Cina, gogna pubblica per chi viola le norme anti Covid

È successo nella città di Jingxi, nella provincia di Guangxi,  dove quattro persone sono state messe alla gogna per aver violato le leggi

(tag43.it) – In Cina quattro persone sono finite alle gogna pubblica per aver violato le norme anti Covid. È successo nella città di Jingxi, nella provincia di Guangxi,  dove quattro persone sono state messe alla gogna e costrette a sfilare in pubblico. L’accusa nei loro confronti è di aver violato le misure anti-Covid, oltre che di traffico di esseri umani. La notizia è stata riportata dal giornale inglese Guardian. Il video degli agenti che scortano le quattro persone per le strade è diventato subito virale nel Paese.https://platform.twitter.com/embed/Tweet.html?dnt=false&embedId=twitter-widget-0&features=eyJ0ZndfZXhwZXJpbWVudHNfY29va2llX2V4cGlyYXRpb24iOnsiYnVja2V0IjoxMjA5NjAwLCJ2ZXJzaW9uIjpudWxsfSwidGZ3X2hvcml6b25fdHdlZXRfZW1iZWRfOTU1NSI6eyJidWNrZXQiOiJodGUiLCJ2ZXJzaW9uIjpudWxsfSwidGZ3X3NwYWNlX2NhcmQiOnsiYnVja2V0Ijoib2ZmIiwidmVyc2lvbiI6bnVsbH19&frame=false&hideCard=false&hideThread=false&id=1476353389793447936&lang=it&origin=https%3A%2F%2Fwww.tag43.it%2Fcina-gogna-pubblica-norme-anti-covid%2F&sessionId=7534edd862817f288b3ca86967a4c9c754131e56&theme=light&widgetsVersion=9fd78d5%3A1638479056965&width=550px

Il video della gogna è diventato virale

Nelle immagini diffuse dai media si vedono i quattro detenuti con dei cartelli con il proprio nome e la propria foto, vestiti con le tute anti-contaminazione. La gogna pubblica è una pratica che era stata bandita ma che è tornata in Cina come deterrente per far rispettare la politica «zero-casi Covid».

Gli accusati, martedì 28 dicembre, sono stati costretti a sfilare in strada tra due ali di folla. I quattro uomini erano anche accusati di contrabbando di persone attraverso i confini chiusi della Cina. Il quotidiano Guangxi ha riferito che l’azione è stata progettata per scoraggiare i cosiddetti «crimini al confine».

Cina, l’opionione pubblica si spacca sulla gogna

Da quanto s’apprende da fonti giornalistiche, infatti, la zona infatti è da tempo al centro anche di altre controversie legate al traffico di essere umani. Lungo la frontiera del paese la situazione pandemica viene definita «grave e complessa», secondo quanto affermano le autorità. Di tutt’altro avviso è invece il giornale Beijing News, secondo il quale la gogna «viola in maniera seria lo spirito della legge nazionale e non può più essere ammesso in nessun caso». Il video diffuso ha scatenato molte critiche sui social come Weibo, dove la notizia è diventata un trend, e dove diversi utenti hanno parlato di «ritorno a un passato di centinaia di anni fa» mentre altri hanno manifestato sostegno all’iniziativa.

6 replies

    • Ci sono molte categorie cui dovrebbe essere applicata, ad es. il funzionario pubblico che accetta regali o quello sfaticato, ecc, ecc. Perchè non dovrebbe essere reso pubblico quello di cui si hanno le prove che succede ? Da noi la trasparenza non esiste e si invoca , per cprire tutto, la prvacy.

      "Mi piace"

  1. Violato le norme anticovid o… traffico di esseri umani? ( Posso mettere qualche dubbio sull’ accoppiata?)

    Comunque ovviamente per noi è peggio il primo: il traffico di esseri umani lo chiamiamo “accoglienza”!

    "Mi piace"