Ai confini della realtà

(di Marco Travaglio – Il Fatto Quotidiano) – Schierati col popolo ucraino contro l’aggressione russa fin dal primo giorno, anche accogliendo profughi con la nostra Fondazione, siamo felicissimi per la tanto attesa controffensiva. Ma non vorremmo che l’entusiasmo per questi primi segnali in controtendenza dopo 202 giorni di predominio russo levasse lucidità agli strateghi da divano. Nei primi sei mesi e mezzo di […]

Categorie:Cronaca, Interno, Politica

Tagged as: , ,

82 replies

  1. Ai confini della realtà

    (di Marco Travaglio – Il Fatto Quotidiano) – Schierati col popolo ucraino contro l’aggressione russa fin dal primo giorno, anche accogliendo profughi con la nostra Fondazione, siamo felicissimi per la tanto attesa controffensiva. Ma non vorremmo che l’entusiasmo per questi primi segnali in controtendenza dopo 202 giorni di predominio russo levasse lucidità agli strateghi da divano. Nei primi sei mesi e mezzo di guerra le truppe di Putin hanno occupato un quarto dell’Ucraina: un territorio vasto quanto metà dell’Italia. E se, per riconquistarne un fazzoletto, quelle di Zelensky hanno impiegato oltre mezzo anno, forse ha ragione l’intelligence Usa a ritenere lievemente prematuro vendere la pelle dell’orso prima di averlo cacciato. Come ha detto il generale Mini alla festa del Fatto, è in queste fasi di stallo che la politica – ove mai esistesse – dovrebbe forzare la mano per un negoziato. Possibilmente prima che Putin, per uscire dall’impasse, valuti l’opzione nucleare tattica o solo l’uso massiccio dell’aeronautica (finora pressoché assente) per spianare le aree che non riesce a conquistare o tenere con le truppe di terra e i mezzi obsoleti impiegati fin qui. L’iniziativa potrebbe prenderla l’Italia, decidendosi a rispettare la nostra Costituzione, che diversamente da altre vieta l’invio di armi ai non alleati, e proponendosi come mediatrice. Invece i nostri “esperti”, che fino al 24 febbraio pensavano che il Donbass fosse un prete nano, già parlano di “disfatta russa”, “ritirata”, “crollo”, “rotta”, “Caporetto”, “fine di Putin” e altre fesserie, fomentando gli opposti estremismi di Kiev e Mosca (“Niente dialogo: guerra fino alla vittoria”).

    Rep annuncia in prima pagina: “Ucraini alle porte della Russia. La controffensiva raggiunge il confine”. La Stampa: “Ucraini al confine russo”. Il Messaggero: “Russi ingannati e in rotta: gli ucraini sono al confine”. E Libero: “Ucraini al confine con la Russia”. Non vorremmo deludere nessuno, ma gli ucraini sono al confine russo da quando esiste l’Ucraina, che confina da sempre con la Russia. E lo erano anche prima della controffensiva, perché le truppe russe non avevano mai occupato l’intero confine, ma solo la parte Sud (di cui ora han perso un pezzo). L’Italia ha ai confini Francia, Svizzera, Austria e Slovenia, però non si sognerebbe mai di sentirsi sconfitta per così poco: càpita a tutti gli Stati del mondo, isole escluse. Ma sono tempi duri, per i titolisti dei giornaloni, anche sul fronte interno. Rep: “Il M5S è in ripresa al Sud. Letta ora spera nel pareggio: ‘Possiamo farcela’. Consensi in crescita per Conte”. Delle due l’una: o Letta si crede Conte; oppure, non potendo sperare nei successi del Pd, esulta per quelli dei 5Stelle perché in fondo, decoubertinianamente, l’importante è partecipare.

    Piace a 12 people

    • Caro Travaglio invece di uscire con un editoriale con il capo cosparso di cenere per le tue assurdità dette sulla guerra, a cominciare dalla prima ora, quando dicevi che la guerra era una FAKE NEWS DI BIDEN, per non parlare del dopo quando dicevi che mandare armi voleva dire prolungare l’agonia degli ucraini, e non invece aiutarli in una lotta di LIBERTA’, come invece si sta dimostrando in questi giorni, continui con le tue farneticazioni. Mi spiace per te ma la tua credibilità su questa vicenda è pari a quella di un giornale sovietico. Guarda, Travaglio, sei così felice della controffensiva ucraina che sul tuo giornale la notizia è apparsa in un riquadretto minuscolo in cui peraltro il titolo diceva “ma Mosca minimizza”. Chiunque sia dotato di un cervello normale capisce bene da che parte sei Travaglio. Beninteso legittima la tua posizione, ma per me, personalmente, è disgustosa.

