Conte: “Noi progressisti, i dem devono scegliere”

L’ex premier apre ai Verdi, ma spera di ricucire col Pd. L’appoggio di Grillo: “Sgomento per gli attacchi al Movimento”. Non era il voto anticipato ciò che cercava, no davvero. Ma ora Giuseppe Conte, l’avvocato che voleva mettersi all’opposizione e invece si ritrova con le urne […]

(DI LUCA DE CAROLIS – Il Fatto Quotidiano) – Non era il voto anticipato ciò che cercava, no davvero. Ma ora Giuseppe Conte, l’avvocato che voleva mettersi all’opposizione e invece si ritrova con le urne a settembre, deve già radunare i parlamentari nella sede del M5S per chiudere i programmi per le Politiche. Mentre prova a dialogare con i Verdi europei, cioè ad allargare, nella speranza di riesumare il fu campo progressista con il Pd. E torna a ragionare sul vincolo dei due mandati. Perché è vero, il muro di Beppe Grillo contro deroghe e modifiche resta altissimo, e sarebbe la tagliola per big come Roberto Fico, Paola Taverna e Alfonso Bonafede. “Ma Giuseppe ci riproverà”, dicono. “Mi presento alle elezioni come leader del Movimento” certifica nell’attesa Conte a Zona Bianca. Dove racconta: “Ho sentito Grillo, anche lui è sgomento per gli attacchi al M5S”

Come a dire che il fondatore concorda sulla linea. Quella che in mattinata il leader aveva rispiegato ai deputati, a Montecitorio: “Chiedevamo un’agenda di governo, ma abbiamo preso atto che non ci volevano, era una decisione obbligata”. Il messaggio resta quello: la crisi del governo l’hanno provocata altri, compreso quel Mario Draghi che “non ci ha difeso”. Ma è già il passato, questo. Così il capogruppo alla Camera Davide Crippa, quello che dal governo non sarebbe mai uscito e di cui qualche lealista vuole la testa, chiede: “Ora che ne sarà del fronte progressista, dell’alleanza con il Pd in Comuni e Regioni?”. E Conte schiva: “Ne parleremo presto in assemblea congiunta”. L’avvocato e i contiani più stretti restano convinti che i democratici non rinunceranno all’alleanza con il M5S, “perché senza di noi perderebbero tanti collegi uninominali”. Ma sul tema, in tv, Conte si mostra muscolare: “Noi siamo una forza progressista, perché guardiamo ala giustizia sociale e alla transizione ecologica. Chi vuole lavorare su questi temi può confrontarsi con noi, poi spetterà al Pd scegliere”. Il crinale è sottile. Anche se dalla Regione Lazio, governata dal dem Nicola Zingaretti, fanno sapere che la maggioranza con dentro i 5Stelle regge. Mentre la vicepresidente grillina Roberta Lombardi giura: “Per me il campo largo nel Lazio non è in discussione”. Però ci sono mal di pancia, alla Pisana, come nella Sicilia dove domani andranno in scena le primarie di centrosinistra. Con il referente regionale del M5S, Nuccio Di Paola, che alza la voce: “Con il Pd siciliano c’è massima sintonia, ma a quello nazionale chiediamo chiarezza: ci dica ora se vuole proseguire il comune cammino e non aspetti il verdetto delle primarie”.

Non a caso, Luigi Di Maio prova a mettere in difficoltà i dem: “Alleanze? Non posso stare con chi ha buttato giù Draghi”. E il suo sodale Manlio Di Stefano rilancia: “Mercoledì si è ricreato un asse tra Conte e Salvini”. Un nodo che si intreccia a quello del possibile ritorno di Alessandro Di Battista: il figliol prodigo che l’avvocato riabbraccerebbe volentieri, ma i parlamentari uscenti molto meno. “Verrebbe a commissariarci tutti, Giuseppe compreso” soffiano. E figurarsi i giudizi dal Pd, dove il pericolo Di Battista lo agitano da settimane. Però l’ex deputato, ragionano ai piani alti, potrebbe spostare voti, nella campagna elettorale lampo che nel M5S immaginano “impostata sui nostri temi, perché ora saremmo più liberi di dire che su reddito di cittadinanza e superbonus avevamo ragione noi”. Certo, come carta molto gradita alla base e anche a Grillo ci sarebbe anche Virginia Raggi. In rapporti però più che gelidi con Conte, e non è un dettaglio. Anche se da alcuni parlamentari sale la proposta di far votare sul web agli iscritti “almeno una rosa di nomi per ogni zona, poi sarebbe Giuseppe a decidere”. È la voglia di democrazia orizzontale.

