Franceschini: “Con il M5s ora è finita. La sfida sarà tra chi ha difeso e chi ha abbattuto Draghi”

In vista delle prossime elezioni il ministro della Cultura e dirigente dem guarda a un’unione di europeisti e riformisti contro i populisti e i sovranisti e lascia da parte i grillini

(ANTONIA FERRI – ilfoglio.it) – Ogni alleanza con i Cinque Stelle è ormai impossibile. È il sunto delle parole che il ministro della Cultura ed esponente di spicco del Partito democratico, Dario Franceschini ha pronunciato in un’intervista al Corriere. L’idea è che in Parlamento durante la crisi si siano creati due schieramenti che si confronteranno alle elezioni del 25 settembre: “Io credo che le prossime elezioni saranno una sfida tra chi ha difeso Draghi e chi invece ha buttato tutto a mare”.

Nella mente dei dem c’è quindi forse la speranza di creare un campo larghissimo, poco accomunato dal pensiero politico, quanto più dalla modalità di fare politica. La descrizione al Corriere è quella di una forza che raggruppi le parti più europeiste e riformiste dei rappresentanti del paese: dall’Articolo 1 del ministro della Salute Roberto Speranza ai tre in fuga dalla Forza Italia di Silvio Berlusconi, Maria Stella Gelmini, Renato Brunetta e Mara Carfagna. Nel mezzo coesisterebbero anche Matteo Renzi e Carlo Calenda con i secessionisti del M5s guidati da Di Maio.

Intanto, dall’altra parte, solida all’opposizione c’è Giorgia Meloni, in coalizione con gli altri due partiti che formano l’ala destra delle Camere: la Lega e Forza Italia. Oltre a loro, Giuseppe Conte e i pentastellati rimanenti, colpevoli di aver provocao quest’ultima crisi di governo. Quelli che Franceschini identifica come forze sovraniste e populiste, in contrapposizione al “rassemblement” che invoca lui. La convinzione del ministro è che nell’insieme draghiano ci siano persone che possono vincere nei collegi uninominali.

È netto quindi il distacco dal Movimento 5 Stelle, che pure poco tempo fa sarebbe dovuto essere il principale alleato di coalizione del Partito Democratico. È pur vero che Enrico Letta è stato colui che fino alla fine – e più di tutti – ha sostenuto l’esecutivo Draghi. Pd e M5s sono ormai due rette parallele. Franceschini intanto si dice convinto che un’unione così larga “interprete e garante dell’agenda Draghi batterà la destra”.

Categorie:Cronaca, Interno, Politica

Tagged as: , ,

27 replies

  1. Vedrete che i clientes spingeranno Letta a trovare un accordo con M5S. Mica vogliono perdere i loro privilegi.

    "Mi piace"

  2. CARO FRANCESCHINI, fino 3 giorni fa con Conte culo e camicia, campo largo e amenita’ del genere. Adesso tutto dimenticato, anzi avversato. Voi, sedicenti dirigenti Pd, avete un fiuto politico eccezionale . DOVRESTE DIMETTERVI IN BLOCCO !!!!!

    "Mi piace"

  3. Visto?
    Ecco cosa producono il potere e ricchissime prebende nella mente dei politicanti di lungo corso.
    Lo spartiacque è un banchiere calato dall’alto. Non la economia che sta collassando, gli stipendi fermi da 30 anni e la povertà in forte aumento.
    No. Bisogna dimostrare di amare il banchiere, nei decenni a seguire.
    Questo è un democristiano del pd che fa politica da, boh, da sempre.

    Piace a 1 persona

  4. Conte, devi passare sotta la forca caudina di renzi, se passi, devi portare acqua con le orecche, ma solo entrambe e contemporaneamente, cuntènt?

    "Mi piace"

  5. Ha già risposto conte: noi progressisti il pd decida. Io spero si stia alla larga con questo pd pieno di infiltrati di centro-destra ormai marmaglia in doppio petto di questa politica.
    E comunque il signor franceschini stesse con renzi, di maio, calenda e merdacce varie poi vediamo chi lo vota questo pd ormai destra filopadronale e senza vergogna.🖕

    "Mi piace"

    • Hai ragione al 200 per cento. Però Mao diceva
      Non importa se il gatto è bianco o nero l’importante è che cacci il topo…. Però non mi fraintendere

      "Mi piace"

    • Parla Ftanceschini !! Quello piu inutile e ladro che non molla l osso nemmeno quando glielo trovano tra i denti ! Disgustoso!!

      "Mi piace"

  6. Franceschiello zufola ora le sue ariette democratiche da oracolo della mutua perche’ il suo piggni’ (una tribu’ di tribu’ chiamate “correnti”, con tanto di capotribu’ santamammissima, come nei clans scozzesi) va in campagnola elettorale. Da qui l’aria di imbbortanza – che sta per “qui comando anch’io” – e per chiamare a raccolta i suoi Rintintin e i suoi Fuffi perche’ gli si stringano a coorte.

    Tutto qua.

    "Mi piace"

  7. Di PCI non è rimasto niente. È solo MARGHERITA, solo DC, solo Renzismo, solo neoliberismo.
    Anche per i partiti, evidentemente, vale la selezione naturale di Darwin, in cui sopravvive il più adattabile.
    E diciamo “adattabile”, per non dire SERVO dei potenti, col tovagliolo al braccio, dimentico delle lontane, ormai disperse ibridazioni.

    Piace a 3 people

    • Vogliono costituire il partito di Draghi, convinti di avere chance da “manifestazioni di POPOLO” come quella davanti alle vetrine di Luis Vuitton.
      Non potendo avere il santissimo in carne ed ossa, visto che è asceso al cielo trasfigurato in luce e sostenuto da cori di angeli osannanti, lo vogliono almeno rappresentato in spirito.
      Un brand che, secondo i loro piccoli orizzonti, dovrebbe fargli comodo elettoralmente…e quindi addio ai 5s, che hanno davvero osato porre questioni essenziali per i cittadini NON privilegiati, invece che suggerirgli di mangiare brioches.

      Piace a 1 persona

      • @Anail
        Il partito di draghi è un bene.
        Il draghetto ha già preso gli schiaffi in parlamento, ora manca la gogna definitiva con gli schiaffi del Popolo Italiano.
        Ti ricordi la lista di monti che fine ha fatto? 😅

        Piace a 1 persona

  8. Io temo molto Di Battista. Ha un modo di fare da tribuno che temo allontani più persone di quante ne guadagni.
    Se fossi in Conte- che ha una immagine diametralmente opposta – ci starei attento.

    "Mi piace"

  9. Dibba é meglio che si tenga alla larga ! L aria è ammorbats e fatale ! Non è ancora tempo!si. Puo votare per il partito di Coscioni ?

    "Mi piace"