      "Mi piace"

      • Editoriale cosparso di cenere? Guardi che al mattino si beve il caffè latte. Non Sambuca Molinari a gogó, che poi si postano ste robe da ubriaconi

        Piace a 1 persona

      • Forse non ha letto bene l’editoriale di Travaglio che non si cosparge per niente il capo di cenere e che non rinnega quanto sostenuto fin ora. Anzi è qui a ribadirlo . accenna metaforicamente alla pelle , già messa in vendita, dell’ orso che non è stato ancora catturato e sottolinea che fin qui i Russi hanno giocato e faranno sul serio quando inizieranno con l’aviazione , finora non utilizzata e quando avranno smaltito tutte le loro armi difettose e obsolete. Contro la Russia non c’è l’hanno fatta né Napoleone né Hitler e non credo possa riuscirci Zelenscki

        Piace a 1 persona

      • L’unica cosa disgustosa che leggo è un commento pieno di astio ed odio come il tuo Francesco, senza uno straccio di considerazione ponderata, roba da puro tifo da stadio di bassa lega. Mi sa che sei qualche giornalista della Repubblica dei Transumani o del Corriere della Svastica (che ha difeso i macellai nazisti di quegli infami del battaglione Azov). Chiunque sia dotato di un cervello normale non scriverebbe un commento così inquietante e rabbioso.

        Piace a 4 people

      • @Azzorriano: “Corriere della Svastica (che ha difeso i macellai nazisti di quegli infami del battaglione Azov).” è fantastico. Non lo dimenticherò!

        "Mi piace"

  2. vabbè ragazzi, ma che i giornalastri raccontino una realtà parallela a quella esistente non è cosa nuova.
    che tentino di convincere i lettori a credere che quello che esiste solo nelle loro teste bacate sia reale non è cosa nuova.
    il guaio è che resiste un piccolo gruppetto di persone che dà ancora retta a questi soloni della carta stampata. che legge Repubblica o la Stampa convinto di informarsi su quello che succede in Italia o nel mondo, mentre in realtà sta solo leggendo quello che il gruppo GEDI vuole che lui pensi stia succedendo in Italia o nel mondo.
    e lungi da me ogni complottismo, semplicemente i giornali sono faziosi.
    però occorre fare una distinzione: ci sono quelli che sono dichiaratamente faziosi, e allora sono inaffidabili, ma chi li legge lo sa perfettamente. è il caso dei fogli di destra: il Giornale (carta per incartare le uova), Libero (carta igienica), la Verità (un po’ più decoroso degli altri due), che vengono letti da gente che vuole essere pompata nel suo odio contro questo o contro quello.
    anche Repubblica è fazioso: fu fondato da Barbapapà per essere un giornale della intellighenzia de sinistra, e tale è rimasto.
    ma ci sono anche giornali che fanno finta di essere neutrali, ma non lo sono: ad es. il Corriere e la Stampa (da quando c’è Giannini, uno dei peggiori giornalai italiani, è ancora più a sinistra di Repubblica). questi sono molto peggio, perché chi li legge è davvero convinto di leggere informazione neutrale e di qualità. e invece sono i soliti deliri inventati.

    Piace a 6 people

    • “la Stampa (da quando c’è Giannini, uno dei peggiori giornalai italiani, è ancora più a sinistra di Repubblica)”

      Sicché:
      Repubblica (e quindi Sambuca) è “a sinistra”?
      E la stampa (e quindi Giannini) è “a sinistra della sinistra”?

      Mah!

      Piace a 6 people

      • Cosa significa essere di sinistra? Se in Italia la sinistra non ha mai superato il 30% significa che il 70% del popolo italiano ha sempre considerato i “sinistri” dei bugiardi falsificatori della cronaca e della storia.
        Credo che lo stesso Conte, dichiarandosi progressista invece che di sinistra, consideri il termine sinistra come qualcosa di spregevole che sta bene in bocca ai tipi alla Augias, alla Giannini alla Mieli, alla Mentana, ecc. Insomma, un termine che si addice perfettamente a quelli che si credono i veri acculturati ai quali dovrebbe essere consegnato il potere, anche contro la volontà della maggioranza da loro ritenuta inferiore.

        Piace a 2 people

      • Quindi Renzi che è arrivato al 40% è stato considerato uno statista interprete del presente, ma soprattutto un uomo sincero.
        Il ragionamento non fa una piega!

        Piace a 1 persona

    • @Mazzuolatore

      Concordo integralmente su Giannini (e tutti gli altri fenomeni), ma non dimentichiamoci di Alessandro De Angelis, un pezzente mentale di un giornalone altrettanto marcio che spesso vien dimenticato e cioè l’Huffington Post, eh? Che pure lui… te lo raccomando, coi suoi “digiàmo”!

