Senso vietato

(di Marco Travaglio – Il Fatto Quotidiano) – Non avendo nulla da dire, i liberali alle vongole passano il tempo a tappare la bocca agli altri. Ogni giorno compulsano i sondaggi sulla loro ultima passione – le armi da guerra – e scoprono che gli italiani non li seguono. Ohibò: forse non li ascoltano? O li ascoltano proprio per esser sicuri di avere […]

Categorie:Cronaca, Interno, Politica

Tagged as: , ,

134 replies

  1. Senso vietato

    (di Marco Travaglio – Il Fatto Quotidiano) – Non avendo nulla da dire, i liberali alle vongole passano il tempo a tappare la bocca agli altri. Ogni giorno compulsano i sondaggi sulla loro ultima passione – le armi da guerra – e scoprono che gli italiani non li seguono. Ohibò: forse non li ascoltano? O li ascoltano proprio per esser sicuri di avere ragione a pensarla diversamente? Non resta che zittire chi non la pensa come loro, così tutti gli italiani la penseranno come loro. Problema: questa si chiama censura. Soluzione: inventare strane formule esoteriche per giustificarla sotto mentite spoglie. Problema: 2 italiani su 3, soprattutto leghisti e grillini, sono contro l’invio di armi in Ucraina: i primi perché temono l’escalation, i secondi anche perché sono pacifisti (volevano Gino Strada al Colle). Soluzione: il no di Conte e Salvini alle armi è “putinismo”, “antiamericanismo”, “ritorno al populismo”. Folli spiega su Rep che Conte ha “un minuscolo drappello di seguaci” (2 italiani su 3), “la sua parabola politica è vicina a concludersi” e i 5Stelle sono “marginali e inservibili”. Ma niente paura: Di Maio, noto trascinatore di folle, “non potrà accettare che l’ambiguità getti un’ombra sul suo profilo di ministro degli Esteri e lo delegittimi agli occhi del premier” (poi Draghi lo guarda storto) e “degli interlocutori Nato” (lo guarda storto pure Biden). Ergo “Letta e Di Maio escluderanno Conte, relegandolo ai confini dello schieramento o fuori”, come un lebbroso col campanello, per “de-contizzare” il 5S. Il fatto che Conte sia popolarissimo tra i suoi e Di Maio no è un handicap: chi governa l’Italia non lo scelgono gl’italiani, ma gli americani.

    Non solo. Noi, ingenui, pensavamo che il pacifista fosse chi si batte contro le armi (senza le quali non si fanno le guerre). Errore: Gramellini informa sul Corriere che quello è il “pacifista a senso unico”. Da non confondere col pacifista a doppio senso: contro le armi, ma anche pro (dipende da chi le vende, le manda e le riceve). Analogamente, chi non mangia carne non è vegetariano e basta: è vegetariano a senso unico, per distinguerlo dal vegetariano a doppio senso che non mangia carne, ma solo nei giorni pari. Anche il concetto di democrazia si evolve: chi critica Putin perché bandisce e/o arresta gli oppositori, ma anche Zelensky quando fa lo stesso, è un democratico a senso unico (quello della democrazia): meglio il democratico a doppio senso, che critica Putin e tace su Zelensky. E che dire degli antinazisti a senso unico che condannano chiunque esibisca svastiche e braccia tese? Calma, ragazzi, dipende: giusto combattere i nazisti di 80 anni fa, tanto sono tutti morti; ma quelli di Azov sono vivi e lottano insieme a noi con le nostre armi, quindi sono i nuovi partigiani. A senso unico.

    Piace a 10 people

    • In vita mia ne ho viste di tutti i colori, ma questa poi….un briccone matricolato ed esecrabile viene aggredito da un altro briccone più grosso di lui, e siccome si difende abilmente suscita la simpatia degli astanti. Ma non solo, gli viene attribuito per incanto un candore angelicale che copre con un velo impenetrabile tutte le nefandezze passate, presenti e, se no lo si spiaccica prima, anche future. Quel che più si è avvicinato a questo sconcio sono i cursis honorum di certi brigatisti o similari che ora discettano pensosamente, liberi purtroppo, di libertà e democrazia . E c’è pure chi li invita ad esibirsi…

      Piace a 3 people

    • Per Travaglio Conte e il M5Stelle sono pacifisti anche se votano a favore dell’invio delle armi e sono i maggiori sostenitori di Draghi .Questa cantonata a favore di Conte proprio non riesce a evitarla Travaglio. Peccato senza questo neo sarebbe perfetto.

      Piace a 3 people

      • “Per Travaglio Conte e il M5Stelle sono pacifisti anche se votano a favore dell’invio delle armi”.
        Non solo, @Antonio.
        Prende pure sul serio il pacifismo di Salvini che teme “l’escalation”.

        Piace a 2 people

      • @Antonio dm credo Travaglio appoggi quelli che secondo lui sono i meno peggio. Travaglio è sostenitore del Sistema, non credo contemperi alternative, vuole però migliorarlo e lo vorrebbe ripulito.
        Io ormai di Conte tendo a pensare peggio che di Salvini, almeno quest’ultimo sappiamo chi è, sappiamo che è una “prostituta” del sondaggio e che non ha alcun progetto politico; non l’ho mai votato e mai lo voterò…..Conte invece dice una cosa e fa l’opposto. Il M5S stà disattendendo ogni mandato.
        Sull’invio di armi è diventata una comica.

        Piace a 1 persona

  2. Noi, ingenui, pensavamo che il pacifista fosse chi si batte contro le armi (senza le quali non si fanno le guerre).

    Sarcasmo fuori bersaglio. Senza le armi non si fanno le guerre, questo è pacifico (mi permetto anch’io della facile ironia), però le armi non deve averle nessuno: invece ai sedicenti pacifisti del giorno dopo sembra che le armi in Ucraina stiano benissimo, purché non siano gli ucraini ad imbracciarle.

    "Mi piace"

    • in questo momento in Ucraina ci sono tante di quelle armi, che le mettono anche nelle stalle al posto delle vacche.
      Solo contando quelle che hanno mandato USA e UK potrebbero fare la guerra a 3/4 di mondo, a quanti miliardi di dollari siamo arrivati? 50 60 80? ho perso il conto.
      Per non parlare del supporto militare diretto, o si pensa davvero che gli ucraini siano così bravi da saper utilizzare le sofisticate apparecchiature inviate da Raytheon, appena vengono scartate? così bravi da sapere in anticipo i movimenti delle truppe russe o affondare in un amen navi moderne e con anti-missili sofisticati, sapere anche che in quel momento ed in quel posto c’è un generale di divisione e colpirlo?

      oppure per l’Italia l’importante è partecipare, altrimenti Zio Sam potrebbe alzare il sopracciglio?

      Piace a 7 people

      • La nostra “vecchia Maria” (Adriano/Adriana, probabilmente 64enne) proprio non riesce a comprendere la semplice regola (senza scomodare la strategia suggerita dalla “Teoria dei Giochi” che evidentemente non riuscirà mai a comprendere): “Se un bullo ti colpisce con un cazzotto e tu porgi l’altra guancia, sta pur sicuro che prenderai due cazzotti…”.

        "Mi piace"

      • @ Adriano: tutto giusto, se è per questo c’è stato anche un tempo in cui l’Ucraina era la quarta potenza nucleare al mondo. Solo che non vedo il nesso con ciò che ho detto, e a dirla tutta nemmeno dove sia lo scandalo.

        Riguardo alla tua domanda, ritengo che ne abbiamo già discusso in maniera esaustiva, concordando sul fatto che per l’Italia partecipare non sia una scelta, dato che non ci possiamo permettere alzate di sopracciglia di nessuno dei tre zii del mondo (Sam, Vlad e Ping). Comunque, mica lo facciamo gratis: qualcosa ci saremo pur fatti promettere in cambio, non credi? Forse è proprio questo il motivo per cui Draghi si è dovuto recare di persona da Biden (tanto per chiudere il cerchio della nostra passata discussione), per discutere le condizioni a quattrocchi.

        "Mi piace"

      • X JD:

        l’Ucraina non è stata MAI la ‘quarta potenza nucleare’.

        Le armi sono sempre rimaste, anche sul suo suolo, sotto controllo RUSSO.

        Piantala di raccontare menzogne, sei un pajasso di infima categoria. E sopratutto, quando è che vai a fare da bersaglio per i tank russi?

        Piace a 1 persona

      • X M. Twain:

        L’unica teoria dei giochi che puoi fare è quella con i trenini LIMA o al massimo, con i soldatini e carri armati in scala 1:72.

        Tra l’altro, proprio una bella teoria hai scelto per farti ‘percepire’ come essere superiore.

        Infatti, è quella teoria che a seguirla, ci avrebbe offerto un futuro inverno nucleare.

        Patetico.

        "Mi piace"

      • @ Mentecatto: quando hai ragione, hai ragione. Non è stata MAI la quarta, ma la TERZA:

        https://www.adnkronos.com/ucraina-nel-91-terza-potenza-nucleare-quando-e-perche-la-denuclearizzazione_prHTFXxLYBSEBHUun5aAV?refresh_ce

        Visto che hai assunto d’ufficio la difesa dell’incolpevole Adriano, avrei una domanda per l’avvocato delle cause perse: quale parte di “non vedo il nesso con ciò che ho detto” non ti è chiara? Se fosse stata la prima, la decima o se non lo fosse mai stata, il mio discorso non cambierebbe di una virgola (infatti cominciava con “tutto giusto”).

        Infine, trovo interessante, questo uso rivelatorio da parte tua del MAI maiuscolo, come quando dicesti che Putin non ha MAI minacciato e MAI minaccerà la Finlandia: te lo ricordi ancora, o ne spari talmente tante che hai bisogno del link per rinfrescarti la memoria? In caso fai un fischio, son qua apposta.

        "Mi piace"

      • X J.D.

        Proprio leggendo persino la TUA fonte, si nota questo minuscolo dettaglio:

        ”’Kiev però aveva solo il controllo fisico di questi armamenti, mentre quello operativo, cioè il controllo centralizzato sui codici nucleari, rimaneva a Mosca. La situazione portò ad intensi negoziati tra l’Ucraina, la Russia, gli Usa e il Regno Unito che sfociarono nel 1994 alla firma del cosiddetto Budapest Memorandum.”’

        Capisci che significa o vuoi un disegnino, omuncolo frustrato e noioso?

        O pensi che per essere una ‘potenza nucleare’ basti avere sulle proprie basi le armi nucleari, come del resto sono anche presenti in Italia?

        E no, non ci arrivi proprio.

