L’embargo al petrolio, ultima presa in giro targata Ue

Il consiglio europeo ha deliberato di non importare più il petrolio russo. Embargo? Nì: Sarà fermato solo il petrolio che viaggia per mare

(Fabio Massa – true-news.it) – La montagna ha partorito il topolino. Non ci si poteva aspettare niente di meglio dall’Unione Europea. Riassunto dell’ultima penosa puntata della serie “Come non sanzionare Putin”: l’incontro straordinario del Consiglio europeo con il vertice dei capi di Stato e di Governo dell’Unione ha deciso solennemente di non importare più il petrolio russo. Embargo! Sì, ma. Fermano il petrolio russo che viaggia per mare. Quello che invece viaggia negli oleodotti, o in altre maniere che non siano le navi, può essere tranquillamente comprato o venduto.

Ovviamente l’Ungheria di Orbàn è contentissima, e infatti subito ha fatto sapere che sul petrolio russo, per l’Ungheria, non c’è alcun embargo. Andiamo bene eh. Grande compattezza proprio. Avanti così: con una mano diamo i soldi a Putin per fare la guerra in Ucraina e con l’altra diamo le armi a Zelenksy per difendersi da Putin. Tafazzi, praticamente.

Ue: il patriarca Kirill nella black list delle persone sgradite all’Occidente

In compenso però l’Unione Europea ha preso una decisione fondamentale: ha incluso il patriarca ortodosso Kirill nella black list delle persone sgradite all’Occidente. Sempre meglio di niente: chissà che un giorno o l’altro Kirill possa venirci a molestare come i testimoni di Geova alla domenica mattina. Meglio mettersi al riparo da questo tremendo pericolo.

8 replies

  1. Finirà che il petrolio di cui abbiamo comunque bisogno sarà fornito in esclusiva dalla democraticissima Arabia Saudita ed Emirati vari. Così potranno intraprendere il Rinascimento auspicato dal Bomba e continuare a bombardare lo Yemen di cui tutti se ne fregano. Dalla padella nella brace. Bravi !

    Piace a 2 people

  2. L’ Ungheria del “cattivo, egoista, sovranista” Orban stata accontentata in toto… Ma guarda un po’…
    Allora si può!

    "Mi piace"

  3. Spero che questa storia di rinunciare al petrolio russo entro la fine dell’anno sia solo un’altra farsa di quei buffoni di Bruxelles.
    Se così non fosse dal primo gennaio 2023 la benzina la pagheremo ( se va bene) 5 euro al litro.
    Ma tanto a quegli stronzi cosa gliene frega? La benzina che mettono nelle loro belle auto blu la paghiamo sempre noi con le tasse.

    Piace a 1 persona

  4. Io sarò pure nato ieri mattina sotto un cavolo (o, siccome son vegano, m’avrà portato la cicoria! Chissà?), fatto sta che mai come prima di questa guerra del ca§§o, m’ero DAVVERO reso conto di quanto siano dei poracci i vari boss europei. Davvero, è semplicemente su scala più ampia la stessa identica frittata che abbiamo in Italia: gentuccia disperata provinciale e pezzente mentale che decide per sé e degli altri se ne frega alla stragrande. Una cosa d’una poraccitudine spaventosa. Prendi la Von der Leyen: una miserabile buzzurra che se fosse italiana, starebbe accanto neanche a Salvino, ma neanche al Bomba rignanese di sfiducia, ma proprio alla Melona. Ma che gentaglia demmerda è? Ma come si fa a tirare avanti con questi cialtroni che decidono PER PAESI INTERI? A volte sono davvero spaventato e perdo veramente la calma. 😔

    "Mi piace"

  5. Non ho capito una cosa, vorrei che qualcuno me la spiegasse. Questa mattina i giornali titolano, più o meno” Tetto al costo del gas, vittoria di Draghi.”.
    Poi apprendo che la “vittoria” consiste nel fatto che: “La Commissione ha ricevuto ufficialmente mandato per studiare la fattibilità del price cap”. (Virgolettaro Sole24)
    Cioè se ne parlerà dopo lo “studio”. Quindi nessuna “vittoria”, almeno per ora.

    Poi dicono della propaganda di Putin… Anche Draghi non scherza.

    Voi cosa avete capito? Vittotia o ne parliamo (forse, a seconda dell’ umore dell’ Olanda…)?

    Piace a 1 persona

    • Ma come? O Carolina, ma non sai, forse, tu, costì… che il Draghi ha sempre ragione a prescindere? Qualunque cosa dica e faccia il Migliore, nella misura in cui sia proprio il Migliore… ha sempre e comunque ragione! Scherziamo?

      "Mi piace"