Armiamoli e morite

(di Marco Travaglio – Il Fatto Quotidiano) – Quanto tempo perso, quanti morti, distruzioni, orrori, profughi e prigionieri in Ucraina, mentre l’Europa si svenava e si scannava per le sanzioni alla Russia (ma soprattutto a se stessa) e le armi a Kiev, la lobby militare ingrassava e il mondo tremava per il doppio spettro della guerra nucleare e della fame. Dall’attacco criminale russo […]

Categorie:Cronaca, Interno, Politica

Tagged as: , ,

131 replies

  1. Armiamoli e morite

    (di Marco Travaglio – Il Fatto Quotidiano) – Quanto tempo perso, quanti morti, distruzioni, orrori, profughi e prigionieri in Ucraina, mentre l’Europa si svenava e si scannava per le sanzioni alla Russia (ma soprattutto a se stessa) e le armi a Kiev, la lobby militare ingrassava e il mondo tremava per il doppio spettro della guerra nucleare e della fame. Dall’attacco criminale russo abbiamo buttato quasi 100 giorni a ripetere chi era l’aggressore, come se qualcuno ne avesse mai dubitato e quel mantra servisse a salvare una sola vita; a linciare come “putiniano” chiunque cercasse le cause storiche per non ripetere gli errori e le vie d’uscita dalla mattanza, fosse Orsini, Spinelli, Caracciolo, Kissinger o il Papa; a illudere gli ucraini – contro l’evidenza e la matematica – di una vittoria totale e finale sulla Russia che, complici il cancro e altri malanni, ci avrebbe servito su un piatto d’argento la testa di Putin; a menarcela su quanto sono buone, pacifiche e devote all’autodeterminazione dei popoli le democrazie occidentali, attaccate dal Nuovo Satana (anzi Hitler) per le loro preclare virtù, ergo “con Putin non si tratta” perché ogni negoziato sarebbe una “resa”. Insomma: “Armiamoli e morite”.

    Ora, dopo quasi 100 giorni e migliaia di morti, la dura legge dei fatti riporta tutti alla realtà. Zelensky – finalmente libero dal ricatto nazista del battaglione Azov – ammette: “Non credo che potremo riprendere l’intero nostro territorio con l’esercito. Se decidessimo di farlo, perderemmo centinaia di migliaia di vite. Meglio la diplomazia”. Cioè mette sul tavolo della trattativa non solo la Crimea (occupata senza proteste dai russi nel 2014), ma anche il Donbass (ormai in mano russa, come la striscia Sud sul mare d’Azov). E accetta il principio “territori in cambio di pace” che, se fosse stato ben consigliato (cioè non consigliato da Biden e Johnson) e l’avesse accettato prima, gli e ci avrebbe forse risparmiato la guerra (o almeno evitato di fornire alibi alle fregole belliciste di Putin); e ora lo costringerebbe a sacrifici ben più lievi. Il 19 febbraio Scholz lo pregò di dichiarare la neutralità e la rinuncia alla Nato in un mega-accordo di sicurezza con Putin e Biden per evitare l’invasione: Zelensky rifiutò e cinque giorni dopo partì l’attacco russo. Ora l’ex premier giapponese Shinzo Abe conferma che, se si fosse indotto Zelensky a dare larga autonomia al Donbass (come da accordi di Minsk) e a rinunciare alla Nato, la guerra si sarebbe evitata. Ora è inutile piangere sul latte (e il sangue) versato. Ma a patto di non perdere più tempo (cioè vite e territori): se l’Italia, l’Ue e la Nato tengono tanto all’autodeterminazione dei popoli, propongano un referendum nei territori occupati dai russi per far decidere ai cittadini – non a Putin, Zelensky e Biden – con chi vogliono stare.

    Piace a 6 people

  2. Caro Travaglio,
    Con gente di infima caratura come quella che ci rappresenta oggi in Parlamento e nelle nostre Istituzioni, c’è poco da sperare che la ragione prevalga.

    Piace a 2 people

  3. Zelenski il burattino idiota ha abbassato la cresta appena il burattinaio biden ( idiota pure lui) gli ha detto che non gli darà missili in grado di colpire i territori russi.
    È poi c’è l’Europa……guidata da altri burattini ancora più idioti in quanto straconvinti di essere i burattinai.
    Che schifo…….tutto ciò si sarebbe potuto evitare il 24 febbraio alzando una semplice bandiera bianca.
    Sarebbe bastato lasciare a Putin il don bass( appena appurato che stava facendo sul serio )e lui sicuramente avrebbe chiuso un occhio sui crimini del battaglione azov dal 2014 al 2022.
    E invece ?
    Un mare di sangue versato dal popolo ucraino che oltretutto ora si ritrova con le città devastate e tutti noi ancora più poveri di prima per finanziare i nostri leader buffoni ed esaltati che non pensavano altro che a inviare sempre più armi per far felici solo e soltanto gli industriali che le costruiscono.
    Se potessi me ne andrei a vivere su un altro pianeta.

    Piace a 5 people

    • Vengo con te. Come già detto da me varie altre volte, propongo Marte, con le sue rocce rossastre e una gran tranquillità. Se sai di appartamenti disponibili, potremmo tranquillamente diventare “vicini di casa”. 😅

      "Mi piace"

  4. Egregio Silvio, chi non manderebbe a vivere su di un altro pianeta ( uno nano: Plutone, con ben 5 lune -Caronte, Cerbero, Stige, Notte, Idra) quelli che ha nominato?

    Piace a 1 persona

    • Tranquillo Paolo…..
      Quelli che ho nominato ( e tutti quelli come loro) prima o poi su quel pianeta ( Cerbero,Caronte etc😂) ci andranno eccome…..hanno già comprato un biglietto di prima classe solo andata.
      Non è molto come consolazione ma , ahimè, è l’unica che ci è rimasta.

      Cambiando argomento….ieri sera ho visto su prime un film tanto divertente quanto amarissimo che consiglio a tutti……
      Già il titolo è parecchio eloquente:
      ” E noi come stronzi rimanemmo a guardare…..”

      Piace a 1 persona

  5. L’autodeterminazione dei popoli è valida solo se si passa dalla parte che noi (occidente)riteniamo giusta e libera (piazza Maidan 2014) ,se no sono sempre brogli o intimidazioni dei Cattivi.
    Sarebbe ora di finirla di credere alla marea di cazzate e alla merda propinata a ore pasti e vedere che il mondo non è un film con i Buoni e i Cattivi,ma un complesso sistema di delicatissimi equilibri geo-politici filtrato da basi storiche e interessi economici in cui se la guerra non arriva con le armi,arriva con altro,cioè con infiltrazioni esterne sui governi,condizioni economiche imposte per ottenere prestiti,embarghi,boicottaggi,terrorismo reale e ancora più pericoloso terrorismo sociale.

    Piace a 2 people

  6. L’ autodeterminazione dei popoli non esite. Se si fosse potuto fare un referendum nell’ Alto Adige “occupato” dall’ Italia, ai tempi in cui il tedesco era proibito, chi lo insegnava incarcerato, i lavoratori pubblici sostituiti da chi non sapeva una parola di tedesco e venivano italianizzati i nomi persino sulle tombe, Bolzano ora sarebbe in Austria.
    Ed è solo un esempio tra i tanti, simile a ciò che è successo in Donbass.
    Ma noi facciamo gli splendidi democratici solo con gli altri.

    Piace a 2 people

    • Ormai, commentare Traraglio è come commentare Selfini: inutile come l’inutilità del niente avvolto nel nulla.

      "Mi piace"

      • Che c’entra? Tanto nulla da non poterne sottolineare contraddizioni, imprecisioni, falsita’, ambiguita’, eccetera eccetera? A che serve il tuo commento se non increspa pur d’un pelino la superfice? Dimmi per favore cosa non ti va giu’.