        Quanto alla Finlandia: non mi risultano piani di guerra contro di essa, ALMENO finché non resta neutrale. SE diventerà una nazione NATO grazie alla valletta finnica così volenterosa, allora il discorso cambia e Putin lo ha fatto ben presente.

        Ma nemmeno a questo ci arrivi, essendo troppo iDIOta come al tuo solito.

        E prendilo ‘sto treno per l’Ucraina, che non vedo l’ora di vederti in azione contro i tank russi: come bersaglio saresti irresistibile.

        E portati dietro anche quell’altro somaro di M.Twain, quello che gioca con il Risiko.

        Piace a 3 people

      • @ Mentecatto: capisco i tuoi limiti, ma io non ho mai affermato che fossero in grado di lanciare tutti i missili, ho semplicemente detto che l’Ucraina ad un certo punto è stata la terza potenza nucleare mondiale (affermazione peraltro già ribadita come ininfuente ai fini del mio discorso, dal quale ti sei ben guardato di entrare nel merito, al solito preferendo dare addosso a me personalmente: tipico di chi non ha altri argomenti).
        Se non sei d’accordo, prenditela con Adnkronos, che ha utilizzato la stessa mia identica espressione, sia nel titolo che nell’articolo: ora non hai che da scrivergli (meglio se ti fai assistere da un avvocato), possibilmente dando dell'”omuncolo frustrato e noioso” anche a loro, così vediamo se hai almeno il coraggio delle tue idee (seee, buonanotte).
        Non dimenticare di farci sapere com’è andata.

        Resterebbe da capire come abbia potuto l’Ucraina rinunciare a qualcosa che non ha mai avuto, ma queste sono sottigliezze trascurabili per i subnormali.

        Quanto al tuo patetico tentativo di cambiare versione sulla Finlandia, adesso l’hai fatto diventare che non ti “risultano piani di guerra contro di essa” (ah, beh, se non risultano a te vuol dire che non esistono, essendo tu onniscente)? Come rigiratore di frittate hai un futuro, peccato per la memoria un po’ corta (meno di un mese), ma come dicevo son qua apposta: la tua figura da mentecatto (una delle tante) resta immortalata qua: https://tinyurl.com/poverocoglione

        Quanto al disco rotto su dove dovrei andare io (ma non solo io: pare che sia un’esortazione che rivolgi a molti di quelli che, da bravo soldatino, tratti come fossero tuoi avversari, con triste sfoggio di scarsa fantasia nonché discreto sprezzo del ridicolo), mi pare di averti già risposto.
        Te lo ripeto ancora una volta, sia per venire incontro ai tuoi evidenti limiti che per la pena che susciti, ma non farci l’abitudine: perché mai dovrei farlo, visto che sto benissimo dove sono? Non mi lamento, conduco una vita discretamente appagante e le magagne d’Occidente non mi turbano più di tanto. Tu piuttosto, mi risulta che abbia passato gli ultimi due anni a denunciare di vivere sotto dittatura, inoltre non consideri quello russo come un regime illiberale, e recentemente ti sei anche orgoglionamente dichiarato putiniano: se c’è uno tra noi che dovrebbe espatriare (in Russia), quello sei tu. Che fai, dai buoni consigli perché non puoi più dare il cattivo esempio?

        "Mi piace"

      • Ghandi, Nelson Mandela, e tutto il movimento afroamericano per i diritti e l’uguaglianza, hanno combattuto guerre senza armi.
        Anche i monaci buddisti hanno combattuto e combattono una guerra senza armi. Il pacifismo non è imbracciare un fucile quando l’altro è armato. Il pacifismo non contempera esclusivamente la vittoria o l’auto-coservazione ma stabilisce un principio invincibile, che resta anche nella possibile vittoria della violenza armata, che è un’infamia. Ci vuole più coraggio a essere pacifisti che a imbracciare un fucile.

        In ogni caso, basta favolette: l’Ucraina è pronta a questo conflitto da almeno 10 anni, armata e addestrata e finanziata in grande abbondanza, assistita con sanzioni suicide per l’Europa e con tutta l’intelligence e la tecnologia NATO, affiancata da esperti di altissimo livello USA e UK. Nessuno pretendeva che non si difendessero, ma si pretendeva parimenti che non perseguitassero e provassero a cacciare e sterminare le minoranze. Nessuno pretendeva non ricevessero aiuti, ma si poteva scegliere in quale tipo di aiuti dovessimo impegnarci.
        E poi la più grande ipocrisia è stata quella di inviargli armi e mercenari e di non schierare l’esercito USA-Uk.
        E ora basta con questo dibattito sterile che gira sempre in tondo.
        Stiamo inviando reparti del nostro esercito italiano nei paesi confinati: Romania, Polonia e Moldavia! Ancora con la favola della guerra di Putin?!?!
        Ancora?!?!

        Piace a 3 people

      • @Elena
        “Nessuno pretendeva che non si difendessero, ma si pretendeva parimenti che non perseguitassero e provassero a cacciare e sterminare le minoranze. Nessuno pretendeva non ricevessero aiuti, ma si poteva scegliere in quale tipo di aiuti dovessimo impegnarci”.
        Io quando leggo cose del genere vado in tilt.
        Se sei così convinta che in Donbass ci sia stata PERSECUZIONE, STERMINIO e CACCIATA di minoranze, dovresti PRETENDERE (e lo farei anch’io) che gli aiuti fossero inviati a QUELLE MINORANZE.
        Evidentemente la guerra in Donbass è un poco più complessa di quello che dici tu: nazisti sterminatori da una parte, innocenti minoranze con le fionde e le pietre dall’altra. Ti dico questo non perché voglio riaprire la discussione sul Donbass (ti prego) ma solo perché, visto che apprezzo la tua onestà intellettuale, vorrei fossi coerente fino in fondo.

        "Mi piace"

      • @SantoLoquasto le “repubbliche separatiste” alla quali ci riferiamo in larga parte, sono il principio e il fine di tutta questa vicenda. È chiaro che nessuna delle Potenze in gioco sia in assoluta buona fede, e che la matrice separatista e quella persecutoria stragista, e anche nazionalista (nazista), siano state anche pompate a arte. Ne abbiamo già abbondantemente disquisito. Il punto è che, come per il peccato originale cattolico, non se ne esce senza riconoscere che c’è stata sistematica persecuzione, bombardamenti e stragi, oltre che stupri almeno da parte degli ultimi 3 governi filo USA di Kiev, con breve parentesi del Governo Yanukovyčh. E certo che la comunità internazionale doveva intervenire a difesa delle minoranze russofone, e doveva far rispettare il trattato di Minsk 1 e 2, e i garanti, tra cui la Germania, doveva mobilitarsi per proteggere la popolazione. Invece abbiamo armato e addestrato milizie naziste che venivano spedite a punire i separatisti. Gli osservatori internazionali erano sul territorio, eppure nessuno ha agito perché gli interessi erano quelli di usare quella tragedia come miccia per regolare conti e rimodulare equilibri globali.
        Anche oggi che la Russia ha ottenuto in buona parte il controllo di Crimea, Donbass e Lugansk, gli USA continuano a far dire a Zelensky che bisogna riconquistare.
        Ora attendiamo sviluppi in Kurdistan, dove il “garante” ex dittatore, ora Santo Erdogan ha avuto il permesso di bombardare indisturbato, poi attendiamo la definitiva strage dei Palestinesi, con Israele eletta a modello di civiltà, e infine il destino di Taiwan e delle Salomon…..sembra che tutti avranno un pezzetto di paradiso, mentre la NATO si allarga a est.
        Ecco, io intanto vorrei che i nostri militari non venissero spediti a ridosso del fronte, che non si costruissero nuove enormi basi militari in Toscana e che in Sardegna non venissero effettuate “esercitazioni” interforze NATO….magari con gli uomini già stanziati qui e pronti a essere inviati al fronte.
        Stanno complicando una situazione che poteva essere risolta con una decisone politica di buon senso……

        Piace a 3 people

      • X J.Dio:

        Jonny Dio
        18 Maggio 2022 alle 8:33
        ”@ Mentecatto: capisco i tuoi limiti, ”’

        Pensa che tu non sei nemmeno in grado di definire chiaramente chi sia questo ‘mentecatto’. O forse non riesci a scrivere il nome per intero?

        ”’ma io non ho mai affermato che fossero in grado di lanciare tutti i missili, ho semplicemente detto che l’Ucraina ad un certo punto è stata la terza potenza nucleare mondiale (affermazione peraltro già ribadita come ininfuente ai fini del mio discorso, dal quale ti sei ben guardato di entrare nel merito, al solito preferendo dare addosso a me personalmente: tipico di chi non ha altri argomenti).
        Se non sei d’accordo, prenditela con Adnkronos, che ha utilizzato la stessa mia identica espressione, sia nel titolo che nell’articolo: ora non hai che da scrivergli (meglio se ti fai assistere da un avvocato), possibilmente dando dell’”omuncolo frustrato e noioso” anche a loro, così vediamo se hai almeno il coraggio delle tue idee (seee, buonanotte).
        Non dimenticare di farci sapere com’è andata.”’

        A parte che sei tu a rompere costantemente le 00 come dimostra anche questa pagina… ripeto: non me ne frega un caxxo di quel che ha scritto l’ADN Kronos.

        Il punto è che l’Ucraina NON aveva il reale possesso operativo di quelle testate, anche se erano sul suo territorio.

        Quindi, non ha rinunciato a NIENTE, visto che operativamente NON era in grado di fare praticamente nulla. E questa la chiami ‘terza potenza nucleare mondiale’?

        Ah, già, sono parole del ministro ucraino, al di sopra di ogni sospetto.

        ””Resterebbe da capire come abbia potuto l’Ucraina rinunciare a qualcosa che non ha mai avuto, ma queste sono sottigliezze trascurabili per i subnormali.””

        E proprio non ci arrivi, mentecatto ucrofilo? NON AVEVANO MODO DI USARLE perché i codici ce li avevano i russi e tutto il supporto logistico e operativo era ancora in mano RUSSA.

        Per questo ritennero ben più conveniente ridarle indietro in cambio di denaro.

        Ma no, proprio non ce la fai.

        ””Quanto al tuo patetico tentativo di cambiare versione sulla Finlandia, adesso l’hai fatto diventare che non ti “risultano piani di guerra contro di essa” (ah, beh, se non risultano a te vuol dire che non esistono, essendo tu onniscente)? Come rigiratore di frittate hai un futuro, peccato per la memoria un po’ corta (meno di un mese), ma come dicevo son qua apposta: la tua figura da mentecatto (una delle tante) resta immortalata qua: https://tinyurl.com/poverocoglione”’

        Ribadisco quel che ho detto allora: la Finlandia, NEUTRALE, non corre nessun rischio con la Russia. Ma non ci arrivi o ci fai?

