Il ciondolo cinquestelle

(Pietrangelo Buttafuoco) – Con i “se” non si fa la storia, e va bene, ma i “se” aiutano a misurare il rammarico, la nostalgia e anche la rabbia, il sentimento che “se” solo fosse vivo Gianroberto Casaleggio, scomparso nel 2016, oggi proverebbe vedendo cosa è diventato il suo progetto politico. Nel 2020 – così si viene a sapere da Report – si fece un incontro per impedire ad Alessandro Di Battista di diventare leader. E si misura dunque il rammarico che Casaleggio s’è risparmiato andandosene prima di vedere il M5S diventare una sorta di ciondolo a disposizione del Pd, il partito in assoluto più distante dalla sua visione di eretico in una terra qual è l’Italia dove l’unica nostalgia possibile è il “Se”, ovvero, la variante aggiornata del “S’i”, quello dell’Angiolieri che coi suoi s’i fossi foco, vento e acqua insegnava alla giovinezza indomita come ardere, tempestare e annegare – va da sé – lo mondo.

8 replies

  1. In effetti Cecco parlava anche della volontà di uccidere il padre e la madre, giacché qualunque creatura, per trovare strada, identità e dignità deve emanciparsi dal genitore, e questo i grillini non hanno saputo o voluto farlo, diventando essi stessi parte di un potentato assoggettato all’Altissimo (Grillo si firma così), a manovre e al capo politico, ancorché dimesso.
    Poi il Cecco aveva come fine il bere, il gioco d’azzardo e le donne…… bisognerebbe vedere se, camminando da soli, i grillini saprebbero creare una strada nuova o se si appiattirebbero al Parito Delinquenziale senza L o con la L. Mi auguro che il giudice oggi annulli le elezioni uninominali di Conte….attendiamo.

    "Mi piace"

  2. Lo avevamo capito tutti che stavano orchestrando qualcosa alle spalle di Alessandro, naturalmente la base nulla può se non interpellata e tenuta debitamente allo scuro!! allora è giusto ciò che sta accadendo al movimento!! nonostante i traguardi raggiunti!! sì perché a questo punto si capisce ulteriormente che il “marcio” c’è dappertutto!! stimo Conte, se fosse all’oscuro di tutto ciò e venendone a conoscenza non credo possa essere entusiasta!!

    "Mi piace"

  3. Conte sarà, se non lo è già la vostra palla al piede, il conformismo catto clericale di un culto ad imprimatur paterno (padre nostro, patriarcale e pietista nel Gesù in croce e nella pietà della Madonnina. )
    La miscela delle anime della sacra corona, ma con il punteruolo che, ha portare la corona di spine, siano altri.
    E ciò smarca immediatamente l’ipocrisia istituzionale, in quanto chi si sobbarcherà della corona di spine, non sono i medesimi che ne avvallano il VANGELO, in realtà a voi di addice più una testa di cartapesta rappresentante un minotauro con cui si dovrà giocare a MOSCA CIECA.

    "Mi piace"

  4. Dopo aver scoperto per caso il proverbio siciliano: ( scritto in modo fonetico, non mi illudo di scriverlo in vero siculo dal momento che non lo conosco, comunque che peccato AZZ!)
    Caliti iunca ca’passa la china,
    caliti iunca, da sera a mattina!

    Mi sono ricordata il ritornello di una vecchia filastrocca sentita in famiglia. (tza tza)

    Buongiorno, buonasera!
    Calimera e Calispera!!

    Potrebbe essere un punto per iniziare un tavolo di dialogo!

    "Mi piace"

  5. Troppo bella

    S’i’ fosse foco, arderei ’l mondo;
    s’i’ fosse vento, lo tempesterei;
    s’i’ fosse acqua, i’ l’annegherei;
    s’i’ fosse Dio, mandereil’en profondo;

    s’i’ fosse papa, sare’ allor giocondo,
    ché tutti cristïani imbrigherei;
    s’i’ fosse ’mperator, sa’ che farei?
    A tutti mozzarei lo capo a tondo.

    S’i’ fosse morte, andarei da mio padre;
    s’i’ fosse vita, fuggirei da lui:
    similemente farìa da mi’ madre.

    S’i’ fosse Cecco, com’i’ sono e fui,
    torrei le donne giovani e leggiadre:
    e vecchie e laide lasserei altrui.

    "Mi piace"