Covid, Oms: entro due mesi la metà degli europei contagiata da Omicron

Nella prima settimana del 2022 si sono registrati nell’intera regione 7 milioni di nuovi casi. Mentre nel nostro Paese gli ospedali tornano sotto pressione: Calabria e Piemonte verso l’arancione.

oms allarme per Omicron in Europa

(tag43.it) – L’organizzazione mondiale della sanità ha lanciato un nuovo allarme Covid per l’Europa: all’attuale tasso d’infezione, oltre la metà degli europei sarà contagiata da Omicron entro due mesi. «A questo ritmo, l’Institute for Health Metrics and Evaluation (Ihme) prevede che oltre il 50 per cento della popolazione della regione sarà infettata da Omicron entro le prossime sei-otto settimane», ha affermato il direttore dell’Oms Europa, Hans Kluge, durante una conferenza stampa online, sottolineando come questa variante possa infettare chi è già stato malato o vaccinato.

Nella prima settimana del 2022 in Europa oltre 7 milioni di casi

Nella prima settimana del 2022 i nuovi casi di Covid registrati in Europa sono stati oltre 7 milioni, «dato più che raddoppiato in un periodo di due settimane», ha sottolineato Kluge. Al 10 gennaio, 26 Paesi della regione – che per l’Oms arriva fino alla Russia europea e comprende anche le ex repubbliche sovietiche dell’Asia centrale – hanno riportato che oltre l’1 per cento della loro popolazione si sta infettando ogni settimana.

Omicron contagerà la metà degli europei

Covid in Italia: Calabria e Piemonte verso l’arancione

In Italia il virus continua a correre spinto da Omicron mettendo sotto pressione gli ospedali. Nell’ultima settimana, fino a lunedì 10, i ricoveri sono stati 4.250 in più rispetto a quella precedente (e hanno raggiunto il totale di 17.946). Alcune regioni rischiano ora di diventare arancioni. Per entrare in questa fascia devono essere occupati da malati Covid il 30 per cento dei posti in area medica e il 20 per cento di quelli in terapia intensiva. Tra tre giorni la cabina di regia comunicherà gli eventuali cambiamenti di colore. Hanno già superato la soglia sia la Calabria (36,1 per cento dei letti ordinari occupati e il 20,1 per cento di quelli in terapia intensiva) sia il Piemonte (rispettivamente 31,7 per cento e 22,3 per cento). Occhi puntati anche su Liguria (38,8 e 19 per cento) Friuli Venezia-Giulia (27,7 e 23,4 per cento), Marche (24,6 e 27,3 per cento), Provincia di Trento (21,3 e al 30 per cento). Preoccupano anche la Sicilia – dove l’occupazione dei letti ordinari è al 31,3 per cento ma quella delle terapie intensive ancora al 17 – e il Veneto dove i letti ordinari sono al 254 per cento e le terapie intensive al 20,1.

27 replies

    • Poverino, andrebbe aiutato, crede fermamente ai suoi deliri.
      Tra l’altro anche se fosse vero che le case farmaceutiche sono in mano a persone di religione ebraica, non vorrebbe dire nulla.
      Se fossero induisti cambierebbe qualcosa?
      Sono imprese che puntano al profitto in ogni caso.
      Conforta quasi sapere che stanno in mano ad ebrei e non a gente fascistoide delirante.
      Ad applaudire i nobili discorsi di Cacciari &Company a difesa della democrazia contro il GP, c’è pure questa gente qui.
      Strani compagni di viaggio.

      Piace a 1 persona

    • Titolo di studio:
      Porto d’armi per la caccia e licenza di pesca.
      Un cavernicolo 2.0 che si cura con bacche e radici.
      I frignoni NOVAX che infestano il blog hanno simili soggetti come kameraten.

      Piace a 1 persona

    • Pure SM
      Giusta la moderazione, per carità.
      Domanda: come facciamo a sapere se meritavano di essere bagnati quei commenti?
      Chi giudica chi giudica?
      E fondamentale che ci sia la moderazione… e poi una moderazione della moderazione, per mantenere alto il livello della prima.

      C’ho un sacco di idee al riguardo ma non frega niente a nessuno.
      In primis a chi gestisce questo sito, e fa bene a fregarsene.
      Anzi, grazie per darci modo di venire qui a sparare le nostre strunzate.

