Luigi Di Mario

(di Marco Travaglio – Il Fatto Quotidiano) – Dice Di Maio che “il nostro elettorato è disorientato e non ben consapevole di quale sia la visione”. E noi, per quel che vale, siamo totalmente d’accordo con lui. Basti pensare che c’è un ministro M5S che, mentre la base respira di sollievo per la vittoria di Conte al Tribunale di Napoli, si affretta a […]

Categorie:Cronaca, Interno, Politica

Tagged as: , ,

67 replies

  1. Luigi Di Mario

    (di Marco Travaglio – Il Fatto Quotidiano) – Dice Di Maio che “il nostro elettorato è disorientato e non ben consapevole di quale sia la visione”. E noi, per quel che vale, siamo totalmente d’accordo con lui. Basti pensare che c’è un ministro M5S che, mentre la base respira di sollievo per la vittoria di Conte al Tribunale di Napoli, si affretta a riaprirgli la guerra in casa e a regalare ai media il pretesto per parlare di nuovi casini interni, anziché di salario minimo e stop al riarmo. Lo stesso ministro che disorienta gli elettori scattando come un misirizzi al solo annuncio del voto degl’iscritti sui 2 mandati dopo averli sempre difesi: “Dopo il secondo mandato lascio la politica. Da noi c’è una regola: dopo due mandati, a casa. Non solo per la corruzione, ma per la perdita di entusiasmo. Perciò ci votano: siamo persone serie” (6.2.2017); “La regola dei due mandati non si tocca, né quest’anno né il prossimo né mai. È certo come l’alternanza delle stagioni e come il fatto che certi giornalisti continueranno a mentire scrivendo il contrario” (31.12.18); “I due mandati mai messi in discussione, ma si fa politica anche senza cariche” (21.11.19). Di Maio aggiunge che “i nostri elettori sono molto disorientati per l’ambiguità sulle alleanze internazionali”. Sante parole: deve avercela con l’ex capo politico che nel 2019, da ministro e da vicepremier, abbracciava i Gilet gialli e ora si scappella ai piedi di Macron.

    E come non condividere il disorientamento degli elettori per la minaccia contiana di dire basta alla cobelligeranza con invii di armi sempre più pesanti all’Ucraina “mettendo nella risoluzione, che impegna il premier in Consiglio Ue, frasi o contenuti che ci disallineano dalle nostre alleanze storiche”, magari con la scusa dell’art. 11 della Costituzione? Queste magliarate può farle solo quell’ex capo politico disallineato che il 15.4.18 condannò il raid missilistico di Usa, Uk e Francia contro la Siria: “Bene ha fatto Gentiloni a non partecipare all’attacco, bisogna continuare con la diplomazia. Per me il faro rimane l’articolo 11 della Costituzione che ripudia la guerra”. Da applausi poi le parole di Di Maio sull’assenza di un organo democratico del M5S per discutere la sconfitta alle Comunali. Ma, più che a Conte che di organi e comitati ne ha creati fin troppi, la polemica pare rivolta a quell’ex capo politico che, mentre il M5S crollava dal 33 al 17%, ne discuteva nella sede più democratica mai vista: lo specchio. È lo stesso che prima attaccava Draghi e ora lo idolatra. Che a gennaio ha sabotato la trattativa del suo leader per il Quirinale con Renzi e Guerini. E che, quando non è in pizzeria con Giorgetti, comizia con la signora Mastella. È una fortuna, per Di Maio, che quel capo politico si sia dimesso: sennò l’avrebbe già espulso da un pezzo.

    Piace a 10 people

    • Non avevo dubbi che Travaglio si sarebbe schierato in difesa di Conte .Non ci vedo differenza sono due litiganti
      che non hanno niente del Movimento quello vero.

      "Mi piace"

      • Concordo pienamente. Il M5S è morto ormai 1 anno fa. Conte sta semplicemente sfruttando il simbolo per non dover partire da zero con un simbolo nuovo, e Di Maio difende la propria poltroina e cerca la ricandidatura

        Anni fa due persone del genere nel M5S sarebbero state cacciate a calci

        Oggi una è presidente, e l’altro Ministro

        Che fine indegna

        Piace a 1 persona

      • Ma cosa non vi è chiaro della frase “Non ci vedo differenza sono due litiganti che non hanno niente del Movimento quello vero.”?

