Il Covid non “contagia” più la politica

Come gli alunni ciucci e refrattari agli esami autunnali, i partiti elettorali si guardano bene dal dire alcunché sulle misure per prevenire e, se nel caso, contenere la nuova variante Covid dall’implacabile puntualità stagionale. C’è un termine che sintetizza la viltà […]

(di Antonio Padellaro – ilfattoquotidiano.it) – “Covid, Centaurus pronta a fare migliaia di contagi: da settembre sarà dominante”.
Dai giornali. Come gli alunni ciucci e refrattari agli esami autunnali, i partiti elettorali si guardano bene dal dire alcunché sulle misure per prevenire e, se nel caso, contenere la nuova variante Covid dall’implacabile puntualità stagionale. C’è un termine che sintetizza la viltà della politica quando non può evitare la concretezza dei problemi senza menare il can per l’aia: divisivo. Prodighi di promesse sui programmi più fantasmagorici – tasse piatte per tutti, grandinate di sussidi, sarà tre volte Natale e luce tutto l’anno – se appena appena si prova a sondarli sulla soluzione da dare ai problemi della vita reale, i cari leader sembrano paralizzati come dal veleno del cobra. Stante la “divisività” insita in qualunque possibile risposta sensata se c’è il rischio di scontentare questo o quello, sempre meglio tacere. Atteggiamento che potrebbe rivelarsi altamente irresponsabile nel momento in cui il Centaurus “dominante” dovesse fare la sua comparsa, prossimamente su questi schermi, come annunciano gli esperti. Al momento l’unica cosa davvero dominante è la diffusa profilassi spensierata e fai da te, a cominciare dalla famosa quarta dose somministrata a una ristretta cerchia di appassionati dell’intramuscolare. Mentre i rari indossatori di mascherine in luogo pubblico si meritano gli sguardi in genere riservati ai comportamenti stravaganti. Quanto ai distanziamenti consigliati (do you remember?) cos’altro aggiungere alle folle entusiaste che si accalcano scambiandosi ogni sorta di fluido negli stadi o ai concerti pop? Ognuno per sé e Covid per tutti sembra essere il mantra della destra di governo che si guarda bene dal turbare il mondo No vax e Boh vax con propositi e appelli minimamente apprensivi. Onde non convogliare voti in direzione Paragone-Italexit o disperderli nel variopinto circo delle liste picchiatelle. Tanto più che per commercianti e piccole imprese – serbatoio elettorale del centrodestra, già terremotato da inflazione e bollette del gas – nuove chiusure o limitazioni potrebbero essere il classico colpo di grazia. Senza offesa, ma gli spot vaccinali di un governo Meloni o un ministro Salvini giudiziosamente mascherinato non riusciamo proprio a immaginarli. Per le medesime ragioni nel centrosinistra si adotta la consueta linea della vaghezza: non so, non c’ero e se c’ero dormivo e se dormivo sognavo di non esserci. Ogni tanto il povero ministro Speranza fa capolino con raccomandazioni che suonano come un ve l’avevo detto. A futura memoria, nel caso, non improbabile, che tra una cosa e l’altra con Centaurus debba fare i conti, ancora, il governo Draghi. In carica per gli affari correnti e i virus dominanti.

Categorie:Cronaca, Interno, Politica

Tagged as: , ,

67 replies

  1. Report
    15 h ·
    🔥Lancet ha pubblicato uno studio secondo cui la capacità di farmaci da banco come ibuprofene, nimesulide, aspirina, di sconfiggere l’infiammazione determinata dal Covid, evitando l’ospedalizzazione dei pazienti, raggiunge l’85-90%, se somministrati in fase precoce.
    Percentuale paragonabile, se non superiore, a quelle dei costosissimi antivirali attualmente in commercio.
    📍Lo studio è stato firmato dai ricercatori italiani dell’istituto Mario Negri e del Giovanni XXXIII di Bergamo che ha preso in rivista numerose ricerche pubblicate negli ultimi 2 anni.
    #Report si era occupata della vicenda lo scorso gennaio, con una intervista a uno dei ricercatori, il dott. Suter, che aveva denunciato resistenze da parte delle istituzioni sanitarie nel sostenere le ricerche italiane sugli antinfiammatori.
    Il problema è che le linee guida del Ministero della Salute sul trattamento domiciliare del Covid mettono ancora oggi sullo stesso piano i Fans e il Paracetamolo. Rinunciando quindi a generalizzare nella pratica di cura dei medici di base l’uso di un trattamento molto efficace e poco costoso👇
    La vigile attesa – Report
    RAI.IT
    La vigile attesa – Report
    Report spiegherà quali sono le cure che fin qui sono state impiegate per trattare i malati di Covid, e con quali risultati.

    CRIMINALI.

    E così dopo 2 anni e mezzo si ‘scopre’ che chi curava con l’aspirina e gli antinfiammatori pesanti schifando la tachipirina, AVEVA RAGIONE!!!

    Io voglio una Norimberga per questi fara-butti, a cominciare da speranziello.

    160.000 morti!

    Ma a loro interessava scoprire cure? NO, perché sennò come lo approvavano il vax come ‘unica arma’ contro il vairus?

    Piace a 1 persona

    • Basetti (BASSETTI! il noto azionista nel consiglio di amministrazione di Pfitzer, quindi ‘fanculo al conflitto di interessi) ha appena diramato un video in cui dice che da “oltre due anni” consiglia gli antinfiammatori che riducono a numeri da prefisso telefonico i ricoveri ed i decessi. L’infame. Fino a ieri ha “sparato a zero” contro le cure domiciliari precoci che esistono quasi dal giorno stesso dell’apparizione del Covid19. Condannando a morte decine di migliaia di persone. Lui e tutti gli altri “virologi” del caxxo! Si avvicina il processo di Norimberga ed i topi “provano” a scappare dalla nave che affonda. ILLUSI.

      "Mi piace"

  2. Se lei fosse assiduo di Lancet et similia vedrebbe la quantità di “studi” che dicono tutto ed il loro contrario. Mai come ora il “public or perish” è stato una manna per “gruppi si ricerca” di qualsivoglia tipo e realtà.
    Molti hanno l’ avvertenza di avere ricevuto critiche dalla comunità scientifica, ad esempio questo:

    https://www.nature.com/articles/s41598-022-10928-z

    Altri di non essere ancora passati per la peer review ( molti).

    Non per sminuire lo studio del Mario Negri, ma temo non sia così semplice.
    Leggendolo su Lancet(open access) si capisce bene che le cose non stanno come i lanci di Agenzia hanno riassunto:

    https://www.thelancet.com/journals/laninf/article/PIIS1473-3099(22)00433-9/fulltext

    Purtroppo ( direi piuttosto per foruna) la “Scienza” funziona così: le ipotesi non sono mai univoche, il dibattito è sempre vivo. Quindi non di deve “credere” ma studiarci sopra.
    Che poi alle Case Farmaceutiche convenga formulare vaccini da inoculare reiteratamente al Mondo intero piuttosto che dedicarsi alla ricerca di una cura ( che magari ti guarisce e via…) mi pare ovvio. Ma non è così semplice…

    Piace a 2 people

    • X Carolina,

      a parte che tu apparentemente leggi tutto lo scibile umano passando 244 ore al giorno a leggere e ad informarti,

      ti informo a mia volta che parlo per sentito dire, e sopratutto non ragiono con il fondoschiena come spesso fai te, carissima, visto che posti spesso solo per il gusto (?) di dire il contrario di quel che dicono gli altri.

