Draghistan

(Tommaso Merlo) – I politicanti si sono messi in ginocchio al cospetto di Draghi senza nessuna vergogna. In Italia la politica è umiliata e la democrazia sospesa. I cittadini han votato per il cambiamento e si ritrovano nel Draghistan. Nessun dibattito né nei palazzi e nel paese. Nessuna progettualità e nessuna alternativa. Siamo alla tecnocrazia modello Bruxelles. Burocrati in cima che fanno e che disfano, una partitocrazia inutile che battibecca sul nulla, le lobby tutt’attorno che ne approfittano, la stampa che sparge fumo e i cittadini che si fanno gli affari loro. Il Draghistan conferma che quella della pandemia era una scusa per stare incollati alle poltrone. Tutti in ginocchio al cospetto di Draghi senza vergogna. Fregandosene di chi li ha votati e del perché. Riinizieranno a far finta di litigare alla prossima campagna elettorale. Aizzando i cittadini gli uni contro gli altri per raccattar voti. Vedremo quanti cittadini dimenticheranno queste pagine penose della nostra storia e quanti invece impareranno la lezione. Non siamo solo al pensiero unico ma anche alla tenace conservazione del modello neoliberista dominante. Un occhio ai bilanci e l’altro alle piazze. I conti devono tornare per non infastidire il casinò finanziario globale mentre i cittadini devono avere la pancia abbastanza piena in modo che non diano fastidio e che abbiano qualche soldino extra per comprare i prodotti di Lorsignori e soddisfare il proprio ego. L’ingiustizia sociale va benissimo, è solo un effetto collaterale come lo sono l’emarginazione, le discriminazioni, la violenza, la disperazione repressa e perfino l’autodistruzione. Quello che conta è che i cittadini si accontentino e che si convincano non vi siano alternative. Siamo all’apoteosi del modello neoliberista, potere a chi detiene il danaro e si può comprare la politica e l’informazione. La società come mercato, i cittadini come consumatori. Gli stati e le aziende come numeri sulla roulette finanziaria. Statistiche e grafici invece che esseri umani. Ricchezza invece che qualità della vita. Carriere, potere, visibilità. Profitto anche a costo di autodistruggerci come persone e come pianeta. Pensiero unico. L’apoteosi del modello neoliberista. Politica umiliata e democrazia sospesa e meno cittadini votano meglio è. Quanto a quelli che ancora abboccando lo fanno votando partiti e coalizioni identiche che fan finta di litigare per spartirsi le poltrone. Cartelli elettorali che inseguono sondaggi e popolarità dei leader. Del resto di ideologie alternative non ve ne sono. Siamo nell’era della democrazia liberale, bene. Ma non si tratta affatto di un modello perfetto, anzi. La grande sfida politica di oggi è proprio quella di correggere i fallimenti di quel modello. Non di rinnegarlo. Ma di farlo evolvere. Di migliorarlo. Il neoliberismo è una depravazione della democrazia liberale, è una sua versione esasperata che si è dimostrata devastante per la grande maggioranza degli esclusi che sguazzano nelle periferie nostrane come in quelle del pianeta. Genera devastazione sociale, ambientale ma anche interiore. Lacerando le comunità, mandano a fuoco il pianeta e ricoprendolo di rifiuti, alimentando un egoismo devastante. Quello della democrazia liberale è un modello che ci ha permesso un progresso senza procedenti ma che ha enormi margini di miglioramento ed intervenire è sempre più urgente. Il neoliberismo ne esaspera i difetti mentre la sfida politica di oggi è esaltarne i pregi. Per riuscirci bisogna andare contro agli enormi poteri economici che vorrebbero al contrario schiacciare l’acceleratore. L’ego vuole sempre di più, non gli basta mai. Poteri economici che controllano la politica e l’informazione e che usano la tecnocrazia per implementare i loro piani. Per cambiare servono i cittadini, non vi sono alternative. Serve riuscire a generare un potere superiore a quello di Lorsignori che riesca ad incidere sulla realtà. Servono cittadini informati e consapevoli che invece di arrendersi o farsi scoraggiare alzino la testa e si riprendano il ruolo che gli spetta in una democrazia. Non vi sono alternative. Sono i cittadini il motore della storia. Fino a ieri in Italia era impossibile leggere un giornale o seguire un dibattito televisivo, adesso lo è pure votare. Proprio quello che fa comodo a Lorsignori. Meno cittadini partecipano meglio è per loro. Siamo ad una tecnocrazia elitaria dove Lorsignori chiacchierano tra loro in qualche salottino mentre nulla cambia davvero. Siamo all’apoteosi del modello neoliberista. Coi cittadini che votano per il cambiamento e si ritrovano nel Draghistan. Pensiero unico e tecnocrazia modello Bruxelles. Politica umiliata e democrazia sospesa. Vedremo quanti cittadini dimenticheranno queste pagine penose della nostra storia e quanti invece impareranno la lezione rimboccandosi le maniche per costruire un mondo migliore.