        ”’Te lo ripeto ancora una volta, sia per venire incontro ai tuoi evidenti limiti che per la pena che susciti, ma non farci l’abitudine: perché mai dovrei farlo, visto che sto benissimo dove sono? Non mi lamento, conduco una vita discretamente appagante e le magagne d’Occidente non mi turbano più di tanto. Tu piuttosto, mi risulta che abbia passato gli ultimi due anni a denunciare di vivere sotto dittatura, inoltre non consideri quello russo come un regime illiberale, e recentemente ti sei anche orgoglionamente dichiarato putiniano: se c’è uno tra noi che dovrebbe espatriare (in Russia), quello sei tu. Che fai, dai buoni consigli perché non puoi più dare il cattivo esempio?”’

        E perché dovrei farlo? Io non ho mica la bandierina ucronazi nel mio avatar.

        Il fanatico sei te, no?

        E poi no, non voglio dire che tu abbia intenzione di partire per l’Ucraina.

        E’ che vorrei tanto che tu ci andasti, così ti levi dalle 00.

        Non è la stessa cosa.

        Piace a 1 persona

      • @Elena: 👏🏻 👏🏻 👏🏻 👏🏻 👏🏻 👏🏻 👏🏻 👏🏻 👏🏻 👏🏻 👏🏻 👏🏻 👏🏻 👏🏻 👏🏻 👏🏻 👏🏻 👏🏻 👏🏻 🎉 🎊 🥂

        "Mi piace"

      • Un mentecatto è chi si attacca ad una frase, peraltro riportata da fonti autorevoli, ignorando bellamente il fatto che la stessa sia stata già evidenziata come priva di nesso col discorso, concetto ribadito perfino una seconda volta: “Se fosse stata la prima, la decima o se non lo fosse mai stata, il mio discorso non cambierebbe di una virgola”. Ma come, non te ne frega un caxxo di quello che hanno scritto loro, e poi fai tutta questa caciara se la stessa cosa la riporto io (oltretutto, fingendo di ignorarne la marginalità)? Non sarebbe molto più logico prendersela con loro? Classico atteggiamento da garzoni.
        Chiedo scusa per l’uso volgare del termine “logico”, non era mia intenzione parlar di corda in casa dell’impiccato.

        Un mentecatto è uno che sta sotto quasi ad ogni mio commento, spesso solo insultando senza argomentare, e poi dice che a rompere le palle sia io (che, a quanto pare, non avrei nemmeno il diritto di replicare, altrimenti potrei superare il numero giusto di commenti, che ancora non è dato conoscere).

        Mentecatto è chi, messo di fronte alle prove delle sue stesse minchiate con tanto di link, è capace di cambiare versione per ben due volte nello stesso thread, ma non è in grado di ammettere di aver detto una solenne cazzata.

        Infine, è un mentecatto chi invece di “Ucraina” usa l’espressione “ucronazi”, ed ha pure il coraggio di dare nel contempo del fanatico agli altri.

        Io invece vorrei tanto che tu restassi: lo spettacolo dell’umana miseria è davvero impagabile, per chi (come me) sa apprezzare il trash e l’umorismo noir.

        "Mi piace"

    • MARK TWAIN
      ma lo sai che sei proprio una volpe?
      andare a litigare con un bullo è proprio nel tuo stile
      e porgergli anche l’altra guancia è proprio da Pasquale
      ma poichè non tutti sono come Pasquale
      perchè bisogna prendere anche il primo pugno?

      "Mi piace"

      • Adriano
        Questo MT (da non confondere con Travaglio) non riesce a scrivere un solo post senza far sapere all’interlocutore che NON è in grado di capire le cose, ma lui sì, perché è infinitamente superiore.
        Poi leggi bene… e non ha capito un emerito.
        Perché direi che il bullo l’hanno proprio fatto gli Usa per almeno 25 anni e l’ l’Ucraina per 8 anni… e la Russia ha reagito esattamente come suggerisce lui, per non prendere 2 cazzotti.

        Piace a 3 people

    • “invece ai sedicenti pacifisti del giorno dopo sembra che le armi in Ucraina stiano benissimo, purché non siano gli ucraini ad imbracciarle”

      ho riposto al tuo disprezzo verso i “sedicenti pacifisti”, che fa il paio con i “pacifisti a senso unico”

      "Mi piace"

      • Ma quale disprezzo? Trattasi di semplice sarcasmo, arte in cui Travaglio è maestro ma su cui non detiene nessuna esclusiva.

        "Mi piace"

    • Serissimo : proprio così, che finisca presto questo Risiko macabro sulla pelle degli Ucraini e, sia pure meno esposti, sulla nostra. A me della gloria del signor Zelensky non me ne importa un fico secco, del declino del mio paese se si protrae la guerra , quando già abbiamo quella zecca di Draghi che ci affossa, mi importa moltissimo

      Piace a 5 people

      • Purtroppo si evince la mentalità bellicosa in molti ragionamenti.
        Nel mondo le guerre sono una fonte innegabile degli introiti di molte nazioni , gli Usa sono in testa , gli Italiani sono anch’essi in prima linea .
        L’unica azione per cercare soluzioni alle guerre è :
        “Riiutarsi di produrre le armi da vendere al miglior offerente”
        La vendita delle armi non è per sua natura un’attivita etica , le vendiamo al miglior offerente.
        La pace imposta con le armi è unicamente buisness
        delle lobby massoniche (Statunitensi) .
        Stiamo in buona compagnia , non a caso tra Gandi e Rambo (nell’immaginario collettivo) ; vince Rambo , la verità è la storia insegna che Vince Gandi.
        Luca

        "Mi piace"

      • @Luca sposo il suo ragionamento è ricordo il nostro palmares con la produzione di mine antiuomo, specie quelle per colpire i bambini, a Foggia di bambole o giocattoli.

        "Mi piace"

    • Lo so è difficile per molti impossibile. è stato coniato il detto più di 2000 anni fa:
      Porgi anche l’altra guancia!
      X jonny la qualunque che proprio non ci arriva a capire il significato di pacifismo.
      Porco D..

      "Mi piace"

    • Ma fatichi a capire o ti piace immedesimarsi in quei “giornalisti” (li chiamo così) che di mestiere travisano chi non dice quello che vogliono loro?

      "Mi piace"

  3. Ma pure condannare i vari ciarlatani, tipo giorgino bianchini che l’ha fatta ancora fuori dal vaso modificando un fotogramma per far passare un saluto normale in un gesto nazista fatto dal cantante del gruppo che ha vinto (il nazismo è un’ossessione per tanti dal 24 febbraio, anzi una scusa, o meglio un salvaputin

    "Mi piace"

    • Gentile sig.ra Paola, mi permetta una sola e semplice domanda: lei, i neonazisti ucraini li approva? SI oppure NO.
      Rispondere è molto facile.

      Piace a 2 people

      • @paolodiamanteRoma
        La domanda è evidentemente superflua. La signora li ospiterebbe a casa, tutti, e la mattina li porterebbe in azienda a controllare i Green pass delle impiegate “che lei non sa cosa ha dovuto passare con le impiegate che non avendo voglia di lavorare si inventavano di non aver potuto fare il tampone e non si presentavano al lavoro” (semi cit). La signora, che avrebbe inoculato con i cecchini Azov tutti i passanti, non si è minimamente preoccupata di organizzare e pianificare con una farmacia un piano per i tamponi delle dipendenti, noooo, le colpevolizzava perché sporadicamente non riuscivano a fare i tamponi! La signora, quando passava davanti alle farmacie della sua città e vedeva le code chilometriche dei poveri lavoratori, freddo e pioggia, si tappava gli occhi e fantasticava di squadroni militari di vaccinatori, tipo ss. Non ha mai pensato che i provvedimenti erano folli, lei attaccava le sue impiegate….

        Piace a 1 persona

      • @Paolo Diamante
        Vedo che la propaganda putiniana ha fatto effetto anche su di lei. Non si spiegherebbe una domanda stupida come questa:
        “lei, i neonazisti ucraini li approva?”

        "Mi piace"

    • Io approvo chiunque contrasti l’imperialismo russo, il nome “nazisti” è una scusa per gli stolti che sostengono il criminale del Kgb, la Federazione R deve crollare

      "Mi piace"

      • Mamma mia, Paola, sei l’esempio vivente di che cosa riesce a fare una propaganda a tappeto.
        Imperialista sarebbe Putin, solo perché a suo tempo quello è stato un impero?
        Non gli USA e, all’epoca, la GB (e la mentalità gli è rimasta, senza l’impero) che cercano di ALLARGARSI al mondo intero?
        Distinguiamo “impero” da “imperialISMO”.
        La più grande potenza imperialista restano sempre gli USA.
        Imbattibili, proprio.
        O ti risulta che sia stato Putin ad andare a rompere i cgln intorno a casa loro?
        E a mettere becco persino sulle Isole Salomone, perché la Cina non deve osare fare quello che loro fanno sempre e OVUNQUE?
        Le mie braccia sono sempre più appese ad un filo…ti prego.
        Forse dovresti approfondire certi argomenti, tipo il nazismo in Ucraina, che veniva segnalato DA TUTTI, sino a poco tempo fa, ma è ovvio che se ti affidi sempre solo a fonti attuali e “indirizzate”, le stesse che magari all’epoca erano libere di denunciare ciò che ora NEGANO, non ne vieni fuori.

        Piace a 1 persona

      • No Anail, si vede bene nel video di 4ore della finale, dopo la premiazione. Non avevo dubbi perché a parte fidarmi ciecamente di David Puente che sa fare bene il suo lavoro, se anche fossero i nipoti di Hitler (una iperbole) non sono scemi da rischiare una simile visibilità. Dopo conosco la stupidità di giorgino (non è l’unico, ci hanno provato in tanti, d’altronde quello è il mantra

        "Mi piace"

    • Non ha modificato nessun fotogramma.
      Dicono che abbia tagliato il video e si veda SOLO un fotogramma. Non è vero, perché i tizi fanno alcuni passi.
      Guardalo, non basarti solo su quello che scrivono.
      Certo che hanno cominciato col braccio alzato a mo’di saluto, SUL PALCO, ma poi non è che uno, abbassandolo, lo tiene fermo in posizione “hitleriana” e continua a camminare così…non era VOLUTO, secondo te?

      Piace a 1 persona

      • Ormai sei completamente obnubilata.
        Ti metti a distinguere tra impero e imperialismo, tra Russi e Americani, fai la moviola dell’eurovision per dimostrare jon so cosa… Ciao core!

