“È la somma che fa il totale”, diceva Totò

La Raggi s’è rivelata un osso molto più duro di quel che diceva la black propaganda, ma non abbastanza per qualificarsi alla finale. Lì però può succedere di tutto: la Meloni farà pesare tutto il suo consenso personale e, anche se Conte facesse l’endorsement a Gualtieri e molti elettori raggiani lo seguissero, Michetti avrebbe un ottimo serbatoio di riserva tra gli elettori di Calenda, l’altro candidato di destra […]

(“Cosa dicono quei numeri” di Marco Travaglio – Il Fatto Quotidiano) – Quindi non c’è nulla di originale nell’osservare che il nuovo centrosinistra giallorosa vince solo se è unito: a Napoli con Manfredi è un po’ più contiano e dimaiano, a Bologna con Lepore è molto più pidino. A Milano i 5Stelle sono irrilevanti, come sempre, e quello di Sala (mai iscritto al Pd e proveniente dal centrodestra morattiano) è un trionfo personale e trasversale.
Il vecchio centrodestra a tre punte, a trazione meloniana e non più salviniana, va male dappertutto: per ora porta a casa solo la Calabria, e più per i demeriti del centrosinistra (ben tre candidati) che per meriti propri.
È secondo persino a Torino, dove il moderato Damilano era strafavorito sul pd Lo Russo.
Il quale però ora deve sperare nella scarsa memoria dei 5Stelle, dopo gli insulti alla buona esperienza Appendino e il rifiuto tracotante di qualsiasi dialogo col M5S.
Roma fa storia a sé.
La Raggi s’è rivelata un osso molto più duro di quel che diceva la black propaganda, ma non abbastanza per qualificarsi alla finale. Lì però può succedere di tutto: la Meloni farà pesare tutto il suo consenso personale e, anche se Conte facesse l’endorsement a Gualtieri e molti elettori raggiani lo seguissero, Michetti avrebbe un ottimo serbatoio di riserva tra gli elettori di Calenda, l’altro candidato di destra (l’altra destra: quella borghese, confindustriale e tecnocratica), allergico ai giallorosa.
Tutto ciò premesso, sarebbe ridicolo confondere questa tornata amministrativa con le prossime Politiche.
Chi lo fa, seguendo i soliti esperti del nulla, si condanna al suicidio.
Il centrosinistra che ha appena stravinto il primo turno delle Comunali, su scala nazionale resta 10 punti sotto il pur malconcio centrodestra. Il che rende semplicemente comico il pressing dei giornaloni perché il Pd molli l’asse col M5S contiano per allearsi con non si sa bene chi.
Se il Pd vince è proprio grazie alla linea Zinga-Letta sull’alleanza col M5S: la linea Renzi, alle Comunali del 2016, portò il partito alla débâcle.
Anche chi vaneggia di “sconfitta dei populisti”, con Lega e FdI al 40% e gli astenuti al 46%, racconta barzellette. I non votanti – il primo partito d’Italia – sono soprattutto ex elettori 5Stelle in attesa di un’offerta credibile.
È un monito soprattutto per Conte, che dovrà trovare linguaggi e contenuti di populismo gentile e competente per recuperare almeno una parte delle periferie sociali ed elettorali che non si sentono rappresentate da nessuno.
Specie nel deserto del Nord.
Dalla sua, ha la fortuna di essere la soluzione migliore alla penuria generale di classe dirigente: fra i vari ex premier in circolazione, è di gran lunga il più apprezzato dal “popolo”.
Ma quel ricordo non dura in eterno.

64 replies

  1. Che articolo osceno, travaglio, con il suo amore per conte, mi sta proprio deludendo. Se proprio vogliamo mettere i puntini sulle I, dove questo fronte giallorosa si è presentato il movimento non ha raggiunto anche a Napoli (prendendo, nonostante rdc, anche meno voti del 2016) il 10%, a bologna addirittura hanno preso il 3% addirittura meno della metà di una lista chiamata ‘anche tu conti’ risultando in entrambi i casi TOTALMENTE ininfluente. Aveva perfettamente ragione di Battista, il movimento doveva rimanere se stesso, visto cche sta cazz@ di alleanza ‘strutturale’ con il PD lo sta definitivamente uccidendo (..altro che semina)….è stato sacrificato sull’altare il lavoro, con il rischio di essere uccisa ,di una grande donna come virginia come fosse stata merd@, e l’atteggiamento altezzoso suo e di quell’altro buffone di scanzi, che da del tossico a chi credeva che sarebbe arrivata al ballottaggio, mi fanno schifo. Se il m5s dovesse arrivare al 7% è pure troppo, altro che il 18 o il 20%.