E rivaleggia con quella di diversi contiani di rimettere mano al simbolo, con l’ormai nota richiesta: “Mettiamoci il cognome di Conte”. A margine, per il leader c’è anche il segnale della ministra Fabiana Dadone, che dopo i post governisti degli scorsi giorni gli conferma lealtà: “Non potevamo non fidarci della sensibilità etica e politica di Conte”. Poi c’è il ministro Federico D’Incà, ieri in piedi per salutare Draghi, molto critico sulla linea. Ieri su La 7 ha ripetuto: “Mi auguro che con il Pd si possa ricostruire un dialogo”. E la crisi? “Ho provato a evitarla fino all’ultimo”. A Conte a Zona Bianca hanno chiesto perché non avesse ritirato i ministri. “Perché fino all’ultimo pensavamo di rinnovare la fiducia” ha risposto. Lui, che sente il peso della crisi.

Categorie:Cronaca, Interno, Politica

Tagged as: , ,

31 replies

  1. Cacchio!!! Ma allora mr.tentenna brancaleon giuseppi il bradipo è proprio di coccio, ancora cerca di farsi accettare dai suoi padroni, i pdioti, come servo sciocco disposto a leccare il deretano al potente di turno,
    Ma quello che appare più inverosimile è che molti non si rendono conto di che pasta è fatto questo signor penultimatum,

    "Mi piace"

  2. Il logo m5s è bruciato. Grillo sarebbe meglio che sparisse di scena: si è dimostrato inaffidabile forzando il movimento ad appoggiare Draghi, suicidandolo. Si scelga un altro ” marchio ” aggiungendovi il nome di Conte e si provi a ricominciare da quasi zero. Quanto ai prodigi del Superbonus vorrei che qualcuno parlasse con i proprietari di casa nei guai con aziende sparite, con truffe conclamate, coi cantieri aperti e non finiti, con liti verso l’ AdE. Infine, via, lontani dal PD. Non dimentico il trattamento subito da V. Raggi durante il Conte2 ( che spiega una certa freddezza verso Conte), né l’inconcludenza attuale di Gualtieri.

    Piace a 2 people

    • Paolo diamante roma scusa, dato che ci sono dentro sopra al collo, il privato che sceglie un impresa che sparisce accolla la colpa al superbonus? Oppure vai a vedere il migliore dei migliore che mette dentro nella responsabilità, anche le banche? E il perché dette banche hanno smesso di finanziare?
      È il superbonus che sceglie l’impresa per casa tua o sei te?
      Ultimo i dati di nomisma sono stati commissionati dall’ANCE, sai chi sono?
      Vuoi sapere l’incremento di vendite di mattonelle ( mio settore con fotovoltaico
      ) a casa mia?
      E i magazzini pieni di ordini che non vengono elusi, dato che le banche hanno bloccato i finanziamenti e i clienti non ritirano?
      Di chi la colpa?
      È vero, tu sei di Roma, avete eletto gualtieri e fatta arrivare quarta la Raggi e la colpa oggi è degli altri…..
      Mi sembra di leggere andreaex o fob ( credo)!
      L’altro giorno scriveva del superbonus : non vale è stato fatto da Nomisma, nomisma è prodi, vogliamo parlare di prodi?
      Ecco a te non importa che 1+1 faccia 2, ma essendo in italia se lo dice il mio amico ci credo, se lo dice il mio nemico non ci credo…
      Saluti dalla Romagna

