La pillola Pfizer riduce il rischio di ricovero e morte da Covid del 90%

(ansa.it) – L’azienda farmaceutica Pfizer ha reso noto che gli studi clinici hanno confermato l’efficacia della sua pillola antivirale contro Covid-19, che ha ridotto i ricoveri e i decessi tra le persone a rischio di quasi il 90% quando è stata assunta nei primi giorni dopo la comparsa dei sintomi. I risultati si basano su test condotti su oltre 2.200 persone e confermano i risultati annunciati il mese scorso dagli studi preliminari.

L’azienda ha anche affermato che il trattamento sembra essere efficace contro la variante Omicron. Per l’amministratore delegato di Pfizer, Albert Bourla, il nuovo farmaco (Paxlovid) potrebbe «salvare vite». Lo studio, afferma l’azienda farmaceutica, ha dimostrato che la pillola ha ridotto la necessità di ricovero negli adulti ad alto rischio con Covid-19 dell’89% se il trattamento è stato somministrato entro tre giorni dall’insorgenza dei sintomi e dell’88% se somministrato entro 5 giorni.

E i dati di laboratorio, afferma sempre Pfizer, mostrano che la pillola sembra essere efficace anche nel trattamento delle persone infettate dalla variante Omicron. «Siamo fiduciosi che, se autorizzato o approvato, questo potenziale trattamento potrebbe essere uno strumento fondamentale per aiutare a fermare la pandemia», ha affermato Bourla.

5 replies

  1. M tanto sono sempre capitalisti che fanno i soldi con il pene/vita/parente altrui. Un grazie da me nemmeno con le tenaglie.

    "Mi piace"

  2. Proprio quella della Pfizer che ha un curriculum criminale.
    A proposito della Pfizer e dei suoi brevetti sui vaccini covid-19 di 75 anni. Vi pare normale che il governo di un paese influente come gli USA, che si definisce democratico, così come il nostro e tanti altri che si fanno chiamare impropriamente democrazie, faccia capo ad un solo organismo globale, l’Organizzazione Mondiale della Sanità, o WHO, al cui interno potrebbe esserci anche la ‘ndrangheta, e che si affidano ciecamente ad agenzie governative come la FDA, Food and Drug Administration, che approva nuovi farmaci e vaccini sulla base ddechè? Senza garanzie di componenti che da whistlebowers, si è saputo contengono tutto ciò che non è ecosostenibile e tortura gli animali cavie per favorire gli uomini cavie che siamo noi. Senza garanzie sui brevetti che per il vero bene comune dovrebbero essere rilasciati gratis per tutti, anche per i paesi poveri. Ma poi perchè comprare da queste multinazionali dei vaccini private pagando cifre iperboliche? Per dimostrare che si preoccupano per la salute dei cittadini, come dice quel detto “chi più spende meno spende”? Se lo potevano risparmiare: nessuno glielo ha chiesto. Bastava un’accurata e corale ricerca su ciò che già avevamo a disposizione, per arginare e ridurre i decessi, per proseguire in una ricerca più attenta al decorso della malattia che forse sarebbe già stata debellata. Invece le supercazzate applicate, di stampo obsoleto, vista la spirale di dosi che sono costretti a comprare, secondo loro per arginare la pandemia, mantiene in scacco l’intero pianeta in modo per nulla ecologico. Abbiamo a che fare sia con schizofrenici megalomani che con furfanti travestiti da benefattori dell’umanità, ai quali il potenziamento della Sanità Pubblica non rende come la compravendita dei vaccini, delle mascherine, e dei nostri dati che con il green pass sono venduti alle big tech.
    Vanno fermati.

    "Mi piace"

  3. Giulio, d’accordo con te. Ma ce la faremo? Troppo ricchi e troppo invischiati con i potenti della terra, ovvero i fondi di investimento americani, europei , sauditi e altri che non sappiamo.

    "Mi piace"