      "Mi piace"

  3. Non accetto questa posizione di Travaglio. Gli eventi delle ultime settimane stanno contraddicendo la sua narrazione e quella del putiniano Orsini, articolista del giornale e cabarettista teatrale degli spettacoli prodotti da SEIF SpA.
    Vista la malaparata ricorre al solito espediente, cioè sputtanare la concorrenza.
    Che se lo meriterebbe pure, ma non è questo il punto.
    Non avevate sostenuto, con Orsini, che l’Ucraina dovesse arrendersi senza colpo ferire assoggettandosi alle pretese del sanguinario dittatore russo?
    Ora che è in atto la controffensiva, funzionale ad un eventuale negoziato di pace da una posizione di forza, pretenderesti di convincermi con i distinguo?
    E basta pure con sto generale Mini. Non ne sta azzeccando mezza. Sicuro che abbia prestato servizio esclusivo per l’Italia e l’alleanza di appartenenza?
    Condannate a chiacchierare la Russia, ma vi augurare che vinca la guerra di aggressione.
    La verità è che delle sofferenze e delle atrocità sofferte dagli ucraini ve ne frega meno di ZERO

    "Mi piace"

    • “Non avevate sostenuto, con Orsini, che l’Ucraina dovesse arrendersi senza colpo ferire assoggettandosi alle pretese del sanguinario dittatore russo?”

      No.
      E quindi essendo la protasi un falso, l’apodosi nonché tutto il resto è irreale.
      Ciao JB!

      Piace a 2 people

    • Non lo ammetteranno mai. Secondo me non sono neanche dalla parte di Putin, ma ormai vanno dietro a questa pseudo contro informazione, pur di andare contro e fare rumore. Così sono invitati nei talk, scrivono articoli, fanno convegni e guadagnano PALATE DI SOLDI. Se avessero avuto una “scialba” posizione a favore del popolo invaso, non se li sarebbe filati nessuno.

      "Mi piace"

    • Egregio jolly boy o jerome b, io non amo putin, ma sono totalmente dalla parte russa.
      Non conosco la tua esperienza di vita, conosco la mia: mio fratello conosce da 20 anni ucraine del donbass di sangue russo, il figlio di una non rientra in donbass da una vita, i parenti erano la, per paura della guerra.
      Non la guerra di cui sparli tu.
      Quella che da kiev arriva nel donbass da molti anni, senza che tu aprissi bocca.
      Fatalmente ciò che so da una decina d’anni,, l’ho ritrovato negli scritti di orsini e del gen. Mini! Raccontano frottole? Può essere, ma è difficile credere che bufale sono, quando prima di febbraio nessuno ne parlava!! Coincidenza? No!! La verità delle ucraine dette e ridette da 10 anni in casa mia, non conosce ne orsini, ne mini.
      Tu ti svegli ora e parli di aggressore, di stupri, di violenze da parte dei russi e sei felice perché gli ucraini del nord riportano una vittoria dopo mesi, e forte di questa vittoria risparli.
      Qui ci sono una nazione e diverse etnie.
      Una di queste, sponsorizzata dagli americani sta facendo piazza pulita da molti anni di tutti gli ucraini che parlano o che di sangue sono russi.
      Questi ultimi che colpe anno?
      Sei tu il fenomeno che designa chi può vivere e chi no!
      E gli ucraini di sangue russo devono soccombere o possono e devono chiedere aiuto? E a chi dovrebbero chiederlo l’aiuto?
      La Russia di putin è intervenuta con il buon senso e si sono fatti due trattati, trattati indovina da chi non rispettati?
      A casa mia a brigante, brigante e mezzo.
      Tu sparli di orsini e vuoi colombo e padellaro: a me i comunisti con la cravatta chechemire non vanno giù, invece di solidarizzare con la raggi che ci metteva la faccia per far rispettare la legge e dar ragione allo zingaro, ha sposato calenda alle comunali…
      Io sono per 100 orsini e niente padellaro e colombo, non mi piace fare il… Con il sedere altrui.
      E onestamente da fastidio che tu come me che usufruisce gratuitamente di infosannio per leggere il direttore del fatto, gioisca del fatto che le copie vendute siano in picchiata
      Noi dovremmo tacere, e ringraziare infosannio no ipocritamente fare commenti.
      Altri post sono condivisibili, questo e la tua avversione per i russi a favore di kiev no. Saluti

      Piace a 3 people

  4. Suggerisco di dare un’occhiata su Youtube al cinegiornale ( https://youtu.be/s1rsiK1LIKk) tedesco degli ultimi mesi di guerra: i Sovietici avevano invaso la Germania ad est, gli Angloamericani all’ovest. I germanici erano riusciti nel dic.1944 ad ottenere un successo contro gli Americani. Ciò veniva presentato come una grande vittoria. Poi sappiamo come è finita. I toni di allora erano gli stessi di oggi. Così come i nazisti: tedeschi in quegli anni, ucraini oggi.

    Piace a 2 people

  5. A proposito di giornalisti, com’era il nome di quel direttore che perculava gli USA perché annunciavano un giorno sì e l’altro pure un attacco con invasione militare della Ucraina da parte della Russia?