74 replies

  1. Renzi, super flop sul reddito di cittadinanza: solo 5mila firme pro referendum

    Prometteva “una mobilitazione casa per casa”. Altra figuraccia decine di interviste e annunci per abolire il sussidio ai poveri, ma la raccolta firme non è neppure partita. Solo una petizione web e appena 4929 adesioni. Petizione semi clandestina – Un’altra figuraccia di Iv

    (di Tommaso Rodano – Il Fatto Quotidiano) – Nemmeno 5mila firme. L’unico referendum flop è quello favoleggiato da Matteo Renzi sul Reddito di cittadinanza. È la stagione del ritorno di fiamma della democrazia partecipativa: i quesiti su eutanasia e cannabis promossi dai Radicali hanno avuto una risposta impressionante, superando di slancio, in poche settimane, la soglia delle 500mila sottoscrizioni (quello sul fine vita è andato oltre il milione).
    Anche il referendum della Lega sulla Giustizia ha raggiunto il mezzo milione di firme necessario per sostenere i sei quesiti, mentre a quello per abolire la caccia ne mancano solo 25mila per raggiungere l’obiettivo. L’unico partito che non è riuscito a mobilitare nemmeno una piccola parte dei suoi elettori è Italia Viva. La campagna referendaria vera e propria non è nemmeno partita, nonostante il battage di Renzi: per adesso è poco più di una una provocazione politica. Ma già chiaramente fallimentare.
    Il primo passo infatti è stato il lancio di una petizione simbolica sul sito di Italia Viva quest’estate, mentre il senatore toscano annunciava urbi et orbi l’intenzione di lanciare il referendum nel 2022 (nonostante la legge lo vieti: il deposito di richieste di referendum non può essere compiuto nell’anno anteriore alla scadenza elettorale, che è nel 2023). Il risultato della petizione è desolante: mentre scriviamo, è stata firmata da 4.929 persone, meno della metà dell’obiettivo minimo fissato nella pagina di presentazione dell’iniziativa.Eppure non si può dire che Renzi non ci abbia messo la faccia. La propaganda estiva è stata incessante.
    Il primo annuncio è del 9 luglio: “Lanceremo un referendum abrogativo sul Reddito di cittadinanza, uno strumento che abitua la nuova generazione a vivere di sussidi”. A ogni uscita pubblica Renzi ha alzato la posta. Il 21 luglio: “Il Reddito di cittadinanza non è una misura di contrasto alla povertà. Bisogna creare nuovi posti di lavoro, anziché buttare soldi per chi sta sul divano”.
    Il 31 luglio l’ex premier diventa a suo modo virale grazie all’arringa, durante la presentazione del suo ultimo libro, in cui definisce il Reddito di cittadinanza “diseducativo”: “Voglio mandare a casa il Reddito di cittadinanza perché voglio riaffermare l’idea che la gente deve soffrire, rischiare, correre, giocarsela e se non ce la fa gli diamo una mano. Ma bisogna sudare, ragazzi, i nostri nonni hanno fatto l’Italia spaccandosi la schiena non prendendo i sussidi dallo Stato. Il referendum contro il Reddito di cittadinanza – promette – è una grande operazione educativa e culturale”.
    Il 9 agosto rispolvera un grande classico: “Il Ponte sullo Stretto si farà finalmente. Sì al Ponte, no al Reddito di cittadinanza: così riparte il Sud”. Quel giorno nella sua enews torna a sventolare la bandiera del referendum: “La verità è che noi dobbiamo prendere 500mila firme, casa per casa, tavolino per tavolino. E le prenderemo con una straordinaria mobilitazione di Italia Viva, comune per comune”. Ci sarebbe tempo fino a fine ottobre, ma l’annuncio resta lettera morta.
    Il 2 settembre, in compenso, arriva un altro annuncio. Renzi rivela al Tg4 il “quesito referendario per l’abrogazione dell’istituto del Reddito di cittadinanza”. Ecco il testo: “Volete che sia abrogata quella parte del decreto legge del gennaio 2019 che introduce “disposizioni urgenti in materia di reddito di cittadinanza?”. Sembra una cosa seria, non lo è. Solo parole: non c’è un comitato promotore, non c’è una macchina organizzativa, non ci sono banchetti né fisici, né virtuali.
    Resta solo il quesito (semi clandestino) sul sito d’Italia Viva: “Per un referendum contro il Reddito di cittadinanza”. In calce, si spiega il metodo: “Petizione promossa da Matteo Renzi. Le firme saranno ritenute valide e conteggiate soltanto se provenienti da un indirizzo email reale e funzionante. Se dovessi aver già firmato la petizione, ti ricordiamo che una seconda firma non sarà conteggiata a sistema”. Insomma, per aderire basterebbe un indirizzo email, ma non si è corso il pericolo che l’afflusso di centinaia di migliaia di militanti facesse saltare i server: hanno firmato meno di 5mila persone.
    Magari Renzi tornerà davvero alla carica nel 2022 (ignorando la legge che lo impedisce) o probabilmente farà finta di nulla. Il tema, dopo i furori estivi, sembra molto laterale nella sua agenda. L’ultima dichiarazione in merito è decisamente meno bellicosa di quelle che l’hanno preceduta. Risale al 2 ottobre: “Noi lavoriamo per il referendum, ma se conosco Draghi modificherà lui il Reddito di cittadinanza”. E la grande mobilitazione casa per casa?

