Alessandro Di Battista: “L‘Europa, un continente bello e inutile”

(Alessandro Di Battista) – Per la prima volta nella storia l’Europa ha acquistato più gas dagli USA che dalla Russia. Il sorpasso è avvenuto nell’ultimo mese. Tralascio le considerazioni su chi si stia arricchendo maggiormente grazie alle sanzioni e all’allontanamento della Russia dall’Europa (sono mesi che insisto su questo). Vorrei solo ricordarvi alcune cose.

Primo, è la Russia che sta tagliando il gas all’Europa (e a luglio potrebbe anche fare di peggio), non il contrario. Questo rende ancor più ridicola l’affermazione di Draghi di alcuni mesi fa (“volete la pace o i condizionatori accesi?”). Secondo, il Gnl (il gas naturale liquefatto), quello che gli USA intendono venderci sempre più, è più costoso e più inquinante (pensate al trasporto e all’estrazione). Terzo, le sanzioni (e le contro-sanzioni russe) ad oggi stanno colpendo soprattutto l’Europa.

La Russia inizia a vendere altrove, gli USA vendono a noi gas più costoso. L’Europa vive la fase più drammatica della sua storia dal punto di vista politico, economico, sociale ed ambientale (pensate alla siccità che sta colpendo molti paesi europei).

In più l’Europa è il continente che più subisce il dramma dei flussi migratori, anche per aver avallato in passato guerre di invasione mascherate da missioni di pace, colpi di Stato trasformati dalla nostra propaganda in rivoluzioni liberali e per aver permesso ad Erdogan di gestire il “rubinetto” dei flussi in cambio del denaro proveniente dalla nostre tasse.

Succede tutto questo ma la sola decisione che i capi di Stato europei riescono a prendere è quella relativa alla gittata delle armi che continuano ad inviare a Kiev nonostante la contrarietà della maggior parte delle pubbliche opinioni. Il tutto per ossequiare il “complesso militare-industriale” americano.

L‘Europa, parafrasando il professore de “La meglio gioventù”, è un continente bello e inutile.

33 replies

  1. DI BATTISTA ? ANCHE SIMPATICO ED IN BUONA FEDE, MA UN RAGAZZETTO SENZA SPESSORE . QUANTI ANNI HA ?

    "Mi piace"

    • Non per fare polemica, ma uno che nei dibattiti tv tiene testa a presunti politici di lungo corso ed a esperti pseudo giornalisti non mi sembra che manchi di spessore. Espone le sue tesi con dati alla mano inconfutabili e tocca temi che gli altri volentieri omettono. E chi sarebbe di spessore voltagabbana dimaio atlantista/europeista con poltrona a rimorchio?

      Piace a 7 people

  2. Alessandro Di Battista, un politico bello e inutile, buono solo a parlare senza concludere nulla, con molte idee ma confuse. Giusto per confutarne una. Se è vero che è la Russia che ci chiude i rubinetti del gas, è colpa della Russia e di Putin,e non di Draghi, se ci tocca comprare il gas dagli Usa e da altri spendendo di più.. Se fosse vero che gli Usa si stanno arricchendo grazie alle conseguenze delle sanzioni, ma è vero fino a un certo punto visto quanto ci spende per aiutare l’Ucraina, e visto che le sanzioni sono una conseguenza della guerra scatenata da Putin, lo vuol dire chiaro che Putin è uno stolto, causa di tutti i nostri guai recenti e pure della rottura dei buoni rapporti tra Italia e Russia in atto fino a 4 mesi fa?!