    "Mi piace"

    • Il direttore che ha cominciato ad ospitare le intemerate di un certo Orsini sul proprio giornale? E che gli ha finanziato l’ego smisurato attraverso l’organizzazione di spettacoli teatrali come un qualsiasi cabarettista, tramite la SEIF SpA?
      Travaglio con il tracollo di vendite cartacee del suo giornale, con l’arrestarsi di nuovi abbonamenti online, ha virato su temi complottisti per portare fieno alla sua quotata in borsa. Dalla lettura dell’ultimo bilancio emerge che gli utili si annidano nella società di libri Paper First e nella produzione televisiva e teatrale con LOFT. Il FQ come giornale si è fortemente ridimensionato. I suoi editoriali che erano stai finora un trainosi sono trasformati in un peso, una pietra al collo.
      Dovrebbe lasciare più spazio ad altri giornalisti, in primis Padellaro, ma pure l’altro azionista Marco Lillo, Antonello Caporale.
      E’ riuscito a far fuggire Furio Colombo per ospitare Orsini.
      E oggi assisto alla raccolta dei suoi frutti avvelenati che produce in termini di perdita di lettori.

      "Mi piace"

      • Forse non lo stampano?
        No perché questa estate più volte in edicola era tutto esaurito, mentre gli altri erano lì in bella vista.
        Poi se ne stampano 10 in tutto non lo so.

        "Mi piace"

      • Quando si fanno queste affermazioni, bisogna dare i numeri per vedere l’andamento e citare la fonte, altrimenti le tue sono opinioni (per non dire illazioni) e tali restano.

        Piace a 2 people

      • Scusami eh Jolly boy,ma nello specifico dove Orsini non ci ha preso? O ancor meglio, il generale Mini?
        Oppure pensi che davvero l’Ucraina possa riprendersi in un batter d’occhio tutti i territori? Orsini ha sempre sostenuto che le sanzioni non servono ad un tubo, perché avrebbero indebolito economicamente Russia(vero) così come avrebbero indebolito economicamente l’Europa e soprattutto l’Italia(verissimo) rivelandosi come martellate sui c@glioni. Altro particolare, il professore da te odiato dice le cose semplici semplici dette oggi da Travaglio. Per ora la Russia ha svuotato un arsenale obsoleto senza utilizzare mezzi aerei e armi tattiche nucleari. E per utilizzarli ci vuole un cazzo di ordine di Putin e un bottone, non il PIL.
        Ma cresci invece di stare ancora dire “uh Travaglio non aveva previsto la guerra”. Ma chissenestrafotte. A me semmai interessa che la guerra non l’abbiano prevista I politici, e nello specifico il Migliore dei Migliori che era al Governo che tutto conosce e tutto prevede. Strano che da ottimo economista quale sarebbe non abbia previsto questo autunno caldo, o se lo abbia previsto non ha fatto nulla per renderlo più fresco, tranne di dare prossime e future indicazioni di sprecare meno energia, ovvero abbassare la tempra degli edifici. Ricresci2

        Piace a 5 people

      • C’è una tendenze pluridecennale alla riduzione della carta stampata e che colpisca anche il Fatto è naturale! Avranno anche loro delle difficoltà ma dovrai continuare a perdere tempo a parlare male di Travaglio ancora per anni!

        Piace a 2 people

      • che strano!!! adesso compro il fatto Quotidiano tutti i giorni . Quando in televisione appaiono i telegiornali non riesco a tenere accesa la televisione più di un minuto da quando iniziano.

        Piace a 1 persona

      • L’anno scorso lo zio Geronimo pubblicava almeno una volta a settimana i dati delle vendite del FQ, numeri postati con una certa ossessività, che lo caratterizza diciamo.

        Oggi dice “Il FQ come giornale si è fortemente ridimensionato.”

        Ahi ahi ahi! La propaganda del magliettina ti fa fare proprio una brutta figura.

        "Mi piace"

    • Beh, gli Usa erano perfettamente a conoscenza di qualcosa che forse a Travaglio sfuggiva, ma NON ad Orsini, visto che l’aveva prevista anni fa.
      E cioè che gli USA, la guerra, la stavano AIZZANDO e PREPARANDO da tempo.

      Piace a 5 people

      • Gentile Anail, come emerso successivamente, in realtà era la CIA che intercettava i piani di invasione dell’Ucraina costringendo Putin a rimandarla di volta in volta. Cordialità.

        "Mi piace"

      • I piani di “invasione” dell’Ucraina, forse, ma solo FORSE, sono conseguenti all'”abbaiare della Nato alle porte della Russia”(cit)?
        Al colpo di stato del 2014?
        Agli 8 anni di bombardamenti e altre allegre nefandezze degli ucronazi in Donbass?
        Alle esercitazioni NATO del 2021 in Ucraina? All’installazione di una trentina di laboratori biochimici, di cui circa la metà al confine con la Russia?
        Delle dichiarata intenzione di Zelensky di “riprendersi” la Crimea?
        Ma nooooo… Putin, impazzito, si sveglia una mattina (ma Biden/ Otelma lo sapeva da prima) e vuole invadere l’Ucraina!
        E magari anche la Finlandia e la Svezia, perché no?
        Non mettiamo limiti alle panzane che gli USA ci possono rifilare…perché tanto abbiamo il campo visivo limitato dal paraocchi che ci installano i nostri media!
        “Guarda LÀ” … e noi guardiamo SOLO LÀ.