      "Mi piace"

    • @SOMARO CRIMINALE NEGAZIONISTA E MARCHETTARO
      Metà popolazione entro un mese verrà colpita dal Covid variante OMICRON.
      Invece di avere ME come tuo incubo pensa piuttosto a come salvarti la pelle.
      Sempre che tu sia un troll che nella vita reale tenga fede alle scemenze che posta sul webbe.

      Piace a 1 persona

      • Calmati Jerry, tu da piccolo hai visto troppe puntate di DAITARN III,

        parli come Aran Banjo contro i meganoidi.

        Ci manca solo che dici a qualcuno de noaltri:

        Megaborg! Con la forza della schienza ti combatterò con il DAITARN III!

        Se non hai paura di questa siringa… Combatti!

        "Mi piace"

      • Gatto non lo sai quel che diceva Banjo sui meganoidi?

        Ne voleva accoppare il più possibile.

        Perché avevano rinunciato alla loro natura umana per seguire impossibili perfezioni artificiali.

        Sostanzialmente, il contrario degli apologeti del fasxiovaxxinismo, che invece, vorrebbero tutti ‘mutati’ e combattono quelli che si ostinano a restare normali (vd 1976 Occhi bianchi sul pianeta Terra, anche lì epidemia dove l’unico normale era cacciato dai vampiri notturni)

        "Mi piace"

      • Se ci pensi bene SM, gli apologeti del fasxiovaxxinismo (pensi che sia questo il motivo dei ban, cioè se si scrive in chiaro?) piuttosto che l’inverso di Banjo sono più che altro identici ai meganoidi, ossia i rappresentanti di ciò che gli ignoranti selvaggi del passato oscurantista descrivevano con una parola sola: Hybris.

        "Mi piace"

      • Il fatto è proprio questo. Negli anni ’70 Banjio combatteva contro i fan di quello che oggi ritorna spesso nelle discussioni sul futuro: il TRANSUMANESIMO. I cyborg, per l’appunto.

        E vennero battuti da uno rimasto umano.

        (sì, ho il sospetto che vi siano parole da non scrivere, che inspiegabilmente mi cannano tutto il commento)

        "Mi piace"

      • Questo scriveva René Guénon nel 1949:

        “Oggi tutto è falsificato; si vogliono obbligare le persone a vivere artificiosamente per trasformarle più facilmente in delle specie di macchine, e la medicina ha sicuramente un grande ruolo da svolgere nella realizzazione di questo piano diabolico”!

        Non è “curioso”?

        "Mi piace"

      • O, veterocomunista della Tradizione, o araldo dei Mancabili Destini, proprio non capisci che le pur belle parole del Guenon tradiscono l’osessione principale della Tradizione? Che le persone sia soggette ad una nuova strgoneria chiamata progresso, e non ad una superstizione vecchia di diecimila anni, e che tutto quel che si dice del Tutto si riduce ad una disfida nominalistica?

        "Mi piace"

      • O neofascista del Progresso, o araldo dei Falliti Umani, proprio non capisci che le pur belle parole del Guenon tradiscono l’ossessione principale dell’Evoluzione? Che le persone SONO soggette ad una nuova stregoneria chiamata Progresso, proprio a cagione di una superstizione (*) un po’ meno vecchia di diecimila anni, dovuta al fatto che tutto quel che si dice del Tutto si riduce ad una disfida nominalistica?

        (*) Come tutti i Progressisti colti, il nostro bestEnniatore crede fermamente che la superstizione sia all’origine e non alla fine di alcuni percorsi intellettuali. E a discapito dell’evidenza etimologica

        “dal lat. superstitiōne(m), deriv. di superstāre ‘stare sopra’; propr. ‘ciò che sta sopra, che costituisce una sovrastruttura’.”,

        anche i dizionari moderni caldeggiano tale inversione semantica:

        “atteggiamento irrazionale dettato da ignoranza, suggestione o timore, che attribuisce a cause occulte o a influenze soprannaturali alcuni avvenimenti, per lo più negativi: ci sono ancora antiche superstizioni; la superstizione del malocchio, del gatto nero, dei numeri magici.”

