Caramelle dagli sconosciuti

(di Marco Travaglio – Il Fatto Quotidiano) – Golia, chi era costui? Secondo il I libro di Samuele (Antico Testamento), era un monumentale soldato filisteo, “alto sei cubiti e un palmo”, tutto bardato ma anche appesantito da elmo e scudo di bronzo, che sfidò l’esercito di Israele e perse miseramente per mano di Davide, il servo del re Saul che, molto più smilzo […]

Categorie:Cronaca, Interno, Politica

Tagged as: , ,

97 replies

  1. Caramelle dagli sconosciuti

    (di Marco Travaglio – Il Fatto Quotidiano) – Golia, chi era costui? Secondo il I libro di Samuele (Antico Testamento), era un monumentale soldato filisteo, “alto sei cubiti e un palmo”, tutto bardato ma anche appesantito da elmo e scudo di bronzo, che sfidò l’esercito di Israele e perse miseramente per mano di Davide, il servo del re Saul che, molto più smilzo e agile, lo centrò in fronte con un sasso lanciato dalla sua fionda, lo tramortì e lo decapitò. Non proprio un Rambo, visto che bastò così poco per metterlo al tappeto. Il premier Draghi, che evidentemente ne sa poco anche di Bibbia, come di un sacco di altre cose, l’ha evocato l’altroieri totalmente a sproposito: “Inizialmente nella guerra si pensava ci fosse un Golia e un Davide; oggi il panorama si è capovolto, certamente non c’è più un Golia e quella che sembrava una potenza invincibile s’è dimostrata non invincibile”. Siccome tutti sanno da 210 secoli che Golia non era invincibile, ma una mezza pippa, poteva venire in mente giusto a lui di paragonarlo alla Russia quando pareva invincibile. Seguendo il ragionamento, peraltro infondato alla luce dell’andamento della guerra (i russi avanzano, sia pur lentamente, e gli ucraini arretrano), l’equazione Putin-Golia e Zelensky-Davide dovrebbe valere per l’oggi, non per i primi giorni di guerra. E resterebbe da spiegare perché dopo due mesi e mezzo di guerra c’è chi prevede un altro annetto, se bastasse un colpo di fionda per chiuderla lì. Ma è una fortuna che la gaffe l’abbia fatta Draghi: qualunque altro politico sarebbe stato subissato di pernacchie sulle migliori gazzette. Lui invece è come Virna Lisi nello spot del dentifricio: con quella bocca può dire ciò che vuole.

    Era già accaduto col fallace aut-aut “pace o condizionatori accesi”, come se non fosse la guerra, ma la pace, a mettere a rischio i condizionatori accesi. Chissà chi gli scrive i testi: sicuramente qualcuno che gli vuol male, visti i risultati. Definisce Erdogan “dittatore che ci serve”: definizione perfetta, se non fosse che poi il dittatore sparisce e resta il ci serve. Cazzia come salta-fila gli psicologi che si fanno il vaccino anche sotto i 60 anni, poi si scopre che ha appena firmato un decreto che impone agli psicologi di vaccinarsi, pena la perdita del lavoro. Dice che col Green pass saremo immuni dai contagi, poi si becca il Covid: quindi o non ha il Green pass o ha mentito sul Green pass. Dice che l’Italia non pagherà il gas russo in rubli, ci mancherebbe: poi l’altroieri afferma che il gas russo si paga in rubli, ci mancherebbe. Dice che che inviamo armi all’Ucraina per la “de-escalation in Ucraina”, quando tutto il mondo sa che escalation=più armi e de-escalation=meno armi. E adesso Golia. Ma non è che parlava della caramella?

    Piace a 5 people

  2. A parte il pur doveroso e consueto elenco di una parte delle numerose colpe draghiane, peraltro note e stranote, non si capisce cosa Travaglio stia imputando a Draghi, ovvero quale sarebbe la critica odierna: quella di aver sbagliato metafora? Sarà anche vero, ma siccome pressoché ogni modo di dire perderebbe di senso se venisse interpretato alla lettera, ciò pone questa “critica” sullo stesso, infimo livello di quelle che i famosi giornaloni rivogevano pressoché quotidianamente a Conte, specialmente durante il suo secondo mandato.

    Altrimenti, quando dice che tutto il mondo sa che escalation=più armi e de-escalation=meno armi, la stessa “critica” potrebbe essere rivolta a lui, dato che “tutto il mondo” non sa proprio un bel niente: praticamente, non esiste al mondo affermazione sulla quale tutti gli individui possano concordare, nemmeno su quella che per molti può essere la più ovvia delle banalità.

    Comunque ha ragione, infatti zero armi non avrebbero prodotto proprio nessuna escalation, ma solo un massacro.
    Peccato che il popolo ucraino non gradisca di farsi sottomettere con la forza (preferiscono altri metodi di assoggettamento, tipo quello di cedere alle sirene d’Occidente per divenire una delle tante provincie dell’impero americano in Europa: comprensibile, alla luce di ciò che l’altra parrocchia ha da offrire, ovvero lo stesso identico cappio al collo ma col 10% di libertà in meno), ma tanto della loro volontà non sembra fregare niente a nessuno, al massimo è un fastidioso contrattempo.

    Piace a 3 people

      • Egregio Paolo, e chi non li odia? Purtroppo però, questo non è un film (dove è sempre facile distinguere i buoni dai cattivi), questa è la realtà ed è davvero troppo semplicistico fare di tutta l’erba un fascio (è proprio il caso di dirlo) e procedere ad etichettare 40milioni e rotti di civili ucraini tutti come “nazisti”, oltretutto basando l’intero giudizio solo su alcune frange estremiste che, per quanto tollerate ed in parte anche istituzionalizzate, tuttora rappresentano l’eccezione, non certo la regola.

        Inoltre, sarebbe interessante chiedersi come mai, fino a tre mesi fa, gli unici nazisti al mondo ad essere apostrofati apertamente come tali erano, appunto, solo quelli dei film.
        Perfino la popolazione italiana non è mai stata interamente fascista, neppure durante il ventennio, quando il fascio era l’istituzione portante della società: è un po’ difficile credere che in Europa possa annidarsi un intero popolo addirittura più fascista di quello italiano del secolo scorso, senza che nessuno ne avesse praticamente mai sentito parlare, prima di tre mesi fa.

        Infine, non è che siccome uno è nazista allora questa può diventare la giustificazione per fargli le peggio cose, altrimenti si rischia di diventare nazisti almeno tanto quanto lui.

        Piace a 2 people

      • X J.DIO:

        quando hai finito di fare la checca isterica puoi anche iniziare a fare le valigie e partire per il Donbass.

        Non vedo l’ora di saperti ‘martirizzato’ dai cattivacci soldati russi.

        Seriamente.

        Piace a 1 persona

      • @ Mentecatto: e perché mai dovrei? Io non mi lamento affatto di una presunta mancanza di libertà, le magagne dell’Occidente non mi turbano più di tanto, non mi sono mai dichiarato zelenskiano o altro e sto benissimo dove sono (anzi, conduco una vita discretamente appagante). Tu ritieni di vivere in una dittatura (ahimé solo sanitaria, ma pur sempre dittatura), non giudichi quello russo un regime autoritario, ti sei pure dichiarato putiniano con entusiasmo: scusa, ma se c’è uno fra noi che dovrebbe trasferirsi, quello sei tu.
        Salutami tanto lo Zio Vlad, occhio che è un po’ permaloso e stai attento a quello che bevi.

