Cicloturismo: il ministro Garavaglia nomina in extremis la figlia di Casellati

Il ruolo nella neo-commissione sul cicloturismo che deciderà su 400 mln del Pnrr. Le Camere sono sciolte e il governo è ancora in piedi, ma solo per gli affari indifferibili. Al ministero del Turismo invece è come se non fosse ancora tempo di fare gli scatoloni, anzi. […]

(DI ANTONIO MASSARI E ILARIA PROIETTI – Il Fatto Quotidiano) – Le Camere sono sciolte e il governo è ancora in piedi, ma solo per gli affari indifferibili. Al ministero del Turismo invece è come se non fosse ancora tempo di fare gli scatoloni, anzi. E si pedala, almeno sulle nomine, a ritmo battente: il ministro leghista uscente Massimo Garavaglia ieri ha costituito una commissione di esperti del cicloturismo e – sorpresa! – a farne parte ha chiamato anche la figlia della presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati: Ludovica jr, già impiegata nella berlusconissima Publitalia, poi assistente di mammà quando era sottosegretaria al ministero della Salute, e ancora al ministero dell’Ambiente con l’allora sottosegretaria e amica di famiglia Barbara Degani. Da ultimo ospite insieme al fratello Alvise del Festival di Spoleto chez Ada Urbani, consigliere per lo sviluppo del Due Mondi e prima consigliera politica di Casellati madre a Palazzo Madama.

Insomma per Ludovica molti incarichi e una passione per le due ruote che ha potuto reclamizzare ai quattro venti, persino sul mensile delle Ferrovie dello Stato all’epoca dell’ad Gianfranco Battisti. Che qualche mese dopo essere stato ricevuto a Palazzo, aveva ospitato sulle pagine di Frecce proprio un pezzo a firma Casellati figlia, ottima occasione per autopromuovere il libro sulla sua passione a pedali. E pure per segnalare i bike hotel più suggestivi e pace se ci fossero pure quelli del circuito ‘Luxury Bike Hotel’ di Ludovica.

Ora con Garavaglia al Turismo è stata promossa nella commissione ministeriale insieme a Gianluca Santilli già a capo della Procura e del settore amatoriale della Federciclismo, all’ex ciclista Andrea Noè, al consulente del ministero delle infrastrutture Riccardo Capecchi e soprattutto al manager Andrea Abodi dal 2017 ai vertici dell’Istituto per il credito sportivo e corteggiato da Fratelli d’Italia e dall’intero centrodestra perchè nel 2021 accettasse la candidatura a sindaco di Roma.

Il pool in cui è appena stata nominata Lady Bici è incaricato di studiare possibili iniziative che siano in grado, anche con il coinvolgimento del settore privato, di dare un impulso al settore del cicloturismo in grado di stimolare l’impronta ecologica del settore. Non solo per fornire utili consigli, ma per mettere a terra la valangata di milioni che per il settore arriveranno dal Pnrr. Il decreto di nomina firmato ieri da Garavaglia non prevede compensi per gli esperti di cicloturismo appena reclutati, salvo “il riconoscimento delle eventuali spese di missione”. Ma non prevede neppure una durata per i loro incarichi: il prossimo ministro chiunque sia si troverà la commissione già bella e pronta, il resto arriverà.

L’altro giorno infatti la Conferenza unificata ha pubblicato il primo Piano generale della mobilità ciclistica: solo per le ciclovie il Pnrr prevede 400 milioni di investimenti negli anni 2022-2026 per realizzare almeno 1.235 di chilometri aggiuntivi ed effettuare opere di manutenzione straordinaria sulla rete esistente. Le iniziative presenti sono anche orientate a favorire l’uso del digitale ormai importante per il ciclista che percorre le ciclovie urbane e turistiche. L’intervento rientra – si legge in una nota – “nelle linee di azione del Governo volte a promuovere lo sviluppo di un turismo sempre più sostenibile e a favorire la crescita di un settore, quello del cicloturismo, che può dare un forte impulso alla crescita del Paese”.

Il ministro Garavaglia si è messo un pezzo avanti nominando immediatamente dopo la commissione di esperti che elaborerà tra le tante cose anche i criteri per selezionare i progetti da supportare e promuovere oltre che strutturare un piano di comunicazione per la sua promozione. Intanto ad essere promossa è stata Ludovica Casellati.

Categorie:Cronaca, Interno, Politica

Tagged as: , ,

4 replies

  1. c è chi va in bici con sella e chi senza, chi usa aereo di servizio e chi treno in seconda classe, chi con gabbana rivoltata, supplica voti promettendo fumo, ma si blindiamoli su blindato direzione USA e getta

    Piace a 1 persona

  2. Grave errore, ora Travaglio lo rinfaccerà a vita a lui, alla contessa casellati viendalcielo e alla competente (sa pedalare) figlia.

    "Mi piace"

  3. Come sempre, tra amici ci si aiuta. Sempre a (rimborsi) spese del contribuente… Poi, per arrotondare, aspettiamoci anche qualche consulenza ben retribuita (sempre a spese del contribuente) che va in bici e pedala (senza sella)!🚴

    "Mi piace"