Pupetto colpisce ancora

Estratto dell’editoriale di Marco Travaglio sul Il Fatto Quotidiano del 29/08/2021 dal titolo ”Pupetto colpisce ancora” – È tornato. Pupetto Montmartre di Champs Elysées, al secolo Bernard-Henri Lévy, per gli amici BHL, è tornato con un nuovo vibrante appello ai panciafichisti americani e ai mollaccioni francesi perché riempiano di armi il suo amico Massud jr. che a suo dire (di Pupetto, non di Massud) non vede l’ora di scatenare l’ennesima guerra per procura al posto nostro in Afghanistan e metterci l’ennesimo fantoccio dell’Occidente, vista l’ottima riuscita degli ultimi due. Un tempo Pupetto faceva danni contemporaneamente su Le Monde, L’Express e La Stampa, in stereo. Ora deve accontentarsi di Repubblica, perché in Francia ormai lo conoscono. E non solo lì. […]

17 replies

  1. Pupetto colpisce ancora
    (di Marco Travaglio – Il Fatto Quotidiano) – È tornato. Pupetto Montmartre di Champs Elysées, al secolo Bernard-Henri Lévy, per gli amici BHL, è tornato con un nuovo vibrante appello ai panciafichisti americani e ai mollaccioni francesi perché riempiano di armi il suo amico Massud jr. che a suo dire (di Pupetto, non di Massud) non vede l’ora di scatenare l’ennesima guerra per procura al posto nostro in Afghanistan e metterci l’ennesimo fantoccio dell’Occidente, vista l’ottima riuscita degli ultimi due.
    Un tempo Pupetto faceva danni contemporaneamente su Le Monde, L’Express e La Stampa, in stereo. Ora deve accontentarsi di Repubblica, perché in Francia ormai lo conoscono. E non solo lì.
    Avendo sponsorizzato tutte le guerre dell’Occidente (regolarmente perse), la sua fama lo precede ovunque. Infatti non può metter piede fuori dalla Francia senza essere inseguito da folle inferocite.
    Nel 2011 fu tra gli spingitori di Sarkozy nella geniale Operazione Gheddafi, di cui i libici e noi paghiamo ancora le conseguenze (a ogni esportazione di democrazia segue importazione di profughi).
    Appena ucciso il tiranno, BHL rivendicò profetico la missione: “La caduta di un dittatore, l’entrata nella democrazia, pur piena di insidie, con passi avanti e indietro, è sempre un evento straordinario. Sono orgoglioso e fiero di esservi associato con il mio Paese”.
    Nel 2020, dopo nove anni di radiosa “democrazia”, si recò in Libia per ritirare il meritato premio. E la popolazione glielo tributò volentieri, come raccontò lui in uno straziante reportage su Rep: “Libia, sputi e spari. Così mi han dato la caccia nel deserto”. Un trionfo.
    Ora pretende il bis in Afghanistan, che peraltro bombardiamo da vent’anni con oltre 240 mila morti. La qual cosa non lo indigna: a sconvolgerlo è che abbiamo smesso, “abbandonando un altro Paese amico” che mai ci aveva chiesto di bombardarlo.
    Idem per il Vietnam: non fu orrenda la guerra, ma l’“infamia” del ritiro Usa nel ‘75.
    Di qui il grido di dolore perché “l’Occidente venga in soccorso” di Massud e “la Francia ascolti il suo appello” per una nuova guerra civile, non essendo bastate le altre, per tenere alta “la fiaccola” e “l’immagine delle democrazie liberali”, “offuscata ovunque” non dalle guerre, ma dalla loro fine.
    Purtroppo, a parte Sambuca Molinari, nessuno lo sta più a sentire. Il che fa temere che presto decolli dalla sua terrazza parigina a bordo dei colletti aerospaziali della sua camicia bianca e si paracaduti sul Panshir per unirsi alla resistenza.
    Seguirà, immancabile, un reportage sulla festosa accoglienza ricevuta: “Afghanistan, sputi e spari. Così mi han dato la caccia nel deserto”. Come diceva Totò nei panni di Pupetto Montmartre di Champs Elysées, “il talento va premiato”.

    Piace a 8 people

    • E poi parlano di “leoni da tastiera”. E questi qua cosa sono ? Scrivono sui giornaloni,vengono pure pagati, invitano deliberatamente alla violenza cruenta della guerra in nome di una presunta superiorità culturale,ma a rimetterci le penne non sono certo loro. Che Guevara era coerente :lui la guerra la faceva in prima persona(e sappiamo com’è finita) non come sto BHL del “armiamoci e combattete”.

      "Mi piace"

  2. Una categoria in autoestinzione, l’intellettuale sinistroide, che qualcuno ha pure letto ,almeno l’introduziome.

    "Mi piace"

  3. Vorrei informare il gentile consesso che ‘sto tizio, negli ambienti che freguentavo, era uno dei tanti zimbelli “á la carte” e che le sue uscite sono state per quarant’anni (quel che ricordo) congruentemente ridicolizzate.

    Era il Renzi, Boldrini, Cirinná di allora: sinistra ‘sta cippa, senza peró aver concluso o rischiato NULLA.

    Piace a 3 people

    • Ma no, ché te l’aveva preso da subito… ma era troppo gustosa, per non sottolinearla.
      E comunque almeno un “cit.” , altrimenti è plagio… 😉😆

      "Mi piace"

  4. Le Signore sappiano,

    Che quel poco di gonadi rimastemi non offrono alla resa dei conti che sparuti bisbigli di doglianze, scontate e consunte, perse nel momento, affogate nel Tempo.

    A proposito, ieri abbiam trovato su Netflix il film: Una farfalle dalle ali insanguinate. 4 per la storia e 6 per la pacchia “vintage”.

    "Mi piace"