        Piace a 1 persona

    • no
      ma non si capisce cosa sia andato a fare a Washington
      se non a prendere ordini e basta
      visto che la conferenza di stampa l’ha fatta da solo

      "Mi piace"

      • @ Adriano: quindi? Sono quasi ottant’anni ormai, che abbiamo deciso che ci conviene prendere ordini dagli americani: cos’è che oggi ti turba tanto, a parte il fatto che sia Draghi a prenderli? Se al suo posto ci fosse stato ancora Conte, pensi che gliele avrebbe cantate chiare, oppure sarebbe andato a prendere ordini anche lui? Purtroppo, sono domande retoriche.
        Ciò premesso, capisco bene come questa cosa possa fare anche discretamente schifo ma, siccome non ci sono alternative praticabili, diventa inutile farne tutte le volte una questione di principio.

        "Mi piace"

      • Son 70 anni che le alternative sono sotto il naso di tutti, ma costano troopo a noi e cosi’ per perdere le alternative ce le paghiamo facendo i Ricucci col Berlusconi altrui (chiedere Greta, secondo sportello in fondo al corridoio).

        "Mi piace"

    • Quindi siccome noi ci mettiamo a 90 gradi con il b..o del c..o ben oliato e lo stanno per fare anche gli ucraini ,anche la Russia e Putin dovrebbero iniziare a spalmarsi il b..o del c..o con della crema che faciliti la penetrazione an.le..E se invece Putin mandasse qualche bombetta nucleare sulle capitali inglese americana ed europee camuffate da c..zi finti pensi che forse qualcuno perderebbe l’eccitazione e smetterebbe di Inc…re il mondo???

      "Mi piace"

      • Dici a me? Se vuoi che ti risponda, devi imparare a non esprimerti come un troglodita, altrimenti continua pure da solo e risponditi pure, se almeno tu sei riuscito a capire la tua stessa domanda.

        "Mi piace"

    • si Jonny
      mi turba e spaventa tantissimo
      fino al 89 aveva, in qualche modo un senso,
      anche se abbiamo pagato duramente questo allineamento ed imposizioni.
      Ma quale senso ha dopo?
      Essere sempre trascinati in avventurosi interventi, solo perchè
      gli Stranamore di Washington decidono così?
      quali sono gli interssi della maggioranza degli italiani?
      quali sono i fini che ci prefiggiamo?
      e quali sono i limiti?
      Fino ad ora abbiamo obbedito ad ogni schioccare di dita,
      cosa abbiamo ottenuto?
      Abbiamo solo sperato che gli interessi stranieri, fossero coincidenti con i nostri.
      Se non possiamo MAI decidere niente, se non possiamo dire MAI NO,
      ma dobbiamo SOLO obbedire,
      NEI MANUALI questa si chiama dittatura del più forte.

      Piace a 2 people

      • E quali sono le alternative? Non credo che gli Usa si accontenterebbero di un semplice “grazie e arrivederci”, mica siamo la Francia.
        Ciò che abbiamo ottenuto (e a mio avviso non è poco, alla luce di come è andata nel resto del mondo) è stato di poter vivere lunghi decenni in relativa libertà e tranquillità, in parte sulle spalle di altri schiavi un po’ più schiavi di noi, anche grazie alla protezione offerta dall’ombrello dei quello che è riconosciuto come il peggior sistema in vigore, eccezion fatta per tutti gli altri (infatti, è finita che ci siamo completamente rammolliti e ora non riusciamo più a reagire nemmeno in quelle poche questioni nelle quali saremmo invece liberi di incidere).

        NEI MANUALI questa si chiama dittatura del più forte. Chiamala come ti pare: se la cosa ti fa sentire meglio, diversamente da quanto accade a buona parte del genere umano, sei perfino libero di definirlo senza tanti complimenti un sistema da figli di puttana, comunque ci sei andato abbastanza vicino. Mi permetto una lieve correzione: AL MONDO, questa si chiama legge del più forte: praticamente, l’unica legge ad essere in vigore per davvero (essendo anche l’unica alla quale nessuno potrà mai sottrarsi).

        Piace a 1 persona

      • Io non capisco questa storia del “almeno ce la siamo passata bene colla NATO”. Non dimentico il terrorismo di Stato, da Portella della Ginstra a Napolitano che salva il deretano di chi era implicato nel rapimento di Abu Omar. Non dimentico Montanelli e Ferrara voci privilegiate a via V. Veneto, non dimentico tutto quello che e’ stato compiuto per soddisfare i diktat USA in ITalia, contro il Socialismo ed il Comunismo.

        Forse le Memorie di Adriano possono aiutare.

        Piace a 1 persona

      • @ Coscienza di Ennio: non penso che ce la siamo passata bene, penso che se il fato avesse scelto per noi un altro padrone, ce la saremmo passata peggio (stante il fatto che non siamo mai stati in grado di camminare con le nostre gambe).

        "Mi piace"

      • Quale altro padrone? In due parole: impossibile installare il comunismo in forma soverchiatrice e dittatoriale inI talia come e’ successo in Polonia, Cecoslovacchia e Ungheria. I Paese si e’ pure scampato una Grecia ed una Spagna, ma le mani a stelle e strisce hanno lasciato macchie e sangue dappertutto. Il dovere di ogni comunista tra i ’70 e gli ’80 (poi e’ arrivato Colpo Grosso) era di chiudere la NATO, passare ai Verdi e lasciare a Bertinotti, Cossutta e Chiesa il compito di che fare con i “compagni infelici ma non sfigati”.

        Piace a 1 persona

      • Adriano, verissimo ed ancor di piu’: io avevo dieci anni ma per la strage di Ustica io scrivevo “NATO” sui muri. Facciamo 1980.

        "Mi piace"

      • @ Coscienza: io dico che ci è andata bene, tu dici che era impossibile che andasse diversamente (e lo è, sia per quello che hai citato che per mille altri motivi pratici), direi che sono due ottime ragioni per chiudere un dialogo assurdo, accettare il fatto come ineluttabile e passare oltre, senza che ogni volta che si nomina la Nato debba partire un piagnisteo che è perlopiù fine a sé stesso.
        Stesso discorso riguardo al chiudere la Nato in piena guerra fredda (a parte che i comunisti non hanno mai governato). Tanto lo sappiamo tutti che è sempre stato impossibile, sarebbe meglio cercare di utilizzare le energie in maniera più costruttiva.

        Insolitamente per essere su Infosannio, pare che siamo tra gente civile ed istruita, che conosce la Storia, pertanto è inutile snocciolarne di volta in volta questo o quel dettaglio. Non essendo più cronaca ma, appunto, Storia, sussistono gli elementi per trarne un giudizio complessivo, e il mio giudizio è che ai margini della sponda occidentale del mondo, tutto sommato, almeno dal dopoguerra si è vissuto e tuttora si viva decisamente meglio che al centro di quella orientale, e parlo di qualità complessiva della vita secondo i miei personali parametri (che in linea di massima sono un po’ quelli di tutti: il primo è la fatica che devi fare per vivere, ma la cosa può anche essere decisamente più soggettiva, di questo se ne può discutere).

        Il tutto al netto del fatto che episodi schifosi come quelli che hai citato (oltre chiaramente a numerosi altri analoghi, l’elenco è corposo) accadevano anche dall’altra parte, tranne per il fatto che di solito non c’era nemmeno la possibilità di venirne a conoscenza. Non è un buon motivo per smettere di denunciarli, ma lo è per smettere di snocciolarli quando non c’entrano col discorso.

