Mattarella, vaccinarsi un dovere civico e morale. Sottrarsi mette a rischio vite

(ansa) – Il tema della salute come bene pubblico “richiama alla responsabilità sociale e in questo periodo al dovere, morale e civico della vaccinazione. E’ lo strumento che in grande velocità la comunità scientifica ci ha consegnato per sconfiggere il virus e sta consentendo di superarne le conseguenze non solo di salute ma anche economiche e sociali”.

Lo ha detto il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, all’inaugurazione dell’anno accademico dell’Università di Pavia.

“Non si invochi la libertà per sottrarsi dalla vaccinazione, perché quella invocazione equivale alla richiesta di licenza di mettere a rischio la salute altrui e in qualche caso di mettere in pericolo la vita altrui. Chi pretende di non vaccinarsi, con l’eccezione di chi non può farlo per salute, e di svolgere una vita normale frequentando luoghi di lavoro o svago, costringe tutti gli altri a limitare la propria libertà, a rinunciare alla propria possibilità di recuperare in pieno luoghi e modi e tempi di vita”. 

“Non posso non dire una parola – ha aggiunto – sulla violenza e le minacce che affiorano in questo periodo, contro medici, scienziati e giornalisti e persone delle istituzioni, fenomeni allarmanti e gravi che vanno contrastati con fermezza, anche sanzionando con doveroso rigore“.

“L’economia – ha detto in un altro passaggio del suo intervento – è ripartita, il governo ha fatto presenze e che i dati della ripresa economica sono di straordinario carattere positivo. Questo è possibile perché contrastiamo la pandemia con comportamenti responsabili, con la vaccinazione, con la prudenza che non contrasta con la normalità della vita”.

Categorie:Cronaca, Interno, Politica

Tagged as: , ,

27 replies

  1. massì, fa niente che ogni giorno si sente di qualche morte improvvisa, di tipi che prima stavano benissimo…..
    che vuoi farci….

    "Mi piace"

  2. Oggi 49 morti SICURI a causa del Covid.
    Ma qualcuno si stupisce che ogni tanto qualcuno muoia, addirittura all’improvviso, mentre prima non moriva mai nessuno
    …e pensare che, prima di morire, era persino vivo.

    Piace a 1 persona

    • Adesso vai pure a casa di Camilla Canepa a rimproverare i suoi genitori di essersi allarmati troppo.

      E mi raccomando, passo dell’oca e petto infuori.

      "Mi piace"

      • Purtroppo ci sono ciarlatani di professione, abili illusionisti, che han convinto centinaia di migliaia di persone che ci sia un complotto mondiale che consiste nel non curare le persone, quindi ammazzarne milioni, per far soldi vendendo vaccini. Il tutto condito da “prove documentate” che attesterebbero il “divieto di fare autopsie” per nascondere “la verità”; che l’unica terapia consentita sia la tachipirina e pregare; che ci siano già le cure gratis con risultati stupefacenti accertati, ma sono vietate perchè big pharma non vuole; che i vaccinati contagino 251 volte di più dei non vaccinati e altri giochi di prestigio per spillare soldi ai polli attraverso donazioni per la “libera informazione”. Gente che ha 200.000 follower pronti a versare 1 euro/mese per abbonarsi a web tv a pagamento e altre trappole per gonzi.
        Gente che ha fallito nel lavoro, e non c’è niente di male, ma che poi han trovato un business per far soldi dopo aver visto che “documentari” come loose change avevano fatto milioni di visualizzazioni.

        Recentemente uno dei più noti ciarlatani, che si vanta da 20 anni di leggere le fonti e pubblicare solo fatti accertati, ha pubblicato lo “scoop del 251”, e ha avuto pure la faccia tosta di precisare che lui l’ha solo riportata dai siti di bob kennedy e altri siti spazzatura da cui scopiazza regolarmente. Come per dire “se è una minchiata non è mica colpa mia”.
        Secondo me lo sapeva benissimo che era una bufala, perchè non è stupido e verifica, ma ha sempre bisogno di nuovi scoop e complotti da dare in pasto ai gonzi. Tutto fa brodo pur di racimolare un bel gruzzoletto, da lasciare poi in eredità ai figli, soprattutto quando si ha una certa età.

        Piace a 1 persona

      • X Anail:

        io sarò pure disgustoso, ma di sicuro non sono un ipocrita come te.

        La domanda resta: con che faccia tu e gli altri ragionate che i vaccini siano del tutto sicuri? Almeno Speranza lo pagano per fare il ministro, ma te e Robert’Emmezzo che ne ottenete?

        "Mi piace"

      • X RobErto:

        vedi se puoi smentire anche quello che dice questa signora, ad occhio e croce più competente in materia di un Draghi e meno corrotta di un Burioni qualsiasi.

        "Mi piace"

  3. In sostanza, con questo sproloquio il presidentissimo ignifugo ha dichiarato guerra al 20% di italiani che legittimamente non vorrebbero allungare la lista degli ‘effetti avversi gravi’ ovviamente ‘segnalati’, perché è normalissimo che una persona di 54 anni crepi 2 settimane dopo il vaccino, sarà sfiga e fatalità.