    "Mi piace"

  2. Giuseppi il rettile rettiliano che lecca il deretano a tutti e non scontenta nessuno, degno compare di let(t)amaio.

    "Mi piace"

    • È il volto pragmatico dei 5S, governare con chi è disposto ad accettare il loro programma. Può non piacere, ma visto che la maggioranza assoluta è una chimera, è quel che passa il convento. Conte non lecca ne insulta nessuno. Per molti, in questa Italia di strilloni acefali, è un difetto. Ma forse a medio termine funziona

      Piace a 2 people

  3. È rispuntato Cagliostro.Quello che si guarda allo specchio come la matrigna di Biancaneve oh yes.Quello che vede la fogna pd e non vede la fogna lega.Cagliostro uno bravo che ti aiuti no?

    "Mi piace"

    • @bianchini vitaliano
      Poveretto, far pena sarebbe già qualcosa, ma tu , aimè, non fai neppure quella, il nulla vestito di nulla, riposati ne hai bisogno.

      "Mi piace"

  4. Mi sembra di capire che a Torino, dove vivo, il PD teme i 5S. Questo per dire che la crisi dirigenziale del PD è direi abbastanza grave.Gramsci si girerà nella tomba. Un partito importante che non sa trovare le ragioni di confronto unitario con i 5S evidentemente è infastidito e preoccupato del suo ruolo. Se non si scioglie questo nodo in futuro ne vedremo delle belle.

    "Mi piace"

  5. Grazie Virginia. Dopo averti votato ripongo la mia scheda elettorale nel cassetto e la dimenticherò. Peccato perché era nuova nuova, l’ho dovuta cambiare perché la vecchia era tutta piena di bolli.

    Piace a 1 persona

  6. Io rimango strabiliata, ve lo giuro: vi stupite che non sia stata confermata perché ha buttato giù le villette dei casamonica?
    Sono mesi che ve lo dico, che la vita dei cittadini è complicata, che sono tutti scontenti e le indicazioni di voto non interessano a nessuno: e voi niente, giù a parlare del malaffare che ha sgominato. E di quanto è brava, e quanto è minuta (ultimamente va molto questo aggettivo). Le amministrative non sono così: non è politica d idee. Sala le vince perché più meno la macchina funziona, ma se la macchina non funziona non mi puoi parlare della politica nazionale. Ma vi rendete conto di quanta gente non è andata a votare? gente che ci è andata l’altra volta perché aveva sperato nel cambiamento?
    E quelli che sono andati a votare sono tutti dei disgraziati che non l’hanno capita. Quindi mò la colpa è dell’elettore che non ha votato bene o di Conte ce non l’ha sostenuta “ABBASTANZA”?

    "Mi piace"

    • Voglio provare a darle ragione per tutte le sue lamentele per il malgoverno (a suo parere) della Raggi.
      Faccia però un altro passetto: cerchi di spiegarsi e di spiegarci, visto che la Raggi non andava bene, come mai quel 46% di astensioni, indice che gli elettori non hanno ritenuto gli altri partiti/contendenti più meritevoli. Il 46% non sono mica bruscolini.

      "Mi piace"

      • “Voglio provare a darle ragione per tutte le sue lamentele” quali sono tutte le mie lamentele?
        E dove avrei detto che “gli altri partiti/contendenti sono più meritevoli?”

        Continuiamo col benaltrismo?
        Io ho parlato dell’atteggiamento dell’elettorato (di un certa parte) del movimento davanti ad un risultato ampiamente annunciato. Se qualcosa non è chiaro del mio ragionamento posso articolare meglio, ma se mi deve mettere in bocca cose (a parte che non ho detto) che non c’entrano no, grazie. La prospettiva è un pelino più alta del livello tifo da stadio.

        "Mi piace"

      • Lasci perdere sig.ra Paola. Se non desidera entrare nel merito della mia domanda, non è un problema mio, e forse neppure suo. Va bene così.

        "Mi piace"

      • Lascio perdere cosa? Mi ha chiamato in causa lei non io. Ora io devo rispondere a una domanda che lei pone sulla base di conclusioni tutte sue che trae da cose che capisce lei e che io non ho mai scritto?
        RIsponda: dove legge “tutte le mie lamentele” e dove ho scritto che “gli altri partiti/contendenti più meritevoli” lei ha usato queste premesse che sono errate. Allora se la premessa è errata che senso ha rispondere alla sua domanda. Non la capisco quale sia il merito della sua domanda, che c’entra con quello che ho scritto?