    Piace a 1 persona

    • Grazie Raf2!

      Da dire che, come scritto nell’articolo, “Renzi ci ha messo la faccia”. Il problema è che l’arabo di Rignano continua incessantemente e ostinatamente a non capire che avendo la faccia come il cu… [beep] alla gente sta troppo sui co… [beep]! Non lo vuole ammettere, e continua a far ste figure da ritard… [beep]! Caz… [beep] sua, eh, a un certo punto!
      A Firenze si dice “Mal voluto unn’è mai troppo!” e se uno di Rignano sull’Arabia non lo sa, eh, son ri-caz… [beep] sua! 🤷🏼‍♂️

      "Mi piace"

  2. Non siamo più nell’800, e per fare un golpe non servono più i carri armati … sporcano, fanno rumore, rompono, e soprattutto costamo …

    Ora siamo di fronte a un golpe elegante.
    La finanza internazionale rovescia un governo senza aver nemmeno più bisogno di una primavera araba pilotata, non ce lo impone: ce lo regala.

    I governi scomodi non si combattono più: si comprano.
    Poi compri anche l’informazione e il gioco è fatto.

    Con queste premesse il governo golpista si può poi permettere di introdurre qualsiasi regola gli piaccia.

    "Mi piace"

  3. “Se non fosse perfettamente inutile vorremmo chiedere al Pajasso cosa ne pensa degli interventi degli illustri professori davanti all’ultima Commissione Affari costituzionali del Senato, nei quali viene smontata pezzettino per pezzettino tutta la puttanata pandemica: […] ”
    Il fatto che io possegga una infarinatura di conoscenza su quella robba che si chiama biologia potrebbe deporre a sfavore dei mie argomenti, poiche’ se poco e’ alle volte lodevole al troppo poco e’ senz’altro preferibile il nulla. Quindi evito di enunciare, mi levo quel cappello di capo.

    "Mi piace"

  4. Di tutti gli interventi solo quello di Salmaso, e pure meglio Cosentino (da te non mostrato, che se la mena di meno), centrano il problema dell’audizione. Gli altri parlano di materie giuridiche, legali. Perche’, Fesso, rispondono alla lettera della volonta’ governativa non al consenso scientifico che, per ragioni niente male, e’ dominante al momento. Non viene smontato nulla, e’ solo una dimostrazione che il Parlamento lavora male. Ripeto: smontare zero.
    Prima non eri cosi’ superfluo, perdi una ragione per esistere.