        Boh, chissà cosa scatta nella capa…

        "Mi piace"

      • Una forza politica che ha ottenuto un successo elettorale sulla base di urla e slogan, non ha altre strade che evolversi per dare concretezza e serietà alle istanze di elettori che hanno creduto, illudendosi, di poer davvero (attraverso numeri certo importanti in Parlamento ma anche assenza totale di esperienza tra eletti presi quasi a caso e catapultati nell’istituzione) chiudere i conti con i poteri che stagnano da decenni nello Stato.

        Ora, capisco che per tanti illusi con dente avvelenato accluso, credere che tale difficile percorso evolutivo per diventare una realtà politica dotata di un minimo di serietà, possa apparire nient’altro che una infame involuzione,
        ma che in tale involuzione non si riesca più nemmeno a distinguere la diversità tra un Conte che (per esempio) sulla guerra parla di stop agli armamenti e Si a negoziati per la pace e un Di Maio che (pur nelle comprensibili difficoltà dovute al ruolo che ricopre) si è appiattito completamente ai guerrafondai della Nato, per me è incapibile.

        E mi fa sorgere il dubbio che coloro che non sanno fare questi distinguo, in realtà, non abbiano mai voluto, davvero, cambiare le sorti di questa Italia come reclamavano le urla e gli slogan di un tempo che, giustamente, ha fatto il loro… Tempo.

        Suggerimento: guardare avanti, grazie.
        Chi vuol tornare indietro rischia solo di pestare gli es crementi lasciati sul percorso.

        Piace a 2 people

    • DI MAIO? il solito personaggeto inutile, falso, opportunista , traditore, il peggio dell’essere umano che diventa politico e che abbiamo inventato mettendo una x sulla scheda elettorale del movimento, il suo destino è ormai segnato, e’ solo questione di tempo ……

      "Mi piace"

  2. gigino o bibitaro
    Un cialtrone prestato alla politica,
    braccia strappate alla carretta da manovale edile, ciò non toglie che brancaleon giuseppi non sia quel leader che molti decantano anzi,

    Piace a 2 people

  3. Mi ha scoglionato,.. Basta… Non si può più credere che noi ci crediamo. Vada con Renzi, vada con Calenda, vada con chi gli pare.. Un ultima concessione di fiducia a Conte e poi basta… Astensionismo. Anarchia…

    "Mi piace"

  4. Quanto vogliono quanto ci vogliono estorre? Volete andare da Borghese a colazione, pranzo e cena e anche per lo spago di mezzanotte? Ok.. Però sparite vi prego in nome dell’umanità..

    Piace a 1 persona

  5. Sotto il rasoio di Occam di Travaglio, di Di Maio non rimane niente.
    Quante volte l’abbiamo difeso, quante volte abbiamo approvato i suoi sforzi per imparare e migliorarsi .
    Credevamo lo facesse per la buona politica , e invece, era solo per tornaconto personale.
    Gianni

    Piace a 6 people

  6. scannatevi, massacratevi, trucidatevi, strappatevi i capelli, rompetevi l’osso del collo, dissanguatevi, riducetevi a fettine…ma poi sparite tutti e due (…+ uno, travaglio…e possibilmente anche scanzi, gomez e padellaro). GRAZIE!

    Piace a 1 persona

    • Al netto della terminologia (un bijoux: al confronto persino quello del “brancaleoon nggiuseppii” quotidiano sembra quasi piú calmino) se questi giornalisti “sparissero” questo ti farebbe felice, giusto? Cosí potresti sedere tranquillo nel deserto a leggerti Libero, Repubblica, Stampa, Giornale, il Mattino e magari anche Domani, come dessert. In santa pace.
      Io non mi augurerei mai la “sparizione” di questi giornali e di chi ci scrive. Sotto sotto forse nemmeno tu, sennó poi come faresti a postare queste cose. Non ti resterebbe che strillare a caso dal balcone – un pó come ora.

