Conte: “Il centrodestra ha dato vita a una vergognosa guerra ai poveri”

Il leader M5S Conte: “Tutte le nostre battaglie sono quelle più avanzate del fronte progressista. È un fatto oggettivo”.

GIUSEPPE CONTE PRESENTA IL PROGRAMMA DEL M5S

(lanotiziagiornale.it) – “Questi vertici Pd avevano un dialogo con il M5S, che noi confidavamo esser condotto su una prospettiva di pari dignità e di rispetto reciproco. È stata fatta una scelta, hanno tentato di tutto pur di gettare via l’esperienza del M5s e l’agenda progressista che avevamo portato avanti per abbracciare una fantomatica agenda Draghi. È chiaro che il dialogo con loro è chiuso”. È quanto ha detto a Tg1 Mattina il presidente del M5S, Giuseppe Conte.

Conte: “Tutte le nostre battaglie sono quelle più avanzate del fronte progressista. È un fatto oggettivo”

“Tutte le nostre battaglie – ha osservato il leader del Movimento cinque stelle – sono quelle più avanzate del fronte progressista. È un fatto oggettivo. Dobbiamo rilanciare un mercato del lavoro più equo. Non bisogna vivere per lavorare ma lavorare per vivere”.

“Le buste paga sono bassissime – ha proseguito Conte – e la nostra battaglia centrale è per il salario minimo a 9 euro lordi euro l’ora, una soglia minima di dignità. E poi stop al precariato selvaggio e ai tirocini gratuiti. Dobbiamo infine offrire il riscatto gratuito della laurea e un fondo di garanzia per la pensione dei giovani”.

“Un recovery fund per l’energia e un intervento più corposo sugli extraprofitti”

“Un recovery fund per l’energia – propone il presidente del M5S – e un intervento più corposo sugli extraprofitti, che va esteso anche al comparto assicurativo e al comparto farmaceutico; e bisogna anche che si valuti lo scostamento di bilancio perché farlo tardivamente vuol dire raddoppiare poi le risorse che bisogna trovare”.

“In piena pandemia – ha detto ancora – ho fatto cinque scostamenti di bilancio e abbiamo fatto capire al mondo che le ricette dell’austerità deprimono ancora di più il Paese. Se deprimi il Paese, questo non cresce e la recessione dura 20 anni”.

“Il centrodestra ha dato vita a una vergognosa guerra ai poveri – accusa Giuseppe Conte -: con il caro-bollette che morde vogliono cancellare l’unico strumento di protezione sociale esistente in Italia. Significa volere una guerra civile”.

“Col reddito di cittadinanza nel 2020 abbiamo evitato a un milione di persone di finire in povertà, secondo l’Istat. Tuteliamo 900mila fra minori e disabili, sosteniamo i ‘lavoratori poveri’ che, pur avendo un contratto, prendono il sussidio per integrare stipendi da fame”, sottolinea l’ex premier.

“Il nostro obiettivo è alleggerire la pressione fiscale su aziende, ceto medio e fasce di popolazione più in sofferenza

“Il nostro obiettivo – ha detto ancora – non è tagliare le tasse solo per la piccola percentuale della popolazione più ricca, ma alleggerire la pressione fiscale su aziende, ceto medio e fasce di popolazione più in sofferenza. Vogliamo togliere l’Irap per tutte le imprese, si tratterebbe di una grande semplificazione fiscale per il nostro Paese: non costringerebbe più le aziende a pagare due imposte. Riteniamo fondamentale tagliare il cuneo fiscale per imprese e lavoratori”.

“Intendiamo dare una grande spinta alla semplificazione introducendo il cashback fiscale – ha rilanciato Conte sul sito Upday -, ossia l’accredito diretto sul conto corrente del contribuente delle detrazioni legate a spese sostenute con la carta, senza più conservare scartoffie, senza aspettare i tempi lunghi della dichiarazione dei redditi”.

Categorie:Cronaca, Interno, Politica

Tagged as: , ,

14 replies

  1. Questa guerra ai poveri verrà vinta con l’arrivo del inverno russo.
    Il sociologo russo cretinowski, che ho studiato bene,ha più volte affermato del probabile uso di missili balistici strategici
    per colpire le città Renzinopoli e Salvinivov,
    senza essere intercettati dallo scudo spaziale

    "Mi piace"

  2. Una domandina per l’avvocaticchio, se l’economia, grazie anche al suo appoggio alle sanzioni e all’invio di armi, dovesse crollare con chiusura di aziende e perdita di posti di lavoro, dove prenderà i soldi per finanziare tutte le sue proposte?

    "Mi piace"