        Per favore.

        Piace a 1 persona

    • In trentino Alto Adige, non ci giunge notizia di attivismo separatista ai giorni nostri, sebbene ci possano essere orientamenti più marcati verso la nazione confinante; il compromesso si raggiunse col riconoscimento del bilinguismo a pari merito, italiano e tedesco, così come usi e tradizioni + un ampio potere di autoregolamentazione regionale. Il governo renzi nel 2014 propose la stessa soluzione all’Ucraina per il Donbass che rifiutò con decisione. Da noi la guerra civile non è mai scoppiata

      Piace a 2 people

      • Infatti io ho scritto “ai tempi” – cioè dopo la prima guerra mondiale – in cui è successo proprio così. Per non parlare poi della vergogna delle “opzioni”.
        Per fortuna la cosa si è risolta, ma ci è voluto un bel po’.
        Questo per dire che tutto il mondo è Paese ma lo demtichiamo.presto, quando ci riguarda.

        "Mi piace"

      • L’esempio dell’Alto Adige è perfettamente calzante.
        Ipotizzando un referendum in cui gli altoatesini decidessero di passare con l’Austria e quest’ ultima fosse d’accordo, il governo italiano cosa dovrebbe fare?
        Mandare lassù i parà e il battaglione San Marco a perseguitare gli altoatesini o semplicemente lasciargli mettere in pratica ciò che hanno deciso democraticamente ?
        Secondo me dovrebbe semplicemente accogliere in Trentino quelli che preferiscono restare qui e lasciare andare gli altri.
        Purtroppo io e zelenski la pensiamo in modo molto diverso……

        "Mi piace"

    • Anche io penso che l’accordo DeGasperi = Gruber del 1946, anche se entrambi lo consideravano il male minore, fu una provvidenziale conclusione di una disputa che, salvo una breve stagione terroristica negli anni 60 di irriducibili fanatici, non ha più fatto parlare di se. Se l’Ucraina indipendente non si fosse precipitata a decontaminare dall’influenza russa massacrando e opprimendo ed avesse invece concesso una autonomia simile al Donbass, non so se sarebbe stata evitata l’aggressione, ma di certo a Putin sarebbero mancati molti motivi per deciderla.
      Decisamente, i nostri politici di allora erano mille volte migliori del Drago sirvente e dei suoi lacchè

      "Mi piace"

  7. Sfugge il fatto che se il democratico dittatore Putin non avesse invaso con carri armati e bombardato l’Ucraina, ci saremmo risparmiati morti civili ucraini e soldati di entrambi gli schieramenti. Sfugge che se Putin non avesse attaccato, ci saremmo risparmiati stupri di donne e bambini ucraini da parte del suo esercito di galantuomini. Sfugge che se Putin non avesse attaccato, ci saremmo risparmiati civili assassinati a sangue freddo dai galantuomini dell’esercito russo. Sfugge il fatto che non mi sembra che i galantuomini dell’esercito russo vengano accolti come liberatori dagli ucraini, ma combattuti come invasori. Sfugge il fatto che arrendersi da subito all’attacco avrebbe voluto diventare uno stato fantoccio della Russia e che forse il popolo ucraino non esulti all’idea. Sfugge il fatto che Putin ha minacciato di devastare Londra, Parigi e Berlino in pochi secondi con l’uso dell’atomica. Sfugge il fatto che l’attacco di Putin ha fatto sì che Finlandia e Svezia chiedessero di aderire alla NATO. Sfugge il fatto che l’invasore Putin ora stia depredando le risorse energetiche ed economiche delle zone occupate. Sfugge il fatto che l’Ucraina ha tutto il diritto di difendersi e di chiedere aiuto come meglio crede se attaccata da un democratico dittatore. Sfugge il fatto che se durante un attacco il peggiore delinquente spara accanto a me contro l’invasore, io sparo insieme lui verso l’invasore e non contro di lui. Sfugge il fatto che grazie all’attacco del democratico dittatore Putin all’Ucraina, oggi l’economia dell’Europa è quantomeno sottopressione. Sfugge il fatto che sino a febbraio inoltrato Travaglio irrideva chi avvertiva dell’imminente attacco di Putin. Sfugge il fatto che il dramma umanitario che sta vivendo il popolo ucraino sotto attacco del democratico dittatore Putin è diventato da noi un bla bla da pollaio televisivo, animato da tifosi che si divide su tutto comodamente seduta su una poltrona, mentre milioni di uomini,donne e bambini hanno perso tutto. Uomini, donne e bambini, non figurine.

    Piace a 1 persona

      • Gentile Seve, si chiama educazione, ma capisco che la materia sia incomprensibile per chi non la conosce. Faccio mia la sua raccomandazione, provi a capirne il suo significato ed applicarla nella quotidianità. Cordialità.

        "Mi piace"

    • A te e a quell’altra che vuol spedire in Russia chi non si assoggetta ai voleri dei padroni guerrafondai americani che hanno costruito ben bene per otto lunghi anni le premesse di questa guerra, sfuggono tante altre cose elencate da Travaglio in questi mesi e che hai evitato accuratamente di elencare.
      Per questo non siete credibili.

      Piace a 2 people

    • Sfugge il fatto che, visto che Putin, alla luce dei fatti, non avesse e non ha alcuna intenzione di attaccare altri paesi europei, a noi ce ne sarebbe anche potuto STRAFOTTERE. Come in effetto ce ne siamo strafottuti e ce ne strafottiamo ad esempio di Siriani Curdi e Palestinesi, rei solo di appartenere ad un’altra etnia o religione, mica nazistoidi per nulla democratico come gli Ucraini.

      Piace a 3 people

      • @Martello

        Bravo!
        Condivido pienamente.
        Senza contare che se la guerra dovesse durare anni ( senza più lo spauracchio di una guerra atomica) l’effetto “curdi/siriani/palestinesi” sarebbe garantito:
        Dopo qualche mese torneremmo tutti allegramente a guardare il grande fratello piuttosto che l’isola dei famosi o uomini e donne.

        Piace a 1 persona

      • Martello Cicciobello, fammi veder i tuoi post al tempo dei massacri russi in Siria, e per massacri intendo il tiro al piccione sugli ospedali e campi rifugiati.

        "Mi piace"

    • Per completezza e par condicio aggiungo al rosario di ‘sfugge il fatto’ di Davide un’ulteriore mezza corona di ‘sfugge il fatto’.
      Sfugge il fatto che in Donbass le violenze sulla popolazione civile ucraina (da sempre russofona e russofila) perpetrati dall’esercito regolare ucraino e dai battaglioni nazi ad esso affiancati sono in atto dal 2014 e hanno provocato migliaia di vittime civili. Sfugge il fatto che l’Ucraina a far data sempre dal 2014 è già di fatto uno stato fantoccio con due presidenti fantoccio (Poroshenko prima e Zelensky ora) nelle mani atlantiste. Sfugge il fatto che Putin ha sì minacciato l’uso dell’arma nucleare, ma per deterrenza, mentre gli unici a usarla senza ragione alcuna e a guerra finita sono stati gli USA. Sfugge il fatto che la richiesta di adesione alla NATO di Svezia e, soprattutto Finlandia, le cui prime ministre (Andersson e Marin) rispondono agli ordini WEF, fa parte di una strategia volta a provocare ulteriormente la Russia e a procrastinare ulteriormente il conflitto in corso.