      "Mi piace"

      • Da te non mi aspetterei certe valutazioni pret à porter, del tipo che hai espresso, dagli altri, sì, da tanti, tantissimi altri, ma da te no. A quanto pare però, i fatti, come si dice, hanno la testa dura…

        "Mi piace"

      • Che cosa? forse non lo sa ma il fatto quotidiano, o meglio il sito online, originariamente doveva essere gestito dalla casaleggio associati, solo che Travaglio si oppose, però allo stesso tempo ha sempre speculato col il ‘brand’ 5 stelle perché conscio del fatto che i suoi abbonati (cosa che sono stato anch’io per 1 anno, a differenza di chi dice cose) erano prevalentemente simpatizzanti grillini. Oggi fanno propaganda spicciola al partito di Conte esattamente come sallusti slinguazza da sempre il suo capo, vedasi anche come hanno difeso a spada tratta i navigator, una delle figure professionali più inutili e che non hanno trovato lavoro a nessuno anche perché, per ammissione dello stesso villlarosa non hanno competenze in merito, e per il resto il fatto quotidiano è sempre stato spazzatura, tranne per qualche firma come Fini e pochi altri. Evidentemente fino a quando non si va alle politiche non capirete l’antifona…e sia, tanto ormai siamo agli sgoccioli…passata l’estate il 2023 è dietro l’angolo.

        "Mi piace"

      • @?

        Mi dispiace molto di averti deluso. Sembra essere una costante, di questi tempi, il non riuscire a relazionarsi con opinioni diverse senza farla tragica, in un modo o nell’altro. Ecco perché la modalitá talibano – tipo il post piú su – a me non piace: e se mi ci avvicino, come tutti prima o poi, cerco di ritornare in me, se posso.
        Opinioni diverse, tutto qui. Purtroppo però, i fatti, come si dice, assumono solo quel che è tagliato appositamente per loro…

        "Mi piace"

  7. Volete qualcosa di allegro?

    La distruzione dello Yemen:

    Non se ne parla, zitti tutti, c’é solo ZeZelensky e l’Ucraina da difendere dai cattivi.

    "Mi piace"

  8. E dopo la scissione dell’atomo dentro l’urna elettorale, di questo movimento 5 stelle non rimarrà nulla, se non la gente incazzata (perché gli aveva dato fiducia) beatamente sdraiata al mare o a passeggio in montagna, con in testa un bel vaffanculo per Grillo e compagnia cantante.

    Piace a 1 persona

    • Adesso stai a vedere che un’eventuale scioglimento di un partito è come un investimento andato a male. Riprendetevi un attimo

      "Mi piace"

      • Gentile eppy63, il mio voto al movimento 5 stelle è stato un investimento sulla fiducia, perché vedevo valori ed idee nuove rispetto allo squallore politico co italiota. Tradita la mia fiducia, vedendo la trasformazione e ciò che è diventato il movimento oggi, allo stato attuale posso personalmente e tranquillamente dire che il mio investimento è andato male. Cordialità.

        "Mi piace"

  9. Forse non ha ancora capito che la disaffezione degli popolo del movimento è dovuta a comportamenti e voltafaccia così!! Non è che ci voglia molto a capire!! Il popolo del movimento voleva che rimanesse fedele a se stesso!! I cambiamenti possono anche esserci ma gli stravolgimenti no!! La buona volontà di Conte non è sufficiente, sinceramente il M5S è diventato irriconoscibile, ecco cosa fa la politica…

    "Mi piace"

  10. “Di Mario”(ma uno come lui è disposto ad essere un Di chiunque, pure un Di Silvio se serve) come opportunamente lo chiama Travaglio è un individuo semplicemente ripugnante, lo dovessi mai incrociare presumo mi verrebbe una voglia irrefrenabile di sputare ai suoi piedi.