        "Mi piace"

      • Sig.ra Paola, ma i suoi genitori non le hanno mai insegnato che non è buona educazione rispondere ad una domanda con un’altra domanda? Meglio allora far finta di non aver sentito e non rispondere affatto, sebbene dovrebbero averle anche insegnato che “domandare è lecito, rispondere è cortesia”.
        La domanda che le avevo posto è chiara e comprensibile a tutti, almeno tutti coloro che vogliono intendere.
        E con ciò la saluto: per me la conversazione finisce qui.

        "Mi piace"

      • Sig.ra Roberto, ma i suoi genitori non le hanno mai insegnato che non è buona educazione travisare le parole dell’interlocutore e che nel dibattito condizione minima dovrebbe essere l’onestà intellettuale?
        Dove avrei espresso i pensieri da lei riportati?
        Parlo ogni giorno con svariate persone, come può notare ance sotto questa stessa discussione, ma il dibattito deve essere chiaro e leale, la curva sud non mi è mai interessata.

        "Mi piace"

    • Nel senso, credo, che ha comunque ottenuto un 20% dei consensi con tutto il mondo dell’informazione a massacrarla da quando è diventata sindaca.
      Hai certamente ragione anche tu, Paolapci, a dire che in un’amministrazione locale bisogna risolvere anche i problemi spiccioli dei tuoi cittadini.
      Io, che non sono di Roma, non so se la Raggi ha abbattuto solo le ville dei Casamonica e si sia disinteressata di tutto il resto.
      So solo che ha avuto contro un’orda selvaggia di fronte alla quale quel 20% ha un valore che va oltre quello che le sarebbe spettato di diritto per la sua meritoria avversione al crimine.
      Personalmente l’avrei votata come ora voterei Gualtieri. Anche se la sua arroganza nella campagna elettorake non mi è piaciuta per niente.
      La Raggi farebbe bene a dare un’indicazione di voto per l’ex ministro. Dimostrerebbe di essere più intelligente e seguaci lui.

      Rimango del parere che l’unità della Sinistra coi 5stelle sia quanto di meglio su possa auspicare per questo povero Paese.

      "Mi piace"

      • GSI, premesso che il giorno delle ruspe io ho festeggiato (non quanto il 4/12/2016 sia chiaro), e premesso che non penso che si sia disinteressata di tutto il resto (dei suoi meriti parliamo quando vuoi), anzi, penso però che le due cose più importanti nella vita dei romani non sono cambiate (rifiuti e trasporti) e che ai cittadini non frega assolutamente nulla di quello che scrivono Sebastiano Messina e Conchita de Gregorio. Questo riguarda il talk show, esattamente come io penso che la Appendino sia stata una brava sindaca e come penso che Sala faccia schifo: ma lo so? No, lo immagino per quello che queste persone dicono (nel caso della Appendino dice poco, diciamo che mi fido di Travaglio) e per una questione ideologica.
        Per quanto riguarda la Raggi la mia personale insofferenza è cresciuta negli ultimi 18/12 mesi. Se tu mi dici: io sto costruendo un percorso ci vogliono 12 anni. Io decido ti aspetto o non ti aspetto? E voto di conseguenza. Ma se tu prima mi dici che per il tuo percorso ci vogliono 5 anni e poi, alla prova dei fatti cambi, e mi dici no, è competenza di ZIngaretti beh per me non sei più credibile. ALlora primo se è competenza di Zingaretti usa gli strumenti che hai a disposizione: denuncialo, vai dal prefetto, fatti dare un commissario, incatenati se necessario. Ma poi ha senso per te? Tu mi vuoi dire che della raccolta della spazzatura dalla strada risponde la regione? Ma questa è disonestà pura, lei gioca sull’ambiguità e il 5s fanatico usa questo argomento per dire che l’elettore è carminati.
        Se tu hai notato nell’ultima intervista anche Di Battista ha provato ad aggiustare il tiro: per la prima volta ha ammesso ” non siamo stati efficaci con la regione, ma nei prossimi 5 anni lo saremo”. GUarda a me fanno talmente schifo tutti gli altri che se lei avesse detto queste parole anche una sola volta io l’avrei votata, ma si è intestardita con questa roba assurda: ma ti rendi conto che io pago delle cifre allucinanti di Tari al comune? E non voglio nemmeno aprire il capitolo Atac.
        Se hai voglia, sotto l’articolo Sorpresa: il centrosinistra, Tracia ha pubblicato un intervento interessante su come leggere il voto, un intervento costruttivo, non questi che per partito preso siccome VIrginia è onesta e minuta io la devo rivotare. Ma non ha senso. L’unico caso in cui il cittadino decide qualcosa di vicino e reale è con la scelta del sindaco, il resto è aria fritta. Poi riguardo alle indicazioni di voto, a mio parere non servono: i cittadini abbiano bisogno del consiglio di Letta o della Raggi, e non credo se ne facciano niente del consiglio, al massimo serve per scegliere se andare o meno a votare, non certo cosa votare.
        Insomma, io pur pensando bene di GUaltieri il pd non l’ho votato per punirlo, ma (come dice Fratoianni) non sono pazza: tra Michetti e Gualtieri so bene chi votare. Poi se qualcuno ha bisogno che lo suggerisca un altro, beh visto l’abisso tra i due mondi direi che c’è necessità di un TSO.