    "Mi piace"

    • “Di tutti gli interventi solo quello di Salmaso, e pure meglio Cosentino (da te non mostrato, che se la mena di meno)”: hai preso il vizietto della Paoletta, quello di mentire a fondo perduto? Vai e controlla bene Pajasso e vedrai che trovi anche questo video:

      “Gli altri parlano di materie giuridiche, legali. Perche’, Fesso, rispondono alla lettera della volonta’ governativa non al consenso scientifico che, per ragioni niente male, e’ dominante al momento. “: ahahah, ma sei davvero così o ti passa tutto con una bella scopata, cioè mai?

      Dal punto di vista scientifico, non ci sono solo gli interventi di Salmaso e Cosentino, ma pure quelli di Bizzarri e Donzelli che smontano pezzettino per pezzettino tutta la PUTTANATA PANDEMICA: capito cojonazzo? E oltre agli aspetti legali e giuridici, ci sono pure quelli costituzionali (‘na robettina da “gnente”…) sui quali è SFONDATA la nostra Repubblica delle Banane: capito Pajasso? Aspetti che, non essendo propriamente materia pornografica, acquistano maggior vigore appunto dalle “smontature” scientifiche suddette: capito IDI0T4?

      Riproponiamo all’attenzione per far capire in quale barbarie niente male siamo finiti:

      Troppo comodo dall’Olanda dire agli Italiani come fare gli ItaGliani: capito CAC4BALLE?

      "Mi piace"

    • Stai trollando con eccessiva confidenza, o guadagno. Avresti dovuto scrivere “leggere”, ma ormai posti alla ‘ndo cojo cojo. Per espiare voglio BB piu’ BB, poi Rino Gaetano e Meluzzi.

      "Mi piace"

      • A vedere i tuo Amore per i vaccini sperimentali anti covid19, bisognerebbe chiedere prima possibile a Draghi di fare un decreto, per il tramite del quale, chi Non vuole vaccinarsi possa farlo senza alcuna penalizzazione , a patto di donare le proprie dosi di vaccino a chi le apprezza… sai quanti regali ti arriverebbero ?

        Nel guadagneresti in …Salutisssimaa.

        Lo spirito di liberalità dei donatori di vaccini verrebbe ricompensato con la titolarità di un green pass incondizionato.

        "Mi piace"

  5. Categoria: Articolo (poi uno che di cognome fa Re – abruzzese? – e parla di sacrifici umani…)

    22 Ottobre 2021

    a) il vaccino uccide

    Questo è un fatto ormai accertato. Non una, non due, non qualcuna: decine di migliaia di persone ormai sono state UCCISE dal vaccini anticovid. Uccise, nel senso che erano sane, hanno fatto il vaccino e sono morte, uccise dal vaccino. È un fatto, è scientificamente provato. Anche se non viene detto e si cerca di zittire chi lo dice, è un fatto ed è provato al di là di qualsiasi dubbio. Quindi mettiamocela via: il vaccino uccide, punto.

    "Mi piace"

  6. c) l’obbligo è un sacrifico umano

    Assodato che questa vaccinazione danneggia e uccide, obbligare tutti, ma anche soltanto qualcuno, a subire questo trattamento è di fatto un omicidio premeditato. E quando si ammazzano persone per “un bene più grande” stiamo parlando di sacrifici umani. Condannare a morte delle persone per l’ipotesi – l’ipotesi statistica e NON un dato di fatto – che questo ne possa salvare altri è precisamente ritornare alla pratica dei sacrifici umani per ottenere un buon raccolto o per placare l’ira degli dei. Non è chi rifiuta questa deriva barbarica ad essere incivile, contrario alla scienza e alla razionalità, è chi la appoggia che sta abbracciando una visione irrazionale, antiscientifica, ma soprattutto incivile. Chi sostiene l’obbligo di queste vaccinazioni assassine di fatto lotta per reintrodurre pratiche barbariche che la nostra civiltà ha archiviato da secoli: i sacrifici umani.

