Conte: “Pd farà di Roma la pattumiera d’Italia”

Il presidente del M5S attacca i dem e avverte: “Questo è il momento della verità, è il momento in cui siete chiamati a decidere”

(adnkronos.com) – “La transizione ecologica non è uno slogan. Il Pd ha messo una norma sugli inceneritori che farà di Roma Capitale la pattumiera d’Italia con un mega inceneritore. Quello è il passato”. Così il presidente del M5S, Giuseppe Conte, oggi a Manfredonia per una tappa del tour elettorale “Dalla parte giusta” in vista delle Politiche del prossimo 25 settembre.

Secondo Conte “il nucleare di quarta generazione secondo gli scienziati arriverà tra 15-20 anni. Bene la ricerca, noi non blocchiamo la ricerca, investiamo. Quando sarà, ne parleremo, adesso non c’è nessuna certezza, c’è solo il vecchio nucleare con le scorie radioattive e lo abbiamo già rifiutato con due referendum, indietro non torniamo”.

“Diciamo stop alle trivelle. I nostri mari e gli ecosistemi li dobbiamo tutelare perché quella è la ricchezza nostra, la biodiversità. Le trivellazioni, queste piattaforme che vanno lì a cercare, sono il passato”, aggiunge il presidente del M5S, secondo il quale “questo è il momento della verità, è il momento in cui siete chiamati a decidere. Avete il potere, finora hanno parlato i Renzi e i Calenda, tutti gli specialisti del potere, ma ora non parlano più i commentatori tv ma voi. Il 25 settembre decidete voi, e io rispetterò la vostra decisione che è sacra, però pensateci bene perché dovete decidere da quale parte stare. Se state con noi, sappiate che starete con chi fa sacrifici dal mattino alla sera e si prende insulti per difendere i vostri interessi. E non basta una x, dovete gridarlo forte che state dalla parte giusta”.

Parlando di superbonus, Conte ricorda che “ricevuto attacchi feroci solo perché ci siamo inventati una misura che consente la rigenerazione urbana, il taglio delle bollette e il taglio delle emissioni. Ma il vero problema è che lì non mettiamo soldi a favore delle banche ma a favore dei cittadini e questo non lo possono accettare. Con un investimento di 28 miliardi, questa misura ha prodotto un valore complessivo economico per 128 miliardi”.

E sull’ipotesi di “togliere il reddito di cittadinanza” aggiunge: “E’ una togliere un sistema di protezione sociale che hanno tutti i Paesi nel mondo occidentale. E’ una vergogna. Continueremo a lavorare per miglioralo perché è una riforma complessa. Secondo l’Istat, con questa misura abbiamo salvato dalla povertà un milione di cittadini, e ora che c’è il caro bollette e la prospettiva di una spirale recessiva ancora più dura, lo vogliono abolire. E’ una vergogna”.

“Dobbiamo investire tanto e lavorare per migliorare la sanità e, dalla sanità pubblica, via gli amici degli amici dei politici di turno. Le aziende sanitarie vanno governate da chi ha competenze e professionalità. Dobbiamo fare una legge che spazza via i colori politici dalla sanità pubblica”.

Categorie:Cronaca, Interno, Politica

Tagged as: , ,

27 replies

  1. Conte a quest’ora sarebbe in testa nei sondaggi se solo non avesse buttato 2 anni con Draghi e il PD, la fissazione di un’assurda alleanza progressista ,le cene con Bettini e Zingaretti,che errori clamorosi,adesso sbraitare contro il PD è troppo tardi

    Piace a 2 people

    • Di assurdo e di errori clamorosi (cit.) negli ultimi 2 anni ci stanno solo i comportamenti che hanno tenuto – prima grillo, il pd e dimma, poi mattarella, grillo, draghi, il pd e dimma e poi di nuovo con dimma, draghi il pd e mattarella – con Conte, il m5s, il pnrr e i cittadini.