        "Mi piace"

    • Capisco il tuo punto Paolapci, ma sai che l’autocritica in campagna elettorale è praticamente sconosciuta. Figuriamoci poi se la Raggi avesse solo accennato ad un minimo di ammissioni di colpa: ne avrebbero fatto scempio.
      Anche se sarebbe piaciuto ai suoi estimatori che le avrebbero (forse) perdonata di aver mancato obbiettivi importanti come Raccolta Rifiuti e Trasporti da te citati.
      Sul fatto che sia mancata nella comunicazione dei tempi per la realizzazione dei suoi obbiettivi sarei più indulgente: si è ritrovata inaspettatamente a ricoprire un ruolo pesante come un macigno: non ti sembra normale si sia resa conto nel tempo che le grandi opere contemplano sempre delle… Varianti in corso d’opera?
      Non sono nemmeno convinto che l’indicazione di voto non serva a nulla. Credo abbia, invece, un grande significato. Perché se l’elettore come puoi essere tu (attenta e politicizzata) non ne ha sicuramente bisogno, esiste una moltitudine di persone che si affida a dei rappresentanti e si fidano di loro per le scelte politiche che dovrebbero competere a loro stessi.
      E non per questo quelle loro scelte differite da indicazioni altrui hanno meno valore di quelle di chi è più “attento e politicizzato ” di loro. Non siamo tutti uguali nell’approccio alla partecipazione alla politica.
      Ecco perché la Raggi dovrebbe avere il coraggio di dare una indicazione per il ballottaggio.
      Perché è stata la rappresentante dei cittadini di Roma che le hanno riposto fiducia e anche perché il suo sarebbe un gesto di quell’umiltà che tu non le hai visto fino a questo momento.

      Piace a 1 persona

      • Gsi, vorrei precisare che il fatto che lei nella precedente campagna elettorale avesse assicurato di farcela in 5 anni e poi si sia resa conto che non era possibile per me non ha determinato niente.
        Quello che per me è stato inaccettabile è stata la negazione del problema, appiopparlo a Zinga, e il dire non dipende da me. Certo, come dici tu in campagna elettorale non poteva arretrare, però il punto è: io cosa devo votare? Io ci ho creduto tantissimo nel fatto che la Raggi potesse alleviare la sofferenza di vivere in questa città impossibile, ma ora non mi dava nemmeno la prospettiva, diceva suonate a maZinga. La gente non si rende conto di quello che vivono i romani: l’altro giorno quando cercavo di anticipare il risultato per me ovvio, mi è stato risposto: non la voterete perché siete Carminati, perché buche e rifiuti ci sono sempre stati. Io non posso accettare il benaltrismo di dire: e quelli di prima? Oppure quello di dire che è colpa di Conte. Ma se ormai da un anno era chiarissimo che la gente non l’avrebbe rivotata. Ma poi scambiare un risultato amministrativo come un giudizio negativo sui 5s non lo capisco: è un giudizio sull’amministrazione uscente. Stop.
        Ora le auguro e mi auguro che faccia una durissima opposizione.
        Circa l’ultimo tuo punto, secondo me se ieri 48% di votanti, al ballottaggio saranno max 35%: non andranno proprio a votare quelli che necessitano di apoelli, quelli che non necessitano sanno già che votare.

        "Mi piace"

    • Paolapci, il mio giudizio è quello di chi guarda Roma Roma città da lontano, attraverso quel che arriva da giornali e TV, ma se tu ci vivi a Roma, l’hai votata (la Raggi) e mi dici che era chiaro da un anno che la gente non l’avrebbe rivotata… Non posso che fidarmi e rassegnarmi.

      Salutandoti continuo però a credere che un’indicazione di voto per Gualtieri da parte della ex Sindaca, avrebbe un grande e positivo significato. Dirompente perché oltre a mettere in difficoltà quella zona scura di renziani che allignano nel pd, oltre a dare una chiara indicazione di crescita in serietà dei 5stelle, alimenterebbe un po’ di fiducia e convinzione tra la gente di poter intravedere una proposta politica decente (con pd e 5stelle che dialogano, affrontano e risolvono problemi concreti) dopo anni di buio. E potrebbero aumentare anche le probabilità di un ritorno al voto di se n’è allontanato.