    Quello che ha detto l’esime PdR, è semplicemente di una violenza e di una gravità che nemmeno Napolitano dei vecchi tempi aveva mai osato dire.

    In nome dell’economia, questo signore (trattengo gli insulti solo perché, in questo stato di diritto medievale, esiste addirittura l’oltraggio al presidente della repubblica, credo fatto più unico che raro nel mondo occidentale) ci sta minacciando imponendo con la massima decisione la linea vaccinista, alla faccia della tensione inevitabile che essa causa.

    Peggio, accusa chi NON si vuole vaccinare di essere un ‘pericolo’ per gli altri, come se chi non si vaccina possa infettare chi si è vaccinato.

    E al contempo, questi vigliacchi vogliono imporre quest’obbligo senza assumersene le responsabilità legali, minacciando ed estendendo le restrizioni a tutti quanti, e addirittura esiste una guida medica che dice che persino che ha aviuto allergie gravi in passato non da ‘iniezione’ può essere vaccinato.

    Ora, vorrei dire all’augusto personaggio che chiunque avrà dei dann dopo il vaccino non avrà che da denunciare i mandanti dell’obbligo, che in questi giorni si sono palesati apertamente e spudoratamente, o forse semplicemente malconsigliati essendo tutti loro dei totali incompetenti in termini di sanità.

    Invece, Crisanti, uno che non dovrebbe essere tacciato di no-vaxxismo, ha detto questo:

    Sull’obbligo vaccinale ha poi proseguito: “Mi lascia molte riserve. Da Israele arrivano dei dati che indicano come l’efficacia dei vaccini si riduca al 70 per cento. Al momento sono preoccupato per questo”.

    Per Crisanti infatti l’annuncio del premier è politico, perché “i vaccini funzionano e hanno un rapporto costo-benefici indiscutibile, ma non vorrei che con i dati che arrivano da Israele questa scelta dell’obbligo si riveli un boomerang per i no vax che potranno dire che i vaccini non funzionano e quindi rifiutare l’obbligo”.

    Critiche sul Green pass arrivano anche dal virologo Fabrizio Pregliasco che ha preso le difese del collega: “Io credo che il vero motivo del Green pass sia rompere le scatole. Mi scusi l’espressione, ma la spiego meglio. Ha ragione secondo me il collega Crisanti quando dice che la certificazione non dà sicurezza di nulla.

    Però così si fa in modo che alla fine le persone si vaccinino”. Proprio Crisanti sulla certificazione verde non ci era andato affatto per il leggero. In particolare sull’estensione di durata a 12 mesi. “Siamo nel campo della creatività. Sono tutte decisioni senza evidenza scientifica”, erano state le sue parole ricordando ancora una volta quanto accaduto in Israele: “Basti pensare che in Israele si stanno infettando proprio loro, i sanitari”.

    "Mi piace"

    • In nome dell’economia, questo signore (trattengo gli insulti solo perché, in questo stato di diritto medievale, esiste addirittura l’oltraggio al presidente della repubblica, credo fatto più unico che raro nel mondo occidentale) ci sta minacciando imponendo con la massima decisione la linea vaccinista, alla faccia della tensione inevitabile che essa causa.(cit)

      C’è una malattia in questo “stato medievale” che sembra incurabile…,non un virus o un batterio,ma sfrontata occupazione delle istituzioni e sistematica depredazione delle risorse comuni,e poi hanno il coraggio di chiamarlo il “belpaese”…

      "Mi piace"

  4. Ah, come non dimenticare il grande ruolo che ha avuto l’allora ministro della ‘difesa’ nello scandalo ‘uranio improverito’?

    Se i casi di morti da vaccino li trattano come allora, stiamo proprio apposto.

    Mai fidarsi di un democristiano.

    "Mi piace"

    • Senza contare il dove questo “uranio impoverito” è stato impiegato…,mi chiedo chi risponderà dei morti nel corso degli anni dovuti a questa “arma” che uccide di cancro le popolazioni civili che li,dove abbiamo sparso a piene mani la nostra “democrazia”,vi abitano…

      "Mi piace"

      • Io sai, non penso che sia l’uranio impoverito.

        Penso che la problematica maggiore sono state le vaccinazioni, questo lo ipotizzano anche su Signum ma sottovoce, molto più apertamente nella relazione parlamentare del 2018.

        Del resto, perché mai il DU dovrebbe essere così pericoloso quando i miltiari italiani sono sicuramente lontani dal suo impiego in quasi tutti i casi?

        Però non è così per i vaccini, e guarda, quando Repubblcia faceva il suo mestiere, circa 8-9 anni fa, la cosa era ben nota e tratata, adesso invece slienzio totale.

        Come mai, non ce lo dicono ,ma dopo il 2014 l’Itaglia è stata eletta come paese guida per le vaccinazioni mondiali e allora tutto si spiega.

