Draghiciello

(“Draghiciello” di Marco Travaglio – Il Fatto Quotidiano) – All’avvento dei Migliori, tutto avremmo immaginato fuorché di ritrovarci tal Antonio Funiciello, ex veltroniano poi renziano, noto per aver presieduto il Comitato Basta un Sì (quello del referendum stravinto dai No) e chiesto la nostra cacciata dalle tv, poi promosso a capo di gabinetto del premier Gentiloni. Ora, dalle carte dell’inchiesta Open, salta fuori che […]

Categorie:Cronaca, Interno, Politica

Tagged as: , ,

30 replies

  1. Draghiciello

    (di Marco Travaglio – Il Fatto Quotidiano) – All’avvento dei Migliori, tutto avremmo immaginato fuorché di ritrovarci tal Antonio Funiciello, ex veltroniano poi renziano, noto per aver presieduto il Comitato Basta un Sì (quello del referendum stravinto dai No) e chiesto la nostra cacciata dalle tv, poi promosso a capo di gabinetto del premier Gentiloni. Ora, dalle carte dell’inchiesta Open, salta fuori che faceva – per usare un’espressione dell’amico Matteo su Letta – “marchette”: alla British American Tobacco (Bat) e al gruppo Toto. Nessun reato, per carità: non risulta indagato. Ma fatti perlomeno inopportuni, documentati dalle sue chat col pr di Bat Gianluca Ansalone e con Alfonso Toto. Bat, a fine 2017, teme un emendamento in Senato alla legge di Bilancio che aumenta le tasse sulle sigarette di fascia bassa. E a chi si rivolge per cancellarlo? Ai renziani, a cui finanzia Open e la Leopolda dal 2014. L’8.11. 2017 Ansalone attiva Funiciello, capo di gabinetto di Gentiloni, che si scapicolla e lo informa via via: “Ok, cerco di capire”, “Sono già all’opera, complicato però”, “Bene… non ancora chiusa, ma bene”, “In via di rassicurazione”. Il 14.11 è fatta: niente tasse in più. Ansalone scrive a Funiciello: “Un grazie non formale per aver condiviso merito e contenuto delle nostre preoccupazioni. Abbiamo evitato una cosa molto pericolosa”. Ma un mese dopo riciccia alla Camera lo stesso emendamento. Ansalone rimobilita Lotti, Bianchi e Funiciello per “disinnescare la bomba”. Il 19.12 missione compiuta: “Caro Antonio, finalmente dopo un nuovo round alla Camera possiamo rilassarci un attimo. Ti voglio ringraziare sinceramente per il tuo ascolto e il supporto”. Il 21.12 Bat, riconoscente, bonifica 20 mila euro alla fondazione Open.
    La scena si ripete con Alfonso Toto, ceo del gruppo autostradale concessionario dello Stato, che si scrive un emendamento alla manovra 2017, “nel superiore interesse pubblico”, sullo scaglionamento dei fondi pubblici per la manutenzione dell’A24 e A25, poi lo fa presentare e approvare dal Pd renziano. Un affare da decine di milioni che passa – scrive la Gdf – grazie all’“interessamento di Boschi, attivata da D’Alfonso, e di Funiciello”. Toto scrive a D’Alfonso: “Sono stato da Funiciello e Canalini che hanno lavorato ventre a terra avendo compreso la drammaticità della ns infrastruttura”. Anche Toto finanzia Open tramite Bianchi.
    Sapete dov’è ora Funiciello? Di nuovo a Palazzo Chigi come capo di gabinetto di Draghi, regista fra l’altro della lottizzazione selettiva della Rai. Nell’atto di nomina, ad aprile, Draghi precisa che dovrà esercitare le funzioni “unicamente per finalità di interesse generale”. Escluse, par di capire, le marchette alle lobby. Che aspetta ora ad accompagnarlo alla porta?

    Piace a 6 people

  2. Altro personaggio (in cerca d’autore) che rischia seriamente di dover rassegnare le dimissioni (almeno temporaneamente, prima di rientrare da un’altro pertugio, cosa in cui i ratti come lui sono maestri) in forza del fatto che il Fatto, semplicemente, ne riporta le gesta (per maggiori info citofonare Durigon, interno Siri).

    In quel poco che sono riuscito a vedere di Renzi dalla Gruber, in mezzo alla raffica di “mentitore seriale” rivolta a Travaglio, lo sventurato ha avuto la mala pensata di invitarlo a leggersi tutte le cinquemila (o erano 50mila?) pagine dell’inchiesta Open. Mal gliene incolse, perchè pare proprio che lo stia facendo. Alla fine aveva ragione lui, la faccenda dell’email è tutto sommato un’inezia, rispetto al resto.

    Piace a 5 people

    • Le pagine sono quasi il doppio: 94.000.. scusa la precisazione.. non commento l’articolo perché oramai come ho già scritto in quello di ieri, lo schifo è totale.. noi siamo in balia di gentaglia e credo che poco o nulla possiamo..