        Piace a 3 people

      • Gentile Anail, mi limitavo solo alle ultime vicende di invasione dell’Ucraina. Personalmente evito di andare su analisi dietrologiche, perché bisognerebbe anche capire cosa sia successo durante il periodo di controllo sovietico prima e russo poi dell’Ucraina. E sinceramente non sono ferratissimo in materia. So solo che a me tutte le guerre fanno schifo perché nascondono sempre schifosi interessi economici e politici. E questa invasione dell’ Ucraina non fa certo eccezione. Cordialità

        "Mi piace"

      • Davide, non confondiamo le analisi “dietrologiche” con le CAUSE di un evento.
        Potrei fare mille esempi, anche della vita quotidiana, in cui non ci si può basare sull’ultimo fotogramma per giudicare ragioni e torti.
        Ma, sinceramente, non ne ho voglia, li puoi immaginare agevolmente…
        👋🏻

        Piace a 1 persona

      • Ps Ogni volta che mi scrivi “cordialità”, mi viene in mente un mio amico, il quale sostiene che quella formula sottintenderebbe (perché LUI la usa in quel senso, nei casi in cui sia opportuno… e non certo tu, spero😆) il significato: “Cravarinci in su c…. ” 😂🤣😆🤣😂
        Meglio non tradurre per i non conterranei… 🤭😉

        "Mi piace"

      • Gentile Anail, ovviamente sappiamo entrambi che in merito alla guerra in Ucraina abbiamo visioni diverse (se non opposte per diversi aspetti), ma ciò non toglie il civile confronto di idee. Senza tradurre per i non conterranei (e lo scrivo con il sorriso tra le labbra), i miei modi sono dovuti dal semplice garbo, e non da altre sottili intenzioni. Come avrà notato, ho deciso di adottare questo metodo nelle risposte ai miei interventi da tempo (visto che ormai entrambi partecipiamo da un paio di anni qui su Infosannio alle diverse discussioni), convinto di poter così migliorare e dare un mio piccolo contributo al confronto. Cordialità.

        "Mi piace"

  6. Questa é stata davvero troppo scompisciante: “Invece i nostri “esperti”, che fino al 24 febbraio pensavano che il Donbass fosse un prete nano,”
    BRAVO Mazzuolatore, stavolta concordo pienamente almeno su questo: “…il guaio è che resiste un piccolo gruppetto di persone che dà ancora retta a questi soloni della carta stampata. che legge Repubblica o la Stampa convinto di informarsi su quello che succede in Italia o nel mondo, mentre in realtà sta solo leggendo QUELLO CHE IL GRUPPO GEDI vuole che lui pensi stia succedendo in Italia o nel mondo.”.

    Piace a 2 people

  7. Vedo ora che Jolly Boy non sa neppure leggere. Dalla tabella al suo link si vede chiaramente che tutti i quotidiani indicati prima del “Fatto” hanno un segno meno, cioè meno copie cartacee e on line, mentre il “Fatto” ha un segno più, cioè più copie cartacee e online.

    Piace a 3 people

      • Non sono MAI STATO russofobo . Ho avuto una compagna russa di Pietroburgo in passato. Sono CONTRO questo dittatore sanguinario che voi esaltate. Non ho MAI LETTO una vostra critica alla cupola clepto-mafiosa che lo sostiene.
        Mi ricordo che 16/17 anni fa il fratello della mia compagna era un magistrato, ma preferi’ rinunciare al sogno di una vita per la corruzione e violenze che doveva affrontare quotidianamente. Suoi colleghi venivano uccisi nella ricerca della verità e nell’applicazione della Giustizia tramite condanne dei colpevoli.
        Se le condizioni di vita della popolazione di una superpotenza come la RUSSIA sono deplorevoli, discendono dalla cupola clepto-mafiosa al vertice, che con il suo cattivo esempio di violenze, sopraffazione e corruzione ha indicato la rotta da seguire.
        E astenetevi dal confronto col mondo occidentale.
        Gli Stati Uniti è una medaglia a due facce, retrogrado, reazionario e razzista nelle infinite zone interne, ma cosmopolita e liberale, accogliente nelle metropoli sulle coste.
        È indubbiamente la terra delle opportunità, Steve Jobs era figlio di un siriano.
        Sergei Brin, uno dei due fondatori di Google, è figlio di rifugiati Russi.
        Jan Koum, principale artefice e cofondatore di WhatsApp è ucraino.
        Il merito viene sempre premiato.
        In Russia è sempre stato il più violento a prevalere.
        E il confronto sarebbe ancora più impietoso verso l”Europa occidentale, laddove esiste lo stato sociale che cerca di non lasciare indietro chi si trovasse in difficoltà.
        In Russia esiste un reddito di cittadinanza?
        E le pensioni come sono?
        Un soldato di leva inviato al fronte,in Ucraina, guadagna se va bene 100€ al mese e, in caso di decesso, i genitori non incasserebbero alcun rimborso, per la natura legale stessa dell’Operazione Militare Speciale.
        Per queste semplici ragioni di persona LIBERA a cui viene concesso di scrivere Tutto, preferisco vivere da questa parte e non di là, dove una qualsiasi critica al decadente sistema può costarti 15 anni di galera e rieducazione in Siberia.
        E ora spazio alla vostra propaganda.

