Alessandro Di Battista: “Gli ignobili farisei”

(Alessandro Di Battista) – Mentre Andrés Manuel López Obrador, Presidente del Messico, offre asilo politico ad Assange, i consiglieri comunali del PD di Milano hanno affossato la mozione di Europa Verde per dare la cittadinanza onoraria proprio a Julian. Il Presidente di uno Stato importantissimo (che tra l’altro confina con gli USA ed, in parte, ne dipende economicamente) ha il coraggio di dire: «Siamo disposti a dare asilo ad Assange. Crediamo debba essere liberato. Perché è un perseguitato politico. E’ vergognoso che una persona che rivela informazioni preziose su atti di corruzione, su reati commessi dai governi, su tutto quello che le élite compiono segretamente, venga punito».

Invece i fenomeni del PD milanese – terrorizzati dall’idea di poter fare indispettire i loro padroni oltreoceano – bocciano persino la cittadinanza onoraria ad un uomo che ha vinto decine di premi giornalistici e per i diritti umani in tutto il mondo con questa motivazione: “spiattellare documenti riservati non va bene, confligge col diritto di uno Stato a secretare ciò che non vuole diffondere. Gli Usa hanno dei limiti, ma non sono Russia o Cina: se uno Stato democratico chiede l’estradizione, opporsi può creare problemi”.

Poi si offendono se li chiami ignobili farisei, pezzi di arredamento dell’establishment, ipocriti politicanti. Se la prendono se sostieni che con la sinistra non abbiano nulla a che fare. Allora si gonfiano il petto e tra una salamella e l’altra arrostita alla festa del partito tirano fuori una foto di Berlinguer o fanno il pugno chiuso sperando che nessuno li veda. Oltretutto scommetto che se Assange dovesse morire in carcere saranno i primi ad inviare a qualche amico giornalista un comunicato stampa di cordoglio. Da voltastomaco.

11 replies

  1. Se gli eletti ed i sostenitori del Partito dei Delinquenti si im piccassero tutti farei una balla lunga 6 mesi!

    "Mi piace"

    • Peste rossa, più precisamente.

      Questi sono quelli con cui Giuseppi smania per restare alleato (anche se non lo cagano).

      E scommetto che il PD sarebbe lieto di dare la cittadinanza onoraria al comandante del reggimento Azov. Tra luridi fassisti ci si intende.

      Piace a 1 persona

  2. Io li capisco . Soros ti paga,ti imbecca, ti fa sentire dalla parte sua cioè da quella ossia quella dei forti dei vincitori e tu che fai ? lo servi umilmente. Prima ,anni oersono, con qualche vergogna, oggi spudoratamente.

    "Mi piace"

  3. Quando in un paese che si dice democratico si fa censura a manetta e leggi speciali e si creano reati d’opinioni, da Inquisizione – tipicamente da dittature – cosa possiamo aspettarci da questi “paladini della libertà”, se non il più bieco asservimento al padrone d’oltreoceano?

    Giaccché, un Uomo che ha avuto il coraggio di un Gigante per aver rivelato la Verità su tutte le ipocrisie assassine del “Fronte Occidentale”, infastidisce troppo le loro sporche coscienze per essere tollerato a lungo. Zittirlo per sempre è quel che ci vuole e saggio. E’ più sicuro!

    Piace a 3 people

  4. Ottimo articolo se non fosse che sottolineando le prodigiose gesta di quei farabutti del PD fa, ancora una volta di più, girare le palle a mille!

    Comunque, con la chiusa ci faccio fare una targa col logo del PD e le parole di Di Battista sotto: “Da Voltastomaco”!

    Piace a 1 persona

  5. Fortuna che mi ricordo quando Berlinguer si faceva amare e portare al delirio una folla oceanica a Napoli lui e tutti quelli eravamo comunisti, quelli che oggi si definiscono di sinistra bisognerebbe che andassero un poco a scuola, e o una vera delusione sentire nominare quelle m.. fascisti no mi dispiace nazisti perchè anche i fascisti anno una dignità loro no buona vita

    "Mi piace"