M5S, Tofalo, Comunali di Salerno: “Tari più alta d’Italia, ma città immersa tra rifiuti e nel degrado”.

Il deputato Salernitano: “Più attenzione alle frazioni e alle periferie, che sono sempre le grandi escluse dell’amministrazione. Un immobilismo non più tollerabile, a discapito della salute e dell’immagine pubblica”


“Rifiuti e scarsa illuminazione in diverse strade. Questa è la situazione in cui versano le zone periferiche della città di Salerno. La situazione in alcune aree, quartieri e frazioni in particolare, è totalmente fuori controllo. La pulizia è scarsa e la manutenzione ordinaria non è costante. Un problema grave di sicurezza e di igiene urbana, con profonde ripercussioni anche sul decoro e sull’immagine, che potrebbe anche aggravarsi con l’arrivo del maltempo. Pulizia delle caditoie e delle alberature quasi assente. Alcuni alberi sono pericolosi per pedoni, scooteristi e automobilisti. Il lungomare cittadino vive nel più completo abbandono con alcune panchine danneggiate in più punti. Topi e blatte sono presenti in diverse aree, anche in pieno centro, visibili agli occhi dei passanti. Chi vive in quei territori patisce un disagio a dir poco insostenibile e chi dovrebbe avere cura di quei luoghi lascia la situazione nel degrado più totale. Da anni gli abitanti e i comitati locali sono in lotta e pretendono l’intervento delle autorità competenti. Urge un lavoro mirato finalizzato a porre rimedi a tali problemi. Abbiamo un’amministrazione completamente cieca e un assessore al verde urbano mai pervenuto. Nonostante i soldi spesi dall’ente cittadino, si ritorna all’abbandono, a discapito della comunità che vede prima privatizzati sempre più spazi pubblici e, dopo, li vede abbandonati, sottratti ai beni comuni. A denunciarlo è il Deputato salernitano del Movimento 5 stelle Angelo Tofalo.
“Una situazione inaccettabile in un capoluogo che si propone come città turistica, con uno scenario sempre più sconfortante e cittadini che fuggono dal centro verso i comuni della provincia dove sono garantiti i servizi primari. Un immobilismo che non possiamo più tollerare. Se questa amministrazione comunale è stanca può restare in panchina. Noi siamo pronti a governare questa città e a fare il bene comune, partendo dalle cose semplici ma indispensabili come la pulizia e la manutenzione” – conclude Tofalo -.

Ufficio Stampa

Nicola Arpaia

arpaia.nicolas@gmail.com