        "Mi piace"

    • Ho il sospetto che IL NOSTRO
      sia andato a parlare con Biden
      poichè ancora adesso non c’è un ambasciatore USA in Via Veneto
      ma un facente funzioni
      CMQ per prendere ordini dagli USA, bastava un phonogramma
      come spesso è accaduto.

      Non lo so cosa avrebbe fatto Conte, non sono nella sua testa,
      domanda inutile da parte tua
      ma so benissimo cosa converrebbe all’Italia
      senza compromettere i trattati
      IN QUESTA GUERRA NON SIAMO OBBLIGATI A SCHIERARCI MATERIALMENTE!!!!

      Piace a 2 people

    • quindi?
      abbassare la testa ed eseguire?
      sempre e comunque?
      sarebbe questo il tuo mantra?
      non pensavo tu fossi un estimatore dello status quo
      il tio cos’è? solo la posa dell’anticonformista?
      non esiste luogo e sistema migliore?
      ho girato diversi paesi
      per diletto, per lavoro, per studio, per turismo
      ed esistono alternative
      un piccolo esempio?
      Zapatero in campagna elettorale promise di ritirare le truppe spagnole dall’Iraq
      mantenne la parola
      è per caso cascato il mondo occidentale?

      "Mi piace"

      • Il mantra del sistema è che non ci sia alternativa, e se anche ci fosse sarebbe peggiore.
        Io invece orma vedo solo bande di mafiosi protetti dal popolo, che per lo più non è affiliato ma contrasto onorato e mangia le briciole che cadono dal piatto dei Padroni.

        "Mi piace"

      • @ Adriano: non sono un estimatore di un bel nulla, solo non riesco a non vedere che le conseguenze dell’agire diversamente, cosa che in linea puramente teorica potremmo benissimo decidere di fare (ma con quale forza politica?), sarebbero probabilmente peggiori del continuare ad assecondare gli americani, come abbiamo sempre fatto dal dopoguerra.

        La Spagna tanto per cominciare è meno in debito con gli Usa rispetto all’Italia, non avendo di fatto preso parte alla seconda guerra mondiale; inoltre l’invasione dell’Iraq del 2002 non fu voluta dalla Nato (verso cui è bene tenere a mente che abbiamo dei precisi obblighi, che teoricamente potremmo anche disconoscere, ma con la consapevolezza che c’è un prezzo da pagare) bensì da una “coalizione di volenterosi”: non è esattamente la stessa cosa.
        Va altresì ricordato che, quando Zapatero ritirò il contingente spagnolo, non è cascato il mondo e nemmeno la Spagna, ma ciò determinò un raffreddamento delle relazioni con gli Usa, ed è finita che le truppe spagnole sono tornate in Iraq, per poi ritirarsi definitivamente quando anche gli americani hanno deciso di levare le tende.
        https://infodifesa.it/entro-luglio-la-spagna-ritirera-le-truppe-da-gran-capitan-iraq/

        @ Elena: è molto facile etichettare tutto come “mantra del sistema”, molto meno facile è andare oltre le frasi fatte e proporre un’alternativa reale che non sia peggiore, ma qui è dove casca sempre l’asina.

        "Mi piace"

      • Ringrazio per “asina”.
        Proporre alternative è il mantra del sistema, e lei non perde occasione per dimostrarne l’accasamento.
        “Quindi lei dice che la centrale a carbone faccia venire il cancro? Beh allora proponga alternative!” “Quindi lei dice che l’Ilva sia insostenibile per salute pubblica e ambiente? Beh allora proponga alternative? E i posto di lavoro? Eh, cara la mia idealista!” “Quindi lei dice che le pale eoliche, senza controllo preventivo degli asset societari d’investimento e con certificato verdi a pioggia e contributi in bolletta siano affare per le mafie? Beh allora proponga alternative! E come la facciamo la corrente?” “Quindi lei dice che la discarica di Malagrotta ha reso miliardario Panzironi e ha danneggiato economia e salute di un intero territorio? Eh ma allora proponga alternative! Cosa facciamo con la spazzatura, ce la mangiamo?” “Ah e quindi lei dice che il lavoro sottopagato genera schiavitù diffusa e illegalità? Eh ma allora proponga alternative! Come facciamo a equilibrare la domanda a basso costo e l’offerta strangolata tra le maglie di burocrazia e regolamenti?”.

        Noi paghiamo Miliardi/anno a tutto il sistema che lei contribuisce a difendere per cagare soluzioni salvifiche, peccato che quelle soluzioni valgano solo per salvare i loro interessi.

        (In ogni caso, stia pur tranquillo che anche quando si ha modo di portare soluzioni e progetti virtuosi, è l’interesse che fanno prevalere.)

        In quanto a lei, sempre molto dedicato a me:

        Provi a dimenticarmi, tanto sono somara, poi vuole che abbandoni per drogarmi! Ciao i-DIO-ta.

        "Mi piace"

      • @ Adriano: niente affatto. Possiamo toglierci il guinzaglio in ogni momento, solo che sarei curioso di sapere come dovremmo farlo (segnatamente, quale forza politica sarebbe mai in grado di portare avanti un discorso simile), e per attaccarci al guinzaglio di chi (stante il fatto che non abbiamo la forza né le risorse per proporci come potenza indipendente tipo la Francia, tanto per fare un esempio il più possibile vicino a noi).

        @ Elena: è proprio un’ossessione la tua, vedi insulti anche in un semplice refuso, boh, non so che dire, forse ti riconosci nella definizione.
        Comunque, nella tua infinita sapienza deve esserti sfuggito che si parlava solo delle alternative all’adesione italiana alla Nato, e in senso più estensivo al continuare a rientrare nell’orbita americana, non delle alternative a tutto lo scibile umano.
        Qualora fossi in grado di andare oltre lo slogan, potresti perfino renderti conto di come ogni alternativa a questo sarebbe una decisione intanto di difficilissima attuazione, e last but not least gravida di conseguenze (alcune anche nefaste), che perlopiù non vengono minimamente prese in considerazione da chi la propone (di solito, ci si ferma alle frasi fatte con le quali gonfiarsi il petto come tacchini, tanto per rimanere nell’ambito a te caro degli animali da fattoria, e stop).

        "Mi piace"

      • @JonnyDio gioca a specchio riflesso. L’ossessionato che offende a sua insaputa. È evidente che stesse dando della somara a me. Ma fa nulla, mi fa quasi tenerezza, quasi una certa pietà.
        La avviso però che questa sera non potrò badarla, dovrà trovarsi un altro passatempo.
        Ciao ‘core ossessionato, quasi stalker, ogni giorno si dedica a me con molta energia! Provi la cura suggerita sopra.

        "Mi piace"

    • “coalizione di volenterosi”
      tutti membri NATO
      che hanno risposto SIGNORSì!!
      quando ci si nasconde dietro le parole
      la Spagna è tornata in IRAQ
      al cambio di maggioranza di governo

      “La Spagna tanto per cominciare è meno in debito con gli Usa rispetto all’Italia”
      quindi avendo un debito inestinguibile
      siamo al guinzaglio per sempre

      ai tempi antichi si diventava schiavi anche per pagare i debiti
      ma pagatolo si ridiventava liberi

      "Mi piace"

      • 2350 Miliardi di debito
        Interessi 1,5% annuo (circa 45 Miliardi/anno) ma adesso saliranno i tassi alle stelle…..
        Pil 2021 1500 Miliardi circa
        Con la spesa pubblica e la corruzione, corporativismi, favori e mafie etc…il nostro debito è impossibile da ripianare.
        L’unica opzione, oltre a privatizzare gli asset è tassare pesantemente, oppure, come per il prelievo notturno forzoso, a opera del nostro regista Amato, si dovrebbero sequestrare tutte le seconde e terze case e metterle sul mercato per la vendita a investitori esteri.