        Piace a 3 people

      • Jolly,
        Abbiamo due modi completamente diversi di guardare alla guerra in Ucraina.

        Per te è l’occasione di dare una lezione a coloro che consideri gli scarti del mondo che non si inginocchiano ad adorare quelli che consideri gli elevati dell’universo intero: gli americani.

        Io non do giudizi trancianti come i tuoi sui gradi di democrazia e civiltà altrui.

        So poco della Russia e c’è anche l’incombenza di dover filtrare la propaganda dei tuoi adorati che hanno individuato nella patria di Leone Tolstoj il “male assoluto” da denigrare, umiliare e punire duramente affamandolo o arrostendolo con armi di ultima generazione di cui sono ossessionati produttori.

        Preferisco giudicare il grado di democrazia e civiltà del MIO Paese e dell’Occidente di cui facciamo parte, piuttosto che dare voti a vanvera agli altri.
        E gli squallidi politici del Mio Paese, in questa vicenda, stanno dimostrando di infangare i princípi della nostra Costituzione che sta dalla parte della Pace e non della guerra.
        Stare dalla parte della Pace, a mio parere, vuol dire lavorare in favore di essa riconoscendo le ragioni degli uni e degli altri belligeranti che da quel che ho capito sono la Russia da una parte e gli USA dall’altra che stanno usando gli ucraini per completare la morsa della loro Nato ai confini del nemico che vogliono annientare e non certo per esportarci democrazia ma i loro interessi.

        Vedi tu se vuoi credere che Putin si è alzato una mattina di febbraio credendo di essere l’erede dello zar in partenza per la conquista dell’Europa.
        C’era gente che credeva anche che Berlusconi fosse un benefattore degli italiani.

        Tu continua pure a credere ciecamente a chi si lava la bocca di democrazia, poi fa cadere atomiche sulle città o ti allestisce un esercito militare segreto come Gladio pronto a colpirti alle spalle nel caso le cose non andassero per il verso da loro indicato.

        Accontentati pure di mettere in mostra le doti (apprezzabili, per carità ) di un Paese che da opportunità a chiunque di arrivare in alto o arricchirsi.

        Io ho altri orizzonti e mi accontenterei di non veder gente che muore di fame per strada o ragazzi che si alzano armati fino ai denti la mattina per mettersi a sparare in una scuola.

        E che pena quei miliardari che, di fronte al colore dei soldi, diventano ostaggi di chi li ha arricchiti obbligandoli ad ammutolirsi tremebondi di fronte ai crimini orrendi perpetrati in ogni parte del mondo dai loro governanti.
        Incapaci perfino di spendere una sola piccola parola per un Julian Assange o per proferire la parola Pace.
        Miliardari e poveracci insieme.

        "Mi piace"

    • @Peter Pan
      Noooooo!!!
      Non provocare MAI Jerome sui numeri.
      Ne da già troppi per conto suo.
      Altrimenti rischiamo che il prossimo commento sia scritto interamente in sistema binario.
      1110001100000100111010101010101010010010
      😅

      "Mi piace"

  8. *jolly boy, forse non ti sei accorto che le stesse cose che dice Orsini le dice il generale Mini e anche il Papa. Tutti gli altri media a cominciare dalla Rai fino alla carta igienica stampata, scrivono le cazzate che gli passa lo zio Sam. Per loro fortuna ci sono cervelli come il tuo che posono riempire di m…. Siamo degli schiavi che pur di far contenti il loro padrone siamo disposti a patire dei grandi sacrifici, felici di soddisfare il nostro padrone

    Piace a 2 people

    • “Nel contesto della guerra in Ucraina, sono numerosi gli interventi del Santo Padre Francesco e dei suoi collaboratori al riguardo. Essi hanno come finalità per lo più quella di invitare i Pastori ed i fedeli alla preghiera, e tutte le persone di buona volontà alla solidarietà e agli sforzi per ricostruire la pace.

      In più di un’occasione, come anche nei giorni recenti, sono sorte discussioni pubbliche sul significato politico da attribuire a tali interventi.

      A tale riguardo, si ribadisce che le parole del Santo Padre su questa drammatica questione vanno lette come una voce alzata in difesa della vita umana e dei valori connessi ad essa, e non come prese di posizione politica. Quanto alla guerra di ampie dimensioni in Ucraina, INIZIATA DALLA FEDERAZIONE RUSSA, gli interventi del Santo Padre Francesco sono chiari e univoci nel condannarla come moralmente ingiusta, inaccettabile, barbara, insensata, ripugnante e sacrilega.”
      COMUNICATO SANTA SEDE 30.08.22

      Piace a 2 people

      • Capisco che un rotto in kulo come te Frankie g.t.H. sia propenso a ridimensionare, ma il PAPA in persona ha citato la NATO come abbaiante alle porte della Russia.