    Piace a 3 people

    • Mai visto cosa succedeva nel Donbass dal 2014? È acqua passata?
      Ce ne sono parecchi “progressisti” e atlantisti che selezionano accuratamente i corpi umani validi da quelli scadenti e sacrificabili. Alcuni si questi razzisti guidano mezzi di informazione potenti. E fanno un buon lavoro, come è evidente

      Piace a 3 people

      • E vai con questo Donbass usato un giorno sì e l’altro pure come pretesto per giustificare l’invasione di un intero stato!! Forse che la Russia non aveva alcuna responsabilità nella guerra civile locale in atto da anni, e nel fomentare i separatisti russofili, tenendo sempre acceso il casus belli finchè non ha ritenuto che fosse il momento giusto per entrare con i carri armati puntando su Kiev e contando sulla debolezza di Biden (dopo il ritiro dall’Afghanistan) e le incertezze e i contrasti interni tra Europei ? E probabilmente ci conta ancora., tirando la corda al massimo.

        Piace a 2 people

      • Io ti avrei vista volentieri in Donbass a prenderti una granata ucraina nel cortile di casa.

        Molto volentieri.

        Invece sei qui a dire le tue solite vaccate, senza arte né parte, ignorando che le discriminazioni contro i russofoni le hanno iniziate a Kiev ben prima della guerra.

        Ti avrei vista bene anche nella casa dei sindacati di Odessa, quel giorno, chissà che avresti pensato guardando da fuori di quelle finestre.

        Ma no, figurarsi. Tu sei sicuramente una lettrice di KANT, giusto nonnetta?

        Piace a 2 people

      • Ripasso di Storia. Difendere le ragioni dei “separatisti” del Donbass equivale a difendere quelle degli Stati del Sud nella guerra civile americana, con la differenza che i “sudisti” non erano finanziati da una potenza straniera che intendeva “annetterli”.

        Piace a 1 persona

      • @ MARK TWAIN

        L’esempio che porti ha in comune tra i due casi una sola cosa,sia pur con forme diverse: l’impero.
        I confederati volevano frantumarlo, mentre le vicende del Donbass sono il risultato dell’avvenuta caduta di quello sovietico.
        La brace cova sempre sotto la cenere, ne abbiamo avuto conto in Alto Adige, 15 anni dopo la 2^ GM e oltre 40 dalla fine dell’impero austro ungarico.

        "Mi piace"

      • Ci si potrebbe anche chiedere per quale motivo non permettiamo al Trentino-Alto Adige di ricongiungersi all’Austria, gli abitanti non si considerano italiani e parlano pure un’altra lingua. Inoltre, da piemontese, preferirei sicuramente che la mia regione venisse annessa alla Francia e non sono il solo. Sapete quanti bardonecchiesi (abitanti di Bardonecchia) preferiscono farsi curare dal servizio sanitario francese?

        "Mi piace"

    • Signora ,non ha chiuso il cerchio??
      Poi i buoni rapporti con la Russia li avevamo con Putin o con suo cugino?
      Magari a qualcuno non stavano così bene questo buoni rapporti?Serve un nome?

      Piace a 2 people

      • Poi ancora ….chi fomenta?Gli americani hanno guidato la rivoluzione del 2014 in Ucraina con il metodo sudamericano,sono 30anni che avanzano militarmente ad est ,anche se promisero a Gorbaciov che mai l’avrebbero fatto!!!
        Fomentatori e guerrafondai,la Storia lo insegna,ma crediamo alle buone novelle e fate ,di chi sostiene ciò,un difensore a spada tratta di Putin, perché nella vostra scatola cranica così si chiude il discorso.
        E vabbè

        Piace a 2 people

  3. Barbieri il ritiro dall’Afganistan l’ha deciso Rambotrump.

    Piuttosto credo che questo blog sia diventato abbastanza importante per attirare l’attenzione delle varie Bestie…quindi da qualche tempo ogni rigo di Di Battista piuttosto che di Travaglio (insomma contro B. il sistema che lo tollera e lo alliscia ed i suoi alleati) viene seguito IMMEDIATAMENTE da un paio di commenti che “spiegano” come siano bolliti, fuori tema, che non ci azzeccano mai, che sono di parte e compagnia cantando…

    Piace a 1 persona

  4. Io non capisco questi ragionnamenti da demente. Lo stesso papa si è espresso in modo da confutare la stupida teoria di chi afferma che c è chi invade e chi viene invaso. La liberazione dei territori delle repubbliche del dombass sono accolte dalla popolazione con scene di gratitudine. Nei telegiornali in cui vengono affermate balle colossali contro i soldati russi, mangiano i cani o stuprano i bambini e amenità simili, non vedremmo mai scene di come la popolazione sia contenta dell’arrivo dei soldati russi. Per non parlare dei diritti umani che difendono gli occidentali andate a dirlo ai curdi ai siriani o ai libici, che dimostrano quanto veramente interessino alla nato.