        "Mi piace"

      • Ma vai a ca4are.
        A parte che rispondevo a Paola sull’argomento eurovision, tu che cosa vuoi? Se non capisci neanche l’italiano, né distingui addirittura le categorie, come ti permetti di mettere etichette ad altri?
        Ma poi, chi mi rappresenti?

        Piace a 1 persona

      • Tuttoguasto tuttoscemo
        Incredibile come un individuo riesca a rendersi ridicolo come stai dimostrando,
        Meglio se continui a fare incetta di fiammiferi, ne avrai un gran bisogno nel prossimo futuro.

        "Mi piace"

    • Sta abbassando il braccio o sta continuando a tenerlo nella posizione di saluto hitleriano, secondo te? E ti sembra forse un SOLO fotogramma? Che importanza ha il fatto che sul palco abbia salutato normalmente, se poi, uscendo, ancora un po’ fa il passo dell’oca? (manca davvero poco!)

      https://mobile.twitter.com/Jagospierre/status/1525739516677476355?ref_src=twsrc%5Etfw%7Ctwcamp%5Etweetembed%7Ctwterm%5E1525739516677476355%7Ctwgr%5E%7Ctwcon%5Es1_&ref_url=https%3A%2F%2Finfosannio.com%2F2022%2F05%2F15%2Fantiamericano-giu-botte%2Fcomment-page-1%2Fcomments

      Piace a 1 persona

  4. Grazie Raf2

    “ Il fatto che Conte sia popolarissimo tra i suoi e Di Maio no è un handicap: chi governa l’Italia non lo scelgono gl’italiani, ma gli americani.”
    L’editoriale è questo e poteva iniziare e finire così.

    Piace a 1 persona

  5. Agli ucraini anche se nazisti le armi della NATO perché aggrediti dalle truppe di Putin e ai curdi il silenzio perché bombardati da un esercito della NATO.

    Se lo dici poi ti appioppano lo stigma del pacifista filo putiniano.

    Che squallore la prostituzione intellettuale (cit. da mister)

    Piace a 6 people

  6. Se vi faceste un giro sugli account di Alexander Dugin (Putin’s Goebbels) vi passerebbe la voglia di fare i pacifisti e partirete volontari a combattere insieme ad Azov. Nessuno farebbe più il benaltrista. Siamo tutti in grave pericolo. Pericolo mortale. Travaglio ora puzza di venduto lontano un miglio.

    "Mi piace"

  7. Ah, questo è per quelli che ridicolizzavano chi diceva che c’erano pericoli dai vaccini.

    La famiglia di Francesca Tuscano risarcita. Con ‘ben’ 77.000 euro.

    Era morta circa 2 mesi prima della sua conterranea e ancora più giovane, Camilla Canepa. E questi porci hanno organizzato nondimeno gli ‘ASTRADAYS’ per i gggiovani.

    https://pbs.twimg.com/media/FS0k7GNXEAEfXMl?format=jpg&name=large

    Ma se pensate che possa essere poco per la vita di una 32enne distrutta per sempre,

    sappiate che nella civilissima Ghermania hanno ‘risarcito’ la morte di una sua coetana con meno di 6.000 euro, MENO di quel che è costato il funerale.

    E poi ti pigliano pure per il qulo dicendo che quando si usa un farmaco (appena messo sul mercato in meno di 1 anno di sperimentazione) si sa che possono esservi degli effetti collaterali!

    "Mi piace"

    • E di quelli che dicevano che le correlazioni non venivano riconosciute e/o occultate, cosa vogliamo dire (a parte che si sono dimostrati essere dei miserabili sciacalli, ballisti e anche un poco mentecatti)? Mi pare che fossero pure quegli stessi che sostenevano che il famoso consenso informato fosse una sorta di liberatoria, e che in caso di reazioni avverse non si avrebbe avuto diritto ad alcun risarcimento (ormai definibili a buon diritto come degli imbecilli fatti e finiti: non so se ci sia qualcuno, qua, che abbia mai avuto la ventura di conoscerne alcuni).

      A questo punto una persona normale, una volta verificata la correttezza della notizia, si chiederebbe com’è possibile che siano trascorsi appena tredici mesi tra il decesso e il risarcimento (essendo un lasso di tempo palesemente e largamente incompatibile con la giustizia italiana), a differenza del subnormale che non si fa mai di questi problemi, anche perché il subnormale non fa dei ragionamenti, ha dei dogmi: lui non sa e comunque non gli frega nulla del funzionamento della macchina giudiziaria, al subnormale interessa solo avere uno slogan da urlare (possibilmente che lo faccia sentire meno imbecille di come viene mediamente trattato da chi ha la sventura di frequentarlo).
      Tanto, quando (tra 8-10 anni) la famiglia vincerà la causa civile ottenendo ben altro risarcimento, il povero subnormale se ne sarà già dimenticato da un pezzo: alla peggio, gli toccherà far finta di niente e ignorare la cosa, come del resto si comporta abitualmente con tutto ciò che non si confà ai suoi numerosi bias cognitivi, vedi sopra.
      Poveretto.

      "Mi piace"

      • X J.D.

        La tua disgustosa malafede si spinge talmente tanto avanti, che non potendo negare i danni che fanno questi mexdosi vaccini, adesso ti vanti che almeno l’hanno ricompensata.

        77.000 euro per una vita stroncata a 32 anni.

        Con un vaccino che è stato riproposto ai gggiovani e ha accoppato tra gli altri, la Canepa nella stessa città 2 mesi dopo.

        Una scelta CRIMINALE che secondo te, è da subnormali considerare tale, perché in fondo lo stato ti ha dato un pò di soldi, caxxo vuoi, che vadano in GALERA per averti ammazzato la figlia?

        La feccia come te, J. IDIOta, è degna di fare il ghostwriter alla pari di un RONDOLINO qualsiasi.

        Sei la caricatura di Goebbels, uno zero incapace di ammettere qualsiasi cosa gli disturbi la propria narrazione dei fatti e la propria cieca fedeltà (a proposito di dogmi) al Potere costituito, non importa quale esso sia, basta che ci sia da camminare a 4 zampe ed abbaiare.

        Piace a 1 persona

    • Ho visto l’intervento di Travaglio. Mi pare che quando gli si muovano delle contestazioni sulle sue affermazioni sull’Ucraina, piuttosto che rispondere nel merito sposti l’argomento su altre guerre e circostanze. Francamente lo trovo piuttosto imbarazzante, da un giornalista come lui.

      Piace a 1 persona

  8. Ve lo ha spiegato persino un militare sulla TV do stato Russia 1 che l’arrivo di armi renderà disastrosa la situazione per la Russia. Giusto ieri. Travaglio mente sapendo di mentire. I negoziati stanno andando avanti come dimostra il caso Azov. La Russia sta perdendo continuamente terreno da metà Marzo. https://www.understandingwar.org/
    Leggetevi Dugin e capirete perché questa guerra è importante per noi.

    "Mi piace"

      • Scusa se ti interrompo, ma quella disgraziata fetente della Nulan non c’entra nulla con la testata citata. Non vi ha ma scritto, viene solo citata quando parla come “rappresentante di eccetera eccetera” assieme ad un mucchio di altri nomi (sulla onorabilita’ dei quali ho molti dubbi ma questa e’ un’altra storia).

        Invece, ti voglio chiedere, spassionatamente e senza retorica, quella storia del numero di serie del famoso missile, hai capito che il criterio di attribuzione secondo il codice di uscita dalla fabbrica e’ una bazza, e’ impossibile?

        "Mi piace"

    • @Marco Lei ha visto chi è il board di questo organo di studi? Sa chi li finanzia? Lei scrive che è nostro interesse, ma lei si riferisce all’interesse dell’impero USA, che non sempre coincide con il nostro.
      Per quanto riguarda Dugin nessuno può darle torto, ma le assicuro che di ideologi folli, con progetti folli, ce ne sono parecchi anche qui in “Occidente”.

      Piace a 1 persona

  9. Tanto per non farci mancare nulla, anche in provincia:

    https://www.corriereromagna.it/faenza-argilla-niente-ceramisti-russi/

    Certamente un ottimo messaggio da mandare ai nostri figli. Gli LGBT sostituiti da chiunque sia nato in Russia.
    L’ importante che ci sia sempre qualcuno da odiare. Se e quando serve, ovviamente.
    In compenso abbiamo appreso che gli Ucraini ( non troppo gettonati fino ad ora) sono i nuovi stupor mundi.

    Piace a 1 persona

  10. Institute for the Study of War

    CHI SIAMO
    La nostra missione
    L’Istituto per lo studio della guerra promuove una comprensione informata degli affari militari attraverso ricerche affidabili, analisi affidabili e istruzione innovativa. Ci impegniamo a migliorare la capacità della nazione di eseguire operazioni militari e rispondere alle minacce emergenti al fine di raggiungere gli obiettivi strategici degli Stati Uniti. ISW è un’organizzazione di ricerca sulle politiche pubbliche apartitica, senza scopo di lucro.

    Dott.ssa Kimberly Kagan, Fondatrice e Presidente, Institute for the Study of War

    La famiglia Kagan
    Robert Kagan/ Victoria Nuland
    Frederick Kagan/Kimberly Kagan

    Piace a 1 persona

    • Donald Kagan
      (Kuršėnai, Lituania-1º maggio 1932 – Washington, 6 agosto 2021)
      Nel 1991 “tenne un discorso epocale alla classe di laureandi” di Yale che – destando scalpore ed accuse di razzismo – è stato considerato una previsione degli effetti perniciosi della cancel culture: «lo dico senza imbarazzo da immigrato della Lituania, un piccolo paese ai margini dell’Occidente: che strano che si scelga questo momento per dichiarare la civiltà occidentale irrilevante, non necessaria e persino malvagia, quando la cultura occidentale è il più potente paradigma al mondo».