      Ne sai un accidente TU, di quanto abbia letto io in questi 2 anni e di quanto abbia capito di quel che leggo (cosa che a te sembra difficile da comprendere).

      E siccome nessuno ti ha menzionata, per una volta, assieme a quell’altro che ti ringrazia, potevi anche TACERE, ma ti riesce difficile, visto che la polemica con gli altri è l’unica cosa che ti riesce.

      "Mi piace"

      • No, solo NOIA della solita polemichetta che invece di commentare nel merito una notizia, finisca per buttarla in caciara perché ogni tanto vengono fuori studi che dicono il contrario dell’altro.

        Che poi detto a me, che a differenza di tanti altri qua, ho una formazione e una laurea scientifica, fa ridere i polli: come se io non fossi andato a 20 anni di congressi a sentire più campane e a cercare di capire chi avesse ragione.

        Ma no, poi si va nel webbe e bisogna sentirsi apostrofare dalla Carolina di turno come se si fosse degli scolaretti. Quando va bene, sennò c’é Jolly Vax, quello che prevedeva la sconfitta del COVID, la sconfitta della Russia e diceva che i ragazzi deceduti dopo le vaccinazioni non esistevano.

        "Mi piace"

  3. Evidentemente, ci sono altri interessi economici che non sappiamo, ma sono molto lontani dal salvare vite umane ! Chissà che recuperando le pensioni dai morti di Covid si possa assorbire la perdita della cassa dei giornalisti strapagati !!cosicché i poveracci sono morti e lasciano libere le pensioni ai poveri giornalisti ! Dal primo all ultimo ,Che gloria .Avere le pensioni di gente morta e ciao core !

    Piace a 1 persona

    • Visto che le morti ci sono state anche tra giovani e giovanissimi oltre al recupero delle pensioni c’è stato e ci sarà un bilanciamento con i posti di lavoro

      "Mi piace"

  4. Numero contagiati e deceduti nel 2020 post lockdown, 2021 in piena campagna vaccinale e oggi col tana libera tutti
    1 luglio
    2020 187—21
    2021 882—21
    2022 86.334—72
    10 luglio
    2020 276—12
    2021 1.400—12
    2022 79.920—44
    20 luglio
    2020 190—13
    2021 3.558—10
    2022 86.067—157
    30 luglio
    2020 386—3
    2021 6.619—18
    2022 49.571—121
    10 agosto
    2020 259—4
    2021 5.636—31
    2022 31.703—145
    16 agosto
    2020 479—4
    2021 3.674—24
    2022 8.944—70
    17 agosto
    2020 320—4
    2021 5.273—54
    2022 36.265—70
    19 agosto
    2020 642—7
    2021—7.260—55
    2022 24.691—124
    23 agosto
    2020 1.210—7
    2021 4.168—44
    2022 35.360–134

    Ora le destra invoca la responsabilità personale per vaccinarsi o meno e seguire le altre
    Con la riapertura delle scuole, senza gli obblighi sanitari al personale compresa la vaccinazione, il riempimento dei mezzi pubblici, l’affollamento dei luoghi di lavoro questi numeri saliranno. E lasciando libero il gregge di pascolare a piacere ci sarà da godersi lo spettacolo autunnale tendente al Natale.

    Sulle imbarazzanti uscite dell’accanito troll putiniano stendo un velo pietoso.
    1) Con i coronavirus siamo costretti a conviverci da sempre, ne sono prova le influenze della stagione invernale. E quale farmaco DEFINITIVO e preventivo ha prodotto finora la ricerca? IL VACCINO.
    2) La terapia preventiva per intervenire precocemente presupporrebbe un monitoraggio continuo e personalizzato della popolazione. Ma le hai tutte queste risorse mediche? Ti è giunta voce che i medici di base, cd medico di famiglia, sono sempre più anziani e non vengono sostituiti? E che nella fse acuta iniziale ne sono morti a centinaia per prestare assistenza?
    3) L’idiosincrasia prezzolata verso il vaccino di squallidi come te, come il circo serale di Retequattro e di alcuni noti giornalai falsari, con il carico dei siti complottisti e loro emuli (Byoblu e Radioradio per es.), sta portando la popolazione, in larga parte ignorante e facilmente manipolabile, a rigettare la puntura per tentare la sorte con la speranza di cavarsela.

    Se le terapie intensive dovessero tornare a riempirsi contro chi indirizzerete i vostri strali furibondi? Speranza potrebbe ritrovarsi all’opposizione o addirittura restare a casa non eletto.

    Il rischio di miocardite e pericardite post-vaccinazione è estremamente basso. 411 casi su 15 milioni di somministrazioni. I dati pubblicati su The Lancet
    Uno dei possibili effetti collaterali della vaccinazione è lo sviluppo di miocardite e pericardite. Le probabilità che ciò avvenga sono però estremamente basse, pari allo 0,003%. A certificarlo sono i dati ottenuti su 15 milioni di individui pubblicati dalla rivista The Lancet. Non solo, proprio perché le infezioni virali sono associate ad un aumentato rischio di problemi cardiaci, la vaccinazione riduce il rischio di sviluppare una miocardite o una pericardite in seguito a Covid-19.

    CHE COSA SONO LE MIOCARDITI E PERICARDITI?
    Miocardite e pericardite sono infiammazioni del muscolo cardiaco e della membrana che lo riveste. Quando ciò si verifica il cuore non lavora più in maniera efficiente. Nei casi più gravi ciò può sfociare in insufficienza cardiaca -ovvero l’incapacità del cuore di pompare la giusta quantità di sangue- e morte. Tra le cause più frequenti di miocardite ci sono le infezioni virali e quella da Sars-Cov-2 non fa eccezione. Fortunatamente questi eventi, spesso presi in tempo, possono essere facilmente trattati con antinfiammatori.

    LA MALATTIA AUMENTA IL RISCHIO
    A testimonianza del legame causa-effetto tra infezione e sviluppo dell’infiammazione, un recente studio del Centers for Disease Control and Prevention (CDC) statunitense ha rilevato che l’incidenza di miocardite negli anni pre e durante la pandemia è variata di molto:i casi di miocardite nel 2020 sono aumentati del 42%. I casi, pur aumentando, sono comunque estremamente rari. Il rischio però varia con l’età: dal rischio medio di 16 volte superiore per tutte le età, si passa a 7 volte superiore tra i 16 e i 39 anni. Tra gli under-16 e gli over-75 però il rischio è 30 volte superiore.