    Piace a 3 people

    • Ripasso di Storia. Difendere le ragioni dei “separatisti” del Donbass equivale a difendere quelle degli Stati del Sud nella guerra civile americana, con la differenza che i “sudisti” non erano finanziati da una potenza straniera che intendeva “annetterli”.

      Piace a 1 persona

      • Ripasso di Storia: nel 1999 i ” separatisti” del Kosovo sono stati SI oppure NO aiutati dalla NATO i cui aerei sono andati a bombardare Belgrado?

        Piace a 1 persona

      • Ci si potrebbe anche chiedere per quale motivo non permettiamo al Trentino-Alto Adige di ricongiungersi all’Austria, gli abitanti non si considerano italiani e parlano pure un’altra lingua. Inoltre, da piemontese, preferirei sicuramente che la mia regione venisse annessa alla Francia e non sono il solo. Sapete quanti bardonecchiesi (abitanti di Bardonecchia) preferiscono farsi curare dal servizio sanitario francese?

        "Mi piace"

      • Per quanto riguarda la sanità francese non è certo migliore di quella italiana, all’ottanta percento privata, e molto superficiale.
        Ma come si dà l”erba del vicino è sempre più verde.

        "Mi piace"

      • Chissà perché la questione del doppio passaporto che l’Austria vuole concedere agli altoatesini viene sistematicamente “rimandata” al fine di non “incrinare” i rapporti con l’Italia ? Ferma restando l’attenzione dell’Austria nei confronti dei “fratelli” e del trattamento loro riservato dall’Italia? Privilegi a dir poco “scandalosi” nei confronti di tutti gli altri contribuenti…

        "Mi piace"

  5. C’è un aggressore e’ un aggredito; la storia,per chi vuol fare la fatica di leggersela, racconta che dal 1990 o giù di lì un bullo provoca un altro bullo.

    "Mi piace"

    • Dovendo scegliere con quale “bullo” stare io preferisco quello a “stelle & strisce”… anche se non andrei mai a vivere a casa sua e mi rendo perfettamente conto che, spesso, mi “prende per il culo”… nella vita occorre sempre scegliere il “male minore”!

      "Mi piace"

      • Ma tu, caro Gilles, nutri veramente dei dubbi se sia peggio la “Dittatura Americana” o la “Dittatura Russa”? Ti sei mai confrontato “direttamente” con qualcuno che sia vissuto sotto il blocco ex-sovietico? Io si…

        Piace a 1 persona

      • Egregio Mark Twain, è dai tempi di Mazzini che la scelta non è più ” Franza o Spagna abbastanza che se magna”, bensì ” l’Italia farà da sé “. Ciò posto, a seconda delle convenienze, ( l’interesse nazionale, le affinità ideologiche, i valori condivisi etc,) ci si può alleare con chiunque.

        "Mi piace"

  6. Caro Mark Twain,rispondo che ho vissuto e lavorato 5 anni in tre diversi paesi dell ‘ex blocco sovietico a cavallo del 2000 al 2005 e raccolsi molte testimonianze in prima persona e ciò che mi stupi’ fu proprio il fatto di quante fossero diverse le opinioni sul come si viveva in quei tempi.
    Già solo la differenza tra campagna e città era enorme sul pensiero e la percezione di quel tempo.
    Detto questo io posso essere d’accordo con lei(che ha giustamente posto le premesse sulla sua scelta) e mi ha risposto su questo argomento,ma intendevo dare un senso più ampio alla mia domanda.
    Cordiali Saluti

    "Mi piace"