      Piace a 2 people

  3. Stavo sentendo i deliri di Piermatteo alla Leopolda. L’ultimo è quello della magistratura che non può intervenire nella vita dei partiti,altrimenti si mina la democrazia. Quindi, secondo il ragionamento di questa figurina sbiadita, se la mafia facesse un partito e Matteo Messina Denaro fosse il suo presidente, la magistratura non potrebbe indagare. Un poveretto, mai visto un politico innocente che ha paura della magistratura. A parte il suo idolo Silvio B., ovviamente.

    Piace a 2 people

  4. In che abissi immondi è andato a finire il PD?
    Spero ci siano ancora margini di risanamento, ma questo potrà verificarsi solo se saprà espungere definitivamente il renzismo-berusconismo dai meandri contaminati del partito e creare le condizioni per un incontro coi migliori 5stelle: quelli di Conte, se mai sapessero diventare una cosa seria.

    "Mi piace"

  5. Io resto strabiliato della meraviglia di Travaglio per Funiciello e di Conte per le decisioni di Draghi sulla Rai. Perciò mi pongo una domanda. Non capiscono una mazza, il che non e’ possibile, o fanno finta di meravigliarsi convinti di prendere per i fondelli, il primo i lettori del fatto e il secondo gli ex elettori grillini?

    "Mi piace"

    • Eh, che cosa vuoi… La persone ONESTE non finiscono mai di stupirsi per le trame dei malfattori.
      Il giorno in cui dovessero trovarle “normali”, sarebbero diventati come loro.

      Piace a 1 persona

  6. Il malaffare politico, peraltro vivo dall’unità d’Italia ad oggi, con alti e bassi, ma prevalgono i primi, è un continuum del nostro sistema democratico, male estirpabile, ma non necessariamente. Ricordo che per votare Renzi alle primarie del Pd, tutti i tafazzi partecipanti hanno pagato 2 euro. E la benevolenza ,chiara, verso Renzi e i suoi uomini, ha portato alla distruzione dei 5S e a questo regime ( sanitario), che qualcuno chiama ancora democrazia, e chissa se mai finirà.

    Piace a 1 persona

    • Hanno pagato 2 euro anche quelli che sono andati APPOSTA per votargli CONTRO.
      La prima volta è servito (perse contro Bersani), la seconda no, purtroppo… ma furono soldi ben spesi comunque.
      Si vince, si perde… SI LOTTA . ✊🏻

      "Mi piace"

  7. Ueila!
    renzi dice che si voterà nel 2022.
    Che messaggio è?
    E soprattutto, a chi è indirizzato?
    Sono incognite drammatiche..

    "Mi piace"

  8. Fossero solo quelle le domande sospese..
    Come mai il leader politico più detestato d’Italia, capo di un partito valutato attorno al 2%, ha spazi mediatici esagerati, specialmente in questi giorni di Leopolda?

    E questo mentre patuanelli pigola al pd che bisogna essere coalizione sempre..

    Sarà che non capisco un c. di politica, ecco perché non trovo risposte. Riconosco i miei limiti.

    "Mi piace"

  9. Tranquo, forse il limite sarebbe capirlo, il perché.
    A mezz’ora in più, su rai3, ancora e sempre Renzi.
    Non se ne può più. 🤦🏻‍♀️

    "Mi piace"

    • Sì, ho visto un attimo e poi ho spento.
      L’annunziata (forse) è ex HP
      Autore del programma è alessandro de angelis (HP, cioè gedi)
      Responsabile approfondimenti rai adesso c’è orfeo, renzianissimo .

      Draghi fischietta e Conte gliele canterà, eccome se gliele canterà 😂

      "Mi piace"

      • Eh, anche se gliele cantasse (e, a modo suo, non credo che non lo faccia), quello se ne strasbatte all grande.
        Strano, però, che con destra e Confindustria sia così disponibile…sarà unità d’intenti?
        Vedi quanti limiti abbiamo, a capire…? 😉

        "Mi piace"

  10. Il m5* è perennemente sotto scacco perché al suo interno sta dominando una componente letale, cioè la miseria umana, la cura per il destino personale.
    Questo degrado produce un unico risultato: la prevedibilità.
    Una contesa la vinci solo se punti l’avversario dove non se lo aspetta. Vale in qualsiasi campo: bellico, economico, sportivo e anche politico.
    Il m5* è prevedibile, perciò prende schiaffoni da tutte le parti.

    "Mi piace"

    • se ci fosse ancora una mente libera e pensante fra loro, comprenderebbe che, dato che nel Palazzo non c’è più scampo né possibilità di manovra, dal momento che che tutti gli spazi sono occupati militarmente, resta ancora un’unica mossa possibile: riprendersi il consenso popolare.
      In queste condizioni e con queste persone, impresa titanica.

      Piace a 2 people

      • Stare fermi, immobili, in certi casi ha un suo perché. Se avessi la certezza che in quella sfilata di menti gloriose che guidano il (fu) m5* si nascondono delle vere volpi, sarei preoccupato= a zero. Segnali tangibili che abbiano preso lezioni in materia non ne arrivano, come fai a capire se è un immobilismo perché sono volpi di marmo?

        "Mi piace"