Corsi e ricorsi retorici

(Pietrangelo Buttafuoco) – A proposito di italiani. Sarebbe un magnifico esperimento quello di pubblicare appaiate, ogni giorno, le prime pagine del Corriere della Sera o di una qualunque testata storica, dal settembre 1939 – lo scoppio della Seconda Guerra Mondiale – con quelle di adesso. Dal 24 febbraio 2022 ovviamente, dall’inizio dell’invasione russa in Ucraina. E sarebbe stupefacente l’esatta corrispondenza. Corsi e ricorsi retorici. La Germania, ieri. Gli Usa, oggi. E – come ieri, anche oggi – l’incrollabile fede nella vittoria. Per poi adeguarsi, trionfali, alla disfatta.

9 replies

  1. In effetti Gianbattista Vico rischia di essere il filosofo più nominato della storia, ma la storia si evolve con l’evolversi delle corruzioni o ruberie che indignano sempre più la gente comune, figurati i poverissimi Ucraini dove lo stipendio medio è di 248,36 euro.
    Ma lo sapevate che proprio l’Ucraina importa a manetta auto costosissime e altri beni di lusso? Le esenzioni legate alla guerra permettono infatti di non pagare IVA e tasse di importazione. Migliaia e migliaia di Mercedes, Audi, Cadillac intasano i varchi doganali d’ingresso.

    Non lo dice la propaganda russa, bensì un viceministro del Governo ucraino. Se ne vergogna (almeno questo…) e suggerisce di correggere celermente la normativa. Non risulta che stia avvenendo.

    La fonte della notizia è la pagina Facebook del viceministro delle Infrastrutture, Mustafa Nayem. Ha radici afghane ed è un veterano di Euromaidan, il cambio di regime che nel 2014 ha introdotto l’Ucraina nell’orbita dell’Occidente. Il sito di Open4Business, un’agenzia ucraina specializzata in business internazionale, fornisce il succo in inglese.

    Antefatto. L’Ucraina ha deciso di abolire l’IVA e di ridurre ai minimi termini le pretese dell’erario. Sarà così finché rimarrà in vigore la legge marziale introdotta in seguito alla guerra. Significa che sono praticamente esentasse anche i profitti di guerra. Ci sarà ben qualcuno che vende divise all’esercito e che improvvisamente si trova con una gran quantità di commesse… Ebbene, il fisco non gli darà granché noia.Ma quante auto di lusso esentasse o quasi entrano in Ucraina? Sono state 14.300 solo nei primi otto giorni di deregulation (cioè fino al 12 o al 13 aprile), ha scritto su Facebook il viceministro Mustafa Nayem.

    Polonia, Slovacchia e Romania sono stupite, ha aggiunto, dal fervore con cui un Paese in guerra rinnova il suo parco veicoli. Sono addirittura scioccate dalle importazioni su scala industriale di auto di lusso “per le necessità delle forze armate”.

    A quanto riferisce il viceministro, fra i veicoli esentasse entrati in Ucraina ci sono decine di BMW X5, Mercedes-Benz S-Class, 2022 Audi Q7 e addirittura Cadillac Escalade. Quest’ultima in Italia costa circa 130-160 mila euro. Prima di acquistare un’auto di lusso durante una guerra, probabilmente i ricchi ucraini si sono tolti ben altri sfizi. E poi, per salvare dalle bombe la Cadillac esentasse, basterà portarla all’estero subito dopo averla immatricolata….(da Visione TV) Non amo i copia –
    incolla ma questo ci fa capire che razza di squali si agitano in questa guerra nella quale il popolo Ucraino è solo l’esca che si butta nell’acqua per attirare miliardi e miliardi che vanno a rimpinguare la classe dirigente di quel paese.
    Benvenga una guerra atomica capace di spazzare via tanta malvagità! Ah, me lo hanno fatto proprio dire!

    "Mi piace"

  2. Tanto va’là gatta al lardo che ci lascia lo zampino.

    E il covid sembra essere ucraino: clamorosa inchiesta sugli inglesi
    29.04.2022 11:42

    Fonte: Exclusive.kz
    Tre mesi prima che il mondo venisse a conoscenza del COVID-19, il Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti ha pagato i contratti per la sua “ricerca”, come ha scoperto la pubblicazione conservatrice britannica The Exposé.
    Ricorda: l’11 febbraio 2020, il capo dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, Tedros Adhanom Ghebreyesus, ha annunciato che il nuovo coronavirus che si era diffuso dalla Cina aveva ricevuto il nome ufficiale di COVID-19. A questo giorno si sapeva già del medico del reparto di ricovero del Wuhan Central Hospital Ai Feng, al quale il 18 dicembre 2019 è stato portato un uomo di 65 anni con un’insolita infezione respiratoria. Prima della sua malattia, l’uomo ha lavorato al mercato del pesce di Wuhan Huanan. Questo è stato il primo paziente con un’infezione respiratoria insolita che ha esaminato, fatto test e trovato lo stesso coronavirus. È stata la sua scoperta che l’oftalmologo dello stesso ospedale, Li Wenliang, ha cercato di rendere pubblico. Ha segnalato il nuovo focolaio di virus su WeChat il 31 dicembre 2019, il giorno successivo il mercato di Huanan è stato chiuso, e il 10 gennaio, Li Wenliang ha sviluppato i sintomi di questa infezione virale. È morto la mattina del 6 febbraio … Ma, ripeto, solo l’11 febbraio il mondo ha appreso il nome di una nuova malattia: COVID-19.