      Fu uno dei primi firmatari della Dichiarazione di Principi del 1997 formulata dal Progetto per un nuovo secolo americano, un ‘think tank’ neoconservatore. Alla vigilia delle elezioni presidenziali del 2000, insieme a suo figlio Frederick Kagan pubblicò While America Sleeps, in cui si perorava la causa di un aumento della spesa militare.
      Ha due figli, Robert e Frederick, la moglie di Robert Kagan è Victoria Nuland, portavoce del Dipartimento di Stato degli Stati Uniti d’America, mentre la moglie di Frederick Kagan è Kimberly Kagan, nota studiosa di storia militare, fondatrice e presidentessa dell’Institute for the Study of War.
      DA NOTARE CHE I VARI SITI DELLA FAMIGLIA KAGAN SI COPIANO SèUDORATAMENTE E RIMANDANO LE STESSE COSE
      questa famiglia ha un’influenza ferina nella politica estera, imperialista e militarista USA

      https://www.aei.org/profile/frederick-w-kagan/
      https://www.criticalthreats.org/analysis/russian-offensive-campaign-assessment-may-17
      https://www.understandingwar.org/
      https://www.brookings.edu/
      https://it.wikipedia.org/wiki/Progetto_per_un_nuovo_secolo_americano
      https://www.cfr.org/

      Piace a 2 people

  11. Chissà perché l’invio di armi è sempre valutato in miliardi di dollari.
    Mai per tipologia, efficacia, necessità.

    "Mi piace"

  12. No amo il governo Draghi, ma trovo un po stucchevole l’apertura di un po tutti i giornali contro il pagamento in rubli del gas. Dunque se paghiamo in rubli siamo servi di Putin ma se teniamo la schiena dritta vogliamo scaricare i costi della guerra sui cittadini e le imprese italiane. Sarebbe da chiedere: “quindi voi che proponete”?

    "Mi piace"

    • Non è un problema di schiene dritte o storte. Il problema è che nel momento in cui paghiamo in rubli stiamo violando le nostre stesse sanzioni, quindi saremmo teoricamente sanzionabili a nostra volta (da parte dell’Ue). Un bell’inghippo, pertanto è corretto che l’informazione ne dia conto (mica siamo in Russia, no?).

      Piace a 1 persona

      • È importante essere servi sciocchi di un rimbambidet e i suoi leccapiedi di Bruxelles e accettare i suoi voleri di castrarci con le nostre stesse mani rinunciando ad almeno il 70% delle nostre industrie e mettere milioni e milioni di italiani in fila alla Caritas rinunciando al gas e petrolio russo? Visto che il padrone del gas non intende farsi derubare da dei gangster e pretende di farsi pagare come e quando più gli aggrada?

        "Mi piace"

      • Cagliostrov, ma allora sei de coccio!
        “Visto che il padrone del gas non intende farsi derubare da dei gangster e pretende di farsi pagare come e quando più gli aggrada?”.
        Va bene che ti piacciono i padroni, ma anche i servi hanno dei diritti, no?
        I contratti vanno sempre rispettati, e in quei caxxo di contratti non si parla di RUBLI, ma di DOLLARI AMMEREGANI e EURO. Poi il padrone amico tuo può pure inventarsi tutti i marchingegni bancari che vuole. La sostanza resta quella.

        "Mi piace"

    • @Patrick si pretende meno ipocrisia, meno improvvisazione, meno malafede.
      Questa è l’ennesima figura di merda che i nostri politici fanno fare all’Italia.

      Piace a 1 persona

  13. Comunque la si pensi, avere attaccato l’Ucraina per il democratico dittatore Putin sarà una sconfitta. I motivi: 1) avrà più Paesi anche confinanti che aderiranno alla NATO (oltre averla resuscitata dall’oltretomba in cui si trovava) 2) ormai è quasi completamente isolato politicamente (manco la Cina e l’India si sono poste chiaramente al suo fianco) 3) militarmente sta subendo grosse perdite 4) dovrà fare i conti con il dissenso interno dei suoi generali e oligarchi (a meno che non riesca a suicidare tutti quelli che non condividono l’attacco) 5) le sanzioni economiche inizieranno ad incidere sulla vita del Popolo russo 6) sull’Ucraina (o su ciò che ne rimarrà) peserà geopoliticamente l’aiuto militare degli USA e degli altri Stati Europei (più interessati alle sue risorse economiche). Putin potrà pur avere Crimea e Donbass, dichiarare di aver vinto, ma dovrà fare le valigie velocemente il giorno dopo prima della resa dei conti interna. Comunque la si veda, una tragedia umana con un nuovo riassetto geopolitico mondiale. Vedremo come finirà, sperando che l’attacco finisca al più presto con un accordo che sia il meno peggio per tutti. Poi vedremo cosa accadrà con Taiwan.

    Piace a 1 persona

    • Non è detto: dipende da cosa riuscirà a portare a casa, oltre a Crimea e Donbass che appaiono scontati e che sono già una mezza vittoria, e da come riuscirà a vendersela (si presume molto bene, data l’evidente mancanza di pluralismo da quelle parti).

      1) Questo è poco ma sicuro.
      2) Se è per questo, non si sono nemmeno poste contro (un atteggiamento abbastanza scontato): rimanendo neutrale, soprattutto la Cina è in una posizione molto comoda, dalla quale può solo trarre vantaggi: tra i due litiganti, il terzo gode.
      3) Se le può ancora permettere, comunque questo indica che nemmeno lui si aspetta un’escalation nel prossimo futuro.
      4) Ce la può fare, non si diventa capo del Kgb se non si è capaci di schivare qualche mina vagante. In ogni caso, meglio lui che il rischio di vederlo sostituire da qualcuno che consideri Putin come un pericoloso pappamolle moderato, senza il coraggio di premere per davvero il bottone rosso.
      5) Il popolo russo non ha vissuto nella bambagia nell’ultimo mezzo secolo e non si è rammollito tanto quando quello occidentale. Sono abituati e pronti a questi come a ben altri sacrifici, tutto dipende dall’obiettivo che gli si prospetta. Inoltre, dispongono di risorse interne praticamente illimitate, per cui le sanzioni finiranno per incidere maggiormente da questo lato della cortina di ferro (versione 2.0).
      6) Si, ma solo se vinceranno la guerra o comunque se strapperanno delle condizioni favorevoli quando, prima o poi, si giungerà ad un accordo che più passa il tempo e più diverrà ineluttabile.

      Che il tutto sia un’immane tragedia umana, certo una delle tante, ma comunque tra le peggiori (non fosse altro per le dimensioni), anche questo è poco ma sicuro. La tragedia taiwanese seguirà in seconda serata (pare di essere a Venerdì con Zio Tibia).

      "Mi piace"

      • Chi possiamo ringraziare di questa tragedia se non gli ammeri cani e i loro soci UK, sono anni e miliardi di dollari investiti nella militarizzazione dell’ucraina per provocare i russi?
        E sono anni che i russi ingollano tutte le angherie perpetrate nei loro confronti avvertendoci che era il momento di non oltrepassare ulteriormente la loro linea rossa,
        E adesso con il diesel a 2€ LT in costante aumento di prezzo e in costante calo della disponibilità ci possiamo solo dare degli stupidi davanti lo specchio.

        "Mi piace"

  14. ““non potrà accettare che l’ambiguità getti un’ombra sul suo profilo di ministro degli Esteri e lo delegittimi agli occhi del premier”

    Quindi Folli dà ragione a Grillo che a suo tempo disse a DiMario: ” sei il miglior ministro degli esteri della storia”.

    Grande Beppe!

    "Mi piace"

  15. @Adriano/Adriana, @SadoMasochista, @Liana Multiforme ecc.
    Nel dibattito in corso (al livello delle chiacchiere nel “Bar Sport” tra “analisti de’ noantri”) riguardo alla scelta d’inviare o non inviare armi all’Ucraina nessuno sembra ricordare che l’Italia, come nazione, ha sottoscritto degli impegni con la Nato che, evidentemente, la “obbligano” a partecipare ad un intervento deciso dalla stessa struttura. Il fatto che l’Ucraina non faccia ancora parte della Nato è un’altra questione, evidentemente dobbiamo condividere le decisioni assunte collettivamente, anche se una parte del paese non le approva (non possiamo fare sempre “gli italiani” e poi stupirci se ci considerano “inaffidabili”).In effetti, invece di armi obsolete potremmo tranquillamente inviare dei generali, visto che ne disponiamo in quantità decisamente “eccessiva” in relazione al nostro esercito.

    "Mi piace"

  16. @Adriana, @SadoMasochista, @Liana Multiforme ecc.
    Nel dibattito in corso (al livello delle chiacchiere nel “Bar Sport” tra “analisti de’ noantri”) riguardo alla scelta d’inviare o non inviare armi all’Ucraina nessuno sembra ricordare che l’Italia, come nazione, ha sottoscritto degli impegni con la Nato che, evidentemente, la “obbligano” a partecipare ad un intervento deciso dalla stessa struttura. Il fatto che l’Ucraina non faccia ancora parte della Nato è un’altra questione, evidentemente dobbiamo condividere le decisioni assunte collettivamente, anche se una parte del paese non le approva (non possiamo fare sempre “gli italiani” e poi stupirci se ci considerano “inaffidabili”).In effetti, invece di armi obsolete potremmo tranquillamente inviare dei generali, visto che ne disponiamo in quantità decisamente “eccessiva” in relazione al nostro esercito.

    "Mi piace"

    • MARK TWAIN da importazione

      non TUTTI i paesi NATO mandano armi
      scorri la lista e controlla
      quindi delle due l’una
      o non tutti “hanno sottoscritto” quello che affermi (quindi è una tua invenzione)
      oppure non c’è nessuna sottoscrizione di nessun patto d’invio di armi, per cui l’Italia ha risposto da SERVA al PADRONE senza che ci fosse un vero e proprio obbligo.

      o gli hanno promesso che avranno il gas siberiano gratis, dopo la dissoluzione russa?
      Forza esperto di giochi, gioca con noi
      ne resterà soltanto UNO

      Piace a 2 people

      • Non solo, “… l’Italia, come nazione, ha sottoscritto degli impegni con la Nato che, evidentemente, la “obbligano” a partecipare ad un intervento deciso dalla stessa struttura.”

        Quale impegno e quale intervento, secondo quale protocollo?