        "Mi piace"

      • @ Adriano: nel 2002 la Nato era composta da 19 membri, mentre la cosiddetta “coalizione dei volenterosi” era formata da 48 Paesi.
        Il resto della risposta purtroppo è finito qua sopra (conosciamo tutti le magagne di WordPress).

        @ Elena: ti do volentieri atto che almeno quella che hai proposto è una soluzione alternativa, benché delirante ai limiti del lisergico, impraticabile per mille motivi che è perfino inutile elencare (mi fermo al chi dovrebbe non dico attuarla, ma perfino proporla) e più comunista e totalitaria della Cina stessa. La fantasia non ti manca.

        "Mi piace"

    • Jonny
      anche tu ti nascondi dietro le parole
      ma io ricordo che:

      La coalizione era soprattutto un modo per ottenere una certa copertura politica alle azioni di Stati Uniti e Regno Unito. Poiché l’obiettivo di rinforzare militarmente la coalizione era del tutto secondario (nessuno dei Paesi che si sperava di coinvolgere disponeva di forze paragonabili a quelle USA), Bush e Blair puntarono soprattutto sul numero di Stati che partecipavano alla coalizione, piuttosto che sull’entità del loro contributo.

      Per quanto l’invasione fosse condotta dalle sole forze di USA, Regno Unito, Australia e Polonia nel marzo 2003 il sito della Casa Bianca diffuse la notizia che la coalizione era composta da 48 paesi.
      L’evoluzione ha portato a dare diversi nomi alle missioni in IRAQ
      per cui hanno suddiviso in più periodi la loro presenza e i loro interventi
      che per l’Italia è iniziata nel Luglio 2003
      per poi continuare con l’operazione NATO Training Mission – Iraq
      quindi la NATO non c’entra?
      in un territorio ed angolo di mondo che è una minaccia degli stati europei?

      "Mi piace"

    • Jonny
      anche tu ti nascondi dietro le parole
      ma io ricordo che:

      La coalizione era soprattutto un modo per ottenere una certa copertura politica alle azioni di Stati Uniti e Regno Unito. Poiché l’obiettivo di rinforzare militarmente la coalizione era del tutto secondario (nessuno dei Paesi che si sperava di coinvolgere disponeva di forze paragonabili a quelle USA), Bush e Blair puntarono soprattutto sul numero di Stati che partecipavano alla coalizione, piuttosto che sull’entità del loro contributo.

      Per quanto l’invasione fosse condotta dalle sole forze di USA, Regno Unito, Australia e Polonia nel marzo 2003 il sito della Casa Bianca diffuse la notizia che la coalizione era composta da 48 paesi.
      L’evoluzione ha portato a dare diversi nomi alle missioni in IRAQ
      per cui hanno suddiviso in più periodi la loro presenza e i loro interventi
      che per l’Italia è iniziata nel Luglio 2003
      per poi continuare con l’operazione NATO Training Mission – Iraq
      quindi la NATO non c’entra?
      in un territorio ed angolo di mondo che è una minaccia per gli stati europei e per l’Italia in particolare?

      "Mi piace"

    • Jonny
      quello che non capisco del tuo ragionamento è che:
      ci sono padroni peggiori.

      ma per quale ragione dovremmo stare al guinzaglio di qualcuno?
      lo siamo stati per secoli
      ci siamo ribellati, i nostri avi sono riusciti a riunire l’Italia ed avere l’indipendenza a costo di immani sforzi e vite.
      ed ora dobbiamo ancora restare succubi?
      ma chi l’ha detto che dobbiamo giocare una partita mondiale
      non ci basta il nostro lago da badare? in cui stiamo prendendo schiaffi da tutti?
      concentriamoci sulle nostre prerogative
      e facciamo accordi con chi cxxo vogliamo noi,
      non alleanze che diventano prigioni se fatte con un paese troppo più forte,
      e rispettiamo la nostra Costituzione per una volta!!!!

      "Mi piace"

      • @ Adriano: vedi carissimo, un conto sono i sogni, e un altro la realtà. Se lo siamo stati per secoli, un motivo ci sarà, e di sicuro ha a che fare con l’innato, italico opportunismo che da tempo immemore è parte della nostra cultura.

        I nostri avi hanno combattuto per l’indipendenza: verissimo, ma hanno vinto la loro guerra (non un dettaglio di poco conto); in seguito, è capitato che i nostri nonni (bis e tris) ne abbiano combattuta un’altra (che doveva servire ad assecondare le manie di grandezza di qualcuno), ma purtroppo è finita un po’ diversamente: sono giunti a consegnarsi mani e piedi, purché il nostro avversario cessasse di distruggerci.

        Chi vuole cambiare questo stato di cose deve innanzitutto sapere che per farlo è necessario combattere una nuova guerra, quella di emancipazione dagli Stati Uniti (quello dell’alleanza è solo un comodo espediente per mascherare con un po’ d’ipocrisia, agli occhi dei più, una realtà che racconta di un rapporto di sudditanza, non certo paritario come dovrebbe essere tra alleati).
        Io per primo sarei contento di non dover dipendere da un alleato così ingombrante, ma bisogna anche rendersi conto che l’Italia non dispone delle risorse né della forza necessarie per poter camminare con le proprie gambe. Vediamo le principali difficoltà.

        Anche se fosse possibile uscire dall’orbita americana semplicemente dichiarandolo (quindi eleggendo, possibilmente con una maggioranza forte, una formazione che abbia questo come punto qualificante del proprio programma, formazione che attualmente non esiste e che, se esistesse, verrebbe inesorabilmente osteggiata dall’esterno e dall’interno in ogni modo possibile, lecito e illecito), il passo successivo sarebbero le inevitabili ritorsioni da parte americana (difficile ipotizzare che si accontenterebbero di un semplice “grazie e arrivederci”). Siamo italiani, non ucraini, per farci cagare sotto non serve mica un’invasione in grande stile: basterebbero una decina di bombardamenti mirati effettuati dai droni sui nodi-chiave della rete elettrica per lasciarci al buio, metterci in mutande e renderci immediatamente disponibili a votare qualsiasi cosa (poi vediamo se il problema sono ancora i condizionatori: io dico che la maggioranza sarebbe disposta a modificare perfino la Costituzione, ovviamente in peggio).
        Per giustificare la cosa agli occhi dell’opinione pubblica americana (di cui una buona metà è composta da gente che non saprebbe neppure indicare l’Italia su un mappamondo) andrebbe bene una scusa qualunque, eventualmente anche fabbricata alla bisogna, in modo da appiccicarci addosso un’etichetta qualsiasi, purché con connotazione negativa. Terroristi è un termine ormai inflazionato, nazisti è già stato preso, negri-ebrei-comunisti è ormai demodé, probabilmente direbbero che siamo tutti mafiosi, o razzisti (e non senza ragioni). E giù bombe.
        A quel punto, a chi ci rivolgeremmo per chiedere aiuto? La sproporzione militare è schiacciante, la Nato sarebbe appena stata sfanculata, degli appelli del Papa non è mai fregato niente a nessuno, finirebbe che dovremmo giocoforza porci nell’orbita di qualcun altro, e questo qualcuno nel XXI secolo si chiama solo Russia o Cina (che evidentemente vorrebbero qualcosa in cambio, esattamente come gli altri, e questo qualcosa può assumere le forme più disparate ma si può sempre riassumere in un solo termine: sudditanza).