    RISCHIO MIOCARDITE ESTREMAMENTE BASSO
    Ora, a distanza di quasi un anno e mezzo dalle prime somministrazioni, il dato si è fatto ancora più consistente: su 15.148.369 persone tra 18 e 64 anni vaccinate con vaccini a mRNA sono state riportate 411 miocarditi o pericarditi (0,003%). La maggior incidenza si è verificata nel sesso maschile nella fascia di età compresa tra i 18 e 25 anni in seguito alla seconda dose. Risultati che non dipendono dal prodotto utilizzato: Comirnaty di Pfizer-BioNTech e Spikevax di Moderna presentano lo stesso profilo di rischio. Un risultato che conferma ancora una volta l’estrema sicurezza della vaccinazione contro Covid-19.
    Questo è quel che riporta Fondazioneveronesi.it

    Coronavirus, lo studio: rischio di sviluppare miocarditi 11 volte superiore tra i contagiati che tra i vaccinati

    https://www.ilfattoquotidiano.it/2022/08/24/coronavirus-lo-studio-rischio-di-sviluppare-miocarditi-11-volte-superiore-tra-i-contagiati-che-tra-i-vaccinati/6771870/

    P.S.
    Al troll putiniano col nome da vecchio aeroplano consiglio di aggiornare i suoi files dove attinge i copia&incolla.
    Il numero aggiornato di deceduti è 175.306
    Attualmente il 99% della popolazione E’ SCOPERTO contro il virus, perchè ogni dose di vaccino per qualsiasi coronavirus, cominciando dall’influenza stagionale, ha un’efficacia di 6 MESI.

    🍿🍿🍿???

    Piace a 1 persona

      • Stufillaro, che hai da ringraziare lo sai solo te. Forse non hai altri argomenti che trol onzare le discussioni altriu.

        X il pazzoide scappato dal manicomio, noto anche come Jolly/Jerome:

        1) Con i coronavirus siamo costretti a conviverci da sempre, ne sono prova le influenze della stagione invernale. E quale farmaco DEFINITIVO e preventivo ha prodotto finora la ricerca? IL VACCINO.

        BUGIARDONE. E’ talmente definitivo, come farmaco, che in Canada sono già ala 5a DOSE. Che diventa meno efficace dopo 3-4 mesi. Che non salva dal contagio ma solo dagli ‘effetti gravi’ ma intanto oltre l’80% dei morti COVID è con ciclo di vaccinazione completa.

        SI sapeva già dalla primavera del 2020 che gli antinfiammatori erano EFFICACI nei primi stadi i malattia, solo che hanno continuato a NEGARE spudoratamente qualsiasi cura che non fosse il vaccino.

        E i tuoi dati dimostrano solo una cosa: dopo 150.000.000 di vaccini abbiamo il DECUPLO dei casi e dei morti degli anni precedenti. Quindi il vaccino NON protegge e NON cura un accidente.

        2) La terapia preventiva per intervenire precocemente presupporrebbe un monitoraggio continuo e personalizzato della popolazione. Ma le hai tutte queste risorse mediche? Ti è giunta voce che i medici di base, cd medico di famiglia, sono sempre più anziani e non vengono sostituiti? E che nella fse acuta iniziale ne sono morti a centinaia per prestare assistenza?

        CI SONO DOTTORI CHE HANNO CURATO CENTINAIA DI PAZIENTI, persino Open ha dovuto citare il caso di un dottore che ne ha curati 3.000. Semplicemente, quando telefonavi nel 2020-21 al dottore NON ti veniva a visitare e NON ti ricoveravano finché non era tardi, come ho visto da testimonianze DIRETTE.

        Sono dei criminiali, non c’é altro modo di definirli

        3) L’idiosincrasia prezzolata verso il vaccino di squallidi come te, come il circo serale di Retequattro e di alcuni noti giornalai falsari, con il carico dei siti complottisti e loro emuli (Byoblu e Radioradio per es.), sta portando la popolazione, in larga parte ignorante e facilmente manipolabile, a rigettare la puntura per tentare la sorte con la speranza di cavarsela.

        TU SEI UN MINUS HABENS di quelli monumentali, come al solito.

        Se dopo 150.000.000 di vaccini e centinaia i casi segnalati MORTALI come Canepa, Tuscano e Paternò pensi che sia colpa di chi non si vaccina se abbiamo PIU’ casi di COVID e morti, vuol dire che sei senza speranza di sorta.

        Quanto alla ‘rarità’ delle miocarditi, lo studio del Lancet l’ho letto ed è una PATACCA imbarazzante per i metodi utilizzati. Anche se ogni tanto la verità viene fuori a pezzetti, il monoblocco legato a Big Pharma continua con questi articoli ridicoli dove si parla d 400 casi di miocardite su 15 mln di vaccinazioni.

        BENE, sarà anche ‘raro’, ma solo all’AIFA hanno segnalato in un anno 600 MORTI dopo vaccinazione, anche se questi hanno fatto del loro meglio per vitare di associarli al vaccino. Un’OMERTA’ che inizia già con i medici di BASE che attaccano i pazienti accusandoli di inventarsi malattie!

        Cosa facile, quando poi ti pagano per FARLI FARE i vaccini.

        Vogliamo invece parlare dei dati Euromomo dove si vede un NETTISSIMO INCREMENTO di mortalità giovanile in Europa a partire dalla PRIMAVERA 2021?

        Quando gente come Paternò, Canepa e Tuscano, Reda e Battaglia, morirono dopo ASTRAZENECA?

        A proposiot, gli ASTRADAYS li hanno aboliti e AZ è sparito.

        A proposito-bis: pare che non sia affatto vero nemmeno che la proteina spike generata dai vaccini sparisca totalmenet in poco tempo.

        Ma con calma, mi raccomando: tanto Jerry è convinto che i vaccini siano l’unica arma disponibile, alla faccia dei dottori che hanno salvato persone a centinaia semplicemente CURANDOLE e non negandosi al telefono!

        "Mi piace"

      • Mi diverto a rispondere al troll principe della propaganda putiniana, che come i suoi sodali è riconoscibile dalla grettezza e volgarità orgogliosamente esibite. Di fondo tanta ignoranza.

        1) Afferma: BUGIARDONE. E’ talmente definitivo, come farmaco, che in Canada sono già ala 5a DOSE. Che diventa meno efficace dopo 3-4 mesi. Che non salva dal contagio ma solo dagli ‘effetti gravi’ ma intanto oltre l’80% dei morti COVID è con ciclo di vaccinazione completa.

        Numeri tirati fuori così, ad catsum. Sottostante al solito ragionamento Della volpe Francesca Donato, incapace a comprendere il rapporto statistico altrimenti definito proporzione o incidenza percentuale.
        In Italia i MAIVAX sono quasi 7 Milioni.
        Come ha inciso su di loro la mortalità da Covid?