        "Mi piace"

    • @Mark Twain
      Innanzitutto non ti ho mai autorizzato a chiamarmi Liana, tanto meno “multiforme”, aggettivo che ha una logica solo nella tua testa. Il mio nick è Anail, che è un nome- gaelico- a sé stante e si pronuncia Yenìl, punto. O mi devo sentire autorizzata a considerare il tuo nick un furto d’identità e sindacare in merito?
      Dopodiché… tutto il tuo sproloquio su presunti doveri di intervenire in una guerra, dalle conseguenze per noi disastrose, ai comandi degli USA e delle loro caxxate, da dove ti viene? Hai mangiato pesante?
      Ti risulta che abbiamo una Costituzione… o la storia, in casa tua, parte dal 1949, (peraltro con l’esclusione del periodo 2014/2022)?
      Mi risulta che, EVENTUALMENTE, potremmo aggirarla in caso di difesa di un alleato… e mi sto allargando, perché dovremmo poterci difendere solo in caso di attacco al NOSTRO Paese.
      Ma vabbé, siamo elastici: ora… l’alleato DOV’È?
      L’Ucraina NON è né Nato né EU. Quindi?
      L’unica cosa che ci porta a scavalcare la nostra Costituzione è il nostro essere PRONI agli USA, sempre, ma in particolare ora, per fare gli interessi e soddisfare le ambizioni di Draghi, già frustrate dalla mancata ascesa al Quirinale.
      Glielo dobbiamo proprio, questo “risarcimento”, a scapito della completa delegittimazione del parlamento e della tenuta economica e sociale(per non dire di tutto il resto) del nostro Paese?
      A sentire quelli come te, sembrerebbe…

      "Mi piace"

  17. “Poi vedremo cosa accadrà con Taiwan.”
    Putin attacca Taiwan, Cina attacca Taiwan

    Tranquilli
    Stati Uniti, Biden: “Difenderemo Taiwan in caso di attacco da parte della Cina”
    La Nato adesso protegga anche Taiwan dalla Cina”, l’appello di Londra
    Per la ministra degli Esteri britannica l’Alleanza nordatlantica dovrebbe focalizzarsi anche sulla sicurezza dell’Indo-Pacifico

    (“manco la Cina e l’India si sono poste chiaramente al suo fianco)

    Nancy Pelosi vola a Taiwan e fa arrabbiare la Cina: tensione alle stelle e minacce di Pechino a Washington

    Pechino ha risposto all’annuncio così: se Nancy Pelosi, visiterà Taipei “la Cina adotterà misure risolute e energiche per difendere fermamente la sovranità nazionale e l’integrità territoriale e gli Stati Uniti dovranno essere pienamente responsabili di tutte le conseguenze”. La minaccia è stata burocraticamente affidata a un portavoce del ministero degli Esteri, Zhao Lijian.

    Piace a 1 persona

  18. Il New York Times

    Le atrocità russe spingono i bipartisan ad ampliare la legge statunitense sui crimini di guerra

    Un disegno di legge in fase di stesura al Senato consentirebbe ai tribunali statunitensi di processare casi di crimini di guerra anche se né gli autori né le vittime sono americani.

    "Mi piace"

      • La più grande nazione criminale di guerra del mondo, gli Stati Uniti d’America, si illude di avere l’autorità morale per accusare altre nazioni di crimini di guerra.

        Piace a 1 persona

      • La più grande nazione criminale di guerra del mondo, gli Stati Uniti d’America

        Calma. Che siano criminali non ci piove, ma chi lo stabilisce se sono davvero i più grandi? E ancora: ha davvero senso stabilirlo, o è un’esigenza che risponde piuttosto ad uno scopo?
        Usa, Russia e Cina sono tutte responsabili delle stesse sofferenze, inflitte ad altrettanti popoli inermi, sui cui territori avevano prima posato gli occhi e poi le rispettive sporche grinfie, pertanto nessuno può disporre di patenti morali di sorta.

        Tu invece, sulla base di che cosa vorresti arrogarti il diritto di giudicare chi è stato a commettere i crimini peggiori? Come se avesse senso stilare una classifica delle nefandezze, magari divise per efferatezza, da segnare sull’apposita lavagna dei cattivi, dei cattivissimi oppure dei figli di troia (quella dei buoni purtroppo non esiste). Ma, anche se fosse, come intenderesti compilarla? Buttando i morti sui piatti della bilancia, per vedere alla fine quale peserà di più? Esistono anche sofferenze alternative alla morte, quelle come le conti?
        Fammi indovinare: pur non avendo svolto nessuna di queste considerazioni, hai stabilito che i peggiori sono proprio quelli sui quali nutrivi più pregiudizi (e tanti saluti al metro di giudizio). Eh, alle volte, il caso.

        A me non interessa il tuo ben triste giochino, ci sarà la Storia per questo, a me interessa che fatti analoghi vengano giudicati con lo stesso metro. Non posso rinunciare alla mia onestà intellettuale solo perché gli Usa mi stanno probabilmente ancora più sul cazzo che a te, pertanto se l’invasione americana dell’Afghanistan (solo per citare la più recente) è stata un’emerita porcheria, altrettanto lo è quella russa dell’Ucraina, dato che entrambe hanno portato distruzione e sofferenze inumane a chi è stato costretto a subirle, oltreché conseguenze molto meno nefaste ma comunque estremamente fastidiose per tutte le altri popolazioni coinvolte, a partire dagli stessi invasori.

        Cause, pregressi e accuse reciproche m’interessano fino ad un certo punto (al massimo, a livello di curiosità personale), ma tutte le ragioni del mondo non bastano a cancellare un concetto molto semplice: non può esistere ingiustizia al mondo in grado di essere sanata commettendo un’ingiustizia ancora più grande (altrimenti, si entra in una spirale d’odio infinita).

        "Mi piace"

      • Jonny d
        Cercar di difendere dei gangster è un esercizio che non ti fa onore,
        Perché è fuori dubbio che da che esistono siano dei gangster sanguinari, i nativi d’America ne sanno qualcosa, addirittura pagavano i cacciatori di scalpi, tanto per non farsi mancare niente poi i nobili di UK hanno continuato con lo sterminare gli aborigeni australiani e non si sono più fermati infatti li vediamo in Ucraina, guerra contro la Russia fino all’ultimo ucraino e se possibile anche fino all’ultimo europeo.

        "Mi piace"

      • Infatti, aspetto ancora la forca per:

        G.W. BUSH e tutta la sua amministrazione non ancora deceduta.

        OBAMA,

        I CLINTON.

        Poi parlamo di giustizia per Putin.

        Solo un cialtrone al 100% potrebbe far finta di non capire la differenza.

        "Mi piace"

      • “ma chi lo stabilisce se sono davvero i più grandi?”

        Non ho scritto l’unico , ho scritto la più grande nazione criminale e lo stabilisce la storia

        https://truthout.org/video/overthrow-100-years-of-us-meddling-and-regime-change-from-iran-to-nicaragua-to-hawaii-to-cuba/

        https://www.blackagendareport.com/imperialism-0

        https://williamblum.org/essays/read/overthrowing-other-peoples-governments-the-master-list

        per Siria – la guerra in Siria vista da un colonello americano
        https://schillerinstitute.com/blog/2022/04/26/video-col-richard-black-u-s-leading-world-to-nuclear-war/
        Se vuoi leggere , (che oltre la invasione c’è molto di più) altrimenti scusa
        Ps. Hai sentito la Finlandia, per entrare nella Nato e disposta sacrificare i “terroristi kurdi” per accontentare il dittatore Erdogan,
        ma per salvare Ucraina democratica e corrotta , Europa e il mondo intero non si può discutere con Putin
        Questa è la morale occidentale .

        "Mi piace"

    • @Tracia qui siamo oltre l’Impero e le velleità di Potere, qui siamo a Dio incarnato! Loro stanno quindi lavorando per darsi il diritto divino di decidere arbitrariamente che i loro nemici sono colpevoli, magari internarli in una qualche Guantanamo o farli fuori con un drone armato!
      Questa è la follia che imperversa e li rende onnipotenti.

      Piace a 1 persona

      • @ Mimì, Cocò e Cacam-u-cazz: capisco che per taluni sia uno sforzo ai limiti dell’ernia al cervello, ma riconoscere che sia stata l’invasione di Putin a trasformare quello che fino ad un istante prima era ancora un problema tutto sommato locale in una tragedia umana ed economica di portata continentale (che oltretutto rischia di sfociare a sua volta in una di rilevanza mondiale) NON equivale affatto a difendere gli Usa e le loro schifose, sempiterne politiche imperialiste. Equivale solo a giudicare cose analoghe con lo stesso metro (praticamente un’ovvietà, ma solo per chi ha l’abitudine di non offuscare il ragionamento col pregiudizio e di non vedere ogni tentativo di confronto come uno scontro, sebbene verbale, in cui vi debbano necessariamente essere delle fazioni opposte che si combattono tra di loro).

        Ed ora, se non è troppo disturbo, vorrei sapere dal trio delle meraviglie quale parte di “gli Usa mi stanno probabilmente ancora più sul cazzo che a te” non vi è sufficientemente chiara, tanto da attribuirmi il ruolo (che davvero mal mi si addice) di loro difensore? Eppure, non sembrate della stessa pasta di quell’altro mentecatto del mio personal-stalker, che quando qualcosa non si adatta alle sue tesi precostituite, semplicemente la ignora.
        Domanda non retorica: sareste in grado di produrre uno straccio di prova (leggasi: link) di un mio eventuale, fantomatico endorsement ai suddetti imperialisti? Io so bene di non averli mai sostenuti né tantomeno difesi (semmai, il contrario), pertanto colgo l’occasione per ribadirlo una volta di più (nel remoto caso in cui, per qualcuno particolarmente duro di comprendonio, ancora questa cosa non fosse abbastanza chiara). Anzi, vado anche oltre: sfido chiunque a dimostrare il contrario, prima di affibbiare nuovamente giudizi con tanta leggerezza.

        "Mi piace"

      • Si metta l’animo in pace: io non l’ho interpellata.
        Buona continuazione. Mi prendo anche il titolo di cavaliere u cazz, almeno risparmio a altri l’ennesima offesa.
        Però forse lei è affetto da incontinenza verbale, o forse della sindrome di turet…..in ogni caso vuol sempre stare in mezzo, come una sorta di prezzemolino. Ha bisogno di attenzioni….

        "Mi piace"

      • @ Elena: se è per questo nemmeno io ti avevo interpellata, comunque ti saluto senza ulteriori indugi: non vorrei sottrarre del tempo prezioso al tuo eterno e un po’ paranoico vittimismo (pare che continui a vedere offese dappertutto).

        Ti rubo solo un attimo: io sarò un prezzemolino (oggi sicuramente, ma c’è un motivo), ma quelli come te un mio amico li chiama “cipollini”, e non come omaggio al Boldi prima maniera, ma perché ad ogni cosa che dicono pare sempre che cerchino di strappare qualche lacrimuccia. Ci vediamo nel minestrone.

        "Mi piace"

      • @Jonny Dio, la sua risposta mi è apparsa in bacheca, in risposta alla mia. In ogni caso, si ridimensioni, vuol credere che riesca a far piangere qualcuno. La cosa che davvero mi perplime è la sua finta innocenza, lei offende a sua insaputa? L’altro giorno faceva anche la vittima “io tanto ho le spalle grosse”. In ogni caso grazie per il cipollina, almeno questa volta non ha scritto parolacce o offese…..facciamo progressi. Ora manca solo la smetta con la violenza verbale, si scusi con Gatto e siamo a posto.
        Ciao prezzemolino.