    "Mi piace"

    • Aspettando il prossimo articolo di un Bechis stupefatto e incredulo sulla balla vaccinale, come lo è stato quello sui reali morti di covid, per il quale lo abbiamo visto (il Bechis) tombare rovinosamente giù dal Pero, situato a fianco del Melo del Paradiso Terrestre, becchiamoci questo:

      «Pfizer confessa ufficialmente: più vaccini, più Covid

      Le bugie sono come cadaveri buttati in acqua: prima o poi finiscono per emergere e se noi non ne abbiamo notizia a è perché esiste una fabbrica della menzogna che copre ogni vergogna di questa narrazione pandemica e vaccinale. Circa un mese fa stato [è stato] chiesto a Fauci Il portavoce dell’establishment, pandemico in Usa di spiegare perché considerasse l’immunità acquisita dal vaccino superiore all’immunità naturale, ma egli non ha saputo rispondere facendo l’ennesima figura barbina. Ma qui si tratta di marketing e bisogna convincere il consumatore di non poter fare a meno di ciò che il venditore propone o almeno di dare ai poteri che stanno tradendo le costituzione un qualche argomento per imporre i vari passa vaccinali.
      Ma in realrà che l’immunità naturale sia superiore a quella dei cosiddetti vaccini a mRna, lo ha detto la stessa Pfizer, come risulta evidente da un documento della Fda “Riunione del comitato consultivo sui vaccini e sui prodotti biologici correlati 17 settembre 2021 | Documento informativa della FDA. L’azienda ha confessato che nel campione messo in piedi per ottenere l’autorizzazione di emergenza i vaccinati avevano preso ugualmente il covid con una frequenza maggiore rispetto ai non vaccinati. Ecco la citazione esatta da pag.22:

      “Anche se non verificata in modo indipendente dalla Fda, l’analisi post hoc sembra indicare che l’incidenza di SARS-CoV-2 durante il periodo di analisi tra 18.727 partecipanti allo studio originariamente randomizzati a BNT162b2 (media di 9,8 mesi dopo la Dose 2 all’inizio del periodo di analisi) è stata di 70,3 casi per 1.000 anni-persona, rispetto a un’incidenza di 51,6 casi per 1.000 anni-persona tra 17.748 partecipanti allo studio originariamente randomizzati al placebo e passati a BNT162b2 (media di 4,7 mesi dopo la Dose 2 all’inizio del il periodo di analisi). Un’ulteriore analisi sembra indicare che l’incidenza di COVID-19 è generalmente aumentata in ciascun gruppo di partecipanti allo studio con l’aumentare del tempo post-Dose 2 all’inizio del periodo di analisi”.

      Per dirla in parole povere, circa 70 persone su 1.000 che hanno assunto il vaccino Pfizer-BioNTech (BNT162b2,) hanno contratto il COVID, mentre solo circa 51 persone su 1.000 che hanno assunto il placebo si sono prese la malattia. Pertanto, non solo il vaccino non è riuscito ad aumentare l’immunità, ma ha effettivamente diminuito l’immunità. Ha dato ai destinatari una falsa immunità. E questo viene fuori anche nel concreto perché uno studio molto ampio intitolato “L’aumento del Covid -19 non è correlato ai livelli di vaccinazione in 68 paesi e 2947 contee negli Stati Uniti” pubblicato il 30 settembre 2021 sul sito NIH PubMed conclude: “A livello nazionale, non sembra esserci alcuna relazione distinguibile tra la percentuale di popolazione completamente vaccinata e i nuovi casi di Covid-19. In effetti, la linea di tendenza suggerisce un’associazione marginalmente positiva in modo tale che i paesi con una percentuale più elevata di popolazione completamente vaccinata abbiano casi Covid più elevati per milione di abitanti. In particolare, Israele con oltre il 60% della popolazione completamente vaccinata ha avuto i casi di Covid-19 più alti per milione. Sembra anche che non vi sia alcuna segnalazione significativa di casi di Covid -19 in diminuzione con percentuali più elevate di popolazione completamente vaccinata”. E dire che i ricercatori sono o erano tutti dalla parte dei vaccini, tanto che lo studio era partito proprio per dimostrare ai renitenti la loro efficacia. Ormai questa narrazione sta diventando surreale e come sia stato possibile fornire una autorizzazione sia pure di emergenza a questi preparati sta diventando un mistero sempre più fitto. Mentre non è ormai un mistero che il totalitarismo vaccinale vada avanti comunque a dispetto di ogni verità: non ha nulla a che vedere col virus o con la salute dei cittadini, ma con la loro prigionia.».