      Piace a 3 people

      • Gentile Amalia, pur rispettando il suo pensiero, mi pare di capire che lei non si pone alcune domande su chi ha armato e fomentato la rivolta in Donbass e Crimea, e sui precedenti governi filorussi. I rischi e le conseguenze nel minacciare l’uso del nucleare oggi (quando si hanno diverse nazioni che posseggono l’arma atomica) mi pare diverso rispetto a quasi 80 anni fa quando gli USA (in modo assolutamente schifoso e concordo con lei su questo) la usarono contro il Giappone. Mi pare che l’ultima sua affermazione in merito a Svezia e Finlandia non corrisponda alla realtà dei fatti, ma questa sia una conseguenza di ciò che sta accadendo in Ucraina. Cordialità.

        Piace a 1 persona

      • @Coscienza, non scrivo da molto sul blog, ma ad esempio ho sempre sostenuto, che il Covid è un emergenza prettamente del mondo occidentale, quando la vera emergenza, quella sì perenne, è la fame nel mondo( basti leggere il libro “La fame” di Martin Caparros, da me consigliato decine di volte su questo blog). Questo per dimostrare che la gravità della situazione è di volta in volta stabilita dalla stampa, non a caso il “quarto potere”(oggi direi il primo). Così per la guerra in Siria. Così come ora, quando mi parlano di possibili carestie in Africa, dal momento in cui ci sono 800 mln di persone denutrite/malnutrite ogni anno nel mondo, non posso che ridere amaramente

        "Mi piace"

      • Gentile Enzo, guardi che personalmente la NATO era assolutamente una cosa morta e sepolta. CI ha pensato il democratico dittatore Putin a resuscitarla dall’oltretomba con l’attacco all’Ucraina perchè aveva manifestato interesse ad aderirvi. Ora si trova con Finlandia e Svezia che ci entreranno ( e forse pure altri). Un vero capolavoro geopolitico Cordialità.

        "Mi piace"

      • Non credo proprio che sia sepolta, ricorda iraq. kosovo afganistan eccetera.Nato e forze armate usa sono comandate dalla stessa potenza e cioè LOBBY DELLE ARMI.

        "Mi piace"

      • Gentile Enzo, concordo sugli sporchi interessi (più o meno occulti) che hanno animato gli interventi della NATO e degli USA. Personalmente forse farei una eccezione per l’intervento nella ex Jugoslavia. Cordialità.

        "Mi piace"

    • Davide, a me non sfugge il fatto che la sua visione distorta ed in malafede ignora i molteplici crimini dei governi ucraini commessi nel Donbass. Purtroppo, la Casta ucraina fa le sparate in TV e molti gonzi ci credono. Tutt’altre sparate fa contro chi devia dalla sua politica criminale che ha portato alla rovina ulteriore un paese già di per se sul lastrico. E sul lastrico trascinerà anche noi, guidati – è un modo d i dire – da inetti guerrafondai servi degli USA

      "Mi piace"

      • Oltre che mortalmente patetici siete anche bestialmente ipocriti: la nemesi con una politica alimentata da una genesi continuativa di guerre, tra l’altro a vario titolo, divide le persone anche a livello di coscienza in quanto tutto il contorno si lega e si esplica attraverso il primo principio della distruzione: guerra e opposizione armata con eserciti nazionali contro mercenari assoldati( scontro Urss-ucraina) che si fa’ con armi a potenziale Bellico altamente distruttivo e non più con archi e freccia o lance, mentre, appunto, ci si lancia cavalcando la sacra mandria dei bisonti ; sforzi e sforzati economici del comparto Bellico di attacco e difesa dei territori Nato, che riveste anche parte dello Stivale.
        Una posizione di estremo attacco, attraverso una fortissima pressione di censura e manipolazione mediatica, oggi per la guerra in Ucraina come è stato ieri per il COVID e per la prima grande vaccinazione di massa su scala globale!(bella pensata vero??)

        Quindi che milioni di vecchie nuove e future famiglie su 2000 e passa km di territorio dovranno pagare il canone televisivo, in modo obbligato e subirne le inderogabili oscillazioni forfettarie a decine di euro, per pagare gli stipendi a questa televisione, di cui riderne è solo il miglior antidoto, dà a me, la misura delle sue certezze, che spingono ad eliminare altre posizioni a prescindere che secondo il cogito ergo sum, risultano scomode anche per lei.

        "Mi piace"

      • Lei ha ragione! Esercito nazionale russo, che non è ovviamente più guale a quello italiano ne all’esercito ONU pro Nato, contro i mercenari jazzisti delle Langhe della Pannonia che forse sono più tribù barbare, nel senso che i miliziani di azov, non sono solo costituiti da ucraini.
        Avevo letto male il suo intervento!
        Sempre interessante questo blog.
        Grazie raff2.

        "Mi piace"

      • Alfre’, vedi che i crimini di guerra non li decide Bianchi o Rangeloni o la propaganda ucraino o russa (od altri siti Web gia’ dimostratisi compiacenti alla fuffa) ma organi internazionali come l’OHCHR, MsF, eccetera. Tu come fai a suppontare quello in cui credi?

        E *soprattutto*, non credi che la NATO debba reingraziare Putin un milione di volte al di’?

        Piace a 1 persona

      • Gentile Alfredo, lei è libero di pensare ciò che vuole, magari con rispetto per le persone che non condividono il suo ed evitando insulti. Senz’altro ci guadagnano entrambi. Cordialità.

        Piace a 1 persona

    • Con i se e con i ma non si fa la storia. Neppure quella presente
      E neanche con la divisione del mondo in “buoni ” e “cattivi”.
      Solo retorica e sterile propaganda.
      Mi viene sempre in mente il solito “Hic Rhodus, hic salta…” Se fossi stato a Rodi, se… se…
      Così stanno le cose: cosa si può fare per limitare i danni e fare sì che il conflitto non si allarghi?
      Distribuire patenti non serve, ed è anche fuffa: prima o poi tutte le nazioni ci sono cascate e ci ricascheranno.

      Piace a 1 persona

  8. Tutto giusto, tutto bello, c’è solo un dettaglio: questo non si chiama “negoziato”, si chiama “resa”. Non dico da Zelensky, ma da Travaglio me lo aspetterei.

    "Mi piace"

  9. Si dai, bastava sedersi al tavolo e offrire a Putin tutto quello che chiedeva, per Travaglio è giusto così tanto lui abita a Torino, il Donbass è distante e di politica estera non se n’è mai occupato

    "Mi piace"

      • PaolaBl, ma veramente è il massimo che lei può dare in questo forum con queste sciocche affermazioni? Come se le latitudini abitative possano dare patente di competenza sui vari argomenti; e comunque il dott. Travaglio, da sempre si è occupato di tutte le guerre nel mondo come testimoniano suoi svariati articoli apparsi sul giornale che dirige (anche quando era diretto da Padellaro), ma la sua predugizziale (termine non correttissimo ma me lo faccia passare) acredine verso questo giornalista le ha impedito di vedere. Mi dolgo per lei, che comunque ha,volendo, altri forum su cui discettare, evitando questo. La ringrazio.

        Piace a 3 people

      • Mauro, se quelle osservazioni, in questa pagina, ti sembrano le uniche sciocche, sei proprio un anailfabeta funzionale pure tu.