      Piace a 3 people

    • Ma quali cene con Bettini e Zingaretti, ma che stai a di’?
      È andato UNA volta al compleanno di Bettini a casa sua, quando erano alleati da più di un anno.
      STOP!

      Piace a 3 people

      • Sempre lo stesso “Senza riserve ” da 08/11/2021 la prima volta da Fazio e senza riserve va cosi da un anno a presentarlo

        Senza riserve, Vincenzo Spadafora presenta il suo libro al …https://www.palermotoday.it › eventi › senza-riserve-vi…

        Incontro con Vincenzo Spadafora – Teatro Franco Parentihttps://teatrofrancoparenti.it › spettacolo › vincenzo-spa…
        18 mag 2022 — In occasione della presentazione del suo libro Senza Riserve. In politica e nella vita (edito da Solferino) Vincenzo Spadafora dialoga con …

        17 giu 2022 — 17/06 Vincenzo Spadafora il suo libro “Senza Riserve” con Giovanni Ciacci, Carolyn Smith e Laura Sgrò @ Domina Zagarella Sicily (Santa …
        VINCENZO SPADAFORA PRESENTA IL SUO LIBRO A …https://ne-np.facebook.com › … › भिडियोहरू
        2 lug 2022 — VINCENZO SPADAFORA PRESENTA IL SUO LIBRO A CERASO http://www.gwendalina.tv.

        L’ex ministro delle Politiche Giovanili e Sport, Vincenzo Spadafora, sarà ospite, lunedì 4 luglio prossimo, a Cetara per presentare il suo libro “Senza riserve – in politica e nella vita” (ore 19.45 piazzetta Torre Vicereale).

        SPADAFORA la sua campagna elettorale con Senza riserve

        "Mi piace"

      • Ah è lo stesso?
        E allora mi par di ricordare che in quel periodo Conte aveva detto a tutti d non andare in tv: poraccio lui crede di non aver venduto per questo motivo, non ha capito che lo schifiamo.

        "Mi piace"

    • “Vincenzo Spadafora ha presentato ieri sera al Teatro Sala Umberto l’autobiografia scritta in prima persona singolare, partendo dalla «profezia» degli adulti («Da grande diventerai un politico»).

      Un predestinato: l’attuale deputato del M5S si è raccontato davanti a 250 ospiti in un’atmosfera intima, un salotto dove si sono alternate ironia e serietà (nel passaggio ai temi politici) con i due ministri, Dario Franceschini (Cultura) e Giancarlo Giorgetti (Sviluppo economico) sul palco insieme a Lucia Annunziata («Spadafora mi ha invitata a parlare a cuore aperto»).

      In platea, politica, spettacolo, sport, i mondi in cui si muove l’autore: arrivano i ministri Luciana Lamorgese e Luigi Di Maio, il prefetto di Roma Matteo Piantedosi e Titti Postiglione (Protezione civile), molti deputati e senatori del M5S, Ettore Rosato (Italia viva), Franco Carraro, Francesco Rutelli, Luigi Abete, Luca Pancalli e Andrea Abodi.

      E poi Stefano Coletta, Simona Agnes, Franco Di Mare, Alberto Matano, Serena Bortone, Annalisa Bruchi, Rita Dalla Chiesa, Eleonora Daniele, Nunzia De Girolamo, Paola Saluzzi, Alba Parietti, Imma Battaglia, Guido Maria Brera.”

      Mancava Conte , ma vuoi mettere un signor nessuno con tutta sta “brava gente”

      "Mi piace"

      • “Spadafora mi ha invitata a parlare a cuore aperto”

        La battuta che ho in mente è terribile.
        Non la farò.

        P.s. Ma Spadafora nn aveva già scritto un libro?
        Ne ha scritto un altro?

        "Mi piace"

  2. Chi ha consegnato Roma al PD non è credibile quando accusa quel partito di voler trasformare la capitale in una pattumiera. E poi, perché non cita per nome e cognome il sindaco? Forse perché durante i comizi con Virginia lui si preoccupava di esaltare le doti di Gualtieri?