        NOVAX Decessi mensili per milione
        5/12/21 151
        12/12/21 424
        26/12/21 629
        09/01/22 786
        16/01/22 1.030
        30/01/22 1.135
        06/02/22 1.071
        13/02/22 963
        20/03/22 341
        03/04/22 361
        24/04/22 309
        22/05/22 197
        19/06/22 101
        10/07/22 226
        24/07/22 334

        Vaccinati con III dose + BOOSTER
        5/12/21 7
        12/12/21 14
        26/12/21 16
        09/01/22 32
        16/01/22 44
        30/01/22 67
        06/02/22 71
        13/02/22 65
        20/03/22 34
        03/04/22 42
        24/04/22 47
        22/05/22 30
        19/06/22 15
        10/07/22 35
        24/07/22 56

        Ora, prova ad applicare i tassi di mortalità dei MAIVAX ai restanti 50 Milioni di cittadini vaccinati, sai cosa succederebbe?
        Ho provato a moltiplicare spannometricamente per 7 (per raggiungere la cifra di 49 milioni di cittadini) e viene fuori questo numero di vittime:
        05/12/21 151 x 7 milioni = 1.257 morti MAIVAX in un mese Su 56 Milioni di italiani = 8.456 morti potenziali IN UN MESE
        12/12/21 424 x 7 milioni = 2.968 morti MAIVAX in un mese Su 56 Milioni di italiani = 23.744 morti potenziali IN UN MESE
        16/01/22 1.030 x 7 = 7.210 morti MAIVAX in un mese Su 56 Milioni di italiani = 57.680 morti potenziali IN UN MESE
        30/01/22 1.135 x 7 = 7.945 morti MAIVAX in un mese Su 56 Milioni di italiani = 63.560 morti potenziali IN UN MESE
        E via calcolando.
        PURTROPPO NELLA TUA IGNORANZA NON CI ARRIVI. E LO SCRIVO IN MAIUSCOLO perché sarai abituato a strillare istericamente le tue frustrazioni in vece che ragionare pacatamente.

        2) SI sapeva già dalla primavera del 2020 che gli antinfiammatori erano EFFICACI nei primi stadi i malattia, solo che hanno continuato a NEGARE spudoratamente qualsiasi cura che non fosse il vaccino.

        FALSO, perché a quella data si navigava a vista e NON ESISTEVANO VACCINI, presentato il primo ad ottobre 2020 e usato in Italia per la prima volta a gennaio 2021, con Falsopietro e i troll come te che spingevano da marzo per la ciofeca SPUTNIK, perché il capitone sciacallo era andato a chiederli a San Marino, che fa di abitanti meno di un isolato in una periferia del Lorenteggio a Milano.

        3) E i tuoi dati dimostrano solo una cosa: dopo 150.000.000 di vaccini abbiamo il DECUPLO dei casi e dei morti degli anni precedenti. Quindi il vaccino NON protegge e NON cura un accidente.

        I numeri che ti ho postato prima sono dell’ISS e smentiscono la tua VILE propaganda. Ma se te la fai con la Donato non arriverai mai a comprenderli ed accettarli.

        4) SONO DOTTORI CHE HANNO CURATO CENTINAIA DI PAZIENTI, persino Open ha dovuto citare il caso di un dottore che ne ha curati 3.000. Semplicemente, quando telefonavi nel 2020-21 al dottore NON ti veniva a visitare e NON ti ricoveravano finché non era tardi, come ho visto da testimonianze DIRETTE.

        E ci sono stati Dottori che nella prima fase, soprattutto in Lombardia e poi nel resto d’Italia, sono morti per cercare di curare i pazienti. Può esserci stato qualche specialista che ha provato un protocollo diverso, di certo A QUELLA DATA NON ESISTEVA ACUNA PRESSIONE DI BIG PHARMA. Se lo affermi è solo per DISONESTA’ INTELLETTUALE E PROPAGANDA.

        5) TU SEI UN MINUS HABENS di quelli monumentali, come al solito.
        Se dopo 150.000.000 di vaccini e centinaia i casi segnalati MORTALI come Canepa, Tuscano e Paternò pensi che sia colpa di chi non si vaccina se abbiamo PIU’ casi di COVID e morti, vuol dire che sei senza speranza di sorta.

        LA DEVI PIANTARE DI APPROPRIARTI DEI MORTI PER SCIACALLARCI, in puro stile fascista. Che possano esserci stati dei casi avversi, statisticamente non significativi, non si è autorizzati a mettere in dubbio l’efficacia del vaccino. E comunque se volessi fare dei confronti ci sono le tabelle ISTAT con le cause di morte divise per fasce d’età di ogni anno Non si è notato alcun incremento significativo, se non per gli over 70 A CAUSA DEL COVID…stampatelo in quella testa bacata.

        6) Quanto alla ‘rarità’ delle miocarditi, lo studio del Lancet l’ho letto ed è una PATACCA imbarazzante per i metodi utilizzati. Anche se ogni tanto la verità viene fuori a pezzetti, il monoblocco legato a Big Pharma continua con questi articoli ridicoli dove si parla d 400 casi di miocardite su 15 mln di vaccinazioni.

        Ok, per te LANCET SCRIVEREBE FALSITA’. Mò me lo segno proprio, vabbene…

        7) BENE, sarà anche ‘raro’, ma solo all’AIFA hanno segnalato in un anno 600 MORTI dopo vaccinazione, anche se questi hanno fatto del loro meglio per vitare di associarli al vaccino. Un’OMERTA’ che inizia già con i medici di BASE che attaccano i pazienti accusandoli di inventarsi malattie!

        E anche AIFA è stigmatizzata per sempre. Bisognava rinforzare il sistema immunitario con gli intrugli proposti dallo store Di Byoblu, licheni grattugiati dai palchi delle renne e venduti a 24€ a confezione mensile, solo 300 € l’anno invece del vaccino gratuito.

        8) Vogliamo invece parlare dei dati Euromomo dove si vede un NETTISSIMO INCREMENTO di mortalità giovanile in Europa a partire dalla PRIMAVERA 2021?

        TIPICA IGNORANZA DELLA FRANCESCA DONATO. Confronto stupido perché fatto su un periodo in cui si usciva dal lockdown. Durante la campagna vaccinale nel 2021, la gente era libera di viaggiare, con incidenti d’auto anche mortali, lavorare, con la ripresa delle morti sul lavoro nell’edilizia, industria e agricoltura, di divertirsi, con hobby pericolosi in montagna o al mare e tutte le altre solite casistiche. Grazie al katso che sono aumentati i morti.

        I nomi, SEMPRE I SOLITI, che buttate sul tavolo in ogni discussione squalificano voi sciacalli, senza rispetto e pietà per i deceduti e i loro familiari.

        Piace a 1 persona

      • Toh, è tornato il co6lion3 olandese. Dopo che è riuscito a far chiudere i commenti su IlSimplicissimus, grazie alla sua NON scurrilità, signorilità, massimo qualche volgarità, ci riprova su Infosannio a spargere la materia con cui ha a che fare giornalmente come lavoro: Pajasso!

        "Mi piace"

    • Grazie Jerome.
      Anche per oggi siamo a posto 🤗

      Ps.
      Entro martedì pomeriggio riusciresti a darmi sei numeri da giocare al superenalotto?
      Poi se vinco facciamo a metà.
      Ciao e buona giornata…..