        "Mi piace"

  10. Fermo restando che,a mio avviso, il commento di Davide riporti alla cruda realtà dei fatti,cosa intende Draghi quando dice”Putin non deve vincere”, e perché poi nessuno gli chiede come scongiurare una simile eventualità…

    "Mi piace"

    • Ha ragione signor Zero (mai Alias fu più azzeccato), di sciocche considerazioni in questo forum c’è ne sono a iosa, comprese le mie, ma non mi sembra il caso di rispondere a tutte, ma solo a quelle che per demenzialita’ o odio gratuito, saltano agli occhi, per il resto è noto che gli italiani sono sempre divisi su tutto…

      "Mi piace"

  11. Sono passati più di 3 mesi dall’Operazione Militare Speciale ( che a scanso di equivoci è Guerra ma permette di fare una distinzione tra la Guerra già in atto da anni nel Donbass e quella avviata il 24 febbraio) e noto che molti frequentatori di Infosannio non hanno scalfito i loro pregiudizi, opinioni maturate su una vulgata pregressa alla Guerra, di solito distorta e faziosa. Credo sia esercizio inutile confutare le cose scritte da Davide, o le invettive russofobe ( direbbero Putinofobe, ma con un pò di sforzo ci arriveranno anche loro che…”morto un Putin, in Russia, se ne fa un altro”) di Marco o Paolabl. Ormai nessun contributo al ragionamento ha qualche chance di penetrare la corazza del Tifo ( che in qualunque forma è malattia). Si dice “il tempo è galantuomo”, ma non credo nemmeno più a questo. Non necessariamente il tempo darà ragioni e torti con correttezza. Resto straconvinto delle ragioni dei Russi, senza fare il Tifo. Mi è bastato approfondire un pò la Storia dell’area di Guerra, ascoltare, leggere, verificare. E farsi guidare dalla percezione di chi mistifica cosa. Comunque finirà sarà stata una tragedia evitabile. Ma è il segno dei tempi naufragare in tragedie per l’opportunismo dei pochi.

    Piace a 4 people

    • Gentile Paolo, concordo con ciò che lei afferma. Ormai non si ragiona più sui fatti, ma solo per tifare una fazione. Personalmente credo che l’attacco all’Ucraina sia sfuggito di mano a Putin (tutt’altro che un folle), e si sta trasformando sempre di più in una resa dei conti con gli schifosi guerrafondai USA (i quali sfruttano come sempre la situazione per esportare e fomentare conflitti lontano dai loro confini). La situazione e la soluzione al dramma umanitario ucraino si va via sempre più complicando perché mutano continuamente gli scenari e le strategie, con conseguenze per tutti i popoli in un mondo ormai globalizzato. Inoltre non è da sottovalutare il silenzio della Cina, che dà l’impressione di studiare ciò che sta accadendo per capire come meglio agire in futuro. Cordialità.

      Piace a 1 persona

      • È bello leggere che Putin è un folle guerrafondaio e invece rimbambidet è uno statista pacifista
        Ottima analisi, continui così.

        Piace a 1 persona

      • Gentile Cagliostro, se il suo commento è rivolto a me, la invito a rileggere con più attenzione ciò che ho scritto. Cordialità.

        "Mi piace"

      • “Personalmente credo che l’attacco all’Ucraina sia sfuggito di mano a Putin (tutt’altro che un folle), e si sta trasformando sempre di più in una resa dei conti con gli schifosi guerrafondai USA”.
        E praticamente ha conquistato tutta l’Ucraina del Sud(lo ammettono persino Fabbri e Mentana!).
        Non è un pò azzardato dire che la situazione gli sia sfuggita di mano? Figuriamoci se no…..

        Piace a 1 persona

      • Gentile Martello, per me era ovvio che Putin non si sarebbe mai fermato solo al Donbass e Crimea e non lo stia facendo ora. Solo che pensava ad una veloce soluzione dell’attacco, e non si aspettava alcune cose come la resistenza dell’Ucraina (armata dagli USA e dall’Europa), le sanzioni economiche, il dissenso interno (oligarchi suicidati), la neutralità di fatto della Cina, le difficoltà del suo esercito, ecc. Le strategie cambiano velocemente, bisognerà vedere alla fine di tutto ciò quali saranno le conseguenze sia per l’Ucraina che per la stessa Russia. Cordialità.

        "Mi piace"

      • Vieni nei Paesi Bassi, qualcosa da fare te la trovo io. Ce n’e’ un botto in cui ho fallito, con ancora il vuoto intorno. Per te sara’ facile.

        "Mi piace"

      • Davide,
        Paolo ha scritto “Mi è bastato approfondire un pò la Storia dell’area di Guerra, ascoltare, leggere, verificare”
        Il dolore per le vittime innocenti del popolo ucraino è condiviso credo da tutti, ma questo dolore si poteva e si doveva
        evitare , se non ci fosse stata l’interferenza totalmente distruttiva di quelli che tu chiami guerrafondai USA, la Nato e EU.
        Dare la colpa solo a Putin per il disastro economico che ci aspetta è dimenticare e cancellare la memoria che il disastro economico era già cominciato 30 anni fa Italia in primis. Dare per certo solo quello che l’informazione a senso unico ci sta propinando da 3 mesi,
        e non cercare informarti anche da fonti indipendenti ti permette di fare un lungo elenco intitolato “SFUGGE il….

        Allora anche a te sfugge l’analisi di Di Maria Gritsch per il Saker Blog
        Maria Gritsch
        Professore nel dipartimento di sociologia della California State University Dominguez Hills

        http://thesaker.is/russias-necessary-and-legal-military-response-to-us-nato-aggression-in-ukraine/

        molto simile anche questa di Daniel Kovalik , avvocato americano per i diritti umani, per i diritti dei lavoratori e attivista per la pace. Ha contribuito con articoli a CounterPunch, The Huffington Post e TeleSUR. Insegna Diritti Umani Internazionali presso la University of Pittsburgh School of Law.

        https://www.schweizer-standpunkt.ch/news-detailansicht-en-recht/why-russia-s-intervention-in-ukraine-is-legal-under-international-law.html

        e per ultimo ti sfugge anche chi ha scritto e sta attuando il piano neocon americano RANDCorp
        https://www.rand.org/pubs/research_briefs/RB10014.html

        Manlio Dinucci, l’unico analista di spessore a scrivere su Il Manifesto, spiega i motivi per cui ha deciso di porre fine alla lunga collaborazione con il quotidiano.
        “L’8 marzo, dopo averlo per breve tempo pubblicato online il Manifesto ha fatto sparire nottetempo questo articolo anche dall’edizione cartacea, poiché mi ero rifiutato di uniformarmi alla direttiva del Ministero della Verità e avevo chiesto di aprire un dibattito sulla crisi ucraina. Termina così la mia lunga collaborazione con questo giornale, su cui per oltre dieci anni ho pubblicato la rubrica L’Arte della guerra.”

        ecco l’articolo censurato Il MANIFESTO
        Ucraina, era tutto scritto nel piano della Rand Corp
        di Manlio Dinucci

        https://www.lantidiplomatico.it/dettnews-manlio_dinucci__ucraina_era_tutto_scritto_nel_piano_della_rand_corporation/39602_45549/

        “La pietà, la solidarietà per le vittime non dovrebbero mai essere scalfite dalla ricostruzione dei torti e delle ragioni delle parti in gioco che – nella storia – sono sempre entità collettive, ovvero partiti, nazioni, imperi, potenze che agiscono sopra le teste della gente comune”

        "Mi piace"

      • Egregio Davide, mi preme ricordarLe che nella lingua scritta, per i pronomi allocutivi detti di cortesia per distinguerli dai pronomi personali di seconda (voi, vi) e terza persona (lei, le, loro) non di cortesia, sarebbe più corretta la grafia maiuscola di Voi, Vi, Lei, Le, Loro.
        Spiace assai constatare che persino una persona di alto livello intellettuale, quale Lei dimostra di essere, possa cadere in così miserandi errori ortografici.
        Sicura che Lei non me ne vorrà per questa mia puntualizzazione, affabilmente La saluto.

        "Mi piace"

      • Gentile Liliana, lei ha perfettamente ragione. Ma mi fa sorridere il fatto della sua corretta osservazione verta su una mia errata ortografia, e che ciò turbi la sua lettura, rimanendo invece indifferente davanti agli insulti (spesso inqualificabili anche ortograficamente) che si leggono spesso in certi aulici interventi. Quindi, mi perdoni se continuerò a scrivere come meglio mi pare, nonostante la sua corretta osservazione. Cordialità.

