La terza dose? Sarà un vaccino Pfizer o Moderna, anche per chi ha ricevuto Astrazeneca

(Adnkronos.com) – «La terza dose? Bisogna fare l’mRna», Pfizer e Moderna, «anche chi ha fatto Astrazeneca». Così il commissario per l’emergenza Covid-19 Francesco Paolo Figliuolo a Che tempo che fa su Rai3. «Non c’è un problema di dosi. Abbiamo tutte le dosi per vaccinare tutti gli italiani, la logistica marcia a pieno regime – ha sottolineato – Siamo partiti con over 80, Rsa e sanitari over 60. Abbiamo gli immunocompromessi, a breve uscirà la circolare per i fragili».

«Domani si riunisce l’Ema e dirà qualcosa sulla terza dose, poi l’Aifa dirà la sua – ha proseguito Figliuolo – Negli Usa stanno facendo la terza dose agli over 65, lo stesso in Francia, in Gran Bretagna dai 50 anni in su. Noi aspettiamo il 4 ottobre e poi daremo le indicazioni».

«La terza dose per tutti? Aspetto cosa dicono gli scienziati, sembra che una dose booster sia meglio fino ad una certa età. Poi le evidenze sul campo non ce la impongono per i più giovani ma noi siamo pronti. Quando si vedranno i dati per capire cosa succede sul decalage degli anticorpi, saremo pronti». Chi ha ricevuto il vaccino AstraZeneca o Johnson&Johnson «farà il vaccino a mRna. Ci sarà la chiamata, poi faremo anche accesso libero».

14 replies

  1. Vaccino-dipendenti vita natural durante?!?! Un affare più redditizio del commercio di droga o delle rinnovabili…..vaccinazione “obbligatoria” ogni 4/6/12 mesi a vita?!?! Come funziona bene!!!!! Una soluzione geniale!!!!!
    L’unico parametro valutativo è il decalage degli anticorpi?!?! Nulla sull’effetto cumulativo delle somministrazioni?!?! Nulla sugli effetti avversi a medio e lungo termine?!?! Nulla sul valore del D-Dimero?!?!

    "Mi piace"

    • guardi, ho fatto 4 vaccinazioni in 4 mesi (ovviamente non tutte per il covid) ,
      e ho fatto pure gli esami del sangue, per fatti non correlati,
      i valori rispetto a prima delle vaccinazioni sono migliorati (più verso il centro dei valori limite)
      ma non saprei se per effetto delle vaccinazioni o per altre cause (stile di vita, allenamento fisico, alimentazione)

      comunque, uno specialista, quindi non uno che s’è formato su FB/TW/YouTube, a domanda diretta,
      m’ha detto che non c’è influenza dei vaccini sui referti clinici (che ripeto non erano collegati e quindi
      potrebbero non aver cercato cose più specifiche, ma erano un buon numero)

      e sul fatto che i vaccini si possano fare in via periodica non capisco lo stupore.
      non tutti riescono a fermare i virus in via definitiva con una sola somministrazione,
      ma dipende dal virus non dal vaccino.
      e poi tutti gli anni c’è quello per l’influenza, dato che quei virus subiscono variazioni esattamente come il sars-cov-2,
      se non lo sapeva, ora lo sa, se lo sapeva non comprendo perché faccia la stupefatta alla scoperta del fatto
      che questi seguano la stessa metodica.

      e poi i mesi non sono ne 4 ne 6 più probabile, al momento con i vaccini attuali, 8/10 mesi
      (come sospettavano sin dall’inizio quando ancora non c’erano varianti),
      ma non è detto che scoprano metodi per portarli a 12, purtroppo di geni di FB/TW/YouTube che
      fanno sperimentazione ed innovazione ce ne sono pochi… e quei pochi, al momento, dopo poche
      settimane di chiacchere e vaniloqui, fortunatamente evaporano

      se si sente all’altezza, si proponga invece che fare domande capziose di cui, non sono certo, comprenda
      il significato

      "Mi piace"

  2. generalissimo, nella frase su chi riceve il richiamo all’estero, ti sei mangiato la parte
    in cui si dice che sono gli operatori sociali che lavorano in ambienti con alto rischio
    e le persone con gravi malattie preesistenti.
    (controllato su BBC – CDC e sito del servizio sanitario francese)

    ma sono quisquilie…
    tranquillo, tanto non hai raggiunto l’obiettivo di settembre e non raggiungerai neppure quello di dicembre.

    "Mi piace"