La Superdràgola

(di Marco Travaglio – Il Fatto Quotidiano) – L’uomo che parla senza dire nulla ricorre spesso nelle migliori commedie. Finora c’era la supercazzola del conte Lello Mascetti di Amici miei, alias Ugo Tognazzi. E c’era Peppino De Filippo, uno dei due fratelli Caponi di Totò, Peppino e la malafemmina, che s’attorcigliava in frasi senza senso, poi si bloccava in lunghi silenzi e chiudeva […]

Categorie:Cronaca, Interno, Politica

Tagged as: , ,

31 replies

  1. La Superdràgola

    (di Marco Travaglio – Il Fatto Quotidiano) – L’uomo che parla senza dire nulla ricorre spesso nelle migliori commedie. Finora c’era la supercazzola del conte Lello Mascetti di Amici miei, alias Ugo Tognazzi. E c’era Peppino De Filippo, uno dei due fratelli Caponi di Totò, Peppino e la malafemmina, che s’attorcigliava in frasi senza senso, poi si bloccava in lunghi silenzi e chiudeva con “E ho detto tutto”, facendo incazzare Totò: “Ma che ha detto??!! Quando dice ‘ho detto tutto’ m’indispone, perché dice, dice e non dice mai niente!”. Ora si aggiunge Mario Draghi, che raduna i tre sindacati confederali per non dire nulla (se non che si rivedranno a fine mese), poi convoca d’urgenza la stampa, con questo caldo, per comunicare il nulla che ha già comunicato ai sindacati, con l’aggiunta di altre frasi sottovuoto spinto che passeranno alla storia come le superdràgole: “Non posso anticipare nulla”, “stiamo riflettendo e discutendo”, “i problemi sono urgenti”, “ci sono convergenze coi sindacati” (ma Landini e Bombardieri dicono l’opposto), “le molte convergenze tra la nostra agenda e quella di Conte fanno piacere a me e forse a lui” (che infatti fa salti di gioia), “il governo c’è se lavora”, “l’emergenza è grave”, “servono interventi strutturali”, “la situazione è questa”. Frasi che potrebbe pronunciare un passante sotto Palazzo Chigi, non chi i problemi non deve illustrarli, ma risolverli. Alla fine manca solo un Totò che sbotti: “Ma che hai detto??!!”. Queste però sono domande e, salvo rare eccezioni, con Draghi non si usano.

    Sarebbe interessante, per dire, sapere perché diavolo abbia infilato nel dl Aiuti l’inceneritore di Roma (città notoriamente a corto di cenere) che, oltre a contraddire la transizione ecologica, non c’entra nulla col tema del decreto in barba agli inviti di Mattarella all’omogeneità normativa: poi si stupisce se gli unici ambientalisti della maggioranza, i 5S, non votano la fiducia a quella boiata (come peraltro han fatto Lega e Iv in altre occasioni senza che Draghi facesse un plissé). Memorabile poi la versione Draghi-Orlando del salario minimo: talmente minimo che i lavoratori saranno pagati esattamente come prima, visto che valgono i contratti di settore (anche a 5 euro l’ora, contro i 9 chiesti da Conte e i 12 fissati in Germania). Una truffa che solo un gonzo può scambiare per “convergenza con Conte”. Ed è inutile vantare i 33 miliardi già stanziati: non sono bastati, quindi che ne parla a fare? E con che faccia esclude lo scostamento di bilancio? Già che c’era, avrebbe potuto smentire o confermare la frase che, secondo il Corriere, avrebbe detto a Mattarella: “Ne ho piene le tasche”. Proprio mentre le tasche degli italiani si svuotano. Superdragola per superdragola, ci starebbe proprio bene un sontuoso “màngino brioche”.

    Piace a 9 people

  2. Sempre più deprimente, e questo è il migliore, figuriamoci gli altri che lo seguono e lo sostengono.
    Oddio! Non è che in Europa ce ne siano dei migliori, con le budella del meglio potremmo utilizzarle per impiccarci i peggio, ma dice, loro lo dicono, che è proibito.