      "Mi piace"

      • SEI UN lDl0TA fatto e finito.
        Io i numeri li prendo dalle tabelle dell’
        Istituto
        Superiore di
        Sanità.
        ISS
        Voi li estraete dal cestino della tombola, o’ panariello, e c’imbastite su la propaganda foraggiata dalla centrale di disinformatzja putiniana.

        "Mi piace"

      • Ma no amico mio……
        Lo so che tu hai fonti sicure dove pescare i numeri giusti.
        Appunto per questo ti chiesto quelli per il superenalotto.
        😍

        Ps.
        Grazie per esserti limitato a darmi dell’idiota senza coinvolgere anche la mia famiglia nei tuoi insulti

        "Mi piace"

      • Jerome non ci credo….
        Ho riletto quello che hai scritto e ho scoperto che mi ero perso una chicca.
        A un certo punto hai usato come termine di paragone il Lorenteggio.
        Hai sparato a casaccio o anche tu abiti qui?
        Sarebbe curiosissimo…..magari senza saperlo ci siamo anche incrociati all’esselunga 😁

        "Mi piace"

    • Articolo giusto del 16 marzo 2020! 16 marzo 2020! E perché dovrebbero eliminarlo? Per gli webeti come te che in questi due anni e mezzo avrebbero fatto bene a chiudersi in un tombino e invece avete ancora il coraggio di parlare….. a vanvera

      "Mi piace"

      • BLATTA, ti risulta che la politica del ministero della salute sia CAMBIATA da allora?

        Sempre a Tachipirina vanno. Questo lo dice anche Report, ma per le blatte come te non c’é speranza: non avendo nemmeno idea di cosa sia una cosa sensata nemmeno per sbaglio.

        "Mi piace"

  5. Come al solito….
    A gennaio dovevi fare la terza dose entro 5 mesi altrimenti saresti morto all’istante.
    Io l’ho fatta il 3 gennaio e , a rigor di logica, adesso sono scoperto al 100%.
    Un mese dopo è arrivata la guerra e il covid è sparito, o comunque declassato a semplice raffreddore.
    Nell’ultimo mese ho visto ammalarsi una marea di amici e conoscenti tutti terzadosati.
    Certo niente terapia intensiva, ma febbre a 39 chi per un paio di giorni chi per una settimana .
    Ora…..siccome hanno detto tutto e il contrario di tutto, io, per non saper ne leggere ne scrivere,ho fatto pace con la mascherina ffpp2.
    La metto quando entro nei negozi o comunque in ambienti chiusi.
    Forse esagero, ma non ho nessuna voglia di avere 39 di febbre, anche solo per un paio di giorni.

    Piace a 2 people

      • @ Anail
        Se per giovincello intendi un 53enne si.
        Sono giovincello😂
        E quindi non ho ancora diritto alla quarta dose 😭
        Quando me la concederanno la farò sicuramente ma solo per scaramanzia.
        Preferisco affidare la mia salute alla mascherina e al distanziamento sociale.
        Sono due anni e mezzo che non frequento bar e ristoranti…..all’inizio mi pesava ma ormai mi sono abituato, e mi sono accorto che così facendo risparmio anche un sacco di soldi!

        Piace a 1 persona

    • VERO, però in giro la propaganda NOMASK ha fatto breccia. E con i freddi i danni pesanti saranno causati dall’estendersi del numero di NOVAX-
      Oggi siamo tutti scoperti e senza gli anticorpi del vaccino.
      SARA’ UNA STRAGE, ma vorrò divertirmi a rinfacciarla lugubramente ai dementi NOTUTTO.

      "Mi piace"

  6. Adesso ci sono arrivati pure loro . E’ da due anni che lo stanno dicendo medici e meno medici , che sono stati dileggiati insultati sospesi e licenziati . Ora sembra che hanno scoperto la fusione nucleare a freddo questa gente che dovrebbe solo rinchiudersi sottoterra . Intanto i morti che sono morti a forza di tachipirine e vigile attesa , a chi si appelleranno costoro ? E’ ovvio che serva prudenza ma se disgraziatamente te lo becchi , puoi e devi intervenire DA SUBITO , tramite il tuo medico ( ora l’hanno capito pure loro ) con antibiotico e antinfiammatorio . Esperienza personale mia e di miei familiari .
    Altro che vigilòe attesa e protocolli calati dall’alto Fuori politici dalla Sanita’ .

    "Mi piace"

      • È arrivato l’ignorante.

        “Il caso azitromicina, sparita dalle farmacie, spinge AIFA a ribadire che non esistono antibiotici raccomandati per il Covid-19. Utili solo in caso di sovrainfezioni batteriche.

        Azitromicina: gli antibiotici non servono per curare il Covid-19
        L’azitromicina, un antibiotico utile per trattare infezioni batteriche, non serve per curare il Covid-19. Lo ha ribadito in un comunicato l’Agenzia italiana del farmaco (AIFA).

        NON CI SONO ANTIBIOTICI RACCOMANDATI PER IL COVID-19
        La precisazione si è resa necessaria il 13 gennaio dopo la circolazione di notizie secondo cui l’azitromicina potrebbe aiutare a curare a domicilio il Covid-19. L’effetto è stato che ora le farmacie un po’ in tutto il paese sono a corto del farmaco, che serve invece a molti pazienti a cui è realmente utile. Eppure non sono mancate le indicazioni chiare sull’utilità degli antibiotici nella attuale pandemia.
        COME DA SEMPRE RIPETUTO e RACCOMANDATO, gli antibiotici sono utili per curare le INFEZIONI BATTERICHE, non quelle causate da VIRUS (quindi non servono neppure le per l’influenza stagionale). Tutte le linee guida nazionali e internazionali sono concordi nel dire che gli antibiotici non servono per trattare l’infezione da Sars-CoV-2. Ne aveva parlato chiaramente anche il vademecum dei medici lombardi per la cura domiciliare del Covid-19 già nei primi mesi di pandemia: «È fortemente sconsigliato l’utilizzo di azitromicina. Fatti salvi quei casi in cui vi sia il fondato sospetto di una contestuale infezione batterica».

        Malattie infettive, pandemie, resistenza agli antibiotici: cosa ci insegna la storia?
        Malattie infettive, pandemie, resistenza agli antibiotici: cosa ci insegna la storia?

        QUATTRO RAGIONI PER NON USARE ANTIBIOTICI A SPROPOSITO
        Perché è importante usare bene i farmaci, soprattutto se antibiotici? In generale ogni farmaco va utilizzato solo dietro consiglio di un medico o di un farmacista se si tratta dei farmaci “da banco”. Ma utilizzare antibiotici quando non servono è una scelta perdente sotto vari punti di vista.