        "Mi piace"

      • Gentile Tracia, ho letto con interesse il suo intervento. Contrariamente a quanto lei possa pensare, non ritengo Putin l’unico responsabile del dramma ucraino e della conseguente crisi economica. La stessa Ucraina, NATO, USA, Europa hanno delle grosse responsabilità. In merito all’informazione e come più volte detto, per mia personale scelta ho deciso di non seguire pollai TV, di limitare le ricerche su internet a fatti storici accertati, di evitare al massimo la visione del materiale che viene copiosamente (anche qui su infosannio) postato, ma di basare il mio pensiero critico su fatti e non da tifoso per una o altra fazione. Non ho la verità in tasca e non mi illudo certo di averla ed ho talvolta sempre piacere di confrontarmi in modo civile con chi non la pensa come me ed esprimere condivisione (o meno) anche su sole parti dell’altrui opinione. Cordialità.

        "Mi piace"

      • Gentile (si fa per dire) Davidesei assunto, il suo profondo commento non mi permette di distinguere la gabbia dello zoo da cui è scappato. Non me ne faccia una colpa, è un mio limite. Ovviamente invito rispedito al mittente. Cordialità.

        "Mi piace"

    • @Davide
      Assolutamente no, il mio non è rivolto a nessuno in particolare, solo constatazione della realtà,

      "Mi piace"

      • Bimbominkia che non sei altro, la realta’ alla quale fai riferimento e’ un misto tra Colpo Grosso e la Nipote di Mubarak.

        "Mi piace"

  12. Il referendum sull’indipendenza del Donbass già c’è stato, la guerra è scoppiata proprio perchè quel referendum non è stato riconosciuto dall’Ucraina, ne devono fare un altro? a come stanno le cose facciamo prima a seguire le indicazioni di Kissinger (come aveva già detto Orsini il 28 febbraio)

    Piace a 3 people

    • Il cosiddetto “Referendum sulla indipendenza del Dombass” e’ stato scritto da Ghedini e Letta senior, e messo in atto da Corrado Carnevale. Certificazione zero, osservatori internazionali zero, stampa indipendente zero.

      Fidati, di zeri me ne intendo.

      "Mi piace"

  13. Vedo che tutti fanno finta di non ricordare che gli ucronazi avevano schierato circa 120 000 soldati ai confini delle repubbliche del donbas con l’intento di sterminare parte della popolazione e riprendersi ciò che non era mai stata sua, la Crimea, e che i bombardamenti giornalieri ammontavano ad oltre 2000 colpi di cannone e mortai verso le città separatiste,
    Ma niente paura, la banda di idioti che ci governa ha deciso che possiamo fare a meno del petrolio russo e il Brent è salito a 123 $ al barile,
    Proprio vero, per gli idioti non ci sono medicine,

    Piace a 2 people

    • James Howard Kunstler, entusiasta difensore di Trump, omofobo, cospirazionista, negazionista sul COVID19, proponent di rimedi tossici ancorche’ “alternativi” che prova a far soldi su Internet con Patreon da quando se lo cacano in molti meno perche’ non puo’ evitare che altri facciano soldini coi clicchete copiando quello che scrive (prolificamente). La svolta e’ arrivata infatti con la facilita’ di agganciare i bimbominkia come te. Peccato per le due o tre idee buone che aveva. Trent’anni fa…

      Stile Natural News, come sempre.

      "Mi piace"

  14. Quel vecchietto, presidente degli USA, ha smesso di dire, e i suoi trombettieri di ripetere, che Putin fosse un malato che non poteva continuare a fare il presidente della Russia. Erano parole uscite dalla bocca di un vecchietto colpito da demenza senile? Informazioni errate della CIA? Provocazioni diffuse ad arte da Biden con la speranza di una reazione sconsiderata di Putin?
    E tutte le previsioni su quello che avrebbe detto Putin il 9 maggio a cosa miravano.
    Oggi, a più di tre mesi dall’inizio della gruerra con migliaia di morti, gli americani e gli sciocchi servi europei, resisi conto che Putin, comportandosi in modo saggio, non ha dato loro la scusa per un intervento diretto e cominciano a prendere atto che il loro giochetto e’ fallito e che, perciò, devono convincere l’attorucolo ucraino che non potrà vincere la guerra e ad accettare la cessione di territori direttamente ai Russi o, indirettamente, riconoscendo l’indipendenza ai territori contesi.
    SOLO IL ” MIGLIORE” DEGLI ITALIANI NON HA CAPITO CHE LA RUSSIA STA PER VINCERE LA GUERRA e che non saranno le chiacchiere sue e dei suoi tromboni a cambiare la realtà dei fatti.
    Purtroppo, i tromboni, anche dopo la fine della guerra resteranno a galla e continueranno a sostenere che grazie all’invio delle armi occidentali l’Ucraina è rimasto un paese sovrano e che se in occidente non ci fossero stati i “putiniani” la Russia non avrebbe vinto.

    Piace a 2 people

  15. In pratica quello che è cambiato dopo 8 anni e 100 giorni, è che è stato sconfitto il battaglione Azov, e così la guerra civile nel Donbass è volta al termine perché appunto hanno vinto (grazie alla Russia) i separatisti.

    Piace a 1 persona

  16. Signori/e……
    Premesso che non c’entra nulla con L’Ucraina ma……
    Qualcuno di voi sa che fine ha fatto il buon JEROME alias JEROME B. alias uno qualsiasi dei tanti nick che cambiava inutilmente?
    Specifico ” inutilmente” perchè il suo stile di scrittura offensivo e iracondo ai limiti della bava alla bocca restava sempre e comunque inconfondibile e proprio per questo escludo che abbia solo cambiato l’ennesimo nick…..
    Se qualcuno sa qualcosa per favore me lo dica….
    Ai tempi lo detestavo ma in fondo i suoi eccessi erano divertenti e adesso un po’ mi manca 😁

    Piace a 1 persona

    • Non solo, Zio Geronimo ha mostrato non solo volgarita’ ed acredine, ma preparazione e dettagli affidabili sul lato economico/finanziario di molte questioni altrimenti spendibili col solo chiacchericcio.

      "Mi piace"

      • No comment

        Ufficiali del Pentagono durante un safari in Ucraina

        Il flusso di stranieri verso l’Ucraina – “prestito-affitto” per la fornitura di manodopera – in questi giorni si divide in due categorie, quasi nelle parole del colonnello Colt, “quelli che sparano e quelli che scavano”.

        La prima categoria è diversificata e comprende molti sottotipi, in cui sia gli specialisti di punta, sia i classici “cavalieri del mantello e del pugnale”, che i “gentiluomini di ventura” di più ampio profilo sono combattenti/operatori di compagnie e comunità militari private, militari e servizi speciali leggendari per loro, personale militare diretto dei paesi della NATO e di altri stati inviato a combattere contro i russi su programmi segreti come parte di unità operative (create per un’operazione militare in Ucraina). Nella stessa categoria – mercenari, “oche selvatiche”, che sono chiamati “volontari”, tuttavia, non disdegnano i salari in guerra.

        Di ancora maggiore interesse è la seconda categoria di specialisti militari inviati in Ucraina, che rappresenta una comunità più ristretta e chiusa sotto forma di una coorte di istruttori, coordinatori, specialisti della logistica e personale che sono militari attivi di Stati Uniti, Canada, Gran Bretagna , Polonia, Israele (sono identificati i principali stati-attori) e alcuni altri paesi. Spesso sono sotto copertura con altri nomi e cognomi, hanno documenti di copertura per dati fittizi che indicano forze speciali fittizie o operative, appositamente formate per l’invio in Ucraina.