        Quindi perdonami, ma se considerassi così allettante l’occasione di poter vivere come un russo o come un cinese, me ne andrei semplicemente a vivere in Russia o in Cina, certamente non combatterei una guerra per portarli qua. Si chiama pragmatismo.
        Cordialmente.

        "Mi piace"

    • Jonny
      tu sei un grafomane!
      un modo più diretto per dire le cose?

      Non occorre mica sfanculare gli USA,
      troppo pericolose le ritorsioni,
      non militari come pensi tu,
      ma economiche.
      Prendo ad esempio la Turchia
      è nella Nato, dipende per tantissime cose dall’occidente
      ma si comporta come si comportava l’Italia fino a qualche decennio fa.
      Amici si, ma dov’è il mio tornaconto? (ce ne sarebbero tantissime di occasioni)
      Poi è arrivato un certo magnate, che ha messo a disposizione il qulo degli italiani,
      da quel momento in poi tutti a 90 a prescindere,
      MONTI, LETTA, RENZI, E ADESSO QUESTO OBBROBRIO CHE NON SO CHE ANIMALE SIA
      LETTA,RENZI,DI MAIO, BERLUSCONI, SALVINI, MELONI, DRAGHI (Conte credo non sappia cosa fare con i deficienti opportunisti con cui ha a che fare)
      TUTTI A BACIARE LA SUOLA DELLA PANTOFOLA USA!!!!!
      siamo così scontati che non c’è ancora un ambasciatore in Via Veneto da gennaio 2021!!!
      Noi corriamo dietro a Biden, ma sono sicuro, che moltissime cancellerie europee sono preoccupatissime
      dalla posizione assunta dagli USA.
      Varrebbe la pena che l’Italia, se avesse una politica estera, si infilasse in questa crepa.

      "Mi piace"

      • Perdonami, ma sei stato tu a sostenere che non dobbiamo per forza stare al guinzaglio di qualcuno. Ebbene, toglierselo significa esattamente questo: sfanculare gli Usa. Ad ogni modo, sono lieto di constatare che concordiamo sulla fattiva impraticabilità di una soluzione di questo tipo.
        Certamente quelle militari sarebbero l’extrema ratio, le precedenti ritorsioni economiche basterebbero ed avanzerebbero per farci cambiare idea all’istante (personalmente, ritengo che anche il solo ventilarle sarebbe sufficiente a sortire l’effetto desiderato).

        Le cancellerie a cui ti riferisci, pur essendo anche loro sostanzialmente succubi dell’ingombrante alleato, godono di un potere negoziale decisamente superiore al nostro, ognuna col suo valido motivo (i rapporti di forza non sono mai identici: quando un padrone ha molti cani al guinzaglio non li tratta mai tutti allo stesso modo; magari a qualcuno concede anche di muoversi senza guinzaglio, purché si comporti come se lo avesse).

        Credo che tu sia fuori strada nel ritenere che prima di Berlusconi (che pure si è particolarmente distinto per servilismo) l’Italia non baciasse la pantofola americana, magari basandoti su episodi come quello di Sigonella (una patetica sceneggiata utile solo a salvare le apparenze). Sono solo inezie, tutto sommato ininfluenti nel complesso rapporto che da lunghi decenni ci lega a filo doppio (come lo sono state anche il Cermis e come presto diventerà il caso Cerciello Rega).
        Chi, peraltro legittimamente, attribuisce un certo grado di importanza alle suddette inezie, magari potrebbe cominciare dal non lamentarsi sempre della gamba sana, quando si presentano rare occasioni storiche in cui al Governo ci sia qualcuno che, almeno, manifesti una volontà, reale e non solo di facciata, di camminare a schiena dritta sul palcoscenico internazionale, come nel caso di Conte (tolto lui, con chi credevi che l’avrebbero sostituito, con Cavour?), invece di addossargli la qualunque e di svillaneggiarlo con quell’odiosa espressione, “il fu-M5S”.

        Ti saluto e ti ringrazio per il civile scambio di idee, se fossero tutti così il mondo sarebbe un po’ meno schifoso.

        "Mi piace"

  3. Gentile Paolo, concordo sullo schifo dei nazisti di qualunque nazione, ma aspetto che grazie al democratico dittatore invasore Putin dopo gli Ucronazi (circa 40.000.000 di abitanti tutti con svastiche tattuate sul braccio e che girano con il passo dell’oca) ora scopriamo che esistono anche i Finnonazisti e gli Scandinazisti (con relativi Presidenti di Nazioni democratiche indipendenti e sovrane ubriaconi e drogati) che motivino una bella aggressione. Senza nessuna polemica nei suoi confronti mi chiedo, ma siamo così sicuri sicuri che qui in Italia non vi siano politici o membri delle forze armate e dell’ordine che non aderiscano alla ideologia nazista o fascista? Perché se ce ne fossero, allora sarebbe meglio che a Mosca non si sapesse. Cordialità.

    Piace a 3 people

    • Gentile Davide,
      Mi dispiace contraddirla. Ma io ho informazioni che lei non ha: un amico giornalista che ha girato in lungo e largo l’Ucraina mi ha raccontato di bambini tatuati, ragazzini con la svastica disegnata sulla maglietta e poi tutti i vecchi, con il bastone, che gridavano hei hitler (mi sembra si dice cosi). Peccato che non è informato!

      "Mi piace"

      • Gentile Domenico, ha ragione lei, purtroppo non ho notizie di prima mano date da amici o giornalisti (come credo decine di milioni di italiani). Mi limito a esprimere il mio pensiero basandomi sui fatti accertati, senza guardare i pollai TV e cercando di evitare al massimo la propaganda. Non ho la verità in tasca ovviamente, ma solo un pensiero basato su una analisi critica dei fatti, tralasciando il becero tifo sui personaggi protagonisti di questo dramma umanitario. Cordialità.

        "Mi piace"

  4. Motivi per fare le pulci al migliorissimo Marchese del Draghi ne esistono tantissimi. Però mi meraviglia come un giornalista come Travaglio ora si attacchi alle parole (o a giochi di parole indegni anche del peggior Emilio Fede) per mettere in evidenza la pochezza politica dell’ex banchiere, sorretto dalla mummia sicula e dai poteri marci, ormai malsopportato anche dalla cortigiana classe politica italiana.

    "Mi piace"

  5. La linea editoriale ,dopo elezione di Draghi a PdC da parte del parlamento Italiano(fatto normale nella nostra democrazia parlamentare)  ma soprattutto dopo la guerra di Putin(che secondo i sondaggi “indipendenti Russi”di Marc Innaro è apprezzata dal 89% del popolo russo), il che fa pensare che Putin democraticamente segue i sondaggi e quindi opinione condivisa “di una Guerra contro Ucraina”dal popolo russo) .Non riesco più a leggere il fatto” con il Suoi  Direttori che sposano con acredine un “operazione speciale” di  di Putin , il quale sarebbe stato istigato dall’espansione della Nato,dal guerrafondaio  Biden e U.E nonchè da Draghi .. Ricordiamoci sempre che lo Stato”canaglia non è Ucraina e che le azioni delinquenziali contro i russofoni(cosi dice Putin) non sono il vero motivo dell’invasione ,ma la Russia che militarmente occupa uno stato Indipendente .Ricordiamoci anche che il Vulnus alle libertà di informazione non sono fatte la maggioranza dei quotidiani italiani ,europei e mondiali, ma dal bavaglio di Putin ai giornalisti e le fake news della sua intellighenzia.Il fatto nel novembre del 2020 commentava “Biden presidente è la notizia più bella di questo infame 2020” lascio come lettore con amarezza quel giornale ma non riesco più a capirlo