        Se i russi hanno ‘iniziato’, la provocazione viene dalla NATO.

        Buffoncello da 4 soldi, te e l’altro paio di psicotici compulsivi amici tuoi.

        Piace a 1 persona

      • SM
        alla tua età non si dicono le parolacce, se no la maestra ti mette 7 in condotta, ti mette dietro la lavagna e ti fa dare le totó dalla mamma

        "Mi piace"

      • SM
        Perdonami, ma proprio non riesco a dare peso ai tuoi insulti, né tantomeno a trattarti da adulto.
        Dai che è tardi, pipino, pannolino, dentino, pigiamino, lettino.

        Piace a 1 persona

      • Silvano
        Sei molto più intelligente dei tanti troll in libera uscita, dimmi che almeno tu non credi nell'”operazione militare speciale” che solo a Mariupol in due mesi ha lasciato una montagna di cadaveri, più che in otto anni della “guerra” provocata, sobillata, finanziata e armata dal mafioso del Cremlino.

        "Mi piace"

      • Yankee gtH che è sicuramente ancora più intelligente del più intelligente (ahah…) dei tanti troll in libera uscita, li ha contati i cadaveri per essere così audacemente affermativo in merito al numero? Ma poi, se ci fosse un cadavere in più (ovvio che in una guerra necessariamente ci devono essere più morti che nelle rappresaglie in tempo di “pace”) che cosa significherebbe? Ammettiamo per un attimo che Putin abbia incontestabilmente avuto ragione nell’attaccare l’Ucraina (e dal suo punto di vista è senz’altro così…), si sarebbe dovuto fermare quando il numero dei cadaveri causati dal suo intervento avesse raggiunto quello delle repressioni in Donbass, gentilmente fornito dal più intelligente del più intelligente (ahah…) dei tanti troll in libera uscita, ché uno più l’avrebbe messo automaticamente dalla parte del torto? E sarebbero questi i tuoi intelligentissimi argomenti dirimenti, Yankee GtO? Circa poi “…più che in otto anni della ‘guerra’ provocata, sobillata, finanziata e armata dal mafioso del Cremlino”, beh, io direi “della Casa Bianca”, ma senz’altro, essendo io il meno intelligente dei tanti troll in libera uscita (e come mai potrei competere con Gsi original?), magari dico una putt4n4t4…

        "Mi piace"

      • Scusa Frankie,

        Ma secondo te si dovrebbe credere davvero che a Putin gli è scattato un clic nel cervello che lo ha convinto di essere diventato un erede dello zar pronto a scatenare una guerra in tutta l’Europa? Giusto come come ci hanno raccontato ossessivamente il 99% dei mezzi di informazione Italo-occidentali?

        Suvvia dai, io non voglio credere che una persona dotata di un minimo di coscienza critica su quel che gli accade attorno, possa far propria e credere a questi scarti di becera propaganda allestita per reggere le ragioni di un belligerante in campo.

        "Mi piace"

  9. “L’iniziativa potrebbe prenderla l’Italia, decidendosi a rispettare la nostra Costituzione, che diversamente da altre vieta l’invio di armi ai non alleati, e proponendosi come mediatrice”. Ma in che mondo vive il direttore? Da decenni tutti affermano che quella italiana è una classe politica mediocre. Possono dei mediocri fare i mediatori in una guerra, sperando di ottenere qualche risultato? Siamo realisti!

    Piace a 2 people

  10. Per Paolapci

    Sinistra? Quale sinistra?
    Ma di che stai parlando?
    Hai un colpo di sonno o ti sei dimenticata il significato della parola ‘sinistra’???
    Disnomia, disturbo del linguaggio?

    "Mi piace"

    • Credo che lei abbia inteso proprio bene il senso delle parole.🫣😳
      Perché non ci fa uno dei suoi pungenti editoriali per spiegarci meglio.😔

      "Mi piace"

    • IL colpo di sonno ce l’hai tu e non da oggi, direi!
      Impara a leggere e capire prima di fare la splendida!

      A questo giro mi tengo vista l’età avanzata, al prossimo non credo!

      "Mi piace"

  11. Gli serviva di conquistare qualche km a costo di migliaia di ragazzi ucraini per poter scrivere e strombazzare la vittoria dell’ucraina. La situazione è delicata perchè Putin a Mosca è il più moderato, lo ritengono troppo morbido, persino l’opposizione e i media chiedono che “ora si faccia sul serio” , il che significa una escalation dai risvolti imprevedibili. Di questi pennivendoli collusi non ti puoi fidare, sono i nemici del paese. Funziona così, una famiglia potente se li compra e manipola, persuade, minaccia, blandisce, prende in ostaggio la politica e i politicanti che non sono più liberi di dire le cose per paura di essere massacrati da giornali e tv. Questi giornalacci che nessuno legge sono il vero potere, persino peggio dell’america latina del secolo scorso.