    "Mi piace"

    • Ma ancor più deprimenti sono stati i giornalisti che hanno biascicato innocue domande di circostanza. Mi chiedo se hanno bisogno di studiare e metabolizzare ben bene i discorsi del premier, prima di riuscire ad articolare osservazioni critiche intelligenti. Ancor peggio sarebbe se fossero stati profondamente convinti della bontà della sua furba ma maldestra prolusione da imbonitore nonché piena di effetti speciali da uomo forte al potere. Temo la seconda che ho detto.
      Per dirne una: non sono mai state pronunciate le parole “salario minimo” o “paga oraria minima”, peraltro in vigore in ben 21 paesi dell’Ue! Sarà stato un caso?

      Piace a 4 people

      • I giornalisti fanno veramente pena ormai, tutti agli ordini dei ricconi che hanno in mano i loro giornali e TG.

        E’ incredibile quanto l’Italia sia diventata una repubblica delle banane in poco più di un anno.

        Oltretutto Dragula non sa parlare, non ha idee, non capisce niente se non di soldi e nemmeno di quelli visto che non ha capito nemmeno il meccanismo di conversione dei rubli per comprare il gas.

        Però ha una faccia da boss malavitoso, fa paura solo a vederlo. Sarà per quell’aria correlata con il suo cognome?

        Piace a 5 people

  3. Il marchese del Draghi è solo un grosso buco con il nulla intorno creato e sorretto dalla mummia sicula, grazie all’inutile idiota Piematteo. Poi è successo che Grillo tiene figlio, che il Conte Mascetti non sia un capace capopolitico, e via tuttidentro al governissimo delle poltrone per tutti, tra una supercazzola e l’altra. E gli elettori a fare sempre la parte del Cipputi di Altan.

    Piace a 1 persona

  4. Non sarà proprio una “convergenza con Conte”, ma se davvero tutto questo can can fosse davvero funzionale all’introduzione di un salario minimo, fosse anche solo di 5 pur miserabili e pidocchiosi euro l’ora, sarebbe già un risultato degno di un qualche apprezzamento (a proposito, da quand’è che il termine di paragone dei nostri salari, e in generale dei diritti dei lavoratori, è diventata la Germania? Credevo che questi mezzucci fossero appannaggio di Bellattentato, o giù di lì), specialmente considerando che l’alternativa non sono i 9 (ancorché sacrosanti) chiesti da Conte, ma proprio nessun salario minimo, rimandando nuovamente tutto il più possibile e lasciando che, nel frattempo, quelli che una volta avevamo almeno il coraggio di chiamare i padroni continuino indisturbati a fare i loro porci comodi, con i diritti dei lavoratori (possibilmente fino al dì del mai).

    Visto che attualmente c’è gente (e non poca) che lavora anche per molto meno, non mi pare davvero il caso di fare tanto gli schizzinosi.
    In questo momento fissare dei paletti è necessario, fosse anche solo per mandare un segnale che c’è un limite anche al peggio. Io non sputerei con tanta travagliesca, proletaria leggerezza su quello che, sulla carta, può essere l’unico, piccolissimo benché significativo passo in avanti (dopo decenni di passi del gambero) nel cammino per difesa dei diritti della grande classe lavoratrice, colpevole anch’essa perché si è dimenticata che i diritti vanno prima conquistati (e porca puttana, sono stati conquistati al prezzo di sudore, lacrime e sangue dai nostri nonni e bisnonni) e poi soprattutto difesi (il tradimento dei sindacati è un’attenuante, ma non può giustificare un regresso simile).
    Vabbè, è andata come andata, ma invertire la tendenza sarebbe comunque un segnale importante, perlomeno a livello simbolico: da qualche parte bisogna pur cominciare, a richiudere la forbice sociale più ampia mai vista dai rempi del Regno.