    "Mi piace"

    • Allora hanno ragione quando dicono che papà Francesco è un putiniano. Si vada a vedere le celebrazioni del 9 maggio nei paesi liberati dai russi, a si è vero scusi, sono messe in scena, i protagonisti sono tutte comparse

      "Mi piace"

    • Non so che giornale legga lei, evidentemente NON è Il Fatto Quotidiano.
      Nessuno MAI ha appoggiato l’invasione russa, semplicemente hanno evidenziato che la guerra tra Ucraina/NATO e Repubbliche Separatiste/Russia è iniziata nel 2014, ma se si volesse fare un ripassino della storia recente di quelle zone, anche prima del 2014 la situazione per le minoranze in Ucraina non era molto allegra.
      Direttori che sposano con acredine un’operazione speciale di Putin?
      Ma cosa diavolo legge lei?
      Il vulnus della libera informazione in un sistema democratico qual’è quello che noi professiamo è non poter criticare la politica USA/NATO senza essere tacciato di essere filo Putin oppure di essere a favore delle dittature.
      Forse, visto che lei dichiara di non leggere più Il Fatto da un po’, non dovrebbe criticare qualcosa che non conosce sulla base di sentito dire.

      Piace a 1 persona

  6. Con zero armi saremmo arrivati ad una resa e ad una trattativa diplomatica … il massacro c’è e ci sarà se si continua ad armare la guerra (o la pace come preferite). Così invece sta valendo la legge yankee: armiamoci dentro casa non si sa mai (Finlandia. Svezia). Chi ha mai etichettato 40 milioni di ucraini come nazisti…. perchè giocare sporco estremizzando il pensiero altrui?

    Piace a 1 persona

    • Gentile eppy, forse interpreto male, ma mi sembra di capire che lei giustifichi l’invasione di una superpotenza, senza che uno Stato invaso abbia il diritto di difendersi e resistere all’occupante. Ovvio che se uno di arrende subito, avrà meno morti. Ma subirà per sempre il controllo politico dell’invasore. Ma se l’invasore non avesse mai invaso ( con pretesti per nascondere i veri interessi economici e politici, peggiorando di fatto la situazione iniziale in entrambi i campi) non si avrebbero avutibla distruzione e l’insensato massacro (cit. Papa Francesco) di civili ucraini e militari russi e ucraini. Cordialità.

      "Mi piace"

    • Con zero armi saremmo arrivati ad una resa e ad una trattativa diplomatica
      Tua opinione, che rispetto ma non condivido, e il motivo è che, di fronte ad una resa incondizionata o comunque rapida da parte ucraina, non c’è proprio più nulla da trattare (Putin avrebbe avuto già tutto ciò che desiderava, che motivo avrebbe avuto per trattare?).
      La mia è che se Putin (come sostanzialmente ha fatto) avesse detto “l’Ucraina è roba mia” e la Nato, o gli Usa, o l’Occidente (non sono esattamente la stessa cosa, ma diciamo che i termini sono intercambiabili), nonostante una richiesta diretta di aiuto da parte dell’aggredito, avesse risposto “prego, si accomodi”, adesso come adesso starebbe probabilmente dicendo “la Finlandia è roba mia”. A quel punto, cosa si dovrebbe rispondere? Ancora niente? Oppure “l’Ucraina si perché sono dei drogati nazisti e la Finlandia no perché c’è Babbo Natale”?

      Chi ha mai etichettato 40 milioni di ucraini come nazisti…. perchè giocare sporco estremizzando il pensiero altrui?

      Scusa, ma sulla base di che cosa affermi che io giochi sporco? Mi sembra che tu sia piuttosto nuovo qui; ti posso assicurare che, almeno da queste parti, l’hanno fatto in tanti (ormai c’è chi non li chiama nemmeno più ucraini, ma direttamente “ucronazi”).
      Se non mi credi, puoi accertartene tu stesso direttamente sul sito, oppure googlando (se non ne fossi in grado, posso eventualmente essere d’aiuto fornendo qualche link, anche se non la ritengo questione particolarmente derimente).

      "Mi piace"

  7. Altra estremizzazione dell’altrui pensiero… ha capito malissimo. E’ abbastanza sterile continuare a discutere come se l’anno zero fosse partito il 24 febbraio. Vi piace stare dalla parte del più debole solo quando vi sentite protetti dal più forte. E se deve citare Papa Francesco lo citi per intero. Cordialità anche da parte mia.

    Piace a 1 persona

    • Gentile Eppy, mi scusi se ho interpretato male il suo pensiero. Piuttosto che pensare di averlo estremizzato, se volesse rendermelo più chiaro le sarei grato. Cordialità.

      "Mi piace"

    • X Eppy
      😂 guarda che stamattina si sono svegliati male!
      Meglio lasciarli sfogare x Un’altro po’.
      Ad ottobre con i primi freddi e poco gas si
      Raffrescheranno da soli.

      "Mi piace"

  8. Incredibile quanto sostenitori degli ucronazzisti ci siano in Italia, e quanti, ancora di più sostengano un organizzazione criminale e guerrafondaia come la nato che ha al suo attivo milioni di civili massacrati e altri milioni costretti a fuggire dalle loro case e dalle loro terre,
    Proprio vero, il cane lecca la mano del padrone anche se questi lo prende a calci e lo fa combattere con altri cani,

    Piace a 1 persona

  9. E tu conosci la matematica come la politica

    La vicenda di Davide e Golia è narrata nella Bibbia e in particolare nel Primo libro di Samuele. È datata intorno al 1000 a.C. !

    Quanti secoli sono ?

    "Mi piace"

  10. LO STATO NAZISTA MODERNO.
    Lo stato nazista è una struttura piramidale al vertice della quale si è insediato un capo assoluto che ha diritto di  vita e di morte su tutti i suoi sottoposti. I quali, a loro volta, hanno diritto di vita o di morte sui rispettivi sottoposti e così via. Poiché le parole del capo non possono essere banalmente contraddette, nello stato nazista non esiste la libertà di stampa, sostituita dalla religione del capo, una specia di mein kampf aggiornato, diffusa h24 dalla propaganda martellante, fatta tutta di bugie, stile goebbels. Ovviamente il capo è a vita e si assicura il potere terrorizzando i suoi sottoposti, mandandoli a morte o incarcerandoli a vita al MINIMO  sospetto di insubordinazione. Lo stato nazista moderno, rispetto all’originale declinato da hitler, presenta in più solo la piccola particolarità  dell’ossessiva ricerca dell’arricchimento personale del capo. Attraverso l’appropriazione delle risorse del paese, come se fossero nella sua  ESCLUSIVA disponibilità. Insomma il capo nazista moderno è il capo dei capi delle varie consorterie mafiose che lo “aiutano” a depredare le risorse del paese. Le cosiddette oligarchie, costrette a pagare il pizzo per poter continuare a rubare le risorse di uno stato fatto da sudditi, salvo gli eroi, che a costo della vita, osano alzare la testa. È così che il capo nazista riesce ad accumulare talmente tante risorse economiche da farne, anche, l’uomo più ricco della terra: basta un patrimonio di 200 miliardi. Risultato: lo stato nazista moderno non è altro che una potentissima mafia che si è  fatta stato. Praticamente la Russia ed il suo supremo capo mafioso. Alla domanda retorica: mille reina messi insieme potrebbero bastare per fare un putin?  Risponderei NO, ce ne vogliono moooolti di più!