    "Mi piace"

  11. Ok Va bene, ma qui ci si dimentica del garante che non è andato a votare a genova, in pieno dissenso con le scelte del suo movimento, quindi di chi lo guida. Travaglio ha sempre detto che il ragazzo è il ventriloquo del capo. Conte lasci che questo marasma si consumi in se stesso, non faccia da capro espiatorio e parafulmine, come capo politico del Movimento non è adeguato, e poi il Movimento è finito, rispetto a tutti gli altri partiti ha una caratteristica: ha reso evidente che si fondava su utopie, chi è rimasto deluso non ci tornerà più, i suoi elettori ora stanno all’astensione e di votare non ne vogliono più sapere, il danno più grande. Possibile che non c’è nessuno che glielo faccia capire? Salvi la faccia, Conte lasci Il movimento

    "Mi piace"

    • Carmen….
      Il garante ha sbagliato all’inizio.
      Il segretario naturale dei 5s avrebbe dovuto farlo lui o al limite Casaleggio senior.
      Adesso mi sa che sta il più zitto possibile anche perchè ha altro a cui pensare ( come ad esempio i casini del figlio).

      "Mi piace"

  12. Se Conte ha ancora appeal presso l’elettorato ( e in parte credo di sì) si smarchi dal M5s ( che come ho già scritto è un marchio ormai fallito) e faccia un suo Partito. Prima lo fa, prima darà consistenza ad un suo progetto. Certo, se avrà come parole d’ordine “campo largo”, alleanza coi progressisti ( quindi PD), non andrà molto lontano. A Di Maio resteranno i resti del M5s, poca cosa, e lo intrupperà in una formazione centrista draghiana. Facendo concorrenza a Calenda. Di Battista è l’unico che può ridare corpo all’idea di Casaleggio, ritoccandola ma senza snaturarla. Ma anche lui, se vuole sperare in un consenso a 2 cifre, deve metterla in piedi ora.

    "Mi piace"

    • Scusi ma Conte è PD fino al midollo, non che ci sia qualcosa di male in democrazia, solo che non c’entra niente con la visione del Movimento e i motivi per cui è nato. Se doveva fondare un suo partito doveva farlo subito, ora si è consumato pure lui, con le sue posizioni altalenanti e ambigue, no alla guerra si Nato che significa oggi come oggi? chi è Nato è chiaro che è anche per la guerra, questa o un’altra; chi vuole votare PD si vota l’originale, non si capisce l’utlilità di questo ciondolo del PD col nome di Conte

      Piace a 1 persona

      • Non so se replicavi a me, nel caso ho scritto che se Conte crede di capitalizzare il suo consenso personale ( c’è, non quanto pensa Travaglio, ma c’è) andando a fare la stampella del PD in un fantomatico campo largo ha un futuro marginale ( o non lo ha proprio). Ho scritto anche che chiunque voglia animare un progetto politico anche vagamente ispirato al Movimento delle origini deve farlo ora, anzi come dice Giansenio, deve farlo ieri non domani. Non mi sembra che siamo in disaccordo. E comunque io voterò Di Battista. Se ci sarà una sua lista.

        "Mi piace"

      • @Paolo
        Dibba?
        Certo……lo voterei anch’io ad occhi chiusi ( anche perchè non ci sono alternative appetibili) ma non credo che abbia alcuna intenzione di presentarsi , anche perchè altrimenti già da un pò avrebbe dovuto cominciare a far campagna elettorale.
        Invece all’orizzonte non c’è nulla da questo punto di vista.
        Quando apre bocca in tv dice sempre e solo cose molto condivisibili ma le sue opinioni contano tanto quanto le nostre qui su Infosannio.

        "Mi piace"

  13. Grande errore e stato il taglio dello stipendio che oltretutto non frega a nessuno! in questi giorni saranno devoluti circa 5 milioni ad opere benefiche, all’insaputa degli italiani! C’e chi ruba e chi restituisce.

    "Mi piace"

  14. Di Maio mi ricorda Capezzone, inizialmente radicale dai modi forbiti poi, appena artigliata una greppia politica, s’è messo a cercare di meglio diventando un pasdaran di Silvio.

    Gigi s’è ritrovato sul missile M5S rappresentandone l’anima moderata, l’ambizione di diventare ministro o vicepremier l’ha soddisfatta, ora col cavolo che molla la greppia.

