Migranti, Conte: “Da Francia non è giustificata reazione così forte”

“Basta slogan, ora Meloni fa conti con realtà: blocchi navali impossibili”

(adnkronos.com) – “La Francia deve prendere atto che ha le coste che si affacciano sul Mediterraneo. Se qualche volta una nave Ong dovesse dirigersi verso le sue coste, non è giustificata una reazione così forte e veemente. Anche io ho avuto dei problemi qualche volta con i francesi…”. Lo ha detto Giuseppe Conte in una intervista a’Zona Bianca’, in onda questa sera a Retequattro. ”Non so cosa si sono detti Meloni con Macron ma -ha sottolineato il leader di M5S- quando sono stato il presidente del Consiglio ho dovuto affermare che anche chi sbarca in Francia sbarca in Ue“.

“La presidente Meloni adesso si sta scontrando con la dura realtà. Basta festival di partito, basta slogan, basta esibizioni muscolari. Lei adesso, ovviamente rispetto agli impegni presi con gli elettori, sta prendendo atto che blocchi navali non se ne possono fare: sono contrari a qualsiasi regola di diritto umanitario. Le persone che arrivano qui nei nostri porti devono sbarcare, perché un giorno in più significa un giorno di sofferenza in più per chi sta in condizioni disperate che vanno tutelate”.

”Le persone che arrivano in Italia nei nostri porti devono sbarcare. Bisogna tutelare la dignità di queste persone. E lei li ha fatti sbarcare tutti. Ha tradito, dunque, gli slogan inaccettabili che aveva lanciato in campagna elettorale e per anni…”.

“Meloni ha due occasioni storiche. La prima: andare al prossimo Consiglio europeo e convincere polacchi e ungheresi che sono quelli che si sono opposti a un meccanismo automatico europeo di redistribuzione” dice Conte. “Lei ha influenza su questi amici. Se li convince, io ne prenderò atto e le darà riconoscimento pubblico di un passo avanti, a parte slogan e propaganda. Seconda occasione storica: un altro passo avanti Meloni può compierlo con i rimpatri. Salvini non ci è riuscito nonostante i miei incitamenti, lei ci può riuscire”.

REDDITO DI CITTADINANZA – ”Io l’animo in pace sul reddito di cittadinanza come chiede Salvini, non me lo metterò mai” avverte. “Adesso Meloni e anche Renzi si scontrano con la dura realtà , con la realtà di fatto. E’ un sistema di protezione necessario. Hanno dovuto rimangiarsi tutto quello che hanno detto, adesso prendono atto della necessità di un sistema di protezione sociale”.

”Meloni si scontra con la dura realtà. Il reddito di cittadinanza è un sistema di protezione sociale necessario. Solo un terzo dei redditi riguarda gli idonei al lavoro e sono anche loro in condizioni di povertà assoluta. E’ un momento difficile per tutta la comunità nazionale. Dopo la guerra ai poveri, ora dicono miserevolmente ‘a noi serve un miliardo’. E’ ridicolo ricavare un miliardo, togliendo a chi non ha da mangiare, senza toccare i poteri forti con gli extraprofitti. Sono peggio di Draghi. Perché non andiamo a prendere i profitti ingiusti?”.

SUPERBONUS – “Ma Meloni e Fdi non erano quelli, che insieme agli altri alleati di centrodestra, hanno sempre elogiato il superbonus? Ora che sono al governo, hanno fatto peggio di Draghi. Draghi ha fatto incagliare la cessione del credito. Lei fa peggio e depotenzia completamente il Superbonus. Dire che va risolto tutto entro il 25 novembre significa bloccare tutto, perché il 25 novembre è domani mattina”.

COVID – ”Da leader dell’opposizione Meloni ha detto tante bugie e falsità. Ma come premier non se lo può permettere – attacca Conte -. Ora deve sposare il profilo istituzionale e si deve calare nel ruolo di presidente del Consiglio. Non si mente agli italiani, non siamo più in campagna elettorale”.