    "Mi piace"

    • Strabiliato , che ti vai a ricordare 🙂 sul palco della Raggi “Io con Gualtieri ho lavorato bene” e la faccia attonita della Raggi che nel suo comizio si affannava a marcare la differenza sul competitore, era il suo modo di darle una mano.

      "Mi piace"

    • Vediamo il video: tu e la no vax (al momento in incognito) siete in grado di produrlo?
      Sia lui che sul palco dice questa cosa sia la faccia attonita della vostra eroina!

      Poi però se lo ha detto in uno studio televisivo e senza l’eroina auto candidatasi, e solo per difendere il suo governo, non vale!

      Piace a 2 people

      • Brad, non ti vorrei ferire, ma la strada di casa mia è un immondezzaio a cielo aperto e non ci sono bidoni. Che vuol dire? Che non viene pulita da 6 anni: l’ultimo è a carico del pd, ma gli altri 5 tu lo sai a carico di chi sono?
        Parlo di pulire: scopa e paletta, non di rigassificatore, termovalorizzatore, centro di stoccaggio. No, parlo di spazzino.
        Torno sicuramente prima o poi, più prima che poi e sperando che non mi servirà più lavorare. Tieniti bene per allora.

        "Mi piace"

      • Angelina, ma davvero da Marino in giù Roma era uno specchio?
        Non voglio infierire, immagino che la situazione sia drammatica, ti auguro davvero di tornare quanto prima in questo angolo di Terronia dove tutto è lindo e pinto..
        E per quanto mi riguarda, meglio non potrei stare! 😁

        "Mi piace"

      • Ma che ragionamento è scusa? Da Marino in giù che significa? Io abito qui in questa strada da 10 anni e i primi anni lo spazzino lo vedevo. Pensavo di vivere a Parma? No, era comunque una città difficile. Ma adesso non hai idea di quello che c’è. Vuoi fare un monumento all’onestà della Raggi, ok fallo, ma non capisco perché io ti debba dire che quello che vedo ogni giorno è stato causato da tutti tranne che da lei.
        Inoltre, non so se tu sia ironico: il mio comune è pulitissimo. Certo gli incivili ci sono pure a Grott ma la differenziata funziona e la strada viene pulita due volte al mese. E i grottagliesi si lamentano che è sporco.

        "Mi piace"

      • Nessuna ironia, dalle nostre parti è tutto nella norma e nella decenza, e montagne o anche solo pochi sacchetti di spazzatura per le strade non ne ho mai viste, né nel barese, né nel tarantino, e quando ogni tanto si trova qualcuno che getta una cicca per strada spesso finisce crocifisso sui social.. per questo, ti auguravo davvero, senza scherzi, di tornare ad una qualità della vita decisamente diversa, checché se dica in giro, e non solo per la nettezza urbana.
        Un paio di volte sono venuto a Roma negli ultimi tempi, mi sono messo le mani nei capelli e me ne sono scappato, non solo e non tanto per la sporcizia, anche in quartieri bene, ma soprattutto per il traffico selvaggio e per il grado di inciviltà di molta gente, che spesso poi è la prima a lamentarsi.
        La Raggi non è la mia eroina, io mi sento già ben rappresentato nella mia città, le do atto di tutta l’onestà ed il coraggio che ha profuso a piene mani, ma d’altra parte bisogna riconoscere che sicuramente non bastano, in una città come quella che avrebbe piuttosto bisogno di Terminator.

        "Mi piace"

  3. Quando un uomo, democristiano DOC, con niente in testa incontra un uomo, avvocato del popolo, con niente in mano ma con attributi d’acciaio inox, quello con niente in testa è un uomo perduto e spaesato pronto per la dipartita con biglietto aereo di sola andata per far ritorno definitivo all’ombra della torre Eiffel con braccio teso e palmo in su alla mercé di benefattori passanti con moneta in mano.