      Butalax permettendo (sempre sia lodato…), per le fonti, pregasi il Pajasso e affini di accedere direttamente al link

      https://ilsimplicissimus2.com/2021/10/22/pfizer-confessa-ufficialmente-piu-vaccini-piu-covid/

      "Mi piace"

  7. Coso, non esiste nessuno degno del camice che indossa ch’abbia detto che i vaccinati non contagiano. Dio, al quale penso tu creda, ha gia’ puntualizzato che il problema delle epidemie in questo caso e’ il sovraccarico ospedaliero.
    Ma anche i morti, visto che e’ sabato.

    "Mi piace"

    • … Ma anche le BALLE, visto che domani sarà domenica!!! Dio, al quale penso tu voglia sostituirti, è molto severo in merito…

      "Mi piace"

  8. Donzelli mi puzza un poco. Ho visto il catafalco di associazione a capo della quale si colloca, e poi il panegirico sul proprio curriculum… mah, poteva risparmiarselo.

    Ho chiesto in giro su di lui, ti faro’ sapere.

    "Mi piace"

  9. Ovviamente, e che altro… Ma, questo, ovvero il contenuto discusso dal Semplicissimus, non l’hai letto: https://www.fda.gov/media/152176/download

    “t should be recognized that while observational studies can enable understanding of real-world effectiveness, there are known and unknown biases that can affect their reliability. Due to these biases some studies may be more reliable than others. Furthermore, US-based studies of post-authorization effectiveness of BNT162b2 may most accurately represent vaccine effectiveness in the US population.”

    "Mi piace"

    • ahahah… Poverino… Solo tu hai accesso ai Misteri gaudiosi pandemici. Infatti, IlSimplicissimus mette questi link solo per te, noi non possiamo accedervi, quindi grazie per la segnalazione: senza di te non l’avremmo mai saputo…

      "Mi piace"

  10. Secondo, il documento in questione si intitola: Application for licensure of a booster dose for COMIRNATY (COVID-19 Vaccine, mRNA). Tu davvero pensi che lo usino a tappeto o l’abbiano gia’ usato al di fuori delle prime fasi propedeutiche?

    "Mi piace"

  11. Terzo: la differenza tra 70.3 e 51.6 e’ quantificata come “scorreggina” dalle persone che masticano i muneri anche solo un poco meglio di me.

    "Mi piace"

      • Ma guarda io per quello che è un principio di prudenza e di ottimo sociale, i vaccini che molti non voglio fare, per spirito di liberalità li farei Tutti a te e a chi li apprezza in modo Fideistico ed acritico come te.

        Così facendo si raggiungerebbe un Punto di Ottimo Sociale, appunto.

        Perché non vai già da ora da Speranza a proporti come entusiasta pluri vaccinando fino ad esaurimento di tutte le dosi di vaccino sperimentale italiane , allora ?

        Penso che questo ti procurerebbe un surplus di salute e soddisfazione personali, e toeglieresti varei preoccupazioni a chi trova il vaccino legato al green pass un estorsione ?

        La soluzione delle problema vaccini sperimentali obbligatori, è nelle tue mani o di tuoi consimili grandi manti dei vaccini prenotate tutte le dosi mancanti di quel 15% di italiani Non vaccinati ( con autorizzazione via decreto contingibile ed urgente che Voi dovrete a proposito sollecitare al governo, ma con l’appoggio pieno di tutti i free vax, compreso il mio…), ne guadagnerete in salute e vi sentirete Pienamente soddisfatti , lo avrete fatto per il bene comune di pro-vax e free-vax !

        Cogli subitop la palla al balzo , ciò ti eviterà di continuare di cianciare con degli iGnoranti free vax sul web… la soluzione è nelle Tue mani ed in quelle degli entusiasti dei pro-vax ed è quella che ti indico qui sopra, dai procedi subito!

        "Mi piace"

    • Se procederai come ti ho suggerito qui sopra, mi rivolgerò a tutti i free-vax che conosco per proporre presso le più importanti Università di “medicina”, i conferimento a Te, di una laurea honoris causa in virologia, che in questo caso avrà un valore infinitamente superiore a quella dei vari “burioni televisivi”.