        La realtà è che i militari degli Stati Uniti ei suoi alleati sono già sul territorio dell’Ucraina. Alcuni di loro non sono coinvolti solo nella pianificazione delle operazioni militari delle forze armate ucraine, della Guardia nazionale e delle formazioni dei servizi speciali di Kiev. Si sono “illuminati” direttamente nella partecipazione alle ostilità.

        In particolare, nell’ambito della fornitura di assistenza didattica e logistica alle formazioni armate nazionaliste, i militari della 4a Brigata di assistenza della forza di sicurezza del Dipartimento della difesa degli Stati Uniti (4 Brigata di assistenza della forza di sicurezza, SFAB) sono stati dispiegati nel territorio dell’Ucraina.

        Questa unità, a differenza della maggior parte delle formazioni del Pentagono, non ha una lunga esperienza, a cominciare da Vietnam, Jugoslavia, Iraq, Afghanistan, ecc., poiché è stata creata solo nel 2020 per compiti specifici: alimentare il fuoco della guerra in diverse parti del il globo. I compiti del personale militare della brigata includono istruzione, formazione, consulenza e altra assistenza militare ai “partner statunitensi” in tutto il mondo.

        Attualmente, gli ufficiali della SFAB stanno aiutando i militanti a preparare le città ucraine come Odessa, Nikolaev, Zaporozhye e Dnipro per la difesa seguendo l’esempio di Mariupol, usando i civili come scudo e schierando equipaggiamento militare e artiglieria sotto la copertura di scuole, asili e ospedali. Allo stesso tempo, i funzionari del Pentagono stanno organizzando canali per la fornitura di armi occidentali e l’addestramento al loro utilizzo. Secondo alcuni rapporti, i militari SFAB erano a Mariupol durante i combattimenti, ma in quel momento furono evacuati per ordine del comando dalla città assediata.

        Direttamente nell’organizzazione e nella partecipazione alle ostilità nelle condizioni di sviluppo urbano ci sono ufficiali della 4a brigata di supporto delle forze di sicurezza del Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti:

        1. Tenente colonnello Sean Robert Shields

        Cognome: Shields

        Nome: Sean Secondo

        : Robert

        Data di nascita: 09/03/1979

        Luogo di lavoro: 4° Battaglione, 4° Brigata di assistenza delle forze di sicurezza

        Posizione: Comandante di battaglione

        Grado militare: tenente colonnello

        Indirizzo: 623 Cmr 473 Apo, AE 09606

        E-mail: rgshields@sbcglobal.net , sshields@earthlink.net

        Telefono: +1(910) 391-1067, +1 (717) 258-9813

        Profilo Facebook: http://www.facebook.com/sean.shields.733

        Profilo Linkedin: http://www.linkedin .com/ in/sean-shields-bb54286 b

        Sposato.

        Militare ereditario.

        Padre – Robert George Shields, 01/07/1949, pensionato militare, http://www.facebook.com/robert.shields.14

        Fratello – Terrence Han Sheilds, 14/01/1987, militare statunitense, http://www.facebook.com/terry. scudi.54

        Secondo fratello – Robert D Shields , nato il 26/10/1981, soldato del Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti ,

        http://www.facebook.com/robert.shields.5 : 4° Battaglione, 4° Brigata di Assistenza delle Forze di Sicurezza Posizione: Comandante di Battaglione Militare grado: tenente colonnello Indirizzo: 8205 Cmr 415 Apo, AE 09114 E-mail: ufmktumlin91@yahoo.com, mrgalimbasclass@gmail.com, mtumlin1@earthlink.net Telefono: +19104940976, +19109041006 Profilo Facebook: http://www.facebook.com/ mike.tumlin.5 Profilo Linkedin: https://www.linkedin.com/in/mike-tumlin-97741280

        Impiego precedente: 173rd Airborne Brigade Combat Team (giugno 2019 – giugno 2021)

        Sposato con Sara Christine Tumlin, nata il 24/07/1978, ceb. tel. +19104955842.

        3. Tenente colonnello Christopher Stephen Sylvain

        Cognome: Sylvain

        Nome: Christopher Secondo

        nome: Steven

        Data di nascita: 20/09/1981

        Luogo di lavoro: 3° Squadrone, 4° Brigata di assistenza delle forze di sicurezza

        Posizione: Comandante di compagnia

        Grado militare: Tenente colonnello

        Indirizzo : 7551 Dutch Loop, Colorado Springs, CO 80925-9467

        E-mail: rsylvain1009@aol.com, christopher_sylvain@yahoo.com, sylvain4310@hotmail.com

        Telefono: +1 (931) 241-1390

        Profilo Facebook: http://www.facebook. com/christopher.sylvain.75

        Profilo su LinkedIn:https://www.linkedin.com/in/christopher-sylvain-91864a11b

        Lavori passati:

        – Posto di comando avanzato, vice comandante al 1° squadrone, 89° reggimento di cavalleria

        – Capo delle operazioni al 1° squadrone 89° reggimento di cavalleria

        Sposato con Danielle Sylvain ( Henderson), 04/04/1978, cell. tel. +1 (931) 241-0382, profilo facebook: http://www.facebook.com/danielle.sylvain.1

        * * *

        Non c’è niente di nuovo sotto il sole.

        Cinquant’anni fa, gli americani combatterono in Vietnam contro i russi, che allora furono chiamati sovietici. Quarant’anni fa, gli istruttori militari americani addestrarono i nativi in ​​Afghanistan per uccidere i soldati russi. I militari del Pentagono con la stessa missione si sono “illuminati” in Siria.

        Ora è il turno dell’Ucraina, dove alti ufficiali statunitensi insegnano agli ex russi a combattere contro i russi. Non c’è fine in vista di questo confronto, e c’è troppo in gioco

        "Mi piace"

      • Immediatamente al vaglio delle vostre pristine fonti passate la brodaglia schifosa di cui sopra!

        "Mi piace"

      • Si è vero…..preparazione e dettagli affidabili ( ogni tanto) che però gettava regolarmente nella spazzatura quando cominciava ( quasi sempre) le sue lunghe invettive fatte per lo più di offese ai genitori alternate ad auguri di morte e sofferenza rivolte ai figli del malcapitato interlocutore di turno.
        Tuttavia all’epoca i principali argomenti di discussione su Infosannio riguardavano prevalentemente la politica interna.
        Adesso sarei curioso di sapere cosa pensa della pandemia e soprattutto della guerra in Ucraina.

        "Mi piace"

      • @ennio
        Come un orologio rotto segna 2 volte al giorno l’ora esatta, una notizia può esser vera come d’altronde i tuoi commenti influenzati da sostanze allucinogene, a volte sono interessanti ma molte altre no,
        Attento a non abusarne,

        "Mi piace"

    • Tra tutti i difetti di Jeronimo e sono tantissimi (ci ho anche litigato di brutto prima che sparisse) sicuramente non gli si può attribuire di essere un multinick.
      Semmai qualche volta avrà sbagliato. Anche io da ipad devo sempre scrivere il nome, posso sbagliare.

      "Mi piace"

      • Paola……
        No multinick?
        Io ho citato Jerome e Jerome B ……..tu dici Geronimo e Zero dice zio Geronimo.
        In tre commenti siamo già arrivati a 4 nick diversi.
        Non so……forse ogni tanto lo sbattevano fuori e si ripresentata con un nick simile per essere riconoscibile pur riuscendo a bypassare l’algoritmo ( che immagino ci sia).
        Comunque posso assicurarti che di nick ne aveva altri……
        Quando mi veniva il dubbio che fosse lui mi bastava contraddirlo su una cosa qualunque e lui partiva con l’invettiva.
        A quel punto gli dicevo ” ciao JEROME!” e lui anziché tacere lasciandomi nel dubbio rinforzava gli insulti.