      Piace a 1 persona

    • E di chi sarebbe la colpa? Di chi non vuol capire che una città in macerie non la risollevi in un istante o di chi, un passo alla volta, dimostra con i fatti e le opere che la strada difficile, impegnativa ma giusta del cambiamento e miglioramento è stata intrapresa?
      Bisognerebbe uscire dal proprio orticello. La TARI più alta d’Italia la pagavi a causa di quelli di prima e nessuno fa miracoli. Non hanno mai detto che avrebbero risolto in un istante tutti i problemi di una citta devastata come Roma, anzi, hanno sempre detto che non sarebbe stato facile; Di Battista si è addirittura spinto a dire che governare Roma sarebbe stato più difficile di fare il ministro, se poi votando qualcuno per cambiare ti aspetti miracoli allora la colpa è proprio tua.
      Le centinaia di autobus nuovi, i chilometri di strade riasfaltate a regola d’arte, la stazione Tiburtina, l’abbattimento del ponte sulla tangenziale e il progetto di riqualificazione, le palestre, le ville, lo skate park, Ostia, le ville dei Casamonica abbattute, e tanto altro che non ricordo li hanno visti oppure si girano dall’altra parte? Tu li hai visti? E cosa sono se non tracce di un cambiamento in meglio, una inversione di tendenza rispetto al passato che lascia ben sperare. Raggi ha denunciato più volte l’ostruzionismo, il sabotaggio della Regione Lazio a guida Zingaretti sulla questione rifiuti, facendo esposti in procura presso cui giacciono le denunce, di più non è riuscita a fare contro una Regione che invece di aprire discariche chiudeva le poche ancora funzionanti. Gli incendi ai TMB li hai visti, te li ricordi, a chi vuoi dare la colpa della vostra ignavia. Non è riuscita a risolverti ancora il problema dei rifiuti? E te la sei data la risposta o hai solo fatto il gioco di chi in questi 5 anni voleva che tu vedessi solo quel problema e non ti concentrassi su tutto quello, tanto, di buono fatto.
      Di chi sarebbe la colpa se non voti per una sindaca come la Raggi e non lotti, con il tuo voto, contro il malaffare dopo gli incendi ai TMB di cui dovresti sapere?
      Di chi è la colpa del degrado se non di chi per decenni ha votato per il malaffare e la malapolitica incistata?
      Di chi?
      Dici che “i cittadini sono tutti scontenti…” e allora si astengono così avvantaggiando quelli che non vorrebbero più, o tornano a votare chi, in passato, ha prodotto i risultati devastanti che tutti conosciamo e conoscono? Per tonare al passato?
      Solo uno stolto, un cretino, davanti a risultati tangibili, anche se per lui non sufficienti, sceglie di tornare al passato, abbandonando l’opera di ricostruzione e risanamento intrapresa con la Raggi.
      E che cambiamento volevano? Un miracolo istantaneo al solo schiocco delle dita se dopo appena circa sei mesi alle europee non hanno riconfermato la fiducia nel M5S. Ma vi rendete conto?
      Tu un paese devastato, corrotto in ogni ganglio, pretendi di cambiarlo in un istante, con tutti contro?
      No è proprio il cittadino medio che ha carenze cognitive preoccupanti e purtroppo ci vorranno tempi medio lunghi per non dire generazioni. E’ un cambiamento antropologico che è necessario e che richiederà molto tempo, salvo eccezioni e/o cataclismi.

      Piace a 1 persona

      • In effetti nelle sue risposte PaolettaPC dimostra quanto è demenziale il pensiero del tipico romano. 2000 anni di corruzione? Li cancelliamo in un click.

        ecco come ragionano i PaolettiPC.

        "Mi piace"

      • Al benaltrismo dei tuoi ragionamenti non rispondo, ho spiegato in lungo e in largo le mie ragioni. a chi ha avuto voglia di ascoltarle.
        Come dici tu sarò una cittadina media con carenze cognitive.
        Ho comunque il diritto di esistere e pensa un po’ di votare.
        Ciao

        "Mi piace"

    • In mancanza di argomentazioni usi, senza cognizione, termini come “benaltrismo”. Io ho elencato fatti incontestabili.
      Non serviva fornissi conferma rispetto al mio “ragionamento”.

      "Mi piace"

      • Numero 1 io argomento con chi mi pare e piace e quando mi pare e piace e con te non mi va per niente.
        Numero due non mi va di argomentare con uno che comincia con “quelli di prima”, trattasi di benaltrismo allo stato puro.
        Numero tre io confermo e smentisco quello che mi pare e piace: ti è chiaro?
        Non sei tu che detti tempi, modi e contenuti.