      Dai, dai, appena vedo conferma scritta che ti sei organizzato assieme a tuoi consimili amanti dei vaccini , per prenotare tutte le vaccinazioni ancora disponibili, io e quelli che vorranno darmi una mano per un fine così nobile, inizierò a contattare tutte le migliori facoltà di medicina per la finalità di cui sopra.

      Dai!

      Lanciati!

      "Mi piace"

  12. Esiste in italia un consistente numero di free-vax che, ispirati da un nobile spirito di liberalità ed altruismo vorrebbero donare le dosi di vaccino a loro spettanti agli amanti e fideistici sostenitori dei vaccini altrimenti detti pro-vax… penso che ciò possa costituire una scoperta straordinaria, particolarmente da parte dei fanatici pro vax , che ne potranno APPROFITTARE SUBITO ( previa apposita richiesta collettiva al governo che potrà in merito disporre tramite decreto urgente…) !!

    Approfittate di questo regalo propizio, natale e vicino !

    "Mi piace"

  13. Appena Merlo dimostrerà che esiste un liberismo che abbia anche pregi (quelli di cui parla lui e del tutto immginari) e non le negatività insite nella sua essenza e che lo portano inevitabilmente ai livelli che sta conoscendo l’umanità intera, forse, solo allora, potrà essere credibile.
    Per ora no.

    "Mi piace"

    • Il liberismo è una teoria che Spesso Non si verifica all’interno di un sistema capitalistico, ciò che esiste è il capitalismo con tutte le sue pesanti ed anche pericolose distorsioni ed ingiustizie , tipo il contesto attuale .

      "Mi piace"

      • “l liberismo è una teoria che Spesso Non si verifica all’interno di un sistema capitalistico, ciò che esiste è il capitalismo…”
        Oltre a fare del terrorismo giornaliero contro i vaccini e i vaccinati che cercano di far fronte al virus, riesci anche a intravedere sottili distinzioni tra i diversi dosaggi di capitalismo?

        "Mi piace"

      • Terrorismo lo fa eventualmente la propaganda di regime ” a reti unificate” ( ed amplissimo “volume di fuoco”…) pro vax;

        il sistema economico occidentale è oggettivamente capitalista, ti puoi fare delle piccole ricerche a riguardo, per sgrossare la tua ignoranza a riguardo, eventualmente.

        Il neo liberismo è una teoria economica che sta all’interno del sistema capitalista, così come lo è il liberismo classico, quello neo classico, il il keynesismo, il mercantilismo ecc…
        ma i “contenitore” di tutte ste teorie-politiche economiche è il sistema capitalista.

        "Mi piace"

      • Oh ecco un altro che si crede un genio e distribuisce insulti gratuiti per mascherare le proprie difficoltà.
        1) chi si vaccina ed invita a vaccinarsi non fa altro che tentare di porre un argine e ad un virus che aggredisce vite umane.
        Il terrorismo lo attua nulla oppone alla pericolosità del virus e, credendosi invulnerabile, spera solo che il covid si sconfigga con l’immunità di gregge realizzata a spese dei più deboli. Che non sono loro, naturalmente, essendo invincibili.
        2) per conoscere il capitalismo bisogna quantomeno sapere cosa vuol dire andare a lavorare e non star qui tutto il giorno a postare teorie novax a base di video di azzeccagarbugli e comici di vario genere.

        Piace a 1 persona

      • Si , si lavorare ma Non di fantasia, secondo i dettami della propaganda di regime che cerca un nemico o capro espiatorio su cui scaricare fallimenti di taluni pastrocchi allarmistici , frettolosi, sperimentali ed aborracciati… se riesco a distinguere una teoria da un sistema economico meglio di te, magari è perche ho lavorato e lavoro e mi interrogo su quello che mi succede intorno senza sorbimi le ciance di mio cuggino o della propaganda di regime.

        Gli “azzeccagarbugli” potrebbero capirne di più di tanti “virologi da salotto” o gironalai logorroici o grafomani della propaganda di regime.

        Fra l’altro più volte ho postato gli interventi della Commissione Affari Costituzionali, con medici che già Solo dal modus operandi Non danno l’impressione di essere delle Vanna Marchi pro vax diversamente dalle “viro-star” televisive ( meno Galli che dall’alto della suo “prestigio” ha avuto “inaspettatamente degli incidenti di percorso”).