        Primo: non serve a curarci se non abbiamo – come già detto – un’infezione batterica che si sovrappone a quella da Sars-CoV-2, e che deve essere identificata dal medico.
        Secondo: possono dare effetti collaterali importanti, totalmente inutili.
        Terzo: la disponibilità di medicinali non è illimitata, ci sono tempi di produzione e di distribuzione; fare incetta di un farmaco inutile provoca l’effetto di mettere in seria difficoltà le persone che ne hanno veramente bisogno.
        Quarto: ultimo ma non certo meno importante è il fatto che un uso eccessivo ed improprio degli antibiotici è una delle cause dell’antibioticoresistenza e del dilagare di infezioni da batteri multiresistenti. Pensiamoci quindi perché se utilizziamo a sproposito un antibiotico, può essere che quando ne avremo davvero bisogno non ci servirà più.

        SERVE RESPONSABILITÀ DI MEDICI E CITTADINI
        Il comunicato AIFA si conclude con la rassicurazione che l’Agenzia rimedierà alla mancanza di farmaci. «Premesso che l’AIFA ha già messo in atto, come sempre in questi casi, tutte le misure di contrasto alla carenza per assicurare il farmaco per gli usi autorizzati» e con un forte richiamo alla responsabilità non solo dei cittadini, ma anche dei medici che prescrivono farmaci e terapie: «Utilizzare gli antibiotici con attenzione e prudenza deve essere un impegno e un dovere per tutti, dai professionisti sanitari alla popolazione generale, come principale arma di contrasto al problema della resistenza agli antibiotici che rappresenta, anch’essa oltre al COVID-19, una delle sfide principali a livello globale sia per la sanità che per l’ecosistema in generale».”

        "Mi piace"

      • Fai pena, semplicemente, insieme a tutto il baraccone di impostori e infami che adesso si accorgono degli antinfiammatori e dell’aspirina, dopo aver mandato al creatore migliaia di sprovveduti che vi hanno creduto sulla parola sulla la vigile attesa.

        I pipponi tirateli da sola: hai mai sentito parlare di complicanze batteriche? L’AIFA questo ha ribadito:

        “La mancanza di un solido razionale e l’assenza di prove di efficacia nel trattamento di pazienti COVID-19 non consente di raccomandare l’utilizzo dell’azitromicina, da sola o associata ad altri farmaci con particolare riferimento all’idrossoclorochina, AL DI FUORI DI EVENTUALI SOVRAPPOSIZIONI BATTERICHE”.

        E’ facile capire se esistono o meno perché quando non ci sono, sulla fronte del paziente appare la scritta verde “virus only”, mentre quando esistono, diventa rossa e a fianco della dicitura precedente appare “… plus bacteria”.

        "Mi piace"

      • Inoltre (ma l’hai letto il link che ti ha postato Zorro?):

        “Azitromicina nella terapia dei pazienti adulti con COVID-19
        … è un antibiotico della famiglia dei macrolidi… Perché alcune
        fonti indicano il farmaco come utile nella cura di COVID-19? …
        La proprietà antibatterica dei macrolidi deriva dalla loro interazione con il ribosoma batterico e la conseguente inibizione della sintesi proteica. ESISTONO PROVE che i macrolidi esercitino effetti benefici nei pazienti con malattie polmonari infiammatorie oltre alla loro capacità di inibire la replicazione dei batteri patogeni.
        Studi in vitro e in vivo hanno dimostrato che i macrolidi mitigano l’infiammazione e modulano il sistema immunitario; in particolare essi si sono mostrati in grado di causare la downregulation delle molecole di adesione della superficie cellulare, ridurre la
        produzione di citochine proinfiammatorie, stimolare la fagocitosi da parte dei macrofagi alveolari e inibire l’attivazione e la mobilizzazione dei neutrofili. Il meccanismo con cui i macrolidi esercitano questi effetti antinfiammatori e immunomodulatori non è ben noto…”, quindi “esitono prove” del loro funzionamento antinfiammatorio, ma il meccanismo non è ben noto: E CHI CAXXO SE SE FREGA SE FUNZIONA?

        Invece era ben noto il funzionamento della tachipirinha e vigile attesa, vero?

        SIETE SOLO DEI BUFFONI!!!!!

        "Mi piace"

  7. Da quello che ho capito io l’ Azitromicina ( antibiotico ) la danno insieme all’ antinfiammatorio perche’ oltre ad essere un antibatterico contiene proprieta’ antivirali e antinfiammatorie anch’essa il che rafforzerebbe l’azione anticovid .19

    Piace a 1 persona

  8. Io ORGOGLIOSAMENTE posso dire (incrociando le dita):

    ZERO DOSI ZERO COVID in famiglia.

    Sperando che continui così.

    Ah, niente malori dovuti all’eccesso di pizza, sesso e rocn’roll.

    "Mi piace"

    • Io ORGOGLIOSAMENTE posso dire che sei una clamorosa testa di katso, refrattaria a qualsiasi ragionamento che presupporrebbe una qualità a te sconosciuta, LA LOGICA.
      Sei un concentrato d’ignoranza che di proprio nulla aggiunge ad un confronto, infatti vieni usato come postino di video, cartoni animati e delle scemenze ripetute a pappagallo di quel soggetto da studi psichiatrici che sarebbe la Francesca Donato.
      Ma ce l’avresti il coraggio di farti vedere in giro o vivi rintanato, abbracciando tesi farlocche per provare il brivido di sentirti rivoluzionario.
      Abusivo ladro di ossigeno.

      "Mi piace"

  9. Anche se sono ormai passati anni, ancora si hanno poche armi per combattere questo virus. E la sanità pubblica anziché cercare di tamponare le falle aperte negli ultimi 20 anni ( una voragine) è definitivamente crollata.
    Come sempre nei momenti di crisi immensi interessi sono messi in moto. Dopo un primo periodo di comprensibile sbandamento ( anche se non giustificabile: la tanto sbandierata Sanità Regionale doveva prepararsi dopo aver visto quanto succedeva in Cina… Dove erano i benissimo pagati Direttori Sanitari degli Ospedali? Organizzavano i Pronto soccorso e gli altri spazi? Sapevamo quante mascherine avevano in magazzino? Hanno allertato con incontri specifici il personale? Il Governo non ci entra in tutto questo!) la risoluzione di chiudere ha salvato molte vite e i contagi ( e i morti) sono subito crollati.
    In un mondo globalizzato e schiavo del Mercato si è però scelto di privilegiare l’economia nei confronti della salute ( non ne discuto, sono scelte) anche perché, diciamocelo chiaro, morivano , e muoiono, quasi solo i vecchi e i fragili, che nel nostro Occidente sono ormai solo un peso. Quindi si è puntato tutto e solo sui vaccini, con improvvisi voltafaccia degli “scienziati” che solo pochi mesi prima twittavano derisione nei confronti di chi immaginava di vaccinare una popolazione in piena pandemia ( “È come mettersi la cintura di sicurezza dopo avere avuto un incidente”, Burioni dixit). Infatti di solito non si fa.
    Purtroppo non occorreva essere “novax” per immaginare che, dato che il tempo biologico non si compra, non c’era stato abbastanza tempo per monitorare gli effetti collaterali nel tempo e la durata e l’efficacia della copertura. La guerra tra Case Farmaceutiche si è scatenata, la politica ci ha subito marciato ( sono rimasti solo i vaccini statunitensi, ad esempio per Sputnik, che Lancet già nel Febbraio dell’anno scorso dichiarava “safe and effective” e lo salutava come una ulteriore arma contro il virus, nulla da fare) ed è successo il caos che sappiamo.
    La politica si è appropriata di tutto, si è artatamente creato un gran odio tra cittadini, a mio parere voluto: divide et impera.
    I Migliori non hanno risolto alcunché, anzi: il Covid è stato semplicemente rimosso. Tra l’altro mai visti tanti “eventi” concetti, cazzate varie di assembramenti come questa estate.
    I morti non interessano( vecchi e fragili…) , tanto neppure un Vip è morto.