    Piace a 1 persona

  12. Che carino questo J. B. detto il Fenomenale .
    Ci racconta delle sofferenze degli ucraini , e poi se ne frega delle sofferenze dei russofoni per ben otto anni ? Boh !
    Vallo a capire . Comincio a pensare che forse ha una moglie ucraina , dal momento che molte di loro si sono accasate e sistemate pure , in questo paese .
    Quanto alle tensioni tra Armeni e Azeri rientrano nei programmi Nato e da questi fomentati a dovere con le solite Ong , che sono quelli di tenere impegnati i russi su piu’ fronti dalla Siria e in tutto il Caucaso , con l’intento di indebolirli militarmente . Non ci vuole molto a capirlo . Ma la sua russofobia non lo fa minimamente ragionare , neanche un po’ .

    "Mi piace"

    • Zorro, ma tornatene a rubare salumi dalle cantine.
      Per ogni evento avete la vostra risposta complottista.
      Se l’Azerbaijan sta attaccando l’Armenia è perché vede una Russia immobilizzata dal conflitto in Ucraina. E sarà così dappertutto ovunque.
      Io vedo particolarmente pericoloso pure mErdogan, che avanzerà pretese sull’Armenia, sul territorio curdo iraqeno e siriano, in Libia e soprattutto sulle isole dell’Egeo oggi territorio greco. Ha già avanzato rivendicazioni sui giacimenti di gas nel Mediterraneo orientale in acque cipriote ed egiziane. E nessuno sa se le sue mire egemoniche possano estendersi fino ad altre repubbliche caucasiche o addirittura della federazione russa.
      Voi siete solo dei troll che ripetono come pappagallini ammaestrati le veline della centrale russa, astenendovi da critiche, domande e ragioni sulla condotta della cupola clepto-mafiosa.
      Come risposte alle mie osservazioni siete programmati a lanciare insulti.
      O supercazzole.
      Ed è ugualmente divertente.

      "Mi piace"

      • “Per ogni evento avete la vostra risposta complottista.”

        Scusa Jerome, ma a Benevento quell’azienda storica che faceva gli specchi è fallita?

        "Mi piace"

  13. Ho saputo che c’è stato un tempo – forse oggi non più – in cui alcuni validi e intraprendenti insegnanti di italiano dedicavano un’ora alla settimana alla lettura, analisi e interpretazione di vari quotidiani acquistati dagli stessi alunni prima di recarsi a scuola. Facevano così lezione in modo originale e anche credo con una certa efficacia didattica. Naturalmente iniziavano dalla lettura e confronto dei titoli degli articoli più importanti, per poi addentrarsi nei contenuti dei pezzi al fine di individuare e distinguere le notizie dai commenti, e altre operazioni di analisi linguistica.
    Se penso ai giornali di questi giorni, ma non solo, sinceramente… mi scappa da ridere. Praticamente si correrebbe il serio rischio di far uscire di senno una intera scolaresca che si arrabatta convulsa nella più completa confusione mentale tra titoli grotteschi, notizie inverosimili e soprattutto opinioni che dire che fanno a pugni tra loro ma soprattutto con la logica più elementare, è dir poco. Al punto che, per limitare i danni cerebrali provocati agli alunni, sarebbe saggio che l’insegnante, prima del suono della campanella, dicesse loro: “Bene ragazzi, ora potete usare i fogli che abbiamo letto per fare aeroplanini”.

    Piace a 1 persona

  14. Travaglio ti ammiro da 15 anni per la cronaca giudiziaria puntuale, imparziale e onesta. Credo sia la tua specialità.
    Lascia perdere la geopolitica. Hai copincollato pari pari le parole del sociologo Orsini, che ospiti sul fatto coi suoi deliri.
    Hai citato l’unico generale che la pensa come te.

    Questa é informazione?

    "Mi piace"

    • Uno si può spostare su gruppo gedi per la vera informazione, pure sul corriere e gli altri che rilanciano le veline americane, non contenti del!a voce unica la si chiede pure a Travaglio

      "Mi piace"

  15. Non riesco a leggere piu niente. Né editoriali, né commenti. Non facendo il tifo per nessuno non credo a nessuno. Non credo a Travaglio, che fa campagna elettorale per Conte, figuriamoci al resto della compagnia cantante giornalistica. Io il 25 settembre mi asterrò. Ci vediamo il 26.

    Piace a 1 persona

  16. Scusa se mi permetto ma l’ astensione è il progetto oligarchico per le moderne democrazie, i maggiori partiti sono sotto controllo, il popolo che si contingenta nell’astensione si disinnesca solo, una pacchia. Ci sperano e ci contano. Che vuoi credere ormai nella politica, c è solo qualche forma di dissenso, non ci devi nemmeno credere, serve solo a porre un argine, che qui si naviga a vista. 👋

    Piace a 1 persona