        Per gli ultras della propaganda di regime, un po’ di contro propaganda può risultare Fastidiosa, ma è pluralismo democratico-informativo e spirito critico, come qui :

        http://www.lavocedellevoci.it/2021/10/22/pandemia-fa-molti-piu-morti-il-vaccino-del-covid/

        "Mi piace"

  14. Al netto delle disquisizioni lunghissime in cui tutti parlano praticamente d’altro, per una volta son d’accordo col Merlo (come tendevo ad esserlo una volta, molto spesso: ora non più, che rompe sempre le balle con “Conte e i 5S, covo di traditori” eccetera). Unica nota, gli avrei consigliato di evitare la maiuscola nel “lorsignori”, dato che attualmente questi cialtroni al governo sono tutto fuorché “signori”, ma vabbè.

    "Mi piace"

  15. La contropropaganda è salutare e serve alla totalità delle persone a cui è rivolta.
    Quella dei novax del tipo punto di domanda, sembra una sequela di alibi, salutari soprattutto per i loro microinteressi personali.

    "Mi piace"

    • Gli interessi e diritti delle minoranze in una Democrazia, vanno Tutelati; ti infastidisce di vivere in una Repubblica Democratica fondata sul Lavoro anziché sul green pass o in un regime sanitario simil Mengele ?

      Proponi di cambiare i primi 12 articoli della Costituzione, per cominciare.

      Eh, si esistono anche i micro interessi, diritti e valori ( come in Tutte le democrazie, nonostante la tua ignoranza o malafede a riguardo…)e sono anche specificamente tutelati, Non solo quelli macro di Corporation del Farmaco di talune corporazioni mediche magari tendenti al comparaggio.

      Per dire :

      "Mi piace"

  16. Tutti slogan-alibi i tuoi.
    Che nascondono le tue paure (legittime).
    Paure che cerchi puerilimente di camuffare in battaglie per la libertà o per i diritti delle minoranze.
    Degradando le battaglie (quelle vere) per i diritti chi non è libero davvero e di chi davvero patisce discriminazioni autentiche. Roba che evidentemente non conoscete neanche.

    "Mi piace"

  17. “Ecco allora già che hai capito tutto in modo auto referenziale, continua a cantartela e suonartela.”
    Stai parlando per te?
    È tutto il giorno che te le canti e te le suoni…

    Piace a 1 persona

    • Continua a cianciare, i tuo motto potrebbe esser : chi più ciancia più ha ragione ( ma rende anche più evidenti le sue baggianate, come si può notare dai tuoi commenti qui sopra…).
      Se vuoi andare a trollare qualche altro tuo amico del blog almeno vi divertite.

      "Mi piace"

      • Tu non porti manco un argomento se non quelli ad Hominem contro di me o vaghe allusioni senza senso, de tipo che io avrei dei micro interessi mentre tu mi stai trollando “aggratis”, per puro altruismo…ridicolo, proprio.

        Ma da piccolo “tu che lavori e perciò conosci il capitalismo” ( ecco così la racconti tu…), ti chiamavano forse il Disinteressato ?

        Non ti rendi nemmeno conto delle baggianate che scrivi, beata l’ignoranza.

        "Mi piace"

      • In fondo sei un essere umano anche tu, e vista la passione priva di argomenti sostanziali , che però ti pervade, ti dedico l’inno dei pro-vax ( scIentifico pure quello ?) per rallegrare i tuoi giorni anche biascicanti ( a mo’ di troll…) su questo blog :

        "Mi piace"

      • Io non vedo vetri, ma se li vedi tu, magari ci sei attaccato tu, che mano ti accorgi di quelli chi dici e fai, Disinteressato ( sarà che manco a te interessa quello che stai dicendo e perciò non ti rendi conto di quello che significa ?).

        Cosa posso dirti ? Complimenti, vai così !

        Vai così che è una figata, diceva jovanotti,. che almeno differentemente da te riusciva a fare musica orecchiabile…

        "Mi piace"

  18. Dal minuto 1,30″ ( Grave procurato allarme di regime ? Lo scopriremo solo vivendo, diceva la canzone… pure tangentopoli o i danni da eternit si è scoperti solo vivendo…o morendo) :

    "Mi piace"