    Il M5S ha saputo raccogliere il malessere di chi ha sofferto la recita di PdL e Pd-L sulle nostre tasche e sulla nostra democrazia. Ma pur avendo realizzato tanti progetti concreti ha mancato quello più importante: fare pulizia di B. e dei suoi accoliti.
    Di Gigi non ci libereremo facilmente, che Conte riesca a far ricredere l’esercito di delusi dal recente M5S (e dal suo capo assoluto che, forse sotto il peso dei guai del figlio, ha perso lucidità) è tutto da dimostrare.

    Se devo vedere un eroe gentiluomo come Gratteri, ridicolmente non messo a capo dell’antimafia o a capo del ministero, lamentarsi per una riforma della magistratura votata dal M5S di Conte i dubbi sono più che legittimi.

    Piace a 1 persona

  15. OT
    LA DENUNCIA DI ALTERNATIVA- Viviana Vivarelli
    Caratteristica fissa del Governo Draghi è favorire i potenti e rendere impunibili i politici e gli oligarchi corrotti.
    La legge Cartabia dimostra in pieno questo intento offendendo gravemente la giustizia e mettendo la Magistratura in parte sotto il potere politico.
    Bonafede voleva un processo più agile e più efficiente. Al contrario ora avremmo un aumento dell’impunità, limitando l’azione della Magistratura e imbavagliando i giudici.
    Contro questa Legge peversa è insorta gran parte della Magistratura con nomi illustri come Di Matteo o Salvatore Borsellino, senza contare le drammatiche denunce dei familiari delle vittime delle stragi di Rigopiano e Viareggio o del Ponte Morandi e quelle dei truffati dalle banche, mentre i colpevoli se ne escono impuniti e soddisfatti.
    La riforma è tanto perversa da favorire in parte persino i reati di mafia, terrorismo, associazione finalizzata allo spaccio e stupro, il cui termine di scadenza per l’improcedibilità potrà essere prorogato solo eccezionalmente.
    L’impunità, dunque, sarà il premio per chi riuscirà a perdere abbastanza tempo con avvocati molto bravi e ben pagati. E sarà la politica a selezionare i reati che i pm potranno trattare prima, calpestando il principio della divisione dei poteri tra politica e magistratura che è il fondamento della democrazia e ignorando il principio di obbligatorietà dell’azione penale (art. 112 della Costituzione).
    Così delinquenti ben protetti e politici corrotti potranno dormire sonni tranquilli.
    Con gli stessi voti dei 5 stelle è stata demolita la legge Spazzacorrotti che era uno dei vanti del governo Conte I.
    Un tempo i 5 stelle erano paladini di giustizia e libertà, oggi si sono omologati all’accozzaglia e votano passivamente leggi che smantellano il sistema giudiziario contro il bene comune e l’interesse per i cittadini.
    Prendersala con Di Maio perché è diventato un esecutore fedele di Draghi a questo punto è ridicolo, visto che il peccato di subordinazione al peggior governo della Repubblica riguarda tutti i 5 stelle che hanno votato questa pessima legge.
    Saranno così cancellati decenni di legislazione antimafia, favorendo l’impunità per gli eco reati, i reati contro la pubblica amministrazione e altri reati di grande pericolo sociale. Un tempo i 5 stelle difendevano la riforma Bonafede, con le unghie e con i denti, ieri l’hanno sotterrata.
    Nessuna meraviglia se 7 milioni di elettori li hanno condannati e non li voterebbero più.
    Se si volesse davvero snellire i processi e renderli più brevi, ci sarebbe un metodo rapido e sicuro: abolire due gradi di giudizio. Siamo l’unico Paese al mondo con 3 gradi di giudizio che a volte diventano 4 con l’uso del Tribunale delle libertà. Nei Paesi normali c’è solo la sentenza di primo grado che è immediata e definitiva, salvo casi veramente eccezionali in cui il processo venga rifatto per la presentazione nuove prove fortissime e indiscutibili.
    Ma voi credete che in Italia si voglia davvero un processo breve e giusto? Levatevelo dalla testa.