    Non occorre certamente essere “novax” per avere ormai chiaro che questi vaccini hanno delle grosse criticità, ed è crollata la plausibile giustificazione che occorra tentare il tutto per tutto, ma si continua: l’obbligo è stato un precedente che ci ha distinto nei confronti dell’intero mondo e lassù hanno ben capito fino a dove possono arrivare con la propaganda e fomentando l’odio reciproco. Ci riproveranno in altre circostanze.

    Piace a 1 persona

    • Non occorre certamente essere “novax” per avere ormai chiaro che questi vaccini hanno delle grosse criticità, ed è crollata la plausibile giustificazione che occorra tentare il tutto per tutto….
      Quali grosse criticità di grazia?
      Nell’ultimo mese, tra fine luglio e oggi, sono morte quasi 200 persone di media al giorno, con picchi vicino alle 300.
      Gli effetti del vaccino sono terminati e la gente crepa tra l’indifferenza generale e la montante fobia alimentata verso il “Siero genico sperimentale”.
      Io in alto ho postato i tassi di mortalità fra MAIVAX e vaccinati. I numeri di decessi potenziali potrebbero diventare reali. Se registrassi 50k decessi al mese questo si tradurrebbe in un intasamento delle T.I. e ferma prolungata di ogni atro tipo di assistenza ospedaliera con SICURI morti indiretti per mancanza di cure.
      Mi frega meno di zero delle idiozie sparse a piene mani dai propagandisti MAIVAX, maggioranza solo su questo blog, per fortuna.

      Piace a 1 persona

      • Solo un FISSATO PSICOPATICO ANALFABETA come te potrebbe continuare a ignorare che i dati sono CATASTROFICI per qualsiasi concetto di efficacia dei vaccini.

        La variante Omicron ha AZZERATO ogni certezza di sopravvivere al COVID già QUESTO GENNAIO quando arrivammo a 200.000 casi al giorno, in PIENA CAMPAGNA VACCINALE.

        Il fatto che persino d’estate 2022 abbiamo molti più casi e vittime che nel 2020-2021 è soltanto la CODA di questo fenomeno.

        Ignorante patologico e privo di ogni capacità di analisi malgrado i convogli di numeri che pretendi RAPPRESENTINO QUELLO CHE INVECE SMENTISCONO.

        Chiaro, o vuoi un disegnino?

        "Mi piace"

  10. Dal punto di vista logico il suo discorso richiama la teiera di Russell: impossibile confutare ciò che non può essere provato, cioè cosa sarebbe successo se non avessimo avuto i vaccini.
    Certamente qualche beneficio lo hanno avuto, ma anche l’effetto delle variabili di comportamento con le quali sono stati accompagnati ( distanziamento, mascherine, più igiene e attenzione da parte delle persone…) non può essere quantificato
    L’unica cosa di cui abbiamo le prove – e che è ovvia da sempre -, è che se limitiamo al massimo i contatti e ci proteggiamo con mascherina e distanziamento i contagi crollano.
    È successo dopo il lockdown, sta succedendo in Cina. Nonostante abbiano un vaccino giudicato efficace, nessun obbligo di vaccinazione ma controlli capillari alle frontiere, tracciamento ossessivo e lockdown mirati. Hanno scelto una diversa strategia e funziona.

    La politica occidentale ha scelto di privilegiare l’economia, ed in modo particolare quella che riguarda il divertimento in senso stretto e lato ( ristoranti, bar, discoteche, concerti, feste… i più adatti contagio e alla circolazione del virus) che sono addirittura cresciuti in questi ultimi tempi.
    Sono scelte, e qualcuno, qualsivoglia sia la scelta, la paga.
    Il virus circola e muta, più circola e più muta; ormai si è capito che i vaccini che ora abbiamo, formulati sul virus di Wuhan, non impediscono il contagio, e la loro principale funzione , ai tempi in cui sono stati raccomandati per i giovani, era proprio quella di proteggere i genitori ed i nonni conviventi.
    Ora si è tornati a più miti consigli: quarta dose solo per i soggetti a rischio, gli anziani e i fragili. Che però continuano a morire, è noto infatti che negli anziani qualsivoglia tipo di vaccinazione fatica ad attivare la risposta immunitaria.
    Non si può fare altro che navigare più o meno a vista: trovo quindi improprio continuare a dividerci appiccicando etichette che data la situazione servono solo a dividerci ulteriormente non risolvendo alcunché.

    "Mi piace"

    • Invece si risolve moltissimo rimandando la palla in tribuna, quando vengono fuori studi che dicono quello che già 30 mesi fa era chiaro a molti, a proposito degli anti-infiammatori e della loro efficacia nel trattare i casi COVID anche gravi.

      Come hai fatto tu, in altre parole. Salvo poi chiacchierare di inappropriatezza nel dividerci e dandomi lezioni su cosa sia la scienza (come se avessi bisogno di te per conoscere l’ambiente scientifico, tra l’altro).

      "Mi piace"

      • I numeri NON MENTONO MAI e si sono incaricati di smontare le tue stxonzate. E NON LI CAPISCI PERCHE’ SAI SOO REGISTRAREE RIPORTARE LE VELINE CHE TI PASSANO.

        Ma tu, di preciso, 30 MESI FA COSA SCRIVEVI?
        ERI GIA’ UN PROPAGANDISTA ATTIVO DELLA CURA A BASE DI ANTINFIAMMATORI?
        Oppure viaggiavi rasente i muri? Te la facevi già col mangiaratti che arrivò A NEGARE, ritenendola una messinscena, la fila di camion militari che, in corteo, lasciavano Bergamo carichi di bare per andare cremare i cadaveri degli ammalati dove trovavano posto?

        I cantori della sciagurata gestione pandemica in Lombardia, Fontana e il mitico Gallera, sono oggi sulle tue stesse posizioni.
        Mi riferisco ai vari clown come Falsopietro, Farinelli Giordano, Porro bollito e altre marionette minori.
        Tutti con la verità in tasca del giorno dopo.
        Vuoi che cominci a postare le prime pagine della Falsità di quel periodo?

        MI FATE VOMITARE.
        Ora che voi anarco-nazisti prenderete il potere vedremo cosa combinerete, se terrete fede ai propositi di libera scelta per accalappiare il voto della maggioranza ignorante, oppure resterete immersi nella più putrida e fetida melma delle migliaia di morti che avrete sulla coscienza.