        Vediamo se hai capito adesso, visto che ti occupi dei problemi cognitivi altrui, ma non del tuo di ritardo cognitivo.

        "Mi piace"

      • Numero 1 – la mia era una mera constatazione.
        Numero 2 – non argomentare è una tua scelta, io constato.
        Numero 3 – tu confermi e non smentisci ed infatti continui a confermare, se non ti è chiaro non posso farci niente.
        Tempi, modi e contenuti sono tutti qui presenti, nessuno li detta, sono palesi come chiunque può constatare e tu non fai altro che darne ulteriore prova.

        "Mi piace"

      • Ancora? Ma allora non hai una carenza cognitiva, hai una voragine cognitiva.
        Non mi interessano le tue constatazioni e men che meno le tue “argomentazioni”?
        Got it?

        "Mi piace"

  7. comunque pare all’ATAC abbiano deciso di festeggiare
    che ci potrebbe essere nuovamente il cDestra.
    30 autobus alle fiamme
    come le candeline sulla torta.

    romani, auguri.

    Piace a 3 people

    • come spesso capita, la stampa difetta pure a contare,
      le “candeline” accese sarebbero 20 per alcuni e 30 per altri

      deve esserci un siciliano a contarli
      (siciliani, non prendetevela, i vostri del SSR non riescono a tenere conto dei deceduti che,
      essendo immobili per stato d’essere al pari di un bus arso, non è che possono sfuggire alla conta
      ma pare ci riescano – a meno che non sia colpa dei pizzini portati a mano, ci sono mail e telefono già da un po
      ma forse, quei matematici, non si fidano – ed è a questi che mi riferisco, essi non hanno ereditato geni d’Archimede,
      al contrario del vs. conterraneo F. Tulone)

      "Mi piace"

    • Ma certo, riprende il magna magna caratteristico di Roma ifurti di carburante, le ore extra gonfiate assenteismo a tutto spiano……e , o miracolo!, i bus non si incendiano più. Era la Raggi che dava loro fuoco. Romani, gioite per l’alba dorata che vi attende grazie a uno di quei due. Il dubbio è se privilegerà quello del quartiere Trieste o quello del Parioli. È per Tor della Monaca et similia, un Vaffa dal Campidoglio

      Piace a 2 people

    • Festeggiano già anche all’AMA. E’ vero anche però la Raggi ha le sue colpe: in 5 anni aveva modo e tempo di fare un vero ripulisti nelle due partecipate, a cui aggiungerei anche la Polizia Municipale, lasciando da parte una democrazia pelosa che avvantaggia solo i corrotti. Sperare che essi si ravvedano, vale come le speranze del cardinale Pappalardo nel ravvedimento dei mafiosi, che delinquono dal lunedì al sabato, ma la domenica vanno a farsi vedere in chiesa ed a prendere i sacramenti (chi sa se lo spirito di Cristo è davvero nelle ostie che prendono).

      "Mi piace"

  8. E smettetela di fare i fighi e parlare di competenza regionale dei rifiuti: al cittadino non frega niente e non è tenuto a sapere a chi compete. Noi paghiamo al comune di Roma la spazzatura più cara d’Italia e voi pensate che la gente si vada a studiare il testo unico degli enti locali prima di incazzarsi? Ma siete seri?

    "Mi piace"

    • Certo, il modo migliore per silurare silenziosamente e codardamente una grande sindaca e grande donna, inerme contro la perfidia di Zingaretti & cimpany

      "Mi piace"

      • “il modo migliore per silurare silenziosamente e codardamente una grande sindaca e grande donna, inerme contro la perfidia di Zingaretti & cimpany”

        Ma cos’è il libro cuore? La bontà, la perfidia. E menomale che eravate quelli post-ideologici, come direbbe qualcuno siete post ideologici col qlo degli altri.
        Ora la colpa è del cittadino. I romani sono tutti carminati secondo questa logica.

        P.s. per curiosità bugsyn, vivi a Roma?

