La verità condominiale

(Giuseppe Di Maio) – Abito una città del nord est italiano. Sono in Veneto. Se ogni regione possiede un’ideologia, cioè: paese che vai credenza che trovi, qui ad esempio credono in una dislocazione geografica dell’intelligenza e dei valori personali o collettivi. Credono che l’asse su cui sono sistemate queste virtù individuali e civili sia quello nord-sud, con una speciale concentrazione nel segmento che attraversa la Germania e i paesi teutonici. La minor concentrazione, invece, anzi l’insufficienza perniciosa, è manco a dirlo nel nostro meridione. Questa convinzione è straordinariamente diffusa anche e soprattutto tra chi non si direbbe un’aquila di acume e una formica virtuosa. Eppure anche il più fesso ha scoperto i vantaggi dell’orgoglio regionale.

Però, ciò che anche il fesso rifugge è il confronto effettivo con chi reputa inferiore. La sua strategia razzista, cioè la vigliaccheria, gli fa utilizzare dei trucchi: escludere il nemico preventivamente, relegarlo in ambiti squalificanti, decidere il suo valore ad alzata di mano. Come dire che la maggioranza non solo fa la legge, ma anche la verità.

Il dibattito odierno tra filo-scientisti e gli altri opinionisti, mi ha ricordato la democrazia dei razzisti, cioè di quelli che vogliono stabilire le verità che a loro garbano a maggioranza. La scienza è un lavoro della ragione fondato sull’esperienza; non ci sono certezze fideistiche, non verità teologiche o filosofiche. E meno che mai politiche. La scienza non alleva interessi privati. Ma succede che un popolo escluso da ogni decisione che lo riguarda, si vede d’un tratto chiamato in causa per partecipare attivamente al proprio isolamento, viene chiamato a usare regole sanitarie, a vaccinarsi. La ribellione che n’è sorta è da manuale. Il rifiuto per tutto ciò che viene dall’autorità nemica, costringe questo popolo a farsi opinioni proprie e a non credere alle “menzogne del potere”.

Eppure stiamo parlando di scienza. Ah sì? non frega niente a nessuno! La scienza, essi credono, è funzione del potere quanto una qualsiasi verità politica. Non c’è più un solo discorso in cui riescano a separare le questioni scientifiche da quelle economiche, i dati sperimentali da quelli amministrativi, gli obiettivi sanitari da quelli politici. La verità dell’immensamente piccolo o dello smisuratamente grande vogliono stabilirla secondo regole democratiche; la volontà popolare decide se esistono i virus, se la terra è piatta, e se gira intorno al sole. Come se con la dimensione umana e i suoi interessi si possa spiegare la natura di tutto l’esistente. Insomma, vogliamo mettere di nuovo a capo dell’ordine universale una famigliola di dei come nelle nostre tribù, e pensare di essere i migliori perché siamo nati su questa terra, in questo continente, o in questa regione. Come se la staticità di un edificio possa essere deliberata dall’assemblea di condominio.

21 replies

  1. Tutto condivisibile se molti SCIENZIATI non si fossero PROSTITUITI a interessi economici e/o politico-sociali che hanno fatto perdere la fede nella scienza che sembrava avesse soppiantato quella nella religione.

    "Mi piace"

  2. “Eppure stiamo parlando di scienza. Ah sì? non frega niente a nessuno! La scienza, essi credono, è funzione del potere quanto una qualsiasi verità politica.”

    Ecco questa è l’unica motivazione seria per non vaccinarsi. Tutto il resto è patetico.

    "Mi piace"

  3. Montagnier
    “L’obbligo vaccinale per fermare la diffusione di una malattia richiede la prova che i vaccini preservino dall’infezione o dalla trasmissione (piuttosto che l’efficacia sugli esiti gravi come l’ospedalizzazione o la morte). Come afferma [in inglese] l’OMS ‘se l’obbligo vaccinale è considerato necessario per interrompere la catena trasmissiva o per evitare di danneggiare altre persone, ci dovrebbero esserci prove sufficienti che il vaccino sia efficace nel prevenire gravi infezioni e/o trasmissione’. Per Omicron, ancora non c’è questa prova.