    "Mi piace"

  4. Sebbene segua le sue interviste, mi sono presa pure la briga di ascoltarmi un comizio, al pari degli altri non parla mai della guerra, che è l’elefante nella cristalleria, con la situazione in corso che ci porta in una reale economia di guerra, il salario minimo e le altre cosucce diventano secondarie perchè bisogna vedere se ci sarà ancora un salario. Nelle varie dischiarazioni, alla domanda sulla guerra risponde: “auspichiamo il ritiro immediato della Russia dall’Ucraina” e ha risolto il problema. Sulle sanzioni: “è necessario mantenere fermezza sulle sanzioni anche se non stanno funzionando”. Sull’invio di armi: contrario all’invio di armi – è stato necessario sostenere il popolo ucraino in questo esercizio di legittima difesa.
    Poi magari, finita la campagna elettorale, e chiarita la posizione in parlamento, si sarà chiarito anche le idee su cosa intende fare su queste questioni.

    "Mi piace"

    • Carmen e che pretendi . Tu l’ hai vissuta la fase dell’ innammoramento ? Presumo di si .
      In quel periodo , il partner o la partner vede solo i pregi della sua meta’ , i difetti non esistono , anche se sono evidenti lampanti indiscutibili . La stessa cosa succede agli “innammorati” di Conte . Vedono tutto rose e fiori e l’ irrazionale prevale . In pratica lo hanno idealizzato , quando in politica si deve sempre e soprattutto al proprio leader politico , incalzare , domandare , fare emergere le loro contraddizioni , metterlo alla prova delle sue sincere argomentazioni .
      Purtroppo la fase dell’ innammoramento puo’ essere molto gratificante , ma poi nella fase successiva il risveglio puo’ essere doloroso . In politica serve raziocinio , freddezza e inflessibilita’ soprattuto con chi cerca il mio appoggio e il mio voto .
      In parole povere tutto e’ positivo in Conte , e il resto succeda quello che deve succedere .

      "Mi piace"

      • Ma se uno nasce scudiero non potrà mai diventare cavaliere e Giuseppe scudiero lo nacque,
        Sempre pentole sono, il problema è che non hanno il coperchio,

        "Mi piace"

      • Cagliostro
        hai perfettamente ragione, c’è bisogno di votare qualcuno con le ⚾🥎, il generale Pappalardo conta su di te.

        "Mi piace"

  5. Eppure Alberoni che io non ho mai letto , ma le bimbe e i bimbi di Conte si , ha sprecato una vita a spiegare queste cose , invano .

    "Mi piace"

  6. Il problema è anche troppo serio per poterlo prendere davvero seriamente e Conte, pur con tutta la sua buona volontà, sviluppa politiche ondivaghe perché forse(?) si fida degli umori percepiti che sono ondivaghi per eccellenza senza calarsi nelle profonda realtà delle persone; ma anche quest’ ultimo assunto è distorcente perché la politica si occuperà di loro a prescindere dalla comprensione più o meno ferrata delle loro realtà quotidiane.
    Se volessi aprire qualcosa di innovativo che comunque avrebbe margine e potenziale di sviluppo, chiederlo a questa sinistra è come il lancio di un sasso in acqua e se fossi in territorio comanche, chiederlo all’altra fazione più pragmatica suonerebbe come alto tradimento. Per questo ci vorrebbe un organismo che tuteli lo sviluppo economico al di sopra del Pantano storicizzato dalle vecchie ideologie di partito che hanno minato, a vario titolo, un processo trasversale che comunque avrebbe avuto del buono e un sano seguito.
    Si è parlato tanto di start up, sia giovanili che femminili, ma resta quel viscido tallone dell’appartenenza di area che condiziona e inficia l’iter , a sua volta agevolato se non agevolatissimo per altri .
    È una questione di ceto?
    Se la risposta fosse sì il nodo apparirebbe culturale e solo per questo rigido e intransigente.

    "Mi piace"