    Capisco che è un po’ come il padrone che tira l’osso al cane, capisco che è poco dignitoso e soprattutto che non è così che dovrebbero andare le cose, ma siccome si dà il caso che attualmente vadano proprio così, cosa dovrebbe fare il cane? Mordere la mano che lo nutre? Rifiutare sdegnato l’osso perché magari il padrone si intenerisce e gliene tira due, o lo fa sedere direttamente a tavola (dati gli attuali rapporti di forza, quest’ultima opzione tenderei ad escluderla)? In realtà tutte le alternaive andrebbero bene, a patto di essere poi in grado di sopportarne le conseguenze.
    Per quello che vale, se mai dovessi vedere un cane rifiutare l’osso (finora non è mai successo), direi che ha dei problemi.

    "Mi piace"

    • No!
      non si rifiuta l’osso
      ma si pretende anche la carne intorno
      altrimenti è l’ennesima presa per il qulo
      che serve a dividere ancora i lavoratori
      quelli garantiti da contratti legali
      e quelli pirata
      intanto abolizione di tutti i contratti “pirata” “corsari e quant’altro
      e poi si ragiona

      "Mi piace"

    • Vabeh Jonny tutto è relativo …
      Poco è certamente meglio di niente, capisco il tuo punto di vista, ma è anche certamente peggio di abbastanza, di sufficiente e, non sia mai, di abbondante.
      Questione di punti di vista dunque, come per il bicchiere mezzo vuoto e mezzo pieno, che poi le parti si invertono se l’acqua è avvelenata.
      Seguendo il tuo ragionamento anche un salario minimo di un euro sarebbe stato meglio di niente, Se Conte ne ha chiesti 9 gliene poteva concedere 8 e sarebbe stato meglio di niente, al limite 7, ma 5 …
      Per come la vedo io un salario minimo bassissimo equivale a nessun salario minimo, e proporlo è come dire ok lo facciamo, ma in sostanza senza farlo.

      Piace a 1 persona

    • Scusami Jonny prima impicchiamo Conte al palo più alto perché si accontenta delle briciole e poi va bene il salario minimo a 5 euro?

      "Mi piace"

      • impicchiamo Conte al palo più alto perché si accontenta delle briciole

        Parla per te, o al massimo per i malpancisti sognatori poco abituati a vivere coi piedi per terra, di cui qua intorno trovi numerosi fulgidi esempi. Io non ho mai detto né pensato nulla del genere.

        "Mi piace"

      • @ Caterina: se è per quello sono pochi anche 9, comunque se non fosse stato per Conte (e pensa che questa è la sua versione “azzoppata”), di salario minimo se ne sarebbe riparlato tra qualche anno, quando saremo diventati i fanalini di coda d’Europa ancor più di quanto non lo siamo già (pare impossibile, ma giova ricordare che al peggio non c’è mai limite).

        Da qualche parte bisogna pur cominciare, altrimenti il rischio è quello di ritrovarsi tra qualche anno ancora a chiederci se sia davvero il caso di introdurre oppure no un minimo salariale, a discutere dell’eventuale rischio di scoraggiare gli investitori stranieri e di tutto l’altro repertorio di amenità da sempre caro al padronato, in cui ancora adesso sono in tanti a cascare.
        Hasta la victoria siempre!

        "Mi piace"

    • @ Adriano e Fabrizio: neppure al tempo di Compagni dai campi e dalle officine le conquiste sono mai state ottenute tutto d’un colpo, è sempre stato un processo graduale. Mai sentito dire che chi troppo vuole nulla stringe?