    I pochi dati che abbiamo, suggeriscono il contrario. Uno studio preliminare [in inglese] ha rilevato che dopo 30 giorni i vaccini Moderna e Pfeizer [in inglese] non hanno più alcun effetto positivo statisticamente rilevante contro l’infezione da Omicron, e dopo 90 giorni il loro effetto è negativo, cioè le persone vaccinate sono molto più soggette all’infezione da Omicron. A conferma di questa conclusione di efficacia negativa, i dati dalla Danimarca e della provincia canadese dell’Ontario indicano che le persone vaccinate hanno i tassi da infezione da Omicron più alti delle persone non vaccinate”.

    "Mi piace"

    • veramente l’obbligo non necessita quello che chiede il tizio
      dato che non ha quello scopo

      lo scopo è quello di limitare l’accesso, e spero che convenga che sarebbe nell’interesse
      delle persone che ciò accadesse, agli spazi ospedalieri per motivi di malattia perniciosa,
      considerato che già un 10% circa di quelli che potrebbero arrivare in terapia intensiva,
      ora, per via delle varianti, risulta malamente, se non per nulla, protetto come da bugiardino.

      se non ha capito ciò inutile iniziare a parlare.

      "Mi piace"

  4. BREAKING NEWS

    (MF-DJ)–La Procura della Repubblica ha delegato i finanzieri del Nucleo di Polizia Economico Finanziaria della Guardia di Finanza di Milano a notificare una informazione di garanzia nei confronti di Vincenzo Onorato e di Giuseppe Piero Grillo.

    L”ipotesi di reato per la quale sono in corso le indagini preliminari, spiega una nota, riguarda il delitto di traffico di influenze illecite.
    Dalle attivita” investigative svolte, e” emerso allo stato che la societa” Beppe Grillo Srl, di cui Grillo e” socio unico e legale rappresentante, ha percepito da Moby Spa 120 mila euro annui negli anni 2018 e 2019, quale corrispettivo di un “accordo di partnership” avente ad oggetto la diffusione su canali virtuali di “contenuti redazionali” per il marchio Moby.

    Nel triennio 2018-2020, Moby ha anche sottoscritto un contratto con la Casaleggio Associati Srl che prevedeva il pagamento di 600 mila euro annui quale corrispettivo per la stesura di un piano strategico e per l”attuazione delle strategie per sensibilizzare l”opinione pubblica e gli stakeholders alla tematica della limitazione dei benefici fiscali alle sole navi che imbarcano personale italiano e comunitario.
    Nello stesso lasso temporale Vincenzo Onorato ha richiesto a Giuseppe Grillo una serie di interventi in favore di Moby Spa che Grillo ha veicolato a esponenti politici trasferendo quindi al privato richiedente le relative risposte.

    E” stato pertanto ritenuto indispensabile, conclude la nota, acquisire la documentazione relativa ai contratti e alle prestazioni che ne costituiscono l”oggetto, nonche” ogni altro documento utile a comprenderne la natura e sono quindi state disposte perquisizioni presso la sede legale della Beppe Grillo Srl e della Casaleggio Associati Srl, nonche” nei confronti di ulteriori soggetti a vario titolo coinvolti nei fatti oggetto di approfondimento INVESTIGATIVO.

    E con questa notizia, applicando i metodi del M5S verso coloro che avessero ricevuto un avviso di garanzia, l’ esperienza politica dei fu pentastellati può dirsi che è DEFINITIVAMENTE CONCLUSA.

    Fossi in Giuseppe Conte abbandonerei quella massa di egoisti al loro destino e mi concentrerei su un nuovo partito.
    Porterei con me la parte sana dei rappresentanti lasciando inabissarsi i vari Dimma, Dibba, Cancelleri, i loro clan e tutti i disagiati NOVAX che ancor oggi ne affollano le fila.
    Ritengo sia inutile impegnarsi e sbattersi per quella massa di caproni poltronari.
    Il biglietto della lotteria lo hanno monetizzato, ora basta.

    "Mi piace"

      • Ue’ disagiato.
        Sei nuovo o sei il solito multinick?
        Aspettarti?
        E chi caxxo credi di essere? C’hai la fila in attesa di baciarti la pantofola?
        Ma resta nella tua fogna.

        "Mi piace"

    • Corso di laura in “io faccio l’influencer” si’, corso di laurea in igiene politica no. Ecco cosa… le saponette M5S non lavano piu’ e Conte rischia di sporcarsi, financo!