        "Mi piace"

  5. io non mi faccio iniettare roba che contenga cellule di feti abortiti, non partecipo a quello scempio, mettitelo in testa mattarello. se vuoi, fai una bella cosa, metti l’obbligo ma parallelamente metti lìeutanasia per chi si rifiuta, e mi va benissimo. ci sono milioni di persone per cui l’anima e’ piu’ importante della mera esistenza, fatevene una ragione ed evitate quantomeno l’ipocrisia

    "Mi piace"

      • Per te invece vedrei bene quello con gli adenovirus (qualsiasi cosa significhi. cit.) di Burioni, così potresti andare tranquillamente sul red carpet del Festival di Venezia senza sfigurare.

        "Mi piace"

      • Grazie, ma per me i feti abortiti vanno benissimo, anzi, avverto già i primi sintomi da astinenza (schermo blu di windows quando chiudo gli occhi) pertanto non vedo l’ora della mia terza pera di Stato. Almeno un placebo, del metadone, qualunque cosa, datemi solo una pera, cazzo, una cazzo di pera, che non ci sto più dentro.

        Piace a 1 persona

      • Capisco: colta l’ironia, adesso andiamo direttamente a vomitare! Questa è la sfortuna che tocca a quelli che sono stati concepiti da filantropi della tua fatta, che tanto hanno a cuore i destini dell’umanità e che si prodigano per il bene comune: cambia nick, già te lo si disse…

        "Mi piace"

      • X JD:

        io invece non vorrei spopolare il mare dagli squali da cui viene ricavato lo squalene utilizzato nei vaccini (ho sentito che serve uno squalo ogni 1000 vaccini), che saranno pure aggratis ma li paghiamo noi con le tasse e sopratutto, servono ad ingrassare altri squali al cui confronto il megalodonte era un pesce rosso.

        "Mi piace"

      • @ SM:
        Nobilissimo intento, che ti vale il salto di categoria da quella degli animali (segnatamente, l’equus asinus) a quella degli animalisti. David McTaggart sarebbe certamente fiero di te, peccato che la tua azione di boicottaggio sia totalmente inutile allo scopo.

        Intanto perchè lo squalene si estrae dal fegato di squalo, che è un prodotto di scarto della tristemente nota mattanza dovuta ad uno scopo decisamente più futile (ovvero procurarsi le pinne per farne la famosa zuppa, che nella cucina orientale va fortissimo).
        Ma soprattutto perché, anche se così non fosse, i tuoi due millesimi di pescecane sono già stati imbottigliati, acquistati e pagati con le nostre tasse, sia che tu decida di usufruirne o meno, e non potrebbe essere diversamente, dato che nessun Governo avrebbe potuto acquistare o prenotare meno vaccini di quelli che servono per coprire l’intera la popolazione.

        P.S: nel tuo neo-animalismo d’accatto, considera che gli squali uccisi per le sole pinne, ancora quattro anni fa (quindi ben prima del covid) erano stimati in circa 73 milioni di esemplari l’anno, e che quindi, prendendo per buona la tua stima di mille vaccini per ogni squalo, se la matematica non è un’opinione, quelli necessari a vaccinare tutta l’umanità (diciamo 15 miliardi di dosi) sarebbero poi 15 milioni, praticamente quelli che per le pinne fanno fuori in tre mesi, e dei quali non t’è mai importato nulla fino a stamattina. Chissà quante battaglie devi aver fatto, perchè ti stia a cuore una faccenda di questa “portata”. Respect.

        @ Gatto:
        Il giorno che mi spiegherai che cos’hai contro il Sig. Padavona, lo prenderò in considerazione.

        "Mi piace"

      • X JD:

        vedi, ci sono squali e boccaloni.

        Pensi davvero che mi interessasse lo squalene?

        Volevo percularti e l’ho fatto.

        E te subito abbocchi.

        Troppo facile.

        "Mi piace"

      • Davvero? Volevi percularmi e hai rimediato del somaro senza neanche accorgertene, costringendomi a fare pubblica ammenda del mio errore: riconosco che non c’è stato alcun salto di categoria.
        Comunque se vuoi lo rifacciamo, che da queste parti acqua e sapone non mancano mai, solo il tempo da buttare scarseggia, ma c’è rimedio.
        Ad ogni modo, ben lieto di aver contribuito al tuo divertimento, in misura minore (in materia di divertimento perdonami, ma sono un pelo più esigente, a te basta davvero poco) ma la cosa è comunque reciproca. A la prochaine.

        Piace a 1 persona

    • Già che sono in fase penitente, sento anche il bisogno di rivalutare pubblicamente il grandissimo post di grullino, che ha più avvocati difensori che idee, ma quell’unica che ha merita quell’approfondimento che, ad una perculata superficiale, potrebbe sfuggire.
      Praticamente, grullino non si vuole vaccinare perchè teme danni a causa del vaccino, e propone come alternativa l’eutanasia, ovvero il suicidio assistito.
      Che cos’è il genio? (cit.)

      "Mi piace"