      "Mi piace"

      • Egregio Cucchietc. 13.34
        Abbia pazienza la risposta non è una frasetta:
        – la norma sulla maggioranza: basta la MINORANZA di un TERZO dei millesimi di proprietà e al 50% dei presenti per IMPORRE la decisione dei lavori e la scelta dell’impresa edile a una MAGGIORANZA contraria. ( il massimo della democraticità)
        L’idea del tutto gratis, inoltre, del “tanto paga lo Stato, io non caccio un euro e la casa si rivaluta”, affascina molti come il canto delle sirene.
        – Il progetto di fattibilità. Qualcuno dovrebbe indicare all’impresa: ” usa questo chiodo, questo materiale isolante, questi vetri”. Poi, il direttore dei lavori dovrebbe controllare la rispondenza. La responsabilità dell’impresa è garantita da un’assicurazione decennale.
        Bello vero?
        Però, l’Agenzia delle Entrate ha il SUO tempo per contestare il chiodo che ha rimborsato a 1 euro e valeva 3 cent. L’impresa è dissolta, oppure fallita o i professionisti fuggiti in Australia,
        Chi pagherà i 97 cent. più sanzioni e interessi ? Il proprietario dell’immobile oggetto dei lavori.
        Non parliamo, poi, della cessione a cascata del credito maturato che, in un Paese ideale esente da mafie ( esisterà?) non costituisce un veicolo di riciclaggio del denaro. Da noi, invece…
        Sono norme che, probabilmente nate con le migliori intenzioni, sono state formulate male ( a non voler essere maliziosi a tutti i costi) e che hanno fornito l’occasione di abusi, anche gravi.
        È chiaro che tutti gli altri partiti hanno colto la palla al balzo per attaccare il m5s.
        Io ho sempre convintamente votato per V.Raggi e non sono contento dell’inerzia di Gualtieri. ( il correttore automatico ha provato a modificare il mio “inerzia” con ” energia”, sospetto che ci sia lo zampino del PD).
        Un saluto caldissimo dall’Urbe

        "Mi piace"

    • I prodigi del super bonus? Certo che si: impianto fv da 6.5 kwh nominali, 5.2 effettivi , pompa di calore quest’inverno 22* in casa tutta la stagione(6mesi) complessivi 350€ di corrente tutto compreso (ACS).
      Finiti i lavori in 7gg lavorativi nessun fastidio.
      Le ditte fallite famiglie truffate dovresti specificare dove e quali!
      Abito nel nord vicentino e qui è stato un fiorire di cantieri e moltissimi sono ultimati
      Quindi sinceramente non so di cosa parli.
      Poi se voteranno 5s non lo so😂

      Piace a 1 persona

  3. Conte: “Noi progressisti, i dem devono scegliere”

    Niente da fare: un passo in avanti e dieci indietro.

    IL PD È UN COMITATO D’AFFARI !
    IL PD È UN PARTITO REAZIONARIO !
    IL PD È UN PARTITO DI DESTRA !

    PUTTANA LA MISERIA!

    Piace a 2 people

  4. Mi sa che Conte non ha capito una mazza.
    Insisto….
    Basta 5s/grillini……….che Dibba si presenti con un suo partito, altrimenti è inutile farsi illusioni.
    Teniamo buone le idee ma cambiamo nome e simbolo.
    Non credo sia difficile creare un partito…….c’è riuscito anche il luigino cambiando addirittura le premesse ( e le promesse).
    Qui premesse e promesse rimarrebbero le stesse, è una pura questione di forma.