      Cominciamo col fissare un minimo (che indirettamente si trasformerebbe anche nel limite di ciò che si può considerare moralmente indecente), che di questi tempi sarebbe già una gran cosa. Il passo successivo, un istante dopo che un paletto è stato fissato, è cominciare la battaglia per alzarlo. Questo è il modo in cui nascono le conquiste sociali.
      L’alternativa, almeno a casa mia, si chiama “tirare troppo la corda”.
      Se non si prendono i cinque euro adesso, sia che il Governo cada oppure no il tema verrà comunque cancellato dall’agenda, il discorso verrà nuovamente accantonato e bisognerà aspettare non solo che qualcun altro (chissà quando e chissà chi) sollevi nuovamente la questione, ma che riesca anche a strappare condizioni migliori (altrimenti rischierebbe pure di passare per stupido): se questo non è fare il gioco dei padroni, non so cos’altro lo sia.

      Una situazione che Villaggio aveva già mirabilmente sintetizzato nel 1975, nella leggendaria scena finale del primo Fantozzi:
      – “Ecco, bisognerebbe che per ogni problema nuovo, tutti gli uomini di buona volontà come me, e come lei caro Fantozzi, cominciassero a incontrarsi senza violenze in una serie di civili e democratiche riunioni, fino a che non saremo tutti d’accordo”
      – “Ma, mi scusi santità, ma in questo modo ci vorranno almeno… mille anni”
      – “Posso aspettare, IO…”

      Un piccolo ripasso dei fondamentali:

      "Mi piace"

  5. I miliardi per le armi sono stati trovati subito, la tassa sugli extraprofitti delle compagnie energetiche è stata eliminata al volo, il denaro manca per la sanità e per il salario minimo, l’inflazione era al 10% da PRJMA della guerra.

    Piace a 6 people

    • Ma intanto ha la maggioranza del parlamento che gli vota tutto i parlamentari,per non perdere il salario minimo comune multiplo . Neanche delle banane (quelle se le mangiano)repubblica

      "Mi piace"

  6. Missioni militari italiane a debito: anche Qatar, Mozambico ed Est Europa
    12 Luglio 2022

    “Tre nuove missioni militari italiane all’estero e la politica nel pallone. «Missione bilaterale di supporto alle Forze armate del Qatar per garantire la sicurezza in occasione dei “Mondiali di calcio 2022”». Poi la Nato Globale in Mozambico e il potenziamento della presenza nell’area del fianco Sud-Est anti Russia. Queste le principali novità nel ‘Decreto Missioni 2022’ ora all’esame delle Camere. Poco il detto, molto il non detto.

    Seminascosta, anche un po’ di Ucraina

    Più consistente tra tutti l’impegno italiano targato NATO «per rafforzare il “Fianco Est” alla luce del conflitto in Ucraina». Più di mille militari con 380 mezzi in Bulgaria (750) e Ungheria. Il costo stimato è di 39,5 milioni, «di cui 15 coperti con obbligazioni esigibili nel 2023», annota burocraticamente la Difesa. La prima missione militare ufficialmente a debito. Peggio, ovviamente, quelle a perdere.

    Qatar, mondiali di calcio, gas e petrolio

    La missione in Qatar dovrebbe impegnare fino a 560 militari con 46 mezzi terrestri, un pattugliatore d’altura (PPA) della Marina e due velivoli. Affiancare le forze qatarine nel gestire il controllo e la protezione dello spazio aereo e marittimo anche contro le minacce portate da droni, velivoli lenti e missili nonché di assicurare controlli anti terrorismo e anti-IED, i cosiddetti ordigni esplosivi improvvisati. La missione avrà un costo di 10,8 milioni di euro ma in questo caso l’Italia conta certamente in un qualche generoso ritorno energetico.