    Piace a 1 persona

  16. Accomunare Conte a Di Maio…. sembra di leggere Libero o il Giornale
    Io non mi sento meno elettore dei 5s di altri.
    Del simbolo non mi importa nulla. Delle persone sì.
    E sceglierò, la prossima volta, quelle che si sono meritate la mia fiducia con quello che hanno fatto e con quello che si propongono di fare. Ma governando, non sul divano o su comode poltrone poitiche per fare i fighi antisistema.
    E quindi voterò, e inviterò sempre a votare.
    I grandi successi del centrodestra la scorsa domenica, Genoa 44% votanti, Palermo 42% votanti.
    Chi reclama qualcosa di meglio restando a casa a protestare, ha contribuito in maniera determinante a questo risultato.
    Con Letta che si proclama vincitore pur avendo perso migliaia di voti veri (il potere delle percentuali) e la Meloni dichiarata vincitrice pur con un numero di voti reali molto lontano dalle stime dei sondggi.
    Non votare significa consegnare il paese ad una minoranza che certamente distruggerà quanto i 5s, in maniera non perfetta ma positiva per tantissimi hanno realizzato governando, contro tutto e tutti, inclusi i malpancisti ispirati da Sallusti e compagnia cantante.
    Di Battista non è poi così diverso d Di Maio, uno fa il ministro, l’altro l’opinionista. Due belle carriere.
    Avere ministri significa provare ad incidere sulla vita delle persone. Avere solo opinionisti significa poter solo lamentarsi di quanto altri hanno fatto contro i diritti sociali e civili dei cittadini.
    Ministri ed opinionisti di minoranza tutti in parlamento, con gli stessi stipendi, ecc.
    Io vorrei sempre provare a determinare con il mio voto una maggioranza che spero si muova in direzione degli ultimi, provando a fare per loro quanto possibile per migliorarne la condizione di vita.
    Gli opininisti vedranno il rdc eliminato e le risorse ridistribuite a Confindustria o investite per il riarmo (senza IVA), la riforma della giustizia ulteriormente peggiorata Renzi style, acqua ai privati, inceneritori valorizzati, ecc.
    Ma si lamenteranno, in TV o in rete, guadagnandosi la pagnotta almeno per quello.

    Conte, Bersani, e chi ci sta.
    Se gli elettori sceglieranno il centrodestra del programma Meloniano, è la democrazia.
    Chi non vota conterà comunque meno di chi ci prova, o sarà complice di far vincere una delle parti, anche quella in cui meno si identifica.
    Almeno, se i malpancisti sono stati davvero elettori dei 5s, hanno potuto criticare e smettere di appoggiare chi ha governato grazie al loro voto. Ma hanno governato. facendo di più per gli ultimi e per il riequilibrio dei poteri pubblici di quanto i migliori di ogni epoca abbiano mai realizzato (mai a favore degli ultimi):

    Piace a 2 people

    • Ahahahah ahahah ahahahah ahahah
      Conte Bersani, ahahah ahahahah ahahah
      Scusa ma è troppo forte, non riesco a non smettere di ridere, uno conte, non è neppure capace di organizzare il proprio ufficio/partito, Bersani, colui che con gli studi di settore ha fatto chiudere oltre trecentomila piccoli artigiani,
      Senza contare che tutti e due sono strenui difensori del governo draghi,
      Auguri, spero abbia un pezzo di terra dove poter coltivare un po’ di derrate alimentari, ne avrà/emo bisogno in un futuro prossimo.

      "Mi piace"

      • sono lieto di averle stimolato il buonumore.
        A parte l’idiosincrasia, giusta, verso il governo Draghi, che però prima o poi finirà, le chiedo di esprimere una scelta.
        Parità di criteri di giudiizio sul resto della proposta politica, può indicarci per chi voterà? O se comunque non voterà?
        Ogni scelta è legittima, nessuna fa ridere, è il parere di ognuno.