        "Mi piace"

      • Seriamente, ché nessun insulto avrebbe ormai qualche utilità e sarebbe solo tempo sprecato: te, Jerome, e anche Ennio siete semplicemente delle persone ORRIBILI! Che Satana (sì, sono serio…) vi porti dove meritate di stare per l’eternità!

        "Mi piace"

      • Seriamente, ché nessun insulto avrebbe ormai qualche utilità e sarebbe solo tempo sprecato: te, Jerome, e anche Ennio siete semplicemente delle persone ORRIBILI! Che Satana (sì, sono serio…) vi porti dove meritate di stare per l’eternità!

        PILLON E’ LEI???

        Vergognati BUFFONE. Hai dubitato della sofferenze dei vivi sopravvissuti alla tragica dipartita dei propri cari.
        Per stupida ed ottusa propaganda non ti sei mai fatto remore a piallare i patimenti altrui.
        Sei un ribelle come Lucifero. Ne sei la reincarnazione in terra.
        I continui ed arzigogolati contorcimenti con cui ti esibisci nascondono profonda frustrazione.
        Vorresti essere… ma al dunque rimani un piccolo propagandista da Infosannio. Trai da solo, se ci riuscissi, le conclusioni sulla tua inutile esistenza.

        "Mi piace"

      • Nessuna lezione, @sparviero. Ciascuno sacrive quello che pensa, e pazienza se non collima con quanto pensano altri. Mi dispiace se si è sentito offeso, non era mia intenzione.
        Oltre a come “funziona” la scienza, occorre mettere in conto anche come “funzionano” coloro che la “applicano”.
        Non sempre all’ altezza della bisogna, specialmente in campo medico. Provato sulla mia pelle, purtroppo.
        Quindi ci vado cauta, in scienza e coscienza: after the first death there is no other, per citare il poeta…
        Diciamo … paranoia costruttiva… quindi…

        "Mi piace"

  11. Chi teme per la sua salute si Vaccini,chi teme i vaccini non lo faccia e affronti gli eventuali rischi,ma basta romperci i coglioni

    "Mi piace"

    • Siete VOI a romperci i coglioni instillando dubbi, paure e rifiuto verso la prevenzione più semplice alla pandemia.
      Ci sarà da ridere e poi piangere le migliaia di morti che vi seguiranno..

      IBUPROFENE è un FANS, Farmaco Antinfiammatorio Non Steroideo. L’utilizzo di altri farmaci antinfiammatori è invece sconsigliato o, addirittura, ritenuto dannoso.

      Studiamo un attimo la passeggiata di salute collegata alla sua assunzione.

      Avvertenze BRUFEN ® Ibuprofene
      Il trattamento con BRUFEN ® dovrebbe essere supervisionato dal proprio medico, al fine di rendere la terapia efficace e sicura.
      Particolare attenzione va riservata ai pazienti con ridotta funzionalità epatica e renale, per i quali diviene necessario un monitoraggio periodico di alcuni parametri ematochimici.
      La stessa cautela occorre anche per pazienti con gravi disturbi gastro-intestinali data al’azione irritante dell’ibuprofene sulle mucose.
      Noti i dati epidemiologici, che dimostrano un aumento del rischio di eventi cardiaci, vascolari e cerebrovascolari associata alla terapia a lungo termine con ibuprofene, sarebbe opportuno controllare lo stato di salute cardiovascolare, in particolar modo nei pazienti affetti da patologie pregresse.
      BRUFEN ® in compresse contiene lattosio, pertanto è sconsigliato in pazienti affetti da intolleranza al lattosio, sindrome da mal assorbimento glucosio -galattosio o deficit enzimatico di lattasi.
      BRUFEN ® in crema contiene eccipienti dotati di proprietà allergizzanti e fotosensibilizzanti, pertanto si consiglia di evitare l’esposizione diretta ai raggi solari.

      GRAVIDANZA ED ALLATTAMENTO

      L’utilizzo di BRUFEN ® durante la gravidanza e l’allattamento è sconsigliato visti i numerosi studi presenti in letteratura che dimostrano i potenziali effetti collaterali e teratogeni degli antinfiammatori non steroidei sulla salute fetale e neonatale.
      Inoltre è opportuno considerare che l’assunzione di questi farmaci in prossimità del parto, potrebbe aumentare il rischio di sanguinamento nella madre, riducendo al contempo la frequenza e l’intensità delle contrazioni uterine.

      Interazioni
      Seppur la pratica clinica non abbia evidenziato fin ad ora interazioni farmacologiche clinicamente rilevanti, la letteratura scientifica definisce una serie di principi attivi la cui contestuale assunzione all’ibuprofene potrebbe contribuire all’insorgenza di possibili effetti collaterali.
      Più precisamente la concomitante assunzione di :

      ACE inibitori e antagonisti dell’angiotensina II, potrebbe aumentare il rischio di insufficienza renale;
      Analgesici, potrebbe alterare il profilo terapeutico del diclofenac;
      Antibiotici, visto il metabolismo citocromiale a cui vanno incontro, potrebbe esser associata alla comparsa di effetti collaterali legati all’imprevedibile aumento delle concentrazioni ematiche degli antibatterici utilizzati;
      Anticoagulanti orali o antidepressivi inibitori del reuptake della serotonina, risulterebbe responsabile di un aumento del rischio di emorragia;
      Corticosteroidi ed altri FANS, potrebbe determinare un incremento degli effetti collaterali previsti per la terapia antinfiammatoria, soprattutto a carico della mucosa gastrica;
      Metotrexato, risulterebbe potenzialmente tossica, in virtù dell’incremento delle concentrazioni ematiche di questo farmaco.
      Controindicazioni BRUFEN ® Ibuprofene
      L’assunzione di BRUFEN ® è controindicata in pazienti ipersensibili al principio attivo o ad uno dei suoi eccipienti, ipersensibili all’acido acetilsalicilico ed altri analgesici, affetti da asma, poliposi nasale, insufficienza epatica, renale a cardiaca, sanguinamenti intestinali, colite ulcerosa o storia pregressa per le stesse patologie.

      Effetti indesiderati – Effetti collaterali
      Nonostante l’assunzione di BRUFEN ® secondo le opportune indicazioni mediche, risulti generalmente ben tollerata, la letteratura scientifica ed un attento monitoraggio postmarketing, hanno evidenziato una serie di possibili reazioni avverse legate all’assunzione di ibuprofene.
      Queste possono interessare :

      L’apparato gastrointestinale con nausea, vomito, dolori addominali, colite, diarrea, costipazione e nei casi più gravi gastriti ed ulcere peptiche;
      L’apparato ematologico con trombocitopenia, neutropenia, anemia emolitica e riduzione dell’ematocrito;
      Il sistema nervoso con vertigini, cefalea, irritabilità, sonnolenza, depressione, insonnia, confusione mentale e difficoltà di concentrazione;
      La cute con rash, eritemi ed eruzioni cutanee;
      Il sistema cardiovascolare con edema, ipertensione ed insufficienza cardiaca nei casi più gravi.

      "Mi piace"