      "Mi piace"

    • Non ti insulto perché sono un vigliacco e un coniglio! Quindi abbozzo miseramente (cit.):

      BIRBANTE!

      🤣🤣🤣🤣🤣🤣…. 🤣🤣🤣🤣🤣🤣🤣🤣

      "Mi piace"

    • Il m5s si è distrutto da solo.
      Ne di destra, ne di sinistra, ha imbarcato cani & porci senza selezione appropriata, lasciando campo libero ai più furbi e sgamati nell’arte del lecchinaggio.
      Ogni riferimento al bibbitaro è voluto, essere spregevole ma ambizioso che non esitò a far fuori uno più capace come il sindaco di Parma Pizzarotti.

      Adesso salterà su qualche altro utile idiota nel ruolo di scudo umano che parlerà di coerenza.
      Perchè la parabola del pomiglianese a cosa si è ispirata?

      ALLA POLTRONA E ALLA VISIBILITA’.

      "Mi piace"

  5. La “volontà popolare” – occorrerebbe definire almeno cosa si intenda con – non decide e non ha mai deciso alcunché, meno che mai ora che si va di DPCM e di infiniti Stati di Emergenza.
    Voglio vedere cosa succederà il 31 marzo.: ulteriore prolungamento?

    "Mi piace"

  6. Jerome, ma va nel PD, anzi prendi la tessera di Italia idioti tu e conte. A me Grillo non mi è mai piaciuto, ma ti ricordo che quando Moby diede quei soldi lo fece per la pubblicità sul blog, che in quel periodo era quello in assoluto più visitato. Per quanto riguarda la Casaleggio, anche lì si trattava di marketing. La Moby non ha mai avuto leggi o vantaggio dai 5stelle.
    La questione è vecchia, ma ogni tanto torna a galla, come il finanziamento ricevuto dal venezuela

    "Mi piace"

    • Riprenditi l’insulto buffone.
      E poi vorresti contestare il conflitto d’interessi negli altri partiti?

      Nello stesso lasso temporale Vincenzo Onorato ha richiesto a Giuseppe Grillo una serie di interventi in favore di Moby Spa che Grillo ha veicolato a esponenti politici trasferendo quindi al privato richiedente le relative risposte.

      Commenta questo passaggio, analfabeta funzionale e con i paraocchi.

      "Mi piace"

      • Ue’ pantegan
        Ti spiego……
        Grillo indagato i PM indagano fondazione Open, comitato Change vicino presidente liguria, PD e FdI.
        Le informazioni si danno x intero quindi
        Vai a ca.are dove le ortiche crescono belle alte.

        "Mi piace"

  7. Bell’articolo che genera delle sintesi indiscutibili su cui poggiano i troppi controsensi e non sensi di questo edificio vaporoso che viene designato con il nome di democrazia. Se la volontà popolare decide sulla sua base non è democrazia ? E cosa può invece rappresentarla al meglio se non le vulgate che si alternano ai comizi e alle diversificate delibere negli ambiti istituzionali? O lo stato rappresenta i cittadini o rappresenta solo se stesso coltivando i giardini del re e non quelli del popolo viceversa, o il popolo rappresenta la volontà di stato che lo deve dirigere o rappresenta se stesso , se rappresenta se stesso chiamerà coloro che sono stati designati ad esprimere le sue necessità, ma nel caso che i suoi delegati rincusino al loro mandato pur mantenendone il vantaggio e le prebende, cosa può fare allora il popolo se non riprendersi il mal tolto e sragionare come suo solito su ogni bazzecola alla ribalta della storia?
    Ma nessuno osa mettere in discussione le ataviche forze che smuovono le pance mentre tutto ciò che è ragione deve essere continuamente discusso alla luce della ragione di altri o di altro .
    Questo è al fine il feticcio democratico che passa per autentico e lo sgretolarsi dei diritti e dei piaceri nei mille rivoli di una economia antica , moderna e contemporanea mostra l’immagine di un popolo che cerca ancora la sua identità, non in coloro che lo rappresentano, ma nelle sue radici che vanno oltre il regionalismo rimpicciolendosi ancora di più sugli alberi genealogici .

    "Mi piace"