        Comunque ripeto….mi spiace che non scriva più.
        Spero che stia bene e che la sua acredine costante non gli abbia causato problemi alla salute.
        Lunga vita a JEROME sperando di rivederlo presto su infosannio!
        💪

        "Mi piace"

    • A parte il fatto che non è mai stato sbattuto fuori, e non è mai stato riammesso, e che se ne è andato a un certo punto per scelta sua.
      Il suo nome è sempre stato Jerome B, forse qualche volta avrà sbagliato scrivendo Jerome, anche se io non l’ho mai visto.

      Il signor Ennio lo ha sempre chiamato zio Geronimo e io Geronimo.
      Il fatto che ci si conosca e si utilizzino nomignoli non significa che lui sia un multinick e che lui li abbia usati.

      "Mi piace"

      • @ Paola
        Tranquilla……sto parlando del 2018/2019 e non ho nessuna voglia di perdere un paio di giorni tornando indietro per recuperare i vecchi post.
        Va bene così.
        È stato comunque divertente ricordarlo un pò….

        "Mi piace"

      • Tranquilla Paola… ahahah… Tutto si perde nelle fumose nebbie del tempo: nomignoli, nick, tutto fa brodo… ahahah… Tutti hanno ragione…

        "Mi piace"

      • Vabbè, però grad, ti ho chiamata Paola per fare il verso al Silvio e perché sono in incognito, non per farti arrabbiare, dai, è tutto un gioco, ricordi (bubble bubble)? Questo è ammore…

        "Mi piace"

      • No, sono arrabbiata per un altro motivo, principalmente, e in secondo luogo per questa pagliacciata dell’incognito.

        "Mi piace"

      • E qual è (adesso posso scriverlo corretto, ma lo faccio solo con te, gli altri non devono sapere…) il primo motivo? Mi è sfuggito… Circa le pagliacciate, beh, una più una meno: una goccia nel mare. Il motivo c’è, ma non posso dirtelo e comunque durerà poco, promesso…

        "Mi piace"

      • No, adesso sono arrabbiata.
        E poi devo partire per vacanze infelicissime, non voglio aggiungere altro nervosismo.

        "Mi piace"

      • Coso, se fai ironia – debita – sulla dizione “qual e'” e poi dici “grad”, ‘ndo vai a nasconderti?

        "Mi piace"

      • @LA INCOSCIENZA DEL PREZZEMOLO: ti dispiace per una volta levarti dai coglioni (almeno fino alle ore 17:00)? E fattelo questo favore, su…

        "Mi piace"

      • Coso, fattalla’… Io aspetto l’alto patronato di paolapci per sapere se le forme quadrate entrano nei buchi tondi e viceversa o se le forme quadrate entrano nei buchi quadrati e quelle rotonde in quelli rotondi.*

        * Ovviamente a grandezza fisica scalare identica.

        "Mi piace"

  17. Pifferaio dell’incoscienza di Zero

    Il Pifferaio “delle pristine fonti” posta spesso la brodaglie schifose di Daily Beast

    Chi è Daily Beast ?
    Daily Beast è giornale neocon, guidato da Michael Weiss, propagandista neocon , una descrizione datata (2016)

    …..Con il suo ruolo di commentatore della CNN e caporedattore del Daily Beast, è un punto di riferimento tra una nuova giovane generazione di intellettuali neoconservatori. Queste posizioni gli offrono l’opportunità di plasmare il discorso politico americano più o meno allo stesso modo in cui Project for the New American Century di Bill Kristol , ha plasmato la politica estera militarista-interventista statunitense per un decennio o più dopo la sua famosa lettera del 1998 a Bill Clinton.
    .In termini di contenuto, i Weisse di questo mondo sono una dozzina da dieci centesimi. Allora perché “smascherare” l’ennesimo propagandista neocon?
    Perché è anche molto cattivo e molto pericoloso, come sostiene in modo convincente il profilo completo di Michael D. Weiss di Richard Silverstein , appena pubblicato su The Unz Review.
    Per quanto riguarda la psicopatia (funzionale), è davvero unico nel mondo del giornalismo
    E se spingere kompromat verso l’alto nelle classifiche di Google fa pensare almeno due volte ad alcune persone prima di associarsi a lui troppo da vicino, allora ne varrà la pena…………

    per leggere di più:
    chi è e chi rappresenta Michael Weiss e il suo giornale, le brodaglie preferite del “Pifferaio dell’incoscienza di Zero”

    https://www.unz.com/article/michael-weiss-and-the-iran-u-s-hardline-nexus-that-led-iranian-american-to-evin-prison/

    Prosit!

    "Mi piace"

    • 1) Tracia, anailfabeta, non ci sai fare… UNZ REVIEW, si dice collezione di notizie “alternative”, e questo gia’ puzza. Tra i suoi editorialisti ed opinionisti figurano Pat Buchanan, Steve Sailer, Ilana Mercer, and Ron Paul. Sai che razza di feccia e’ questa? Tra l’altro Ron Unz si e’ dimostrato notorio antisemita: https://www.adl.org/resources/news/ron-unz-controversial-writer-and-funder-anti-israel-activists. Insomma, come il Fai Schifo di cui sopra hai scelto un porcaio come fonte. Secondo, sei troppo ignorante di cose USA per saper distinguere le idiozie in cio’ che leggi: definire il Daily Beast “neocon” ti riserva un posto nell’Empireo delle barzellette.
      Terzo, la notizia che rifriggi fu scritta da un anonimo sotto falso nome, Alez Shirazi, Weis, che *non* guida il DB, ma e’ un opinionista, era coautore. Il povero cristo Siamak Namazi era in Iran per un funerale al momento della pubblicazione, ma non lo sapeva nessuno; gia’ interrogato in precedenza – ma sempre rilasciato senza alcuna conseguenza – questa volta venne impacchettato e messo al freddo.

      "Mi piace"

      • Pifferaio Zero ,Zero

        1.Feccia perchè ospita opinioni diverse
        The Unz Review • Una selezione di media alternativi
        Una raccolta di prospettive interessanti, importanti e CONTROVERSE in gran parte escluse dai media mainstream americani

        2. “Terzo, la notizia che rifriggi fu scritta da un anonimo sotto falso nome, Alez Shirazi”
        Certo sotto falso nome e l’anonimo è stato scoperto e cui sotto spigato

        Richard Silverstein
        … Nel preparare il profilo Weiss, ho consultato e intervistato molti iraniano-americani su varie questioni. Ma in particolare volevo identificare il vero individuo dietro lo pseudonimo di “Alex Shirazi”.Lo scorso agosto ho pubblicato qui un profilo approfondito di Michael Weiss , che descriveva in dettaglio la tragica storia di Siamak e di suo padre. Prima di pubblicare, ho chiesto a Weiss, “Alex Shirazi” e al caporedattore di Daily Beast , John Avlon, di rispondere a una serie di domande che avevo inviato loro. Tutti hanno scelto di non rispondere.
        Diverse persone mi hanno detto chi pensavano che fosse. Tutti hanno detto di aver sentito che quando Shirazi cercava informazioni sui Namazi, ha accidentalmente usato il suo vero indirizzo e-mail piuttosto che quello di Shirazi. Il vero indirizzo apparteneva al fumettista politico iraniano e dissidente anti-regime, Nikahang Kowsar . Gli iraniani che hanno ricevuto tali messaggi lo hanno detto loro anche se in seguito si sono rifiutati di farsi avanti quando sono stati pressati, per paura di Kowsar. Quando ho scritto a Kowsar chiedendo di confermare o smentire questo, si è rifiutato di rispondere.
        Ironia della sorte, subito dopo l’arresto di Siamak, Kowsar ha pubblicato uno strano tweet in cui incolpava il NY Times di essere rimasto in silenzio sull’incidente. Una risposta estremamente strana da parte dell’individuo stesso responsabile della sua prigionia.