M5S – ”Io punto a continuare ad essere, fino a fine mandato, il leader del Movimento Cinque Stelle”, assicura Giuseppe Conte, rispondendo a chi gli chiede, ospite di ‘Zona Bianca’, di commentare i rumors secondo i quali lui si starebbe mangiando il Pd. I sondaggi dicono che lei è leader dell’opposizione, fa notare il conduttore Giuseppe Brindisi. L’ex premier replica: ”Se io in questo momento prende delle posizioni chiare, non lo faccio per mettere in difficoltà altre forze politiche. Io non faccio mai politica contro qualcuno”.

“Il Movimento Cinque Stelle è una forza sorridente, gentile. Noi vogliamo trasformare, cambiare in meglio la società. Ci sono altri, invece, per esempio nel fronte dell’opposizione, che hanno dichiarato che il loro obiettivo è demolirci… E parlo di Renzi e di Calenda…”.

UCRAINA – “Il negoziato di pace, l’ho sempre detto, è l’unica via di uscita e andava impostato sin dall’inizio. Noi rischiamo di essere scavalcati dagli Usa. In questo momento in America è in corso un dibattito tra falchi e colombe e non è da escludere che saranno gli Usa prima di noi a cambiare la strategia e noi ci ritroveremo, supini, a condividere questa nuova strategia”.

Categorie:Cronaca, Interno, Politica

Tagged as: , ,

9 replies

  1. Tutto giusto, ma come intende riorganizzarsi sul territorio?

    Non esiste un partito politico o movimento che sia, che non ha sezioni o gruppi sul territorio. Sennò uno potrebbe dire: M5S CHI?

    "Mi piace"

  2. Io resto sempre allibita dal fatto che a Conte venga contestata la CRESCITA, nei sondaggi, del m5s, con relativa accusa di voler fagocitare il Pd…come se fosse blasfemia la sola idea.
    Mi risulta che i leader di partiti in crescita siano sempre stati apprezzati, addirittura incensati, per questo.
    Ma se osa farlo il m5s diventa una COLPA? 😳
    A scapito del PD, poi… 😱orrore…
    Abbiamo rubato in chiesa! Abbiamo abbattuto le statue dei Santi!
    Dagli agli iconoclasti di me3da!!!

    Piace a 3 people

    • Fattene una ragione. Se ha la pochette, perché ha la pochette. Se veste il lupetto, perché veste il lupetto. Se Conte camminasse sull’acqua, lo accuserebbero di non saper nuotare. Per quanto mi riguarda, il miglior PDC che abbia mai conosciuto. Spero non mi deluda come presidente M5S. Peccato solo che con Dibba…

      Piace a 2 people

  3. Sugli sbarchi ha ragione, quando arrivano nelle acque italiane non c’è più niente da fare, i blocchi navali sono illegali e impraticabili operativamente, però… parlare sempre di Ungheria e Polonia (che ha fatto il pieno di ucraini) è pretestuoso, siamo in 27, perchè non si nominano gli altri, partercipano alla redistribuzione? e in che misura? Non ne sappiamo niente. E mettiamo che l’Ungheria, per fare contenta l’UE, se ne prenda qualche centinaio o migliaio, abbiamo risolto il problema delle migrazioni dall’africa? Conte pensa di fronteggiarle col metodo dei vasi comunicanti senza porsi criteri di sostenibilità? L’altro giorno, in un post pubblicato qui sopra, il prof Orsini ha argomentato il tema in maniera interessante, come non te lo aspetteresti mai da un liberal progressista, ma ha posto esattamente i punti critici della questione che vanno oltre lo sbarco

    "Mi piace"

  4. […] ”Se io in questo momento prendo delle posizioni chiare, non lo faccio per mettere in difficoltà altre forze politiche. Io non faccio mai politica contro qualcuno”.
    “Il Movimento Cinque Stelle è una forza sorridente, gentile. Noi vogliamo trasformare, cambiare in meglio la società. Ci sono altri, invece, per esempio nel fronte dell’opposizione, che hanno dichiarato che il loro obiettivo è demolirci… “

    Ecco, bravo. Concentrati su ciò che è giusto fare per migliorare la società. E di coloro che fanno parte dell’eterno teatrino della politica politicante… NON TI CURAR DI LORO MA GUARDA E PASSA!!! Deve passare l’idea – che dovrà diventare senso tra la gente – che il partito di Conte è di tutt’altra pasta!

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...