SuperMario dà i compiti ai fanciulli in vacanza

(pressreader.com) – Il Fatto Quotidiano – Ormai lo saprete: Mario Draghi non dorme, non ozia e soprattutto non va in vacanza. L’operosità del premier è stata oggetto, in questi giorni, di innumerevoli, ammiratissimi editoriali sulla grande stampa italiana. Dunque già sappiamo che Draghi non contempla la parola ferie, ma ieri Repubblica ha voluto regalare al pubblico un ulteriore spigolatura sulle virtù stakanoviane dell’amato premier: visto che i ministri del suo governo si sono comunque presi dei giorni di riposo, nonostante le raccomandazioni dell’Altissimo, l’inflessibile Draghi gli ha fatto avere i compiti per le vacanze. La notizia si è meritata il titolone centrale della prima pagina del giornale degli Agnelli: “I compiti a casa dei ministri”. Catenaccio: “Palazzo Chigi scrive per sollecitare i dicasteri al rispetto delle scadenze Ue per la ripresa”. Con SuperMario non si scherza e non si batte la fiacca, nemmeno quando si va al mare. Immaginiamo lo sconforto dei ministri raggiunti dalla lettera del fido Garofoli: “Un invito – scrive Repubblica – che ha soprattutto il carattere di un memento e non certo di un rimprovero”. Perché il nostro in fondo è benevolo. Ma sulle riforme non transige.

Categorie:Cronaca, Interno, Politica

Tagged as: , ,

2 replies

    • E beh, se lo ha detto Elio Iannutti (il grillino che propagandava la cloaca antisemita dei “Protocolli dei Savi di Sion”) sicuramente c’è da crederci

      "Mi piace"