        "Mi piace"

      • @ Elena: nessun problema, conosciamo tutti la macchinosità del sistema dei commenti di WordPress.
        Comunque “trattami pure come ti pare, tanto ho le spalle larghe e sono in grado di sopportarlo” non mi pare sia fare del vittimismo, tantopiù che era seguito da un invito a non farne tutte le volte una questione personale, concentrandosi piuttosto sul merito delle questioni. Invito che, almeno per quanto mi riguarda, è rimasto lettera morta.

        Posso fornire ampie garanzie riguardo alla perfetta consapevolezza, nonché piena responsabilità di ogni mia affermazione, il problema è che tu confondi l’insulto (che, per inciso, costituirebbe anche reato penale) col normale diritto di critica, che può essere anche molto aspra. Ma sappi che sarei perfino disposto a seppellire l’ascia di guerra, qualora tu fossi almeno disposta a riconoscere che non ti ho mai insultata (per me questo è un punto d’onore: io insulto solo chi se lo merita, e ti do volentieri atto che tu questo non l’hai mai meritato, almeno finora, nonostante l’evidente diversità di vedute).

        Per quanto concerne il mio rapporto con Gatto, l’ex pluriconclamato insultatore seriale di questo blog, attualmente in fase di seconda dipartita (in attesa della probabile terza venuta), ritengo che la cosa che riguardi solamente me e lui (se invece parli come suo avvocato, gradirei prima visionare la relativa procura). Se posso permettermi, ritengo che tu non abbia abbastanza elementi per giudicare (in caso volessi approfondire questa noiosissima questione, ti basta andare su Google e digitare come stringa di ricerca “gatto” + “jonny dio” site:infosannio.com virgolette comprese, e poi aprire un po’ di risultati a caso: ti farai un’idea più precisa di quale sia il livello espressivo che stai difendendo).
        Cordialmente.

        "Mi piace"

      • @Jonny Dio non tedio gli altri su questioni che ho già espresso, ma visto che si rifiuta di comprendere: invitare un interlocutore a abbandonare un blog, gongolando pure e invitandolo a andare a drogarsi, diciamo che non è proprio nelle corde di un galantuomo. Lei probabilmente non si accorge di offendere. Io dibatto con chiunque porti argomenti senza insultare. E lei un po’ c’ha il vizietto…..
        In merito a Gatto, mi permetto di intervenire perchè ho letto e fatto parte, seppur parzialmente, dello scambio in questione….non ne stavo facendo un processo storico dalle guerre puniche a oggi. Nessuna procura, solo non amo chi si spalleggia con altri per sbeffeggiare un interlocutore….che poi si è scelto Suor PaolaBL del sacro cuore di Kalashnikov ….. Ribadisco che non conosco Gatto, neppure posso aver contezza di tutti i vostri scambi, e su quelli non discuto, resto nel merito di ciò che ho letto in diretta.

        "Mi piace"

      • @ Elena: riconosco che il mio invito di quella volta non è stato certo un modello di eleganza, ma insultare è tutt’altra cosa. Inoltre, non ti ho “invitato” ad andartene: mi sono limitato a caldeggiare ciò che tu stessa avevi in precedenza ventilato (per evitare fraintendimenti, avevo persino specificato “intendiamoci, io sono felicissimo se rimani”, a quanto pare invano). Se non era quella la tua intenzione, potevi evitare di manifestarla (nessuno te l’aveva chiesto).
        Ricordo inoltre che drogarsi non costituisce reato (io lo faccio tutti i giorni, come chiunque beva té o caffè, tanto per fare un esempio che riguarda miliardi di persone).

        Sempre riguardo a quel nostro scambio, ormai assurto a casus belli, ti faccio notare che non solo ti sei permessa di giudicare una lunga storia dall’ultimo atto (per ora), ma hai anche completamente frainteso quale fosse la Paola in questione (nella fattispecie, trattavasi di Paolapci, simpaticamente soprannominata “la gradassa” dal tuo compagno di sventura).

        Linko quel thread per comodità di ricerca: https://tinyurl.com/poverabestia

        Infine, ribadisco ancora una volta che sono perfettamente consapevole dei toni che, di volta in volta, scelgo di utilizzare: se con qualcuno posso apparire più brusco che con altri, un motivo ci sarà.

        "Mi piace"

      • Per sommi capi:
        la mia era una boutade, già scritto 27 volte, e seguiva il contenuto dell’articolo e del commento di Gatto su una futura censura.
        Non ho commentato lo storico ma lo scambio in questione.
        Lei non appare brusco, proprio insulta, e questo è uno spazio “pubblico”, quindi quello che lei scrive lo legge chiunque, e chi legge si limita al contesto e al momento, non è che si fa la biografia dei partecipanti con lo storico di qualsiasi stronzata scritta negli anni.
        Il fatto che lei ora dica si trattasse di Paolapc non cambia la sostanza del suo comportamento, lei in quell’occasione voleva umiliare Gatto. Il risultato che ha ottenuto, in ogni caso, non fa onore al dibattito che tanto si vorrebbe intavolare.
        In ogni caso, mi auguro di essere stata sufficientemente esaustiva e di non dover tornare sull’argomento, per evitare di riempire la bacheca di tutti con chiarimenti infiniti.

        "Mi piace"

      • @ Elena: esatto, hai commentato una questione di cui non sapevi nulla (pare che tu non sia nuova a questo genere di esperienza), ne hai tratto delle conclusioni affrettate e basate sulla sola simpatia del momento (penso che, a parte il suo sgherro rientrato dopo il ban, non esista utente che abbia frequentato questo blog almeno per qualche tempo che non possa indicare con certezza chi sia quello educato, tra me e Gatto), ci hai costruito dei castelli sopra, e adesso pretendi anche di mettere in dubbio perfino a quale Paola mi stessi riferendo, nonostante la prova fornita dall’intera discussione, con tanto di link. Chiedilo direttamente a lei, se hai difficoltà a comprendere un testo breve e/o non ti fidi..

        A dir poco schrödingeriana (sia per rimanere in tema felino, che per la violazione del principio di causa ed effetto) la tua ricostruzione secondo cui Gatto se ne sarebbe andato per causa mia, dato che io sono intervenuto dopo la sua dichiarazione d’intenti, e per fermarlo, oltreché per fare del facile sarcasmo sulle sue paturnie, in cui lui avrebbe scelto di andarsene (come se fosse la prima volta), per non “rischiare la pelle per far valere le proprie idee” (ancora mi vien da ridere).
        Ma benedetta donna, se avessi avuto questo potere, l’avrei esercitato da tempo, e se mai ho ritenuto di umiliarlo (ma dubito fortemente che lui sarebbe d’accordo con questa tua lisergica ricostruzione) avrò avuto i miei motivi, dei quali non devo render conto a chicchessia.

        Vedo che continui ad affermare che io insulti, senza essere mai stata in grado di fornire uno straccio di prova, nonostante le reiterate richieste e financo l’auspicio di adire alle vie legali (dato che si dà il caso che quello di cui mi accusi, ingiuria, è un reato perseguibile e, come giustamente hai ricordato, siamo in uno spazio pubblico a tutti gli effetti, senza virgolette), pertanto mi vedo costretto a ritirare la mia avventata proposta di sotterrare l’ascia di guerra: non ci potrà essere mai dialogo tra noi, la disonestà intellettuale è una cosa che proprio non riesco a sopportare.
        Cordialmente.

        "Mi piace"

      • @Jonni Dio che non capisce proprio.
        Lei può continuare a rigirare le cose finché vuole. Ho spiegato in ogni forma possibile, ma lei non capisce proprio.
        Mi spiece per lei. Non mi metto al suo livello per agevolarla.
        La questione è chiara. Lei si scusi con Gatto per il tentativo di umiliarlo chiamando a sostegno un altro utente, chi e sia Paola o Sergio poco cambia.
        Per gli insulti che lei somministra a pieni tasti: ho già chiarito!
        Ora continuò senza di me le sue masturbazioni mentali volte alla sua autoassoluzione pubblica.
        Lei è un ineducato, irrispettoso e offensivo bulletto.

        "Mi piace"

    • ottima notizia
      per cui provvederanno a processare tutti i precedenti Presidenti e capi di stato maggiore USA?
      oppure preferiscono incarcerare giornalisti per divulgazione di segreti di stato?
      poichè tutte le vicende da criminali sono state secretate, chi le divulga è un criminale
      è il comma 22, geniale!!!

      p.s. aahaa.. gli intellettuali USA del secolo scorso, era un piacere leggerli
      ora sono tutti neocon pronti a mandarti in guerra e far esplodere il mondo per il suo controllo

      "Mi piace"

  19. Qualunque sia l’esito finale di questa Guerra, si sta delineando un Mondo peggiore. Ovunque. Sempre più diviso, conflittuale e contraddittorio. Non vince l’Unipolarità nè la Multipolarità. Perdono tutti. Nel mio “orticello” occidentale si prospetta una crisi socio-economica drammatica. E so quanto la stupidità umana, la sua arroganza, sia responsabile. A chi si sente dalla parte giusta della Storia, sempre quella, “democratica” e “liberale”, resteranno gli stessi cocci, le stesse miserie di tutti gli altri. Auguro Buona Fortuna a tutti.

    Piace a 1 persona

  20. Quando la paura fa 90.

    Avanti a tutta velocità: dopo la revoca di alcune sanzioni a Cuba, la Casa Bianca ha annunciato aiuti anche per il Venezuela. Per la prima volta a marzo si parlava di ristabilire i rapporti con Caracas, ma poi Biden non è riuscito a mettersi d’accordo su nulla. Il tentativo numero 2 è ora pianificato

    Sullo sfondo della crisi del carburante, Washington ha un disperato bisogno di petrolio venezuelano. A marzo, Biden ha cercato di convincere Maduro a riforme parziali che avrebbero salvato la faccia della Casa Bianca revocando le sanzioni. Ora non si parla più di riforme: a Maduro è stato offerto solo di condurre negoziati formali con l’opposizione in Messico.

    Inoltre, gli Stati Uniti sono pronti a chiudere un occhio sulla stretta collaborazione di Caracas con Mosca, cosa che questo accordo non influirà. Maduro ha recentemente nominato l’ex ambasciatore in Russia a capo del ministero degli Esteri venezuelano.

    In cambio, Washington darà alle società venezuelane l’accesso ai mercati finanziari statunitensi e solleverà l’embargo petrolifero. Il Dipartimento di Stato si rifiuta di commentare i dettagli dell’accordo, rendendosi conto di come colpisce la reputazione degli Stati Uniti. Ma devi provarci, solo per salvare la tua economia.