        Nell’attesa, mi pare che il candidato premier ideale dei malpancisti sembra essere proprio Giorgia Meloni: fuori dal governo, pseudo atlantista, no lobby diverse dalle sue, no europa, si riarmo immediato finanziato con il fu rdc.
        Questo è quello che ho capito come abbozzo di programma per il prossimo governo.
        Il 20-25% del 50% degli aventi diritto al voto, equivale al 12,5%, nella migliore delle ipotesi, dei cittadini elettori.
        12 elettori su cento potenziali avranno determinato il futuro assetto istituzionale del paese.
        Il 45% del 50% determinerà la vittoria del centrodestra a trazione meloniana, cioè circa un quarto dei potenziali elettori.
        Sicuramente il primo obiettivo dei vincitori di domenica scorsa è di non farci votare, onde eliminare alla base la possibilità di un nuovo movimento 5s. Tutti ostili contro tutto, tutti uguali, tutti poltronari…
        E noi dovremmo assistere alla distruzione delle tutele sociali, all’imbarbarimento del lavoro e della vita sociale, al continuare a pagare la guerra a Putin comprandogli il metano a prezzi da speculazione galoppante e indisturbata? Ad aumentare al 4% la spesa militare (senza iva, però, neanche il 4% della pasta)?
        Almeno Meloni e friends sembrano molto allinati ai valori della chiesa ortodossa russa e degli oligarchi russi disponibili a finanziare i famili days e ammeniccoli annessi.
        Io no
        Grazie

        Piace a 1 persona

      • @Ottavio
        Attenzione ai voti dei malpancisti alla Meloni.
        Sono malpancista anch’io e ( considerato il deserto della attuale politica) ho considerato l’idea di votarla pur tappandomi naso occhi orecchie e altri orifizi…….
        Grazie a Dio mi sono ripreso appena l’ho vista limonare con letta condividendone l’Atlantismo e la relativa voglia di inviare armi per alimentare la guerra.
        Se ci sono rimasto male io , figurati che delusione per i suoi elettori fissi vedere una Meloni dragoeuropeista…..

        "Mi piace"

      • @Silvio
        “Sono malpancista anch’io e ( considerato il deserto della attuale politica) ho considerato l’idea di votarla (la Meloni ndr) pur tappandomi naso occhi orecchie e altri orifizi”.
        Già questo è preoccupante. Ma il meglio viene dopo. Ti sei frenato SOLO perché l’hai vista “limonare” con Letta su atlantismo e roba simile?
        Io credevo che su questo blog ci fossero delle linee rosse invalicabili, e che una di queste fosse: la Meloni è improponibile, DA SEMPRE.
        E invece no.
        Le sorprese non finiscono mai.

        "Mi piace"

      • @Santo
        Era solo un modo per esprimere il nulla del nostro panorama politico e la mia relativa disperazione.
        Cioè il fatto che se anche la più nazionalista di tutti va a braccetto con il più europeista di tutti siamo veramente alla frutta.
        Mi sorge addirittura il dubbio che sia rimasta all’opposizione su richiesta dell’ammucchiata solo per dare un minimo di parvenza di democrazia a questo Paese.

        "Mi piace"

  17. M5s attualmente è al minimo storico ma esiste ancora. Con Di Maio candidato al terzo mandato scompare. Con Di Battista potrebbe resuscitare.

    Piace a 2 people

  18. Hic Rhodus, hic salta.
    Di Maio ha compreso di essere a Rodi e ha saltato.
    Come infiniti altri prima di lui.

    "Mi piace"

  19. Quando ho letto la storia del secondo ed ultimo mandato ho pensato che Travaglio fosse impazzito.
    Poi, continuando a leggere , ho visto la parentesi con indicata la data ( 2017) e mi sono tranquillizzato.
    Di Maio mi ricorda molto il giovane Andreotti ( non per competenza ma solo per avidità ) e i mandati a cui aspira non sono due ma una ventina , salute permettendo.
    Detto questo…..lasciando da parte le mire rampanti dell’enfant prodige……..ieri a Kiev il draghetto si ė rivelato ancora una volta come il campionissimo dei leoni da tastiera : il suo scopo è ormai arcinoto : vuole che l’Italia sia il nemico numero quattro di Putin…..subito dopo zelenski biden e johnson.
    L’unica cosa che mi tranquillizza è che i russi sanno perfettamente che draghi per gli Italiani conta quanto un due di picche se la briscola ė fiori quindi faranno la tara sulle sue parole almeno quanto faccio io con le parole di medvedev.