    Piace a 1 persona

    • Ma che cosa vai raccontando
      Abbiamo esempi più lampanti, abbiamo la famiglia bush, noti criminali con all’attivo milioni di morti, abbiamo i Clinton, altri mafiosi altre decine di migliaia di morti, Obama, Nobel per la pace con guerre distruzione e decine di migliaia di morti e sfollati a milioni, e per finire abbiamo rimbambidet, un criminale rimbambito che vuol fare fare la guerra fino all’ultimo ucraino e se possibile anche fino all’ ultimo europeo.
      PS la famiglia Kennedy deve le sue fortune al traffico e contrabbando di alcool nel periodo del proibizionismo essendo a capo della mafia irlandese.
      In confronto a questi Putin è un angioletto.

      Piace a 1 persona

      • Io mi abbevero a molte fonti, ma inquinate come quelle msm che poi sono uguali a quelle della repubblica popolare corea del nord,
        Ossia itaggliane e soci, roba da sorci e sorcio è chi gli dà credito.

        "Mi piace"

      • Ah, ah inquinate come quelle di quell’altro socio nordcoreano.
        Insomma robbba da sorci, anzi da ratti. Ma ancora più sorci e ratti chi accorda loro credito. Perfetto!

        "Mi piace"

  11. Draghi, checché se dica è un grande, in poco più di un anno è riuscito a distruggere la scuola e la sanità pubblica, e nello stesso tempo è riuscito, pronta cassa, a trovare 13 miliardi aggiuntivi per armamenti, Ameri cani ovviamente e rifornire con scorte di magazzino gli ucronazi,
    È riuscito anche a farci ripiombare in recessione e portare l’inflazione ad oltre il 10%
    Per essere un economista ha fatto veramente la figura di merd.. pochi sarebbero stati peggiori di lui.

    Piace a 2 people

  12. Richiedo una perizia psichiatrica! Il capo del Governo, che tra l’altro ci ha trascinato in guerra, non può avere uno stato psico-fisico altamente compromesso, come pare dimostrare quotidianamente questo vegliardo….non per anagrafe ma, a giudicare da ciò che dice e da ciò che fa, sembra che la natura sia stata assai matrigna e l’abbia usurato anzitempo…..a meno che non sia tutta una gag e lui sia il redivivo Ridolini.

    "Mi piace"

    • Il capo del Governo, che tra l’altro ci ha trascinato in guerra,

      Ah sì? E dimmi un po’: quali italiani la starebbero combattendo? Mi risulta che le armi ancora non combattano da sole (a meno di non confondere Draghi con Skynet).

      Richiedo una perizia psichiatrica!

      Accordata, offro io.

      Piace a 1 persona

      • Lei è ossessionato da me…..
        Offre lei la perizia psichiatrica? A me? O a Draghi? O a tutti quelli che leggono i suoi sproloqui passivo aggressivi?
        Quindi ha da consigliare perché usufruisce da decadi di sostegno e terapia psichiatrica?
        Vuole caldeggiarmi il suo psichiatra?
        Quindi vuole raccomandarlo?
        Quindi lei è speculatore clientelare? Quindi lei vive prendendo la percentuale, come al multilevel marketing?
        Quindi non è ossessionato da me ma prova a lucrare?
        Quindi lei per professione passa il tempo su blog italici offendendo e attaccando, commentando sarcasticamente e prendendo di mira le persone per poi offrirgli i suoi servigi?
        Tipo mafia?
        Prima mette le bombe e poi offre protezione?

        "Mi piace"

    • Come hai fatto a dedurre tutto ciò da queste poche righe (di cui la metà erano le tue)? Devi essere molto intelligente, forse perfino troppo per questo mondo: hai proprio indovinato, e faccio anche di peggio. Però la copla non è mia, ma di Bill Gates: mi controlla tramite il 5G sfruttando il grafene che (con estrema voluttà) mi sono sparato in corpo, per cui prenditela con lui.

      Vedo che continui ad accusarmi di offendere senza essere mai riuscita a produrre uno straccio di prova, evidentemente non sopporti le tue stesse affermazioni.

      "Mi piace"

      • Lei ha grossi deficit! Non sa leggere.
        Forse si tratta di analfabetismo funzionale….
        Chissà, eppure mi ero prodigata a risponderle.
        Vabbè pazienza, la tratterò con compassione…mi spiace per la sua condizione, provi con una cura depurativa, magari con una purga….non so se funziona con il suo 5G ma sicuramente le farà tornare il buonumore.

        "Mi piace"

      • @ Elena: trattami pure come ti pare, tanto ho le spalle larghe e sono in grado di sopportarlo. Nel mio piccolo, mi accontenterei che non ne facessi ogni volta una questione personale, dato che è irrilevante ai fini di quello che tu ritieni essere “il dibattito” qua su infosannio.

        "Mi piace"

  13. Vedo che i pro “+ armi!” usano sempre i soliti argomenti fantoccio dicendo e/o facendo intendere quanto segue:

    1- Putin dice che sono tutti nazisti, quindi vuole uccidere 40 MLN di ucraini (russofoni compresi).

    2- Se vince Putin ci sarà la schiavitù per tutti gli ucraini (non li uccide più).

    3- Putin dice che Svezia e Finlandia vogliono dichiarare guerra al mondo.

    4- L’Ucraina è un eden di libertà e democrazia che va difeso da un regime dittatoriale.

    5- I nazistelli son 4 gatti, niente di cui preoccuparsi,
    ————————————————————————

    1- Non l’ha mai detto e/o fatto intendere.

    2- In realtà, nella bozza delle trattative, si parlava di statuto speciale per Crimea e Donbass, non di fare di tutta l’Ucraina una colonia ai lavori forzati.

    3- Il recente tentativo di false flag in Transnistria, per incolpare i russi, dovrebbe far capire a tutti che potrebbe accadere anche al confine di Svezia e Finlandia. La loro entrata nella Nato è come mettere della benzina vicino al fuoco.

    4- L’Ucraina non ha niente di democratico.
    https://www.repubblica.it/esteri/2015/04/16/news/ucraina_ucciso_giornalista_filorusso_a_kiev_e_il_terzo_omicidio_politico_in_24_ore_lo_sdegno_di_putin-112106358/?fbclid=IwAR2HMkyT2_fGSwJhIbTsTa2mfV8VhxCd9fJNoS7Htbp1oFII8O_SshOOrl8
    Se cade la balla della democrazia, cade anche il motivo per cui solo all’Ucraina abbiamo inviato armi, fregandocene di tutti gli altri Stati invasi nella storia. Non abbiamo mandato armi in regalo a Saddam, quindi si può benissimo non mandare armi in Ucraina. Senza la montagna di armi ricevute, il pupazzo di Kiev avrebbe subito concesso lo statuto speciale e ora non ci sarebbe nessuna guerra.

    5- I neo nazisti sono forze armate e di polizia. Ciò vuol dire che se ti entrano in casa perche sospettano tue simpatie verso la Russia, in quel momento loro sono praticamente Dio e tu puoi solo pregare.
    Il procuratore generale ucraino è un pinco pallino qualsiasi nominato dal presidente. Non so quello attuale, ma quello nominato da Poroshenko non aveva neanche una laurea in giurisprudenza, e fu quello che difese il “pacificatore”, ovvero una lista di proscrizione dove vengono inseriti foto e dati di, A LORO DIRE, terroristi e nemici del popolo, come il fotoreporter Andy Rocchelli che fu ucciso volutamente dall’esercito ucraino.