    Mozambico, islamisti e petrolio…………..
    Ultimi 30 anni quadruplicate le missioni………..
    Multilateralismo e scaricabarile………….
    Il ‘Mediterraneo allargato…………
    Fallimento delle ‘Missioni di pace’…………..
    La situazione attuale nota………….
    151 missioni militari italiane all’estero…………….
    Le principali missioni prorogate…………..
    Le spie sul campo e i conti finali
    Trenta milioni vengono stanziati a sostegno dell’attività intelligence dell’AISE a supporto delle missioni all’estero. In totale, l’impegno complessivo oltremare per quest’anno è quantificato in una forza massima impiegata pari ad 8.505 effettivi, un dispiegamento medio di 5.978, ad un costo di 1,171 miliardi di euro.”

    https://www.remocontro.it/2022/07/12/missioni-militari-italiane-a-debito-anche-qatar-mozambico-ed-est-europa/

    Piace a 1 persona

  7. Ascoltare il Migliore è davvero deprimente!
    Mario Draghi con aria solenne ha detto: “L’emergenza è grave”.
    Consapevole dell’audacia dei suoi pensieri e delle conseguenze che avranno le sue parole, il PdC ha titubato un po’, ha deglutito, ha respirato profondamente, e dopo una non breve riflessione, alla fine, implacabile, ha emesso la sentenza:” L’emergenza è grave!”
    Chi l’avrebbe mai detto!!

    Piace a 1 persona

  8. Io non capisco perchè caro Marco Travaglio, se questo Draghi fa così tanti disastri, i 5 stelle non escono dal governo e stanno lì a contorcersi dai dubbi. Non vorrei eh, ma la mia è solo un’illazione lo ammetto, che vogliano i tuoi cari amichetti grillini, avere la moglie ubriaca e la botte piena. Ovvero uscire si dal Governo, ma non andare ad elezioni. Perchè con questa inflazione Travaglio glieli paghi tu sei mesi di stipendio che perdono e il vitalizio? Glielo paghi tu? Come vedi caro Travaglio questa classe politica è tutta uguale, pensa solo ai suoi interessi di bottega. E lo scostamento di bilancio non dovremmo neanche pronunciarlo. Perchè è come se tu che sei padre, stai mettendo un cappio al collo dei tuoi figli. Lo faresti? Non credo. Ma quando si tratta dei figli degli altri allora chissenefrega!

    Piace a 2 people

    • Meglio sanità privata solo per chi ha soldi, per il sociale caxxi loro, scuola come in America, se hai soldi studi, e così mezzi pubblici, pedalare,
      Ma per armi missioni e mazzette avanti tutta,
      Sempre più mi rendo conto che un bel maremoto non fu mai così necessario,
      PS. Pensioni non superiori a 750 € mensili per tutti,

      "Mi piace"

    • “Non vorrei eh, ma la mia è solo un’illazione lo ammetto, che vogliano i tuoi cari amichetti grillini”

      Non vorrei eh, ma la mia è solo un’illazione, che questo sia il primo editoriale di Travaglio che leggi in vita tua.

      Piace a 1 persona

  9. Esatto. Così vogliono i massoni di Davos che per interposte persone (i Draghi, i Macron, gli Scholz, i Trudeau, le Marin, eccetera) ormai comandano l’Occidente. Dal Canada agli USA, dalla Germania alla Finlandia, dalla GB al Portogallo la setta satanica vuole il genocidio dei popoli europei. Di emergenza in emergenza, di restrizione in restrizione, di sottrazione di diritti in sottrazione di diritti procederanno sino al traguardo. Lo hanno detto chiaramente: voi (cioè noi) non avrete più niente, ma vivrete felici. Saremo trasformati in animali da reddito controllati con un green pass ed un qr code. Soltanto l’eliminazione fisica di questi bastardi potrà salvarci. O loro elimineranno noi.

    Piace a 1 persona

  10. Scusami Jonny prima impicchiamo Conte al palo più alto perché si accontenta delle briciole e poi va bene il salario minimo a 5 euro?

    "Mi piace"

    • J. Dio non è più lo stesso da quando l’hanno scartato con la visita medica nella legione straniera ucraina, per insufficienza mentale. 😀 Tra l’altro, non gli hanno creduto nemmeno quando si è inventato esperto di cortine fumogene, specie dopo che hanno visto su Infosannio Gatto come gliele spolverava con un rutto.

      "Mi piace"