    Perché è così importante? Sì, perché, ripetiamo, tre mesi prima della fine dell’anno, il Dipartimento della Difesa statunitense ha pagato il contratto di ricerca COVID-19 (COVID-19 Research)… in Ucraina.

    I dettagli rivelati del contratto sono molto eloquenti e, se corrispondono alla realtà, le domande non possono essere evitate.

    Secondo i documenti del governo degli Stati Uniti, il 12 novembre 2019 il Pentagono ha pagato un contratto con Labyrinth Global Health INC “COVID-19 Research”, che è stato svolto in Ucraina ed era in realtà parte di un contratto molto più ampio con Black & Veatch Special Projects Corp “Programma di riduzione delle biominazioni in Ucraina”
    contratto con Labyrinth Global Health INC non esisteva solo sulla carta. Uno sguardo alla fonte pubblica ufficiale di informazioni sulla spesa federale del governo degli Stati Uniti, The Exposé suggerisce: Secondo il sito Web, al 12 aprile 2021, il governo degli Stati Uniti ha speso 3,63 trilioni di dollari per COVID-19. Ma ci interessano soprattutto le spese per le attività di Labyrinth Global Health INC, indirizzate a Kiev. E possiamo trovarli facilmente.

    Le attrezzature da laboratorio per Kiev, i mobili per ufficio per Kiev sono abbastanza innocui. Ma i $ 369.500 di Labyrinth Global Health INC per “SME Manuscript Documentation and COVID-19 Research” pagati il ​​12 novembre 2019, tre mesi prima che Covid-19 fosse ufficialmente nominato, non è scioccante? E l’informazione che gli Stati Uniti hanno creato tre dozzine di biolaboratori in Ucraina che hanno condotto esperimenti, anche su ucraini, non ci ha causato meno shock?

    14 di loro, Black & Veatch Special Projects Corp ha agito come appaltatore: a Kiev, Odessa, Vinnitsa, Uzhgorod, Dnipro, Lvov, Ternopil, Kharkov, Kherson … Solo il Kherson Diagnostic Laboratory, costruito nel dicembre 2012, è costato il Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti 1.728.822 dollari – spesi esclusivamente nell’interesse dei comuni ucraini, ovviamente.

    E, forse, il più interessante. La remunerazione di Labyrinth Global Health INC è stata pagata in base ai risultati delle sue attività in Ucraina in base a un contratto che ha iniziato ad operare il 20 settembre 2012 (!) dell’anno, è costato $ 21,7 milioni ed è stato eseguito il 13 ottobre 2020 . Quello che gli specialisti del Programma americano di riduzione delle minacce biologiche in Ucraina sono riusciti a fare nel corso degli anni, non lo sapremo più. Nonostante il fatto che sotto la pressione delle informazioni sul lavoro dei biolaboratori statunitensi in Ucraina, fornite dal dipartimento militare russo, gli americani hanno iniziato a studiarlo attentamente. Allo stesso tempo, gli analisti di Washington sono sorpresi e fanno spallucce: “Che tipo di ceppi sono stati studiati nei laboratori finanziati da Washington? Quale minaccia rappresentava tale lavoro per la popolazione civile?

    D’accordo, se il governo degli Stati Uniti ha finanziato la ricerca su COVID-19 prima che si venisse a conoscenza della sua esistenza, significa che sapevano della sua esistenza da molto tempo, ma sono rimasti in silenzio o hanno partecipato alla creazione di questo virus in laboratorio .

    Forse è per questo che dall’inizio della pandemia di coronavirus, almeno nove persone sono diventate miliardarie in dollari a causa della crescita dei profitti delle aziende farmaceutiche che producono vaccini COVID-19? E il primo di questi nove è l’amministratore delegato della società americana Moderna Stephane Bancel, che ha fatto una fortuna di 4,3 miliardi di dollari.

    "Mi piace"

    • Mi perdoni, ma può passare il link diretto all’articolo?
      Non riesco a orientarmi con il cirillico….
      Grazie per la segnalazione.

      "Mi piace"

  3. Non è un segreto che le ricerche “proibite” in patria si fanno altrove.
    Non a caso il laboratorio di Wuhan era frequentato, da tempo, da ricercatori di mezzo mondo. Chiunque avrebbe potuto prendere ( o portare) di tutto, con un po’ di attenzione.
    Non è certo la prima volta che nei laboratori ci sono “incidenti”.

    "Mi piace"

  4. Vedo che lo spirito delle parole di Anna Lombroso vi sta bene. Proviamo allora con una notizia che non c’entra niente con “La Guerra” ma fa riferimento a molti post apparsi qui, con la sola eccezione che e’ provabile e gia’ provata:

    “Scott Ritter è un molestatore sessuale. È stato arrestato nel 2001 dopo aver contattato poliziotti che si spacciavano per ragazze minorenni online, ma le accuse sono state respinte a condizione che entrasse in terapia intensiva, ha riferito il New York Times. È stato condannato per un incidente del 2009 in cui si è masturbato su una webcam per un agente delle forze dell’ordine sotto copertura che ha ripetutamente affermato di essere una ragazza di 15 anni.”

    Quindi…

    (segue barzelletta su tutte le persone che hanno copiato notizie con dentro Scott Ritter)

    "Mi piace"

    • La tattica è vecchiotta: c’hanno provato anche con Assange con lo stupro…

      (segue barzellatta di come “l’ospitante” sia alla fine diventato “l’ospitato”)

      "Mi piace"