        "Mi piace"

    • E continuerete a pagarla come o più di prima.
      Pensate davvero che il ritorno di quelli “bravi e competenti” di prima, cambi le cose?
      Avevate votato la Raggi per le strade, i rifiuti, ATAC e altro nelle vostre teste.
      Ha riasfaltato ex-novo chilometri di strade e queste anche un cieco lo può vedere e riconoscere o avreste preteso, l’istantanea asfaltatura, nottetempo, di circa 8000 chilometri?
      Centinaia di autobus nuovi, ATAC salvata dal fallimento e dalla privatizzazione, bilanci in positivo per la prima volta, opera di risanamento visibile e constatabile, ma per voi niente?
      Sei campi Rom chiusi con contestuale diminuzione dei roghi tossici, niente, non sono sufficienti?
      Tutto questo e molto altro che, per chi non vuol vedere e/o sentire, a poco servirebbe elencare,
      Da quello che scrivi sembra che l’unica cosa vi interessasse fosse la questione rifiuti ma allora perché avete confermato Zingaretti alla guida della regione che era ed è il responsabile della questione?
      Uno interviene in una situazione disastrosa e devastata inizia a risolvere la montagna di problemi un pò alla volta e per chi è capace di riconoscere i fatti, Raggi ha realizzato un cambiamento epocale e un ottimo lavoro ma, a causa di tutta l’ostruzione subita, non è riuscita a risolvere il problema rifiuti, e tutti smettono di vedere i cambiamenti positivi fissandosi, non sul lavoro svolto che fa ben sperare per il prosieguo e prossimo futuro, ma solo sul lavoro che ancora rimane da fare, sulle macerie che ancora rimangono per terra a causa dei “competenti” di prima, rimettendosi nelle mani dei responsabili dello sfacelo, della devastazione di prima.
      Ma che bravi cittadini, complimenti!
      Chi è causa del proprio mal pianga sé stesso.

      Piace a 2 people

    • La sporcizia è la mafia.
      La mafia ha combattuto la Raggi con i rifiuti in strada. La sporcizia è la conseguenza della mafia.
      Continua a dormire.

      "Mi piace"

      • Sì sì, ora è arrivato un altro che a Roma c’è stato in viaggio di nozze. Anzi, ha visto viaggi di nozze di Verdone.
        Ecco, continua a guardare il film!

        "Mi piace"

    • Rifiuti Roma, Consulta dà torto a Zingaretti/ “Regione Lazio non deleghi ai Comuni”
      7/10/2021 – La sentenza della Consulta dà torto a Zingaretti (e ragione a Raggi): “Regione Lazio non deleghi ai Comuni gestione ambiente”

      Tre giorni dopo la Elezioni Comunali a Roma, una sentenza della Corte Costituzionale interviene sul tema dirimente in campagna elettorale dell’emergenza rifiuti nella Capitale: con la sentenza 189/2021, relatore Maria Rosaria San Giorgio, la Consulta stabilisce che la Regione non può delegare i Comuni le funzioni ad essa attribuite dal codice dell’ambiente.

      Dopo mesi di scontro istituzionale e politico tra la sindaca uscente di Roma, Virginia Raggi, e il Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, la sentenza della Corte Costituzionale sembra convergere sulle tesi del Campidoglio considerando invece erronea la scelta del Lazio di delegare ai territori «né l’approvazione dei progetti degli impianti di smaltimento e recupero dei rifiuti provenienti dalla demolizione di automobili e rimorchi e dalla rottamazione di macchinari e apparecchiature deteriorati ed obsoleti e la relativa autorizzazione a realizzare gli impianti né l’approvazione dei progetti di varianti sostanziali in corso di esercizio e relativa autorizzazione alla realizzazione né, infine, l’autorizzazione ad esercitare l’attività di smaltimento e recupero di questi rifiuti».

      Qui la sentenza

      Fai clic per accedere a CC_CS_20211007142023.pdf

      Svegliatevi smettetela di dormire o continuerete a votare per i vostri carnefici!

      "Mi piace"

      • Aridaje, è tornato il tipo che consiglia di non dormire per non votare chi lui pensa si sia votato.
        Ma uno normale, con un sano senso del dubbio, che si faccia una domanda che sia una davanti agli eventi è rimasto tra gli elettori 5 s o sono tutti di questa risma, la risma che sanno tutto loro e ti insegnano la vita?
        Ecco, valla a insegnare a un altro la vita.
        Ciao

        "Mi piace"

    • Tu non stai bene proprio, altro che addormentata.
      Un mimimo di capacità di autocritica che pretendi dagli altri riesci ad averla per te stessa?
      E tu avresti anche la pretesa di non avere niente da imparare, come tutti gli arroganti e saccenti, non sbagliate mai.
      nemmeno davanti ai fatti ineludibili. Che pena!

      "Mi piace"

      • “E tu avresti anche la pretesa di non avere niente da imparare, come tutti gli arroganti e saccenti, non sbagliate mai.”