        3, E quindi cosa contesti stronzo che più stronzo non si può , certo che era un nome falso Alez Shiraz ovvero Nikahang Kowsar

        4.feccia perchè
        Richard Silverstein, è un blogger a tempo pieno [3] che si descrive come un “sionista (critico) progressista” che sostiene un “ritiro di Israele verso i confini pre-67 e un accordo di pace garantito a livello internazionale con i palestinesi”. [2] Ha anche creato l’ormai defunto Israel Palestine Forum, un forum progressista dedicato alla discussione del conflitto israelo-palestinese.

        5.Patrick Joseph “Pat” Buchanan
        feccia perchè
        Le sue posizioni politiche possono essere definite paleoconservatrici: in particolare la sua opposizione all’imperialismo americano – L’imperialismo statunitense è definibile come l’influenza o condizionamento dell’economia e del campo militare e culturale da parte degli Stati Uniti d’America su altri Stati del mondo, accompagnata da un’influenza generale nella politica interna dei relativi governi.

        6, ho definito giornale neocon Daily Beast perche chi scriveva esprimeva le idee neocon guerrafondai in primis Weiss

        In uno dei ritratti più memorabili della carriera di Weiss, Carden mi scrisse:

        … Data la sua passata associazione con la Henry Jackson Society, nel suo lavoro come fattorino per Christopher Hitchens e la famiglia Khodorkovsky, e come redattore / collaboratore di alto profilo al Daily Beast e alla CNN, Weiss si è affermato come
        il principale NEOCON propagandista della sua generazione.

        Quindi puoi divertirti chiamarmi e insultarmi come ti pare , io di te ME NE FREGO ! Perchè sei proprio ZERO.!

        "Mi piace"

  18. Sono stufa di sentire che Putin è il colpevole di tutto questo disastro. Putin ha reagito alle provocazioni di quella parte di Occidentali che voleva questa guerra e l’aveva programmata da tempo, almeno dal 2014 ( quando all’ONU gli USA e l’Ucraina votarono contro la condanna del neonazismo).
    La smettiamo di far finta di credere che agli USA e ai loro servi europei importi qualcosa dei diritti umani ?
    Le cause della guerra a me sembrano:
    – il desiderio di impadronirsi delle ricchezze della Russia ( energia) e dell’Ucraina (grano);
    – il desiderio di vendetta di tanti Ucraini, Polacchi, Ebrei che vogliono vendicarsi dei torti subiti in passato dai Russi;
    – la speranza che un indebolimento di Putin ( come se la maggioranza dei Russi non lo appoggiasse) liberi la Siria dalla presenza russa, permettendo a Israele di ingrandirsi ulteriormente.
    Non aggiungo l’avidità dei mercanti d’armi perché è un’ovvietà.
    La democrazia andrebbe ristabilita in Occidente, dove è in grave declino,
    come dimostra la mancanza di libertà dei mezzi di comunicazione e l’incredibile, pericolosissima giustificazione del nazismo.

    "Mi piace"

    • @ Stefania.
      Condivido pienamente tutto ciò che hai scritto tranne gli interessi dei produttori e mercanti di armi.
      Secondo me non è un ovvietà ma il motore più potente che spinge ad iniziare e continuare il più a lungo possibile una guerra.
      Per il Vietnam è stato così e temo che per L’Ucraina sia la stessa cosa.
      Ovviamente non parlo tanto di pistole e fucili quanto di aerei missili e carri armati.
      Armi pesanti che in un ipotetico mondo pacifico finirebbero per restare invendute e arrugginire senza più poter produrre ne morte ne profitto.

      "Mi piace"

  19. Noooo, non avete capito: la colpa della guerra è il reddito di cittadinanza (strano che qualcuno non l’abbia ancora detto…)

    "Mi piace"

    • Se è per trovare il vero colpevole basta convocare in procura la Raggi, sicuramente dopo duro su interrogatorio confesserà la sua colpa.

      "Mi piace"

  20. Dio canchero… 2) Namazi si trovo’ ad esser vittima di una vendetta trasversale alla quale Weiss coopero’ con leggerezza senza saperne troppo. Due sono i fatti: namazi sta ancora al gabbio, e Weiss – MA TU QUESTO, ZAPPA CHE NON SEI ALTRO, NON LO SAI – oltre al questionabile ruolo di “esperto” di varie cose, si e’ macchiato di islamofobia per aver organizzato, al tempo delle vignette danesi su Maometto, una marcia falsamente in supporto della liberta’ di espressione con quella schifezza che va sotto il nome di Pamela Geller, nel 2006.

    "Mi piace"

  21. 3) Oltre alla notoria omofobia degli anni di gioventu’, Weiss e’ un opinionista “a’ la carte” se hai bisogno di spuzzare la Palestina, Iran, Siria (a proposito della cui situazione Weiss si e’ autonominato “esperto”). Il tizio e’ un destronzo, questo e’ certo, ma definire il Daily Beast “neocon” e’ da zappe anailfabete. Se vuoi spuzzare Michael Weiss vai su Alternet, ed IMPARA a leggere. Quello e’ un articolo coi fiocchi, della cui consistenza e coerenza non troverai esempi nei truogoli che frequenti.

    "Mi piace"

  22. Mamma mia , sei drogato ?. , ZAPPA CHE NON SEI ALTRO, NON LO SAI :

    – “oltre al questionabile ruolo di “esperto” di varie cose, si e’ macchiato di islamofobia per aver organizzato, al tempo delle vignette danesi su Maometto, una marcia falsamente in supporto della liberta’ di espressione con quella schifezza che va sotto il nome di Pamela Geller, nel 2006.”

    Richard Silverstein 2016
    “Ma anche i media progressisti avrebbero potuto svolgere un ruolo più assertivo. Dopo che Max Blumenthal ha commissionato il mio profilo Weiss originale per Alternet , l’editore Jan Frel l’ha ucciso. Temeva attacchi e possibili azioni legali da parte di Weiss, che ha un gruppo rumoroso di accoliti. Anche molte altre pubblicazioni hanno rifiutato il pezzo, tra cui The Nation , Truthdig , Columbia Journalism Review , London Review of Books e The National Interest ,

    da Alnert AlterNet e Max Blumenthal 15 agosto 2017

    “Citando un ex membro dello staff dell’HJS, il giornalista e blogger Richard Silverstein ha riferito : “Le cose sono diventate così aspre [Weiss] ha dovuto assumere un avvocato e in seguito firmare un accordo di non denigrazione per non mandare in onda la biancheria sporca in pubblico”.

    E quindi Zappa TU che non sei altro , cosa ha scritto di diverso Richard Silverstein 2016 profilo Weiss e la conferma di Max Blumenthal su Alternet ?

    ciò che Richard Silverstein e Max Blumenthal hanno scritto e tu hai semplicemente confermato:

    “che WEISS oltre al questionabile ruolo di “esperto” macchiato di islamofobia, Il tizio e’ un destronzo, questo e’ certo,.
    E adesso questo WEISS e Analista della sicurezza, editorialista della CNN più neocon di cosi

    Mistificatore CHE NON SEI ALTRO, ah no, sei anche Zero E NON LO SAI !

    "Mi piace"

  23. Tu non hai fatto altro che scopiazzare da un truogolo senza dignita’, che ospita feccia neocon e poi dai del “neocon” ad una testata “a sinistra” dello spettro politico di quella cacca di UNZ REW. E poi scopiazzi da Alternet pretendendo di fare la morale a me?

    E’ la tua fonte di riferimento, uguale alle cacate di Cagliostro, che ti riduce al rango di barzelletta presuntuosa. Io le testate USA le conosco e le leggo da anni, tu no. Capish?

    "Mi piace"

  24. Mi rimetto al giudizio sempre sereno ed imparziale della succitata: chi e’ l’anailfabeta funzionale?

    "Mi piace"