    Piace a 2 people

    • Ammetto che fa un certo effetto veder citata come fonte (curiosamente in quota prorussa e antiucraina, ma tu guarda a volte il caso) nientepopodimenoché La Repubblica del 2015, non fosse altro perché siamo sotto ad un editoriale di Travaglio, che ha sempre fatto della grassa e ben motivata ironia nel ricordare a tutti che, all’epoca, Rep campasse quasi più coi rubli che con gli euro.

      La supposta democrazia o meno dell’Ucraina c’entra come i cavoli a merenda, dato che le armi le mandiamo tranquillamente anche allo Yemen, senza che ci si faccia tanti scrupoli.
      Il resto sono farneticazioni ai limiti del lisergico che non valgono nemmeno il poco tempo necessario a smontarle, tanto la malafede era palese già dall’incipit.

      "Mi piace"

      • A proposito, nessuno ma proprio nessuno nessuno ha notizie della cosiddetta “democrazia” nelle zone “liberate” del Sud-Est ucraino?

        Chiedo per un amico venditore di spazzole elettriche…

        "Mi piace"

  14. “La supposta democrazia o meno dell’Ucraina c’entra come i cavoli a merenda, dato che le armi le mandiamo tranquillamente anche allo Yemen, senza che ci si faccia tanti scrupoli.”

    A me risulta che VENDEVAMO armi a chi bombarda lo Yemen, non che REGALIAMO armi allo Yemen per difendersi come facciamo con la “democratica” Ucraina.

    Ritenta che sarai più fortunato.

    “la malafede era palese già dall’incipit”

    Arrotola quella coda di paglia, che qualcuno potrebbe inciampare e farsi male.

    Piace a 1 persona

      • Non occorre essere un genio per capire che l’Ucraina, da anni il paese più povero del continente europeo, non le pagherà di certo.

        Armi all’Ucraina, paga l’Ue
        Forse, la novità maggiore emersa oggi a Bruxelles è che “per la prima volta in assoluto l’Unione europea finanzierà l’acquisto e la consegna di armi ed equipaggi a un Paese sotto attacco”. Si tratta di una “svolta” secondo le parole della presidente della Commissione Ue, Ursula von der Leyen.
        https://europa.today.it/attualita/ue-paga-armi-ucraina-bielorussia.html

        "Mi piace"

      • “per la prima volta in assoluto” è una dedica della Von der Leyen al tizio che mangia i cavoli a merenda.

        "Mi piace"

      • Allora, Guido, genio del casso, quando scendi dal pero per andare incotro a Babbo Natale ti spiego come funziona il commercio degli armamenti…

        "Mi piace"

  15. Il pacchetto di aiuti da 40 miliardi di dollari pianificato da Washington a Kiev è sicuramente impressionante. Ma non è il 2011, quando la macchina da stampa lanciata dalla Fed ha inondato ogni problema con una cascata di dollari senza effetti collaterali visibili per la popolazione degli Stati Uniti e dell’Europa. L’economia non può più far fronte ai costi di una politica così irresponsabile e il suo proseguimento danneggia la stabilità del sistema occidentale stesso, che è sentita dai cittadini.
    Alla fine il dollaro farà concorrenza alla carta da culo regina, rotoloni rotoloni,

    Piace a 1 persona

  16. Insomma prendiamo atto che vige la legge del più forte, che ha diversi mezzi e modi di applicazione, economica, finanziaria, sociale e militare. …l’ applicazione economica/sociale si chiama capitalismo neoliberista, miete vittime senza armi, guerre non convenzionali, poi abbiamo pure l’ applicazione bellica, che si chiama esportazione della stessa legge, sempre del più forte, con mezzi militari….in sintesi guerra convenzionale con adeguamento forzato al modello neoliberista… guerra, sociale, non convenzionale. ….i fautori da decenni guerrafondai sono i democratici, mentre se la stessa legge, del più forte, viene esercitata da altri sono i criminali. …..io credo che la legge del più forte sia criminale in sé, chiunque la applichi e con qualunque mezzo, convenzionale o non convenzionale. …….Se gli ucraini hanno il diritto di reagire alla prepotenza del più forte, perché gli altri popoli no? Perché se il prepotente si chiama Usa/Nato la sua prepotenza è legittima, mentre la prepotenza altrui è condannabile? Se vige la legge del più forte con la fatalità che non permette alternativa, gli ucraini sono in compagnia, ultimi arrivati…….ad altri popoli non è stato permesso né reagire, né difendersi e le armi sono servite alla repressione di ogni possibile dissenso, autodeterminazione, scelta e resistenza, di chi non accettava la legge criminale del più forte…..la nostra….che per autoproclamazione abbiamo deciso che la nostra guerra è santa, la nostra legge del più forte è democrazia e che i barbari sono sempre gli altri……Meno ipocrita moralismo, vogliamo arrivare alla terza guerra mondiale per vedere chi sa applicare meglio la legge del più forte? Bene, diciamocelo senza tanta retorica, ed i sopravvissuti almeno avranno la possibilità di sperimentare la guerra con la fionda. …probabilmente ne vieteranno l’ uso come per qualsiasi altra arma…..fino a quando regge la memoria e non cresce la stupidità. ….

    Piace a 1 persona

    • Se gli ucraini hanno il diritto di reagire alla prepotenza del più forte, perché gli altri popoli no?

      Il diritto ce l’hanno tutti, poi bisogna vedere come intendono esercitarlo. Quando la sproporzione di forze in campo è così evidente, ovvero quasi sempre (i bulli del mondo sono tutti uguali: se la prendono sempre col più piccolo), è fin troppo ovvia la necessità di un appoggio esterno, in assenza del quale certe sorti paiono inesorabilente segnate (anche se non necessariamente: se guardiamo all’esempio di quanto successo a Cuba, in Vietnam o in Afghanistan, quest’ultimo sia per parte americana che in precedenza russa, vediamo che alla fine l’opera di bullismo è diventata talmente sconveniente per i bulli, da costringerli mollare la presa).

      Perché se il prepotente si chiama Usa/Nato la sua prepotenza è legittima, mentre la prepotenza altrui è condannabile?

      Io parlo solo a nome mio e non l’ho mai considerata legittima, anzi, l’ho sempre condannata, ed è per questo che adesso condanno la prepotenza russa: perché giudico cose uguali con lo stesso metro (è chiamato “onestà intellettuale”). Vale anche per la Cina col Tibet o con Taiwan, a puro titolo d’esempio.
      Altra cosa è il rendersi conto di come oggettivamente giri il mondo, in modo da formarsi un’opinione il più possibile scevra da pregiudizi, senza scandalizzarsene ad ogni nuovo giro di giostra: il fatto che concordiamo appieno sulla criminalità insita nella legge del più forte non fa alcuna differenza nella sua ineluttabile applicazione.

      "Mi piace"

      • Eccolo qua, la drag-queen ucrofila.

        Sei al 10o post in questa discussione, con il tuo braccino alzato e la bandierina dietro.

        E ancora non hai fatto le valigie per liberare gli eroi di Azovstal.

        "Mi piace"

      • Ma che bravo, sai contare fino a dieci. Ho sempre detto che il programma delle elementari è quello più consono per te, e ti ringrazio per averlo confermato una volta di più.
        Per arricchire ulteriormente la tua già ragguardevole collezione di figure da mentecatto, ora non ti resta che non spiegare quale sarebbe il numero giusto, e perché.

        "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...