    "Mi piace"

    • Mi permetto ancora: fate tutti gli schizzinosi Conte coi progressisti noooooo.
      I 9 punti di 15gg fa del progetto 5d esposto a
      Draghi non sono punti progressisti?
      Se vuoi realizzarli devi prendere la maggioranza assoluta o relativa dei voti
      Con chi ti allei se non con il pd o leu o alternativa?
      Sta tutto nei numeri!
      Ti allei con berlusconi e salvini? Con la meloni? Su non scherzate
      Altra cosa è il pd di Letta, falso ipocrita, ruffiano, da vomito, purtroppo oggi è un giocatore in campo
      Devi parlare al suo elettorato, se i capi pd vogliono salvini e berlusconi amen
      Letta e compagni andranno per la loro strada, ma se vuoi realizzare i 9 punti devi prendere i voti, chi speri ti voti? I ricchi e altolocati, gli intellettuali snob?
      Conte deve parlare all’elettorato moderato di sinistra e amen
      Gli altri vadano al bagno…….
      Saluti

      Piace a 1 persona

      • Paolo diamante roma grazie della risposta
        Chi ti ha detto che è tutto gratis il superbonus?
        Se sai di economia e di economia politica un pochino, avrai sentito anche di politiche keynesiane, ebbene qui tra problema climatico e spesa pubblica si è generato un valore economico triplicato(38,7/124,8)
        Tutto fatturato, ci paghi le tasse, non lo dico io, ma L’ANCE associazione nazionale costruttori edili previo indagine nomisma.
        La molla del tutto gratis è stato un volano incredibile.
        Vuoi discutere del cavillo, bene ti do ragione, ma se non è democratico è celere, arriva allo scopo, anche se qualcuno si lamenta,
        Non parlare di truffe relative al superbonus, sono il 3%.
        Complimenti ai ladri, notevoli, però 638000 assunzioni…
        Saluti e ancora grazie per la replica

        "Mi piace"

  5. Un partito col nome del leader sulla lista anche no. Basta con gli egocentrismi da politichetta qui, mica siamo “xxx for president” qui.
    Bene cercare un contatto coi Verdi Europei, quella è la strada giusta per chi vuol essere della partita.

    Piace a 1 persona

    • @Umby
      Va bene tutto…..il nome è l’ultimo dei problemi.
      A meno che non si insista con un nome e un simbolo ormai bruciati e sputtanati che possono solo confondere e disperdere gli elettori ” storici” ( me compreso) dei 5s.

      "Mi piace"

  6. Cioè…Fatemi capire… Di Maio, di cui si vedono come unici elettori i familiari di 60 accoliti, prova a dire al PD o noi o Conte? ma roba da matti, hanno perso ogni rapporto con la realtà, perchè con la decenza già si sapeva

    "Mi piace"

  7. Conte deve capire che stare col pd è stato più che deleterio!! Non deve avere paura!! Bisogna rimanere più possibile indipendenti!! Gli accordi casomai si potranno fare in corso d’opera.. solo andando soli il movimento potrà recuperare consensi.. moltissimi elettori, hanno abbandonato proprio per gli accordi troppo vincolanti! Ovvio che da soli nulla avremmo potuto fare ma abbiamo visto i risultati ora!! Troppa accondiscendenza ha affossato il movimento!! Era nato con tutt’altro pensiero, purtroppo il 41%, non si sarebbe potuto avere ma chi avrebbe dovuto tenere le redini doveva essere il movimento e non gli altri!! L’inesperienza e la mancanza del pelo nello stomaco, ha prodotto questi risultati!! Presidente Conte abbia fiducia nelle sue capacità che quando si butta riesce ad ottenere molto!!

    Piace a 4 people

  8. mi ci metto anch’io a dare consigli…
    il Pd senza il Mov5S è alla canna del gas
    fanno solo ammuina
    il M5S deve restare fermo nelle sue richeste partendo dai 9 punti richiesti, che Draghi ha sbertucciato.
    Gli altri si aggregheranno, se verranno accettati
    perchè imbarcare altri cerca poltrone, anche no,
    meglio soli

    Piace a 5 people

  9. un altra considerazione
    Conte è Presidente dei 5stelle a tutti gli effetti
    DAL 15 GIUGNO 2022
    tutto quello che è stato prima
    hanno fatto tutto i dimariani
    compresa l’elezione di Mattarella
    facendo saltare l’accordo Conte, Letta, Salvini

    "Mi piace"

    • “Conte è Presidente dei 5stelle a tutti gli effetti DAL 15 GIUGNO 2022
      tutto quello che è stato prima
      hanno fatto tutto i dimaiani”.
      Ma che vuol dire?
      So che la cosa ti darà fastidio, ma allora anche il 33% alle elezioni l’hanno fatto i dimaiaiani, no?