    I prezzi del carburante continuano a crescere senza sosta: per la prima volta in tutti gli stati americani, compresi quelli petroliferi, hanno superato i 4 dollari al gallone. La stagione estiva tradizionalmente attiva si avvicina, quando il costo di benzina e diesel può raggiungere la barriera psicologica di $ 10 in diversi stati.

    Biden vuole anche invitare il Venezuela al suo “Summit of the Americas” a giugno. Se la sua amministrazione riesca nel secondo tentativo di persuadere Maduro a collaborare dipende in gran parte dalle pressioni della lobby ispanica a Washington, che ha reagito in maniera nettamente negativa ai prossimi negoziati con Caracas. Una cosa è chiara: Biden potrebbe non avere un’altra possibilità del genere per moderare la crisi del carburante.

    "Mi piace"

  21. “Approvo chiunque contrasti l’ imperialismo russo” quindi i nazisti, visto che Hitler concepiva, e scriveva nel Mein Kampf, che lo spazio vitale per la Germania fosse inteso come espansione e conquista di territorio ad est, cioè a danno dell’ impero russo. …il suo era un modo non solo per contrastare, ma ridimensionare (distruggere? far sparire? ) l’ imperialismo russo, ha però perso la guerra ed i russi l’ hanno vinta come gli americani ed inglesi. …..dopo quella vittoria l’ imperialismo/federazione russa si è ridotta in territorialità, mentre l’ imperialismo Usa si è allargato attraverso la Nato ai paesi ex Unione Sovietica…….quindi non si tratta di contrastare, ma di sostituire un imperialismo con un altro………l’ idea poi che la federazione russa, cioè un paese/popolo, debba sparire è proprio il significato di imperialismo ….Hitler avrebbe approvato visto che era il suo obiettivo, fortunatamente fallito……a me invece ogni forma di supremazia prepotente, di qualunque imperialismo, nei confronti di paesi e popoli , vicini, lontani o lontanissimi, fa ribrezzo insieme alla mentalità del far sparire. …mi ricorda qualcuno che ha usato lo stesso linguaggio con conseguente azione. …” la lingua pensa per te” e rivela…..

    "Mi piace"

    • Travaglio, giusto per capire, quando uno Stato-governo-istituzioni pensano e decidono che per difendersi e/o attaccare,dichiarare guerra o inviare armi a un paese amico bisogna prima fare un sondaggio tra la popolazione e o analizzare i pro e contro a livello istituzionale e poi decidere? Secondo me,Marco, hai bisogno di un po’ di ferie…

      "Mi piace"

    • Perdonami, Alessandra… usiamo i termini per ciò che significano, ché qui c’è gente che poi si confonde e mi accusa di distinguere tra impero e imperialiSMO…come se fosse una mia fisima e non la lingua italiana:

      imperialismo
      /im·pe·ria·lì·ṣmo/
      sostantivo maschile
      In senso storico, la VOLONTÀ di uno stato di estendere il proprio dominio su territori sempre più vasti.

      Nell’accezione più moderna, INDIRIZZO di POLITICA MONDIALE, tipico delle grandi potenze e sollecitato dal loro sempre crescente sviluppo tecnologico-industriale, rivolto al CONSEGUIMENTO di un EGEMONICO PREDOMINIO politico-economico nonché culturale sulle nazioni meno sviluppate.

      Il fatto che un tempo la Russia fosse un impero, non rende automaticamente e/o attualmente la sua politica imperialista.
      Ma, soprattutto, non si può usare questo termine al posto di “federazione”.
      C’è quell’ISMO che cambia tutto il significato.
      Sarebbe come usare “liberismo” al posto di “libertà”.
      E, comunque, più imperialista degli USA non esiste nulla, scommetto, in tutta la GALASSIA.

      "Mi piace"

  22. Se vogliamo essere coerenti e armaioli non a senso unico, sarebbe giusto dare agli ucraini anche le bombe nucleari, così possono difendersi ad armi pari.
    E non capisco perché tutti mi guardano di storto!!

    "Mi piace"

    • @Marino
      la proposta è geniale!
      Io non ci sarei mai arrivata a questa idea di resistenza così illuminante!
      Giusto! Potremmo dare un missile tattico a nucleo familiare e poi testate più potenti ai vari battaglioni, così armandoli fino a arrivare a pari potenza a fronteggiarsi!
      Fantastica prospettiva 😉
      Diffondo con entusiasmo

      "Mi piace"

  23. “i segreti di Azovstal e dintorni stanno iniziando a essere svelati . Saranno tanti!

    Come la missione OSCE ha collaborato con i terroristi dell’Azov

    La troupe cinematografica di IA “Arbelet” è stata la prima a visitare il territorio in cui si trovava la missione OSCE a Mariupol. Tra gli altri reperti di pregio, sono state rinvenute due postazioni di mortaio, attrezzate direttamente nei pressi dell’edificio amministrativo della missione. I mortai stessi e le relative munizioni sono di origine italiana, come si evince dalle marcature. Altro fatto degno di nota: l’ultima consegna del BC italiano è datata 11 marzo 2022.

    Gli italiani comuni sanno che le loro autorità stanno aiutando a titolo definitivo i terroristi dei battaglioni nazionali? Come commenterà l’OSCE il fatto che erano in chiara collusione con i terroristi, consentendo ad “Azov” di sparare dal loro territorio? In che modo, dopo questi fatti, l’OSCE sarà in grado di ripulire la loro reputazione?”

    "Mi piace"

    • @AlessandroCagliostro molto più probabile che tra un po’ ci diranno che osce e nato hanno potere di vita o di morte e che nessuno può interferire. L’osce da osservatore a attore militare……interessante…..

      "Mi piace"

      • @lacoscienzadisto’cazzo le ale militariste l, black panther, i cani sciolti: non erano parte dei movimenti pacifisti. Si studi un po’ di storia e indaghi su infiltrazioni e finanziamenti a quelle frange. Lei è una capra che pensa di essere un unicorno.
        La lotta pacifista afroamericana era partecipata da milioni di eroi disarmati.

        "Mi piace"

      • Non fare la frufru, tu hai scritto la frase che io cito, non l’ho estrapolata al di fuori del senso che volevi dargli.

        "Mi piace"

  24. “[…] tutto il movimento afroamericano per i diritti e l’uguaglianza hanno combattuto guerre senza armi.”

    No, molto sbagliato. C’erano le auto con quattro persone armate al nord, Detroit e Chicago, c’erano le ale militariste, c’era tanto altro. Riassuntino qui:

    https://www.alternet.org/2014/06/important-role-armed-resistance-black-civil-rights-movement/

    https://ibw21.org/editors-choice/armed-resistance-in-the-civil-rights-movement/

    https://www.africanglobe.net/headlines/important-role-armed-resistance-black-civil-rights-movement/

    "Mi piace"

  25. Cari amici,
    chi critica Conte, uno dei pochi politici italiani onesti e pensanti, contrappone le proprie teorie astratte e totalmente estranee alla realta’
    alla concretezza di Conte e dei 5 Stelle :
    vedi tra l’ altro Reddito di cittadinanza , Salario minimo, Miglioramento della legge Cartabia, Lavoro a tempo indeterminato e via dicendo. SOLI CONTRO TUTTI.
    Gli accusatôri di Conte somigliano a quei militanti dell’ estrema sinistra, in cui ho militato per 30 anni, che a forza di andare a sinistra si sono riteovati a destra. Uno. dei tanti esempi. Adriano Sofri
    passato da Lotta Continua al Foglio del cialtrone Giuliano Ferrara

    ,

    "Mi piace"

    • @Alfredo Giusti santificare Conte è prematuro! Basterebbe uscire dall’orgia e fare una vera opposizione…..

      "Mi piace"

    • Commissione esteri del senato passata a una craxi. La spiegazione è molto semplice: hanno capito che il (fu) m5* non ci pensa proprio a farsi valere, perché è dilaniato dalle correnti. Ne possono fare carne di porco e la replica è: “ne prendiamo atto”.
      Calci in 🍑?
      Ne prendiamo atto.
      Passaggio tra due ali di folla e schiaffoni da dx e sx?
      Ne prendiamo atto.
      Coperti di pece e piume?
      Ne prendiamo atto.

      "Mi piace"

      • @?

        Siamo arrivati al grottesco. Credo non si rendano minimamente conto del livello di degrado raggiunto da un movimento che era uno splendore.
        Adesso mi vergogno di avere dato il voto a questa manica di traditori della peggiore specie. Mi vergogno, non ho problemi a dirlo.

        "Mi piace"

      • Dirò di più: sono totalmente d’accordo su ciò che ha detto @Riflessivo e che qui riporto per comodità:

        Riflessivo
        15 Maggio 2022 alle 11:12

        La mia opinione è che il M5S sia sempre stato un falso, all’insaputa dei suoi stessi militanti. È stato creato per incanalare il dissenso, doveva rimanere sempre un cane che abbaiava senza mordere relegato a percentuali indolori. Il doppio mandato sembra una cosa nobile, ma è stato pensato per evitare che nessuno dei burattini a loro insaputa capitalizzare un potere personale che mettesse in crisi il piano. Il 33% dei voti è stato un imprevisto. L’unica figura che non mi è ancora ben chiaro come classificare è Giuseppe Conte. Tutti gli altri o non hanno ancora capito che sono stati usati, o lo hanno capito e si sono adeguati per interesse, o hanno lasciato il movimento (alcuni avendolo prima sfruttato coscientemente come trampolino).

        https://infosannio.com/2022/05/15/cognati-ditalia/

        "Mi piace"

      • Dirò di più: sono completamente d’accordo con @Riflessivo (al netto dell’opinione su Conte che per me è già debitamente classificato) che qui riporto per comodità.

        Riflessivo
        15 Maggio 2022 alle 11:12

        La mia opinione è che il M5S sia sempre stato un falso, all’insaputa dei suoi stessi militanti. È stato creato per incanalare il dissenso, doveva rimanere sempre un cane che abbaiava senza mordere relegato a percentuali indolori. Il doppio mandato sembra una cosa nobile, ma è stato pensato per evitare che nessuno dei burattini a loro insaputa capitalizzare un potere personale che mettesse in crisi il piano. Il 33% dei voti è stato un imprevisto. L’unica figura che non mi è ancora ben chiaro come classificare è Giuseppe Conte. Tutti gli altri o non hanno ancora capito che sono stati usati, o lo hanno capito e si sono adeguati per interesse, o hanno lasciato il movimento (alcuni avendolo prima sfruttato coscientemente come trampolino).

        https://infosannio.com/2022/05/15/cognati-ditalia/

        "Mi piace"