare anche solo di venire su Infosannio, ad insultare sin dagli esordi, visto che ci considerano portatori (credo insani) di mentalità da primitivi, anzi da animali (finalmente l’ha detto chiaramente, ma si poteva arguire).
        Probabilmente sono emissari stipendiati(spero per loro) o no della parte politica di cui sopra… o, peggio, della sua involuzione renzo-calendiana.
        Sempre che abbiano una mentalità, LORO, e non siano SOLO espressione del mainstream più becero.

        Piace a 2 people

  10. The NATO-backed Atlantic Council has proposed apartheid Israel as a blueprint for a hyper-militarized Ukraine. The paper was authored by Obama’s former ambassador to Tel Aviv, now an Israeli spy-tech consultant.
    Just forty days after Russia’s military campaign began inside Ukraine, Ukrainian President Vlodymyr Zelensky told reporters that in the future, his country would be like “a big Israel.” The following day, one of Israel’s top promoters in the Democratic Party published an op-ed in NATO’s official think tank exploring how that could be executed.

    Zelensky made his prediction while speaking to reporters on April 5, rejecting the idea that Kiev would remain neutral in future conflicts between NATO, the European Union, and Russia. According to Zelensky, his country would never be like Switzerland (which coincidentally abandoned its Napoleon-era tradition of nonalignment by sanctioning Russia in response to its February invasion). https://thegrayzone.com/2022/09/17/zelensky-nato-ukraine-big-israel/

    "Mi piace"

  11. Io non ho le competenze/strumenti per sapere se quello che dice e scrive Orsini sia vero, non posso ignorare però che nel 2018 ha previsto questa guerra, probabilmente in base alle sua competenza , ai suoi studi e formazione professionale, mentre la Concita, al tempo, scriveva o diceva qualcosa su un qualsiasi argomento di moda, di distrazione di massa o di gossip politico, sotto auricolare o dettatura, provando, davanti alla telecamera , se la sua aria, da intellettuale esperta, fosse almeno passabile fra le varie omissioni, mezze verità, strumentalizzazioni, utili alla propaganda funzionale al tema dato……da cui io non posso certamente giudicare la veridicità di Orsini, ma so con certezza che la categoria/parte di appartenenza della ” giornalista” mente sapendo di mentire, praticamente su tutto, è parziale e servile, non ha alcuna competenza specifica in alcuna materia , salvo quella della “sua ” opinione, accuratamente costruita per favorire od attaccare qualcuno o qualcosa, nell’ ambito della mera propaganda e non dell’ informazione, che per essere tale dovrebbe vedere contrapposti fatti ed argomentazioni fra competenze ed esperti diversi. ……leggere od ascoltare la De equivale a partecipare al pettegolezzo fra comari, che almeno lo fanno gratis…….Orsini non è certamente il verbo, ma è un esperto, lo si può leggere od ascoltare senza pregiudiziali, ritenendolo utile o meno, poi ognuno è libero di credere o meno alle sua lettura della realtà ……..io ho difficoltà a conoscere la realtà del mio comune di residenza, del mio paese, figuriamoci di una guerra fra Ucraina e Russia, mi limito a leggere fra le varie competenze in merito, e fra queste non figura la De Gregorio…….un Signorini da amenità di GF, solo più insopportabile, e meno divertente anche per il chiaccericcio dal parrucchiere! E paradossalmente per la messa in piega e taglio, si sceglie il parrucchiere esperto, mentre per la costruzione dell’ opinione personale o pubblica va bene la qualunque, non conta affatto il percorso di studi, i titoli, la competenza e professionalità, Orsini è laureato e docente universitario, basta il prodotto mediatico, se non la truffa mediatica. …..è come farsi tagliare i capelli, aggiustare la lavatrice o la macchina da chi non è parrucchiere, idraulico o meccanico…..non è colpa loro se poi va di m…a!

    Piace a 1 persona