      "Mi piace"

      • ancora non c’erano i Dimaiani
        hai la memoria debole
        riguardati la campagna elettorale del 2018
        Di Maio era solo il capo politico
        e brigava per inserire i suoi nelle liste
        mentre altri facevano campagna elettorale

        "Mi piace"

  10. Conte la vuoi finire? Va bene schierarsi a sinistra perché da tradizione certi temi erano di sinistra ( qualcuno anche della destra sociale), ti concedo pure la definizione “progressisti”, pur se il termine indica qualcosa di molto diverso del Movimento delle origini, fin qua ti seguo e ti voto pure. Ma ancora con ‘sto cacchio di PD???? Lo vuoi capire che il PD è su questi temi più lontano da te della Lega stessa?? Lo vuoi capire che il PD è il Sistema, la garanzia di esso, lo Status Quo permanente arricchito solo di qualche battaglia civile politicamente corretta?? Allora veramente sei di coccio?

    Piace a 3 people

    • Ma brancaleon giuseppi è un pdino, per lui è impossibile distaccarsi dalla mammella che lo ha allevato e costruito,
      Il mv è nato per non appartenere ne alla dx ne alla sx, è nato per un equa giustizia sociale, per riportare l’Italia nel suo giusto ruolo, non farsi cannibalizzare dei burocrati di Bruxelles e soprattutto non farsi manipolare da partiti come PD e leu visto come la peste nera.
      Se poi i pdini si sentono richiamati dalla loro culla che ritornino in seno al PD
      Certamente non sarà mr.tentenna il leader che molti delusi del mv voteranno

      Piace a 1 persona

  11. Conte, ca@@o, ti dobbiamo fare il disegnino per capire che se sei accanto, dentro, sotto il PD od in ogni altra posizione del Kamasutra, non ti votiamo? L’ unico campo progressista per il PD è quello dove lui da dietro progredisce a discapito di quello piegato a 90 gradi……quindi le azioni in serie 1) tirare un calcio a chi ti sta dietro 2) tornare dalla posizione a 90 gradi, finalmente in piedi 3) giocare la propria partita senza alcun contatto fisico, mentale o politico con il peggiore partito italiano e frattaglie. …il PD se lo conosci, lo eviti, noi lo conosciamo, Conte si ripassi la lezione di storia e porti il nuovo M5S lontano anni luce da vecchie conoscenze, dove la distinzione tra destra e sinistra, che non è sinistra, ma centro asfittico, è solo frutto di truffa da circonvenzione di incapaci!

    Piace a 3 people

  12. O si torna indietro per recuperare fiducia e speranza o è finita per sempre .M5s alleato al pd (partito Draghi ? ) No ,grazie .

    "Mi piace"

  13. Alessandro Cagliostro. Perché non riesci a dire :sono un leghista e me ne vanto.Tra la lega e il pd c’è una consonanza e una dissonanza.La consonanza è che sono entrambi incistati nel potere e allineati con le lobby. E c’è una dissonanza che riguarda le basi elettorali.La base elettorale della lega è a favore degli scempi ambientali,del commercio della armi,della trivellazione di mari e monti,dell’affondamento dei barconi.Come i vertici,)La base elettorale del pd molto meno.(nonostante i vertici,)Tu lo voglia o no il m5s delle origini è molto più vicini alla storia della sinistra.Spero che il m5s si liberi di tutti i fascisti e democristiani imbarcati nella prima mandata e anche se rimangono in 5 li voto. Naturalmente sei libero di amare il baciatore di salami e madonne e magari anche l’evasore fiscale di Arcore.Sei un degno compagno di merende dell’amico del macellaio arabo,che insulta quotidianamente Conte

    "Mi piace"