    "Mi piace"

  20. Ci vorrebbe qualcuno in grado di dire: M5S, alzati e cammina!
    Perchè il movimento ormai è morto da un pezzo.
    Per comunicare con loro servirebbe un medium.
    Per parlare con di ma(r)io ci vorrebbe un esorcista.
    Elaborate il lutto, da questi non ci si può più aspettare nulla purtroppo, parlarne è fatica sprecata.
    E parlo di tutti, perchè una persona minimamente coerente e sensata sarebbe uscita dal governo draghi, o sennò almeno dal movimento e chiunque andasse a dirigere questi traditori sarebbe a sua vota tradito.
    Quelli che hanno avuto lo stomaco per restare dentro il movimento sono bruciati, troveranno posto nei portacenere della storia.

    Lasciate ogni speranza, o voi che li votate.

    "Mi piace"

  21. Qualcuno si è accorto che Cingolani (ministro transizione ecologia, ripeto, transizione ecologica ) vuole rivedere la mappa per aumentare le trivellazioni?? cioè, ma di cosa stiamo parlando?.. capisco la guerra e che il gas e il petrolio ci servono ancora, ma i suoi argomenti, del suo ministero non dovrebbero essere questi di procurarci il nostro petrolio, nucleare ma l’esatto opposto!!! cioè quello di incentivare le rinnovabili o semmai ridurre il consumo dei fossili!!!

    Se restare al governo vuol dire perdere voti ma bloccare queste cose allora per me va anche bene purché blocchino questo Cingolani, questo governo… altrimenti davvero non si capisce più niente

    "Mi piace"

  22. Non sarei così catastrofista. In fondo nell’orbita del grande Sole a 5stelle potrebbero esserci un partito di Conte, uno di Di Mario, uno di Grillo (che pare contro entrambi), Alternativa e Italexit.

    Un sistema solare completo!

    Senza considerare che nel prossimo parlamento ci sarà un Draghi bis e quindi ampie possibilità di opposizione.

    @Ottavio
    “Ma governando, non sul divano o su comode poltrone poitiche per fare i fighi antisistema.”

    Tra governare e diventare la macchietta del governo c’era tutta una serie di gradazioni intermedie.

    "Mi piace"

  23. Io credo che agli iscritti al M5S manchi un po’ di sana autocritica! Di Maio è stato votato capo politico del M5S e poi riconfermato! Dovremmo riflettere sulla capacità di giudicare le persone soprattutto quando sono investite di ruolo politico che poi incide pesantemente sulle nostre vite. ……e la domanda vera è su quali basi scegliamo le persone e se pure nel M5S sia stata indotta una scelta, rivelatasi poi sbagliata. …..Di Maio ci doveva piacere per forza, anche se la maggioranza di iscritti e simpatizzanti aveva ben chiara e presente la sua inadeguatezza! Conte ha dimostrato di essere un buon pdc, il migliore che io ricordi da decenni, questo non significa che sia in grado di tenere a bada il M5S, ma questo per il casino M5S creato prima del suo arrivo da Grillo, Di Maio, Casaleggio junior ed iscritti, perché i parlamentari 5 stelle con cui Conte deve mediare non li ha scelti lui, ma i suddetti! Si può anche fare finta che il problema si chiami Giuseppe Conte, ma sappiamo benissimo che le difficoltà del M5S nascono molto prima e gli iscritti hanno parte di responsabilità! Detto questo, il M5S pur incasinato, con le giravolte di Grillo e la nullità Di Maio, ha fatto per gli italiani più di quanto fatto dagli altri in 50 anni e senza rubare! Ma se gli italiani hanno amato per 20 anni un Berlusconi, pure pdc, come possono notare ed apprezzare la differenza? Ma chi ha memoria ed onestà intellettuale deve essere in grado di giudicare senza pregiudizi né innamoramenti altrimenti abbiamo i Di Maio per poi fare finta di non averli scelti e votati!

    "Mi piace"

  24. Di maio è per me la più grande delusione del m5s. Giravolte del genere sono in politica la regola, ma non mi ci abituerò mai.

    "Mi piace"