        In realtà:

        “…Quando del simbolo non si vede più che la forma esteriore, la sua ragion d’essere e la sua efficacia attuale sono entrambe scomparse; il simbolo non è più che un «idolo», cioè un’immagine vana, e il suo mantenimento è pura «superstizione», fintantoché non si trovi qualcuno che sia capace, con la sua comprensione, di restituirgli parzialmente o integralmente quel che esso ha perduto o, per lo meno, quel che ormai contiene solo allo stato di possibilità latente. È il caso delle vestigia che lascia dietro di sé ogni tradizione il cui vero
        significato sia caduto nell’oblio, e in particolare quello di ogni religione quando sia ridotta a un semplice formalismo esteriore dalla generale incomprensione dei suoi seguaci…” (RG, Introduzione generale allo studio delle dottrine Indù)

        "Mi piace"

      • e.c.: mi scuso per l’errore imperdonabile, ma avevo fatto per comodità un copia incolla del commento sgrammaticato del Pajass, lasciando per una svista, inalterato il nome di Guénon mal scritto…

        "Mi piace"

      • Io sono comunista, per me ogni superstizione e’ gia’ una sovrastruttura. Ricordi Carletto?

        "Mi piace"

  1. Peccato che mi siano stati cassati quattro post con all’interno link di Twitter che descrivevano i deliri dei NOVAX che si rallegravano per la morte di David Sassoli.
    Specie quello, poi ritirato senza scusarsi, di Paolo Becchi.
    Un passaggio a livello per chi denuncia l’ignoranza e strada libera per gli esaltati.

    "Mi piace"

  2. Mamma mia! Twitter è una fogna.
    Ma pure quelli che lo salutano come caro amico: ma l’indirizzo per inviare un telegramma non ce l’avete? Che disagio!

    "Mi piace"

    • @paola
      Scusa ma in era digitale ancora si usano i telegrammi?
      Le nuove generazioni conoscono di sicuro il social russo Telegram, dubito il telegramma.
      Secondo me è caduto in disuso.
      Con l’occasione ribadisco l’inconsistenza dei due NOVAX disagiati che infestano il blog.
      Si danno di gomito parlando di un cartone animato di oltre quarant’anni fa.
      Da tale loro riferimento si possono trarre conclusioni su un’età, approssimativamente attorno ai 50 e di come gli anni siano per loro trascorsi male, se sentono ancora il bisogno di sfoggiare un comportamento da bamboccioni.
      Veramente penosi.
      Nemmeno se ne accorgono di coprirsi di ridicolo.

      "Mi piace"

      • …Quindi Gatto che cita Guénon è nato negli anni ’30, sennò non si ricorderebbe di un libro del ’49?

        …io che cito Caparezza potrei essere un bimbominkia millennial.

        😀 😀 😀

        Ah, a proposito: le scuse per i morti ‘finti’, grazie.

        Non c’é verso di ottenerle, ma te le chiedo comunque, visto che hai fatto delle accuse calunniose.

        Tanto come Aran Banjio non vali niente.

        "Mi piace"

    • Ma non saprei.
      Lo stesso pensiero ho fatto quest’estate quando è morto Libero De Rienzo: tutti a scrivere non ci credo, amico mio, mi mancherai e bla bla bla. Ma cavolo, che bisogno c’è? Scrivete un telegramma al padre, no? Poi non è che si va alla posta, io alzo il telefono e lo detto. E ne detto tanti.
      Ci vedo la necessità di dimostrare agli altri.

      Comunque gran peccato, come al solito muore chi non dovrebbe e chi ha la faccia di una gran brava persona.
      Fra sette anni poteva essere un ottimo pdr!

      "Mi piace"

      • Scusate ma hanno bannato di nuovo geronimo che ha detto di non sapere l’età del sociopatico? E perché mai?

        P.s. Sociopat ti puoi affannare e scusare quanto te pare, ormai mi sento libera di scriverlo senza accento e anche con g

        "Mi piace"

      • “Sociopat ti puoi affannare e scusare quanto te pare…” ahahah, ma voi di sinistra non eravate quelli che in quanto a ironia Travaglio scanzate (cit.)?

        Sentiti e Sentoti (cit.) libbbera: e bella?

        PS: io il post del “disattento” riferito alla mia età, lo vedo ancora, a meno che non ce ne fosse stato un altro: po èsse…

        "Mi piace"

      • Io vedo solo quello in cui ipotizza. Ne ho visto un altro in risposta al mio nelle notifiche e non lo vedo più. Lo vedi?
        Diceva che non sapeva la tua età, ricordo solo che ha “modificato” sociopatico, ma non ho letto bene il resto.
        Poi quando sono andata a cercare non l’ho trovato.

        "Mi piace"

  3. Io, visti i pregressi, mi asterrei dai vaticini.
    L’unica cosa certa, e lo è da sempre in casi del genere, è che più si “torna a vivere” e più si rischia di infettarsi. Ogni contatto in meno è una occasione in meno di contagio e viceversa.
    E’ dura ma è cosi’.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...