        Ah ah ah!
        E da chi dovrei imparare: da un mitomane che da una frase crede di aver dedotto non so cosa (e non m i interessa, quindi non mi rispondere) e da 2 giorni mi rompe l’anima con le sue farneticazioni cui sono totalmente disinteressata? Ma tu credi che io abbia letto quei papiri che mi hai scritto’? Ma stai bene? E cosa me ne importa dei tuoi pareri kilometrici, fammi capire (sempre si fa per dire, non devi rispondere sul serio)?

        Ma ritirati disagiato mentale!
        Ah e l’autocritica suggeriscila a quello che vedi quando ti guardi allo specchio: perché uno che venerdì sta ancora a un articolo di martedì ha seri problemi di cui non mi faccio carico.

        "Mi piace"

    • Detto da te che in ogni commenti metti in mostra il tuo di disagio mentale è tutto da ridere, sei solo ‘na poraccia da compatire.

      "Mi piace"

  9. Il Pd si sentiva leader e guardava i 5 stelle dall’alto verso il basso quando loro avevano il 18 e i 5 * il 32, figuriamoci ora. A Virginia Raggi darei un consiglio. Fonda un tuo movimento assieme a qualcuno di quelli buoni rimasti. Io l’avevo detto già da tempo Conte è bravo ma si colloca tra quello che erano i 5 stelle e il Pd. C’ è un gran quantità di persone che devono essere rappresentate che non rinunciano a quegli ideali e speranze

    Piace a 1 persona

  10. Di Battista è arrivato il tuo momento.Raggi ha perso,anche se con onore,la partita. I suoi elettori ,quelli della tornata scorsa, sono rimasti a casa in parte,ma non sono andati nemmeno a votare i dinosauri delle corruttele. Quindi è ora di ricominciare.

    Piace a 1 persona

  11. L’errore più grande di Virginia?
    Presentarsi con il simbolo del fu mv5* e in compagnia di giuseppi e Gigino, due mettinc#lo di massima grandezza,
    Chissà come gode il bomba di regnano,

    Piace a 1 persona

    • Che rispondere ad uno che cita BUTAC come fonte autorevole di lotta alle fake news?

      Che sei un somaro funzionale, caro Guido-e-sbando.

      "Mi piace"

  12. Per quanto mi riguarda la politica non esiste, è in animazione sospesa, in coma indotto farmacologico.
    Al suo posto un gruppo di teatranti recita la sua particina a favore di telecamere, male fra l’altro, seguendo un copione scritto da un regista che nemmeno firma l’opera: preferisce che i telecittadini pensino sia un reality.
    Non che prima la politica esistesse eh … siamo una colonia da decenni … il gioco era solo meno spudorato.

    La democrazia è un sogno, andiamo avanti a governi fantoccio, e questo ultimo, col profeta delle banche a capo sembra più un consiglio di amministrazione del potere, con confindustria che quando parla gli fa la ola.

    Abbiamo avuto una pausa di una trentina di mesi in cui sembrava che qualcosa di democratico potesse rinascere, invece è tornato subito l’inverno, ora non resta che aspettare la prossima primavera.

    Conte mi sembra una persona decente, spero possa restarla e magari prendere in mano gli elettori pd (elettorato disattento, che segue il gregge anche se il pastore è stato sostituito dai lupi da decenni), ma per il mio gusto è troppo propenso alla mediazione.
    Il mediatore guadagna sia che il suo cliente vinca sia che perda, per questo lo vedo inadatto a combattere il potere.
    Il M5S era adatto, ma si è perso purtroppo, crollato di colpo per una ferita al cuore.

    Non mi resta che stare a guardare cosa succede. La storia ha fantasia, il contesto che ha permesso la nascita del M5S esiste ancora.
    Ho la speranza che un movimento democratico nuovo possa nascere ancora, in un futuro non so quanto lontano.

    Piace a 1 persona

  13. ROMA FINALMENTE LIBERA.

    I romani non sanno
    ancora chi sarà il loro
    nuovo sindaco, ma da ieri
    hanno la certezza che
    dopo cinque anni, due
    mesi e 16 giorni la città si
    è liberata di Virginia
    Raggi. Il suo successore,
    chiunque sarà, avrà la
    fortuna di un vantaggio
    irripetibile: fare peggio
    di lei non è difficile, è
    impossibile.

    Sebastiano Messina, la Repubblica, 5 ottobre 2021

    "Mi piace"

  14. Alessandro Cagliostro.Come comico non fai ridere.Tuttalpiu in un avanspettacolo di periferia tipo Bagaglino.Animo.leghista liberati fai outing

    "Mi piace"

  15. Sebastiano Messina sei un bifolco. Ti auguro tutto il male del mondo per essere una persona malvagia, menzognera e senza classe. E come non giornalista…..poveraccio, al